Subscribe: CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.
http://ilcorrieredelweb.blogspot.com/atom.xml
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
andrea  carte  che  corrieredelweb  dei  della  delle  illy  mondo  ondot systems  ondot  più  questo  varese  – sosta   
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

Corriere del Web



L'Informazione fuori e dentro la Rete



Last Build Date: Thu, 09 Nov 2017 11:38:06 PST

 



Cultura. A Roma arriva Bibliobus, la biblioteca itinerante

Thu, 09 Nov 2017 11:38:07 PST

Bibliobus: una biblioteca itineranteUNA BIBLIOTECA IN CAMPER ITINERANTE IN CITTÀ A ROMA. SI CHIAMA BIBLIOBUS E SCOPRIAMO COME FUNZIONASi chiama Bibliobus ed è un servizio dell’Istituzione Biblioteche Centri Culturali di Roma per ampliare l’offerta culturale sulla direttrice Cassia-Cesano. Si tratta di una vera e propria biblioteca itinerante che effettua il suo servizio su tappe prestabilite in città, svolgendo lo stesso servizio delle biblioteche nelle aree di Roma non coperte. Dietro a quest’idea c’è Ricreazione, una cooperativa sociale che dal 2008 è attiva nella creazione di benessere attraverso la progettazione e la gestione di servizi educativi e culturali per tutta la famiglia. Ha quindi come finalità il miglioramento della qualità della vita delle persone e la prevenzione del disagio attraverso la realizzazione di servizi educativi, formativi e culturali per tutta la famiglia. In questo progetto si inserisce il camper biblioteca itinerante, dove è possibile consultare e leggere i libri, avere la tua tessera delle Biblioteche di Roma, prendere in prestito gratuitamente i libri e i DVD, richiedere il prestito interbibliotecario e partecipare agli eventi in programmaDove trovare Biblobus: Lunedì 15:00/17:15 – Sosta Ponte MilvioMartedì 10:00/12:15 – Sosta ScuoleMercoledì 10:00/12:15 – Sosta Via Grottaferrata, incrocio Via G.StefaniniGiovedì 15:00/17:15 – Sosta Piazzale GiustinianaVenerdì 15:00/17:15 – Sosta Piazza Monteleone da SpoletoSabato 10:00/12:15 – Sosta Stazione di Cesano, altezza chiesaPer maggior informazioni:www.cooperativaricreazione.it/bibliobus-nordil bubris cristiano fabrisAll rights reserved. Copyright www.CorrieredelWeb.it © Questa informazione è diffusa dal CorrieredelWeb.it e ogni diritto è riservato. © All rights reserved. Copyright CorrieredelWeb.it ©[...]



LIVE HAPPilly, Andrea Bocelli è il testimonial della nuova campagna adv di illy caffè

