Subscribe: UniversONline
http://www.universonline.it/_articoli/news.xml
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
anche  bisogna  che  dei  dell  della  delle  diversi  essere  gruppo ricercatori  però  quando  questo  risultati  sintomi sono  sono 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: UniversONline

UniversONline



Ultimi articoli di Universo On Line



 



Proprietà delle mandorle: benefici per colesterolo e diabete
Le mandorle fanno bene, bisogna però non esagerare perché, nonostante le numerose proprietà, fanno ingrassare se si eccede. Anche quando si mangiano degli alimenti sani, bisogna sempre fare i conti con la quantità di calorie che si introducono con la dieta. Nel caso di questo alimento si possono avere dei benefici anche con quantitativi limitati e, stando ai risultati di una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori della Pennsylvania State University, 43 grammi di mandorle sono sufficienti per migliorare i livelli di colesterolo. I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Nutrition (Inclusion of Almonds in a Cholesterol-Lowering Diet Improves Plasma HDL Subspecies and Cholesterol Efflux to Serum in Normal-Weight Individuals with Elevated LDL Cholesterol - Doi: 10.3945/?jn.116.245126).



Caviglie gonfie: informazioni sulle cause e rimedi
Le caviglie gonfie non sempre sono da considerare un problema grave, quando si affronta questo argomento legato alla salute dei piedi sarebbe però più corretto parlare di sintomo piuttosto che di patologia. Si tratta di un disturbo abbastanza comune sopratutto in età avanzata (in particolare donne in menopausa), nelle donne in gravidanza, in chi ha qualche chilo di troppo, nelle persone con problemi alle vene e in chi, per diversi motivi, rimane in piedi (commessi, operai nelle catene di montaggio, ecc.), o seduto (chi lavora in ufficio, autisti, ecc.), per la maggior parte del giorno. In alcuni casi, quando si escludono patologie serie, il gonfiore alle caviglie rappresenta, per molte donne, sopratutto un fastidioso problema estetico, nell'ultima parte di questo articolo proporremo alcuni rimedi della nonna per riavere delle caviglie sottili.



Nomi delle dita dei piedi, forma, funzione e patologie
I nomi delle dita della mano si conoscono sin da bambini, di origine latina sono: pollice, indice, medio, anulare e mignolo. Dal punto di vista anatomico le dita sono i segmenti terminali della mano e del piede, l'uomo ne possiede cinque per ciascun arto per un totale di venti. Ogni dito, ad eccezione del pollice e dell'alluce (costituiti solo da due ossa), è formato da tre ossa dette: falange, falangina e falangetta.



Vaccino esavalente: effetti collaterali e richiamo
La vaccinazione rappresenta la strategia di prevenzione più efficace, economica e socialmente utile per prevenire diverse malattie infettive. Grazie ai vaccini, nel corso dei decenni, sono state debellate malattie che in passato mietevano numerose vittime. Fra tutte, basti pensare ad esempio alla poliomielite e al vaiolo, la seconda, in particolare, debellata definitivamente nel 1979, negli anni '60 causava annualmente la morte di circa 2 milioni di persone.



Dormire bene la notte per accelerare il metabolismo
Per accelerare il metabolismo bisogna prima di tutto dormire bene la notte, questo perché una carenza di sonno potrebbe inficiare i sacrifici fatti per prevenire il sovrappeso e l'obesità. Per mantenere il peso forma solitamente si pensa a fattori quali attività fisica e dieta, diversi studi hanno però dimostrato quanto possa essere utile il giusto riposo (Dormire poco fa ingrassare o fa dimagrire?). L'ennesima conferma arriva da un'indagine, condotta da un gruppo di ricercatori dell'Università di Leeds (Regno Unito), i cui risultati sono stati pubblicati su PLOS One (Longer sleep is associated with lower BMI and favorable metabolic profiles in UK adults: Findings from the National Diet and Nutrition Survey - Doi: 10.1371/journal.pone.0182195).



