Subscribe: Pandemia.info
http://feeds.feedburner.com/Pandemia
Preview: Pandemia.info

Pandemia



Imparare qualcosa di nuovo, ogni giorno



Last Build Date: Fri, 23 Jun 2017 15:33:31 +0000

 



Il social web? Sempre meno social

Fri, 23 Jun 2017 15:33:31 +0000

Il social media marketing è sempre più pubblicità e meno social. Lo penso da tempo ormai e non sono il solo.

Da uno dei blog di Gartner, si commenta il tema così:

But the evolution of  social networks into merely another advertising channel (albeit an effective one) can be disheartening for those of us who “grew up” with the promise and initial reality of social as an authentic, unfiltered, conversational channel for marketing.  Throw in Facebook’s current obsession with bots – (“is there anything less social than communicating with a bot?” another Gartner analyst lamented recently) and one can see where this is going, at least from a marketing perspective.

Continua su Is Social Marketing Still….Social?Continua a leggere

L'articolo Il social web? Sempre meno social sembra essere il primo su Pandemia.




Addio del.icio.us, è stato bello

Fri, 23 Jun 2017 12:16:15 +0000

del.icio.us è stato per anni citato e stracitato come uno dei primi esempi di servizi di social web. All’epoca il social bookmarking era una rivoluzione. Niente più segnalibri confinati sul proprio browser. Benvenuti i tag con cui organizzare e categorizzare l’informazione dal basso (folksonomy, parola caduta in disuso). Proprio grazie ai siti taggati dagli utenti, dal motore di ricerca di del.icio.us era possibile, con efficacia, ricercare un sotto insieme categorizzato e ragionato del web, utilissimo per trovare risorse specifiche. Per anni ho coltivato un network di relazioni su del.icio.us, dai cui link salvati mi era possibile imparare qualcosa di nuovo sull’evoluzione del web in senso collaborativo. Non c’erano Twitter, né Facebook, né Slideshare, né LinkedIn, né Pinterest. Praticamente nulla o quasi, salvo Flickr e qualche piattaforma di blog.

del.icio.us, come Flickr, viene acquisito da Yahoo! e cade progressivamente in disgrazia. Gli utenti rimasti oggi sono una manciata. Del mio network … Continua a leggere

L'articolo Addio del.icio.us, è stato bello sembra essere il primo su Pandemia.




La coda lunga? Una favola

Tue, 20 Jun 2017 09:10:58 +0000

(image)

La coda lunga di Chris Anderson, a conti fatti, si è rivelata una teoria falsa. I dati raccolti dall’Economist dimostrano che l’intrattenimento non è una prateria sterminata, in termini di consumo, ma un oligopolio:

This world is dominated by an oligarchy of giants, including Facebook, Google, Amazon, Netflix and Disney (as well as Alibaba and Tencent within China’s walled ecosystem). Those lacking sufficient scale barely get noticed. Paradoxically, enabling every individual and product on the planet to find a market has made it next to impossible for the market to find them. Consumers generally favour whatever they find on their mobile screens or at the top of their search results. The tail is indeed long, but it is very skinny.

Mass entertainment in the digital age is still about blockbusters, not endless choiceContinua a leggere

L'articolo La coda lunga? Una favola sembra essere il primo su Pandemia.




Unpaywall e la ricerca online torna libera

Mon, 19 Jun 2017 15:25:29 +0000

(image)

Leggere un articolo di una rivista scientifica, online senza abbonamento, è quasi impossibile. Se non hai un accesso remoto a una università, l’unica cosa è recarsi nella biblioteca di una università o comprare l’articolo, spendendo anche decine di euro per una sola lettura. Come fare?

Unpaywall è una estensione per Chrome e Firefox che risolve il problema. La installi, apri la pagina del sito dove si trova la ricerca scientifica e, se disponibile online gratis, appare un lucchetto aperto su sfondo verde, da cliccare. Un gioco da ragazzi.