Thu, 09 Nov 2017 10:20:38 PST

Perfezionare ciò che siamo è una storia senza fine, per offrire al mondo il meglio di noi.illycaffè in onda dal 12 novembre con la nuova campagna LIVEHAPPilly Milano, 9 novembre 2017 – illy torna in comunicazione con la sua nuova campagna internazionale che ha come brand ambassador principale Andrea Bocelli. Quello con Bocelli è un vero e proprio ‘patto di affinità’ tra illy, eccellenza italiana del caffè a livello globale, e il tenore di fama mondiale.Un patto fondato sulla convinzione che la creazione di qualcosa di unico, in ogni ambito, richieda un quotidiano e continuo lavoro di perfezionamento. Questo impegno invisibile, che si svolge per lo più dietro le quinte, è finalizzato per entrambi a un solo obiettivo: offrire al mondo il meglio di sé.Questo significa per illy e Andrea Bocelli la felicità. Questo è il senso profondo di LIVE HAPPilly. Un movimento incessante che ci avvicina sempre di più all'ideale di bellezza e bontà, valori fondanti della filosofia di illycaffè, e che crea inevitabilmente storie di quotidiana passione, attenzione ai particolari e dedizione.La campagna, ideata insieme all’agenzia DLV BBDO, sarà in onda dal 12 novembre con il film 60” e 30” che rende tributo all’arte di Andrea Bocelli, perseguita con metodica professionalità, raccontando al contempo illy attraverso l’affinità dei valori. L’artista è mostrato non sul palco - come siamo abituati a vederlo - ma nella sua quotidianità, dietro le quinte e con le persone a lui più care: la moglie, il figlio primogenito Amos al pianoforte, e l’amico flautista, il Maestro Andrea Griminelli. Lo vediamo a casa, in sala prove, al ristorante, per le strade di New York che lo portano fino alla Metropolitan Opera House, dove il film si conclude con il suo arrivo sul palcoscenico: il momento in cui si compie la felicità di condividere con il mondo la sua musica – in questo caso la ‘Mattinata’ di Leoncavallo. Così per illy felicità è perfezionare un unico blend di 9 origini di Arabica, per offrire al mondo il miglior caffè. Andrea Bocelli, ritratto in bianco e nero in un momento di pausa nel suo perfezionarsi continuo, è anche il protagonista di stampa e affissione. Vincent Peters, regista e fotografo internazionale, firma la campagna, in cui soltanto il prodotto e l'iconico ‘rosso illy’ sono a colori.La comunicazione prosegue sui canali digitali illy, dove anche altri talenti italiani e internazionali nel mondo dell’arte, della musica, del design, della cucina e della sostenibilità condividono la loro passione per il perfezionamento continuo e la felicità di poter offrire il loro talento al mondo. Il film dà quindi il via a un’articolata video strategy: i protagonisti sono ‘ambasciatori naturali’ della marca, che condividono con illy gli stessi valori e la stessa storia senza fine di ricerca, impegno e passione, per offrire il meglio di sé e del proprio talento. I primi ambassador, online a partire dal 12 novembre, sono il designer Ron Arad, il fotografo Maurizio Galimberti, il maestro pasticcere Sal De Riso, la chef stellata Caterina Ceraudo, il flautista Andrea Griminelli e José Dìaz Enamorado, vincitore dell’Ernesto Illy International Coffee Award che premia ogni anno la miglior qualità sostenibile. Le loro storie, insieme a quella di Andrea Bocelli, vivono sul sito illy.com per creare uno storytelling ampio e continuativo che si articola sui social con contenuti speciali e sulle newsletter con contenuti esclusivi dedicati agli iscritti. Il progetto è stato realizzato anche grazie alla collaborazione con Sugar che all’interno della sua filosofia Tailor Made ha supportato illy nell’identificare la scelta musicale più efficace. CREDITSAGENZIA: DLV BBDOCAMPAGNA TV, STAMPA, OOHECD: Federico Pepe e Stefania Siani Art Director: Giulia Di Filippo e Giulia Ricciardi Copy Writer: Luana ContuHead of Strategy: Ilaria FruscioGeneral Manager: Chiara NiccolaiClient Service Director: Emanuela MunafòAcc[...]



Mobile online banking. Da Ondot Systems l'app per gestire in massima sicurezza ogni transazione con carte di credito

