Subscribe: HTML.it - Novità quotidiane (20 Gennaio 2010)
http://rss.html.it/alldaily.xml
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
code stampa  cui  cups  delle  file  guida  interfaccia web  interfaccia  leggi  macos  sistema  stampa  stampanti  web  wordpress 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: HTML.it - Novità quotidiane (20 Gennaio 2010)

HTML.it



HTML.it



Updated: 2018-02-21T20:53:38Z

 



Controllare link di spam

2018-02-07T20:45:08Z

Spam Link Checker. In base ad alcuni algoritmi pre-impostati questa classe legge da una blacklist i siti segnalati come SPAM e li confronta con i link presenti nella pagina analizzata per restituire la verifica.

Leggi Controllare link di spam

Leggi Controllare link di spam

(image)



Social Login su Mobile: la guida

2017-11-07T18:49:17Z

Guida all'uso del Social Login nelle applicazioni mobile, sfruttando il protocollo OAuth per l'autenticazione mediante servizi offerti dai social network.

Leggi Social Login su Mobile: la guida

Leggi Social Login su Mobile: la guida

(image)



Web API self-hosted

2018-02-06T10:27:26Z

Un esempio che mostra come creare un'applicazione Web API self-hosted sul proprio PC.

Leggi Web API self-hosted

Leggi Web API self-hosted

(image)



Guida WordPress

2016-09-30T14:46:09Z

Il CMS più famoso, ed utilizzato in Rete per la creazione di blog, siti Web e Web application. Dall'installazione all'utilizzo e la personalizzazione del blog engine/CMS Open Source creato da Matthew Mullenweg.

Leggi Guida WordPress

Leggi Guida WordPress

(image)



Media from FTP

2018-02-20T22:17:43Z

Plugin per Wordpress con cui possiamo caricare media sul nostro sito direttamente via FTP senza utilizzare la libreria.

Leggi Media from FTP

Media from FTP è un plugin per WordPress con cui possiamo aggiungere media sul nostro sito caricandoli direttamente via FTP senza utilizzare la libreria di WordPress. Risulta utile quindi in tutti quei in casi in cui a causa delle limitazioni del server non si riesce a caricare i file tramite la sezione Media.

Caratteristiche tecniche

I file possono essere caricati in qualsiasi percorso. Una volta selezionato il percorso avremo un elenco di tutti i file presenti nella cartella (come vediamo in figura) e da lì possiamo selezionare quelli da aggiungere alla libreria.

(image)

Un esempio di file caricati via FTP e rilevati dal plugin.

Tra le caratteristiche principali troviamo:

  • Creazione automatica delle miniature delle immagini di varie dimensioni.
  • Creazione automatica dei metadati di immagini, video e audio
  • Possibilità di modificare data e ora di creazione dei file
  • Esporta un file con i log dell’importazione
  • Importa i file nella libreria anche utilizzando un file di esportazione di WordPress
  • Nessun errore di timeout grazie al caricamento Ajax

Prezzi e condizioni d’uso

Il plugin è gratuito e disponibile anche in italiano nella directory di WordPress.

Leggi Media from FTP

(image)



Installare CUPS su MacOS

2018-02-18T22:53:55Z

Il sistema operativo MacOS fa uso del sottosistema CUPS per la gestione delle stampanti e delle relative code di stampa. Sebbene esso faccia parte del sistema MacOS sin dagli albori, Apple ne ha acquisito completamente i diritti nel 2007, pur mantenendo la licenza GPL2. CUPS (acronimo di Common Unix Printing System, Sistema di Stampa Unix […] Leggi Installare CUPS su MacOS Il sistema operativo MacOS fa uso del sottosistema CUPS per la gestione delle stampanti e delle relative code di stampa. Sebbene esso faccia parte del sistema MacOS sin dagli albori, Apple ne ha acquisito completamente i diritti nel 2007, pur mantenendo la licenza GPL2. CUPS (acronimo di Common Unix Printing System, Sistema di Stampa Unix Comune) si compone di un gestore delle coda di stampa (spooler), un sistema di filtri necessario per elaborare i documenti in stampa trasformandoli in istruzioni compatibili con le stampanti ed un’interfaccia verso i driver di stampa che permette di gestire la comunicazione con le stampanti stesse. Interfaccia web di CUPS Il sottosistema CUPS è perfettamente integrato in macOS, infatti raramente gli utenti interagiscono direttamente con esso. Attraverso la finestra di Preferenze di Sistema è infatti possibile installare o rimuovere stampanti, gestire le code di stampa e le opzioni di condivisiione. Tuttavia, vi sono dei casi in cui accedere all’interfaccia grafica del sistema non è possibile. Si pensi ad esempio ad una macchina MacOS Server e ad uno scenario in cui l’accesso tramite desktop remoto non sia possibile (ad esempio, se il client che l’amministratore sta usando dispone di una connessione di rete troppo lenta). In questi casi, un’interfaccia più “leggera” può essere più comoda. CUPS dispone di una comoda interfaccia web dalla quale è possibile gestire tutti gli aspetti del sottosistema di stampa: dalle stampanti connesse al sistema all’attività di stampa degli utenti. Inoltre, è possibile gestire l’installazione delle stampanti ed i parametri di condivisione delle stesse sulla rete. Per motivi di sicurezza, l’interfaccia web di CUPS è disattivata per default. Analogamente a quanto avviene in altri ambienti Unix (GNU/Linux incluso), l’interfaccia web di CUPS può essere attivata con il comando cupsctl. Il comando cupsctl va invocato da una sessione di shell Bash. Nel caso in cui si stia operando su una macchina con accesso all’interfaccia grafica, si potrà ricorrere all’applicazione Terminale, richiamabile digitando “Terminale” nella barra di ricerca Spotlight. Nel caso di una macchina remota, si potrà utilizzare una sessione di SSH. Figura 1. Avvio dell’applicazione Terminale (click per ingrandire) Per attivare l’interfaccia web, digitiamo il comando: cupsctl WebInterface=yes Figura 2. Terminale di MacOS (click per ingrandire) Inoltre, nel caso in cui si stia operando su una macchina remota, bisognerà abilitare l’accesso all’interfaccia web di CUPS da parte di client remoti, con il comando: cupsctl --remote-admin A questo punto, l’interfaccia web di CUPS sarà accessibile da un qualunque PC connesso alla stessa rete del server, puntando il browser all’indirizzo http://:631, avendo cura di sostituire l’indirizzo IP effettivo del server. Ad esempio, se l’indirizzo IP del server sulla rete locale è 192.168.1.100, lo URL da digitare sarà http://192.168.1.100:631. Figura 3. Interfaccia web di CUPS (click per ingrandire) Per apportare cambiamenti alla configurazione di CUPS (installare stampanti, cambiare i parametri di condivisione, gestire le code di stampa), è necessario effettuare il login. Figura 4. Login di CUPS (click per ingrandire) Aggiungere una stampante Dall’interfaccia di amministrazione (tab Administration dell’interfaccia w[...]



