Subscribe: noistiamocolpapa
http://noistiamocolpapa.ilcannocchiale.it/blogs/feeds/blogatom.aspx?blogid=23026
Added By: Feedage Forager Feedage Grade C rated
Language: Italian
Tags:
aver  campagna  che  della  ecco perchè  gli insulti  gli  interruttore  magdi allam  papa  qualcuno  scrive  scuse  stiamo  suo  tutto 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: noistiamocolpapa

noistiamocolpapa



Non praevalebunt!



Updated: 2006-09-23T08:30:23Z

 



Noi stiamo col Papa

2006-09-23T08:30:23Z

   Il Papa ha espresso nell'Angelus di domenica il suo rammarico per le reazioni suscitate da un breve passo del suo discorso all’Università di Regensburg, ed è tornato sull'argomento nell'Udienza Generale di ieri, assicurando il suo «Profondo rispetto per i musulmani». Dopo i furiosi attacchi dei giorni scorsi tutto sembra essersi calmato. Come se qualcuno avesse azionato un interruttore: ieri le manifestazioni, gli incendi, gli insulti, le minacce, oggi la quiete.Tutto bene dunque? Non proprio. Al Papa che proponeva il dialogo e bandiva la violenza, si è risposto con gli insulti e la violenza, e se ne sono pretese le scuse:«le scuse per aver pensato e per aver detto», come scrive Ferrara. C'è di più, la richiesta di scuse - scrive sempre Ferrara - «ricalco alla lettera degli argomenti delle cattedre islamiche di ogni tipo» è venuta anche dal New York Times, «la Bibbia del giornalismo liberal», e - aggiungiamo - da tanti parsonaggi nostrani.E' in corso una precisa strategia, una Jihad della parola, scrive Magdi Allam. E - c'è da scommetterci - se non dimostreremo di aver compresa la lezione, dopo il secondo round ce ne sarà un terzo: basterà che qualcuno azioni l'interruttore.Una società in cui si subisca passivamente questa intimidazione, questo invito a non pensare e non dire, sarebbe una società meno libera. E' questo il rischio che stiamo correndo. Ecco perchè - affermiamo con Magdi Allam - oggi il Papa rappresenta il baluardo a difesa della libertà e della civiltà di tutti noi. Ecco perchè vi invitiamo a sottoscrivere la campagna «Noi stiamo con il Papa». Questa campagna scade Giovedì, 12 ottobre 2006         [...]