Thu, 09 Nov 2017 10:11:07 PST

Ondot Systems è lo standard de facto nel settore dei software utente per il controllo e la gestione della sicurezza delle carte di credito.L'app di Ondot consente agli utenti di controllare e gestire le transazioni delle carte di creditoLondra, 9 novembre 2017 - Ondot Systems fornisce a oltre 1.000 banche e istituti di credito la propria piattaforma Mobile Card Services, che consente a 250 milioni di utenti nel mondo - grazie a un'app installata sullo smartphone - di controllare le transazioni effettuate con le proprie carte di credito e gestire la sicurezza in modo completamente personalizzato.Le aziende clienti della piattaforma Ondot sono riuscite a ridurre il costo delle frodi del 40% e ad aumentare l'uso delle carte di pagamento del 23%, grazie alla possibilità di consentire agli utenti finali un controllo molto ampio sulle loro carte di credito e sulle carte prepagate.L'app installata sullo smartphone permette ai possessori di carte di pagamento di bloccarle e sbloccarle in tempo reale, e definire le preferenze di utilizzo, come per esempio l'area geografica, specificare i tipi di transazione e le categorie di punti vendita autorizzati, e precisare i limiti di spesa. Inoltre, permette di ricevere messaggi interattivi di allerta sulle transazioni, a cui rispondere in tempo reale con messaggi di autorizzazione o di blocco.L'app consente anche di effettuare operazioni self-service come la cattura delle ricevute di acquisto, la definizione delle notifiche per tutti i viaggi acquistati con la carta di pagamento, la gestione dei reclami, la denuncia dello smarrimento o del furto, e altri ancora. I responsabili dei contratti aziendali possono inoltre gestire e monitorare l'utilizzo delle carte di pagamento da parte dei dipendenti.La soluzione Ondot viene erogata agli utenti finali o nell'ambito di una specifica app dell'organizzazione che emette la carta di pagamento o integrata all'interno di un'app della banca o dell'istituto di credito, come quelle usate per il mobile/online banking o per il borsellino elettronico."Ondot si trova alla confluenza tra i sistemi online e i sistemi di pagamento, che riesce a far dialogare tra loro con l'obiettivo di mettere la sicurezza alla portata di tutti gli utenti di smartphone, con la stessa semplicità delle altre applicazioni", afferma Rachna Ahlawat, Executive Vice President di Ondot Systems. "Gli utenti percepiscono una maggiore sicurezza e le organizzazioni che emettono le carte di pagamento riescono a ridurre le frodi e ad aumentare l'uso delle carte. Quindi, il vantaggio è reciproco, ed è uno dei motivi del successo di Ondot".Ondot Systems Ondot Systems permette ai possessori di carte di pagamento di controllare le loro attività in tempo reale, rivoluzionando il modo in cui i consumatori interagiscono con le istituzioni finanziarie. Le soluzioni Ondot sfruttano le app mobile e online che consentono agli utenti di personalizzare quando, dove e come utilizzare le proprie carte, e rappresentano il modo più efficace per prevenire le frodi proprio nel momento in cui potrebbero avvenire, aumentando la consapevolezza degli utenti e la sicurezza complessiva del sistema. Ondot Systems ha sede a San Jose, in California, e centri di ricerca e sviluppo in India e Corea del Sud. All rights reserved. Copyright www.CorrieredelWeb.it ©Questa informazione è diffusa dal CorrieredelWeb.it e ogni diritto è riservato. © All rights reserved. Copyright CorrieredelWeb.it ©[...]



In pensione a 67 anni, Fipe: "Esenzione doverosa per i pubblici esercizi"

Thu, 09 Nov 2017 09:53:16 PST

IN PENSIONE A 67 ANNI, NESSUNA ESENZIONE PER I LAVORATORI DEI PUBBLICI ESERCIZI.CURSANO, FIPE: "STARE 10 ORE IN PIEDI AL BANCONE DI UN BAR NON È FORSE UN LAVORO USURANTE?"Roma, 9 ottobre 2017 – “Il lavoro di chi fatica tutto il giorno nei bar e ristoranti italiani merita pienamente di essere considerato nelle categorie delle mansioni usuranti, per questo dovrebbe essere esentato dall'innalzamento dell'età pensionabile, senza se e senza ma. Troviamo peraltro curioso che tra i lavori usuranti non ve ne sia neppure uno del mondo dei servizi di mercato". Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi con il Vice Presidente vicario Aldo Mario Cursano, commenta duramente le ultime novità relative alla proposta del Governo di esentare quindici categorie di lavoratori dall'innalzamento automatico dell'età pensionabile a 67 anni. "Il lavoro nei pubblici esercizi comporta una serie di attività e mansioni che richiedono sforzi fisici e usura, dallo stare in piedi al bancone del bar a preparare caffè tutto il giorno, in cucina o in sala, al trasportare carichi - prosegue Cursano -. Un impegno che si protrae spesso dalla prima mattina alla tarda sera, senza considerare i sabati, le domeniche, il Natale e le varie festività. Per garantire quella qualità e attenzione al modello di offerta e servizio fondamentali in un lavoro come il nostro, l'esenzione dall'innalzamento dell'età pensionabile dovrebbe essere doveroso, proprio come avviene per insegnanti, personale infermieristico, conduttori di convogli ferroviari, personale marittimo e tutte le altre categorie contemplate dall'esenzione, sia le undici già previste dall'Ape sociale che le quattro appena incluse. Il fatto che il Governo non abbia preso in considerazione il nostro settore ci porta a pensare che evidentemente la cultura del lavoro è ancora quella del secolo scorso nonostante i cambiamenti intervenuti nel sistema economico-produttivo”.All rights reserved. Copyright www.CorrieredelWeb.it ©Questa informazione è diffusa dal CorrieredelWeb.it e ogni diritto è riservato. © All rights reserved. Copyright CorrieredelWeb.it ©[...]