Gli autori dell’estensione dichiarano che funziona su circa due terzi delle riviste scientifiche.

UnpaywallContinua a leggere

L'articolo Unpaywall e la ricerca online torna libera sembra essere il primo su Pandemia.




Insegnare WordPress con carta e forbici

Mon, 19 Jun 2017 11:55:28 +0000

(image)

Per il prossimo anno accademico ho intenzione di usare questo kit per insegnare WordPress ai miei studenti di Milano-Bicocca.

Si tratta di un PDF in 7 pagine, quasi tutte da ritagliare, per cimentarsi nell’ideazione del layout per il blog. Contemporaneamente si impara la differenza tra pagina e articolo e tra categoria e tag, cosa non sempre facile da cogliere.

Un ottimo lavoro, utile come complemento anche per Blog di successo for dummies.

Buon lavoro!

Pianificare WordPress con carta e forbici

FonteContinua a leggere

L'articolo Insegnare WordPress con carta e forbici sembra essere il primo su Pandemia.




Chi pubblica contenuti originali su Facebook è contro l’open web

Mon, 19 Jun 2017 07:18:53 +0000

Ho deciso di prendere pubblicamente una posizione contro comportamenti che, da cittadino digitale responsabile, considero da tempo sbagliati e che, purtroppo, sembrano in crescita. Uno di questi è la pubblicazione di contenuti originali su Facebook*. Questa è la ragione per cui non seguo pagine, non accetto amicizia da nessuno e non seguo altri soggetti su Facebook. Non voglio in alcun modo contribuire, con la mia attenzione, con i miei commenti, ad alimentare questa macchina.

Mi piace navigare senza essere loggato su Facebook e quello che appare su qualsiasi pagina Facebook è un bel rettangolo che ti invita a loggarti per vedere tutto e bene. No, grazie. Mi loggo solo quando è necessario per lavoro (vedere statistiche di pagine di clienti, sostanzialmente). Non voglio farmi tracciare e voglio rendere la vita difficile a Facebook nel creare un dossier sul sottoscritto: niente uso della app, niente condivisione della posizione geografica, niente … Continua a leggere

L'articolo Chi pubblica contenuti originali su Facebook è contro l’open web sembra essere il primo su Pandemia.




Un mese senza Facebook, email e notifiche

Sun, 18 Jun 2017 09:06:56 +0000

Il tema dell’Equilibrio digitale sembra crescere, almeno nel mondo anglosassone. Fast Company pubblica una nuova testimonianza, ricca di spunti. Un passaggio è inequivocabile:

  • Facebook, Twitter, LinkedIn, and other social platforms gave me zero value as daily habits. Worse than that, they ate up my focus, which kept me from accomplishing as much as I could. I honestly don’t miss them.

Il valore che estraiamo dalle piattaforme social è di gran lunga inferiore al tempo e all’attenzione con cui le paghiamo.

Il suggerimento chiave, che applicherò da subito, è il seguente. Riconoscere l’impulso a collegarsi, fermarsi e dedicare quel tempo a svolgere un’altra attività già precedentemente identificata.

To prevent a digital relapse on Day 2, I came up with a month’s worth of daily and weekly steps I could take to stick with it. Whenever I felt the urge to fiddle around on Facebook, I decided to use that as my

Continua a leggere

L'articolo Un mese senza Facebook, email e notifiche sembra essere il primo su Pandemia.




Il 56% degli italiani è obeso o in sovrappeso

Sat, 17 Jun 2017 14:14:30 +0000

(image)

I numeri parlano da soli. Il 56% degli Italiani è obeso o in sovrappeso. In Europa occidentale siamo tra i più magri ed è tutto dire. Nel mondo sono 2 miliardi di persone, tra malnutrizione ed eccesso di cibo. La tendenza è a peggiorare, a leggere l’ultimo studio globale svolto in 195 paesi e pubblicato pochi giorni fa.