Installare CUPS su MacOS

2018-02-18T22:54:09Z

Il sistema operativo MacOS fa uso del sottosistema CUPS per la gestione delle stampanti e delle relative code di stampa: ecco come sfruttarlo al meglio.

Leggi Installare CUPS su MacOS

Leggi Installare CUPS su MacOS

(image)



Vue, la guida

2017-09-23T10:45:16Z

Leggi Vue, la guida

Leggi Vue, la guida

(image)



Guida C++

2016-10-24T13:35:27Z

Linguaggio professionale diffuso in ambiti informatici, dal mobile agli ambienti scientifici e universitari, per la realizzazione di moltissime tipologie di programma

Leggi Guida C++

Leggi Guida C++

(image)



Mise per WordPress

2018-02-18T13:45:54Z

Mise è un tema business per WordPress, caratterizzato da una progettazione onepage e da una buona versatilità d'uso, grazie al design responsive. Leggi Mise per WordPress Mise è un template per WordPress ideato da CrestaProject e pensato per la creazione di un sito professionale, ideale per la presentazione di un business o di una startup. Completamente minimalista e caratterizzato da una navigazione a scrolling singolo, il template può essere anche adattato ad altre esigenze, tra cui un più classico blogging. Elegante e facile da consultare, è inoltre stato sviluppato per garantirne una perfetta visione anche sui dispositivi mobile. Caratteristiche tecniche Mise è un template per WordPress moderno e minimalista, pensato per la creazione di un sito professionale, dedicato alla presentazione di una realtà di business, di una startup oppure di prodotti e servizi. Elegante sia nella presentazione dei suoi elementi che nella scelta dei colori, in particolare per l’alternanza del bianco e del nero, propone un’interfaccia pulita e facile da navigare, grazie all’implementazione di uno sviluppo a scrolling singolo. Non ultimo, il tema è stato creato a partire dalle specifiche del design responsive, un fatto che lo rende immediatamente adattabile a qualsiasi dispositivo, indipendentemente dalla risoluzione e dalla diagonale a schermo. La landing page si caratterizza per un grande slideshow centrale, adattato alla larghezza della finestra di visualizzazione, con immagini ad alta risoluzione e menu e slogan in movimento. Nonostante le dimensioni, non si tratta di una proposta invasiva per l’utente: si estende infatti in larghezza mantenendo un’altezza contenuta, una scelta pensata per non nascondere le successive sezioni. L’header ospita il nome e il logo del progetto, nonché un classico menu orizzontale, quest’ultimo arricchito sia con un comodo tool di ricerca che con la possibilità di racchiudere tutte le voci in un menu ad hamburger. L’area centrale è molto versatile, poiché prevede la successione di varie sezioni orizzontali, ognuna delle quali propone un’interazione diversa con l’utente. È possibile infatti inserire immagini, piccole gallery di immagini, estratti e anteprime di testo, infografiche e molto altro ancora. Il footer è anticipato da un’estesa e interessante area contatti, completa di campi di compilazione affinché l’utente non debba passare sul client di posta per inoltrare il proprio quesito. Il footer stesso, infine, appare molto ampio e comodo, capace di comprendere l’elenco delle pubblicazioni recenti, degli ultimi commenti, collegamenti a servizi esterni come i social network, nonché eventuali informazioni di copyright e altri dettagli obbligatori per legge. Mise è offerto gratuitamente dalle pagine dello sviluppatore, ma è anche possibile approfittare di una versione Pro a pagamento, quest’ultima dotata di maggiori possibilità di personalizzazione. L’edizione di base offre un codice validato, documentazione estesa di installazione, servizi di traduzione e localizzazione, un tool comodo per la gestione dei principali widget, la compatibilità con alcuni plugin tra cui quello di WooCommerce, icone social e molto altro ancora. Prezzo e condizioni d’uso Così come già accennato, Mise può essere scaricato gratuitamente dalle pagine dello sviluppatore o dal grande archivio di WordPress.org. La versione Pro, dotata di relativa licenza d’uso esclusivo, è invece proposta a partire dai 39.90 euro.Leggi Mise per WordPress [...]