Mobilità ciclabile. A Varese è arrivato il bike sharing free floating di OFO. - CorrieredelWeb.it

Wed, 08 Nov 2017 12:08:17 PST

· Varese potenzia i propri sistemi di mobilità sostenibile grazie all’arrivo del bike sharing a flusso libero· Una “flotta gialla” di 300 biciclette è pronta a colorare le strade della Città GiardinoDa sempre uno dei più importanti centri industriali e commerciali della regione, la Città Giardino - all’interno del progetto di potenziamento della mobilità ciclabile - vedrà da oggi circolare 300 bici gialle, pronte a migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini che quindi potranno sperimentare un nuovo modo di vivere la mobilità: più economico, più pratico e soprattutto a impatto zero.“Potenziare gli spostamenti in bicicletta a Varese può essere un’opportunità importante per la nostra città”ha dichiarato Davide Galimberti, sindaco di Varese. “In questo primo anno abbiamo fatto una scelta chiara in materia di mobilità sostenibile e la sperimentazione di questo nuovo sistema di bike sharing a flusso libero ne è una ulteriore dimostrazione. Da oggi i cittadini avranno una possibilità in più di spostamento grazie al servizio che OFO sta portando in città. Prosegue dunque il grande lavoro che si sta portando avanti con il piano della mobilità Varese si Muove e, dopo incontri con i vari operatori già attivi in altre città del mondo, da oggi questa sperimentazione, dopo Milano, parte anche a Varese. Ringraziamo OFO per aver creduto nelle potenzialità di Varese e per aver scelto di investire anche qui con il proprio progetto, dopo il grande successo di Milano e di altre città”.“Il piano Varese si Muove, oltre a una nuova regolamentazione della sosta, ha come obiettivo primario la riduzione del traffico e dello smog in città e si basa sul potenziamento di tre fattori importanti: la pedonalità, la ciclabilità e il trasporto pubblico” afferma Andrea Civati, Assessore alla Mobilità. “Il bikesharing a flusso libero si affiancherà a quello tradizionale di cui Varese è già dotata. Inoltre è stato completato pochi giorni fa il progetto esecutivo della pista ciclabile tra la zona delle stazioni e il lago di Varese”. “Andare in bicicletta fa bene all’ambiente e alla salute” ha aggiunto Dino De Simone, Assessore all’Ambiente. “Il nostro obiettivo è che Varese e i cittadini possano davvero credere in questa opportunità come hanno già fatto altre città che oggi vedono migliorare la propria vivibilità grazie proprio all’aumento dei ciclisti. É ovvio che ci impegneremo anche nel miglioramento della sicurezza sulle nostre strade e nell’implementazione di percorsi dedicati. Oggi, però, l’arrivo di questo sistema di bike sharing di ultima generazione rappresenta un buon punto di partenza per Varese”.---Utilizzare il servizio OFO è facilissimo: basta scaricare l’app – disponibile sia per dispositivi iOS sia perdevice Android – geolocalizzare la ofo bike più vicina attraverso la mappa integrata e sbloccare lo smartlock scannerizzando il suo QR code o quello posizionato sul parafango posteriore: l’app terrà conto in automatico del tragitto percorso e dei minuti di utilizzo. Giunti a destinazione è importante parcheggiare la bici in un punto che non sia di intralcio agli altri passanti e richiudere lo smart lock, lasciando così la bici a disposizione dei futuri ofo biker. Un avviso di fine corsa apparirà poi sull’app, informando l’utente sul costo della corsa stessa e fornendo un resoconto circa i chilometri percorsi e le calorie bruciate durante il tragitto.Il bike sharing OFO ricopre il 65% della quota di mercato e presenta numeri di tutto rispetto: 10 i milioni di bici su strada in 180 città di 17 paesi nel mondo&n[...]