Rimedi afte bocca, cause e prevenzione
Prima di vedere quali farmaci si possono usare per la cura delle afte e alcuni rimedi della nonna, dai quali però non bisogna aspettarsi miracoli, cerchiamo di capire da cosa dipendono queste ulcere dolorose che possono comparire in varie parti della bocca: sulla lingua, sul labbro, sulle gengive, sulla parte interna della guancia e a volte anche sul palato. Si tratta di un disturbo abbastanza comune, soprattutto tra i più giovani, le cui cause non sono tutt'oggi sempre chiare. L'assenza dell'epitelio nella zona interessata può provocare dolore quando si mangia, questo avviene perché il cibo e la saliva entrano in contatto con i tessuti scoperti. Alcune volte il dolore è tale da obbligare chi ne è affetto ad assumere solo alimenti liquidi per un certo periodo.



Affanno: quando preoccuparsi
Affanno e dispnea sono due termini utilizzati per indicare problemi respiratori, essendo sinonimi, possono essere adoperati entrambi quando si ha una difficoltà, temporanea o cronica, a respirare. Un respiro affannoso può essere graduale o improvviso, spesso viene percepito come una fastidiosa sensazione di non poter rifiatare (riprendere fiato), non si riesce quindi a respirare bene e si ha l'affanno.



Battiti al minuto
I battiti cardiaci al minuto, ossia il numero di pulsazioni che il nostro cuore compie nell'arco di 60 secondi, rappresentano la frequenza cardiaca. Monitorare periodicamente i battiti è molto importante per essere sicuri di avere un cuore in salute. La frequenza cardiaca può essere misurata autonomamente in poco tempo e, anche se esistono diversi strumenti e applicazioni per cellulare che permettono di rilevare il dato, è consigliabile rivolgersi a un medico periodicamente, per avere dei risultati più accurati.



Antibiotico: quanti giorni e sospensione
Quanti giorni prendere l'antibiotico e l'interruzione dell'antibiotico prima del tempo (quando i sintomi sono spariti) rappresentano due aspetti che sollevano diversi dubbi nelle persone, in questo articolo cercheremo di dare una risposta a queste domande. Di norma, bisogna sempre portare a termine la terapia antibiotica, seguendo tutto il ciclo di cura prescritto dal medico, anche se dopo qualche giorno il farmaco ha fatto effetto e i sintomi sono scomparsi. C'è però una pubblicazione, a cura di un gruppo di ricercatori della Brighton and Sussex Medical School, secondo la quale proseguire una cura antibiotica dopo che i sintomi sono spariti potrebbe comportare dei problemi per la salute. L'articolo è stato pubblicato sul British Medical Journal (The antibiotic course has had its day - Doi: 10.1136/bmj.j3418).



Quanta acqua bere al giorno
Quanta acqua bisogna bere durante la giornata per mantenersi idratati, quanta ne serve per perdere peso e quanti bicchieri bisognerebbe bere in gravidanza? Buona parte delle persone sanno che un quantitativo sufficiente potrebbe essere tra i 1200 ml, corrispondenti a 6 bicchieri, e i 2000 ml, 10 bicchieri da 200 ml l'uno. In realtà, non esiste un minimo e un massimo, in gioco ci sono infatti diversi fattori che cambiano da persona a persona, da paese a paese e dalle condizioni climatiche. Stando ai risultati di uno studio australiano condotto da un gruppo di ricercatori della Monash University di Clayton, in collaborazione con alcuni colleghi dell'Università di Melbourne, il nostro cervello è in grado di regolare il fabbisogno dei liquidi inibendone l'assunzione una volta che ne abbiamo integrato abbastanza. I risultati dell'indagine sono stati pubblicati su PNAS (Overdrinking, swallowing inhibition, and regional brain responses prior to swallowing - Doi: 10.1073/pnas.1613929113).