Lo studio pubblicato sul The New England Journal of Medicine

Tutti i dati interattivi dello studio, paese per paese.Continua a leggere

L'articolo Il 56% degli italiani è obeso o in sovrappeso sembra essere il primo su Pandemia.




Perché Facebook è una minaccia alla società libera

Sat, 17 Jun 2017 11:55:09 +0000

Lo so, il titolo può sembrare eccessivo, ma il post che argomenta a favore di questa tesi è ben articolato e convincente.

Dovrebbe almeno farti riflettere sul tempo che dedichi e sui dati che condividi su Facebook.

Condivido alcuni passaggi, ma tutto il post è da leggere attentamente.

Gli argomenti:

  • Facebook engages in comprehensive and growing data collection on its billions of users

  • This data allows for exponentially greater manipulation of human beings and their realities than ever seen before

  • Facebook is building towards human simulation and ownership

  • Extrapolating trends, Facebook will create unprecedented centralization of power and influence in the hands of an individual

  • Without a change of course, we are enabling a structural threat to free society, and potentially worse

Un esempio di come avviene la manipolazione dell’utente, di te:

Take a hypothetical Facebook user, Jimmy. Jimmy tends to scroll Facebook on his phone for 5

Continua a leggere

L'articolo Perché Facebook è una minaccia alla società libera sembra essere il primo su Pandemia.




OsmAnd, l’alternativa open a Google Maps

Sat, 17 Jun 2017 07:22:45 +0000

(image)

I monopoli sono il male. La concentrazione dei nostri dati personali in poche mani è male. La geolocalizzazione è uno dei dati più sensibili. Chi ha queste informazioni può dedurre molto su di te, sulle tue abitudini, sul tuo stile di vita. Sei contento che queste informazioni sono, di fatto, concentrate in poche mani? Io no.

Da qualche tempo ho deciso di sensibilizzarmi e agire. Ho così deciso di fare a meno di alcune app dei 5 cavalieri dell’apocalisse digitale (Facebook, Google, Microsoft, Apple e Amazon). Ho trovato una alternativa a Google Maps, niente male.

L’alternativa, con dati delle mappe open source, è OsmAnd. Disponibile per Android e iOS, OsmAnd offre mappe, navigazione, percorsi per bici e per pedoni, trasporto pubblico, immagini satellitari e altro. Non fa per nulla rimpiangere Google Maps, considerando che permette anche di scaricare le mappe e usarle offline, in caso di bisogno.… Continua a leggere

L'articolo OsmAnd, l’alternativa open a Google Maps sembra essere il primo su Pandemia.




L’informazione da consumarsi entro pochi giorni

Fri, 16 Jun 2017 14:03:48 +0000

Una discriminante chiave nel decidere come investire il tempo dedicato all’informazione è la data di scadenza.

(image)

L’informazione che consumi quotidianamente, quanto dura nel tempo? Sapere che il governo ha presentato un disegno di legge che potrebbe anche non arrivare mai in parlamento, tra un anno ti sarà stato utile? Conoscere le dichiarazioni politiche del pastone quotidiano, sarà utile a qualcosa anche solo tra tre mesi? Di fatto è il contenuto dei canali di informazione all news. Lo stesso vale per il 95%, ci scommetto, di quanto passa nel tuo flusso su Facebook. Pura distrazione, che non chiamerei neanche intrattenimento, perché l’effetto spesso è di altro genere.

Long-term knowledge is harder to notice because it’s buried in books rather than blasted in headlines. But its benefit is huge. It’s not just that long-term knowledge rarely expires, letting you accumulate it over time.

Dove si trova la maggior parte del contenuto che Continua a leggere

L'articolo L’informazione da consumarsi entro pochi giorni sembra essere il primo su Pandemia.




Freelance in Europa: un questionario dalla Commissione Europea

Fri, 16 Jun 2017 07:52:49 +0000

(image)

La Commissione Europea sta analizzando la posizione dei lavoratori freelance all’interno del mercato del lavoro in Europa. Se sei un freelance sei caldamente invitato a compilare il questionario di raccolta dati. Passaparola.

Questionario freelance EUContinua a leggere

L'articolo Freelance in Europa: un questionario dalla Commissione Europea sembra essere il primo su Pandemia.




La pubblicità su Internet in Italia – Ed. 2017

Thu, 15 Jun 2017 13:21:28 +0000

La pubblicità su Internet in Italia continua a crescere. Il nuovo rapporto dell’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano parla chiaro. Stiamo parlando di 2,6 miliardi di €. Clicca sulle immagini per ingrandirle. Il peso di internet, tra tutti i mezzi, continua a crescere, ma resta ben lontano dalla televisione. La tv, seppur in leggero calo come quota di mercato, mantiene un solido dominio al 50% e nel 2016 inverte la tendenza e guadagna un punto percentuale. Da notare come a livello globale si prevede un sorpasso del digitale a danno della tv, proprio quest’anno. Nel Regno Unito internet è già il primo mezzo, ma la BBC a differenza della RAI non ha pubblicità. Chi perde, nettamente, è la carta stampata. Dal 2008 al 2016 perde la metà della quota di mercato. L’inizio del 2017 non promette bene, considerando che solo aprile ha visto -19% di ricavi … Continua a leggere L'articolo La pubblicità su Internet in Italia – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia. [...]



AppBlock per Android e ritrovi il tuo #EquilibrioDigitale

Thu, 15 Jun 2017 09:37:11 +0000

AppBlock per Android ti permette di limitare l’uso di app che ti distraggono, quando non vuoi essere distratto, perché lavori o stai studiando. Meno di forza di volontà applicata, che puoi dedicare ad altri comportamenti virtuosi.

 

AppBlock per Android

Sul tema ti invito all’ascolto di questa puntata di Equilibrio Digitale, il podcast su come usare la tecnologia senza essere usati:

Continua a leggere

L'articolo AppBlock per Android e ritrovi il tuo #EquilibrioDigitale sembra essere il primo su Pandemia.




La crisi dei giornali italiani. Ed. Aprile 2017

Fri, 09 Jun 2017 10:18:06 +0000

(image)

Dai dati ADS mensili, aprile 2017, ho estratto i dati dei giornali italiani che vendono (non diffondono, vendono!) più di 50.000 copie al giorno, tra carta e digitale, esclusi i quotidiani sportivi. Il risultato?

Sono rimasti in 10 a vendere più di 50.000 copie: Avvenire, Corriere della Sera, Il Gazzettino, Il Giornale, Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Nazione, La Repubblica, Il Sole 24 Ore e La Stampa.

Se alziamo l’asticella ad almeno 100.000 copie, sono rimasti in 7: Avvenire, Corriere della Sera, Messaggero, Carlino, Repubblica, Sole e La Stampa. Dal prossimo mese (o da quello dopo), il numero potrebbe scendere a 4, considerando che tre sono sull’orlo delle 100.000 copie.

Se andiamo a vedere l’edicola, siamo già a 4: Corriere della Sera, Repubblica, Messaggero e La Stampa.

Sopra le 150.000 copie ci sono rimasti ormai solo Corriere e Repubblica. Repubblica è scesa sotto le 200.000 copie Continua a leggere

L'articolo La crisi dei giornali italiani. Ed. Aprile 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




7 modi per essere più infelici

Thu, 01 Jun 2017 14:09:25 +0000

(image)

Perché essere felici quando si può diventare facilmente più infelici?La frase sopra va presa con ironia. Non voglio che tu sia più infelice, anzi. Il video che segue è un concentrato di saggezza e ironia (tratto da un libro che sale in testa alla coda di lettura). In 7 punti l’autore sintetizza sette comportamenti che portano facilmente all’infelicità.

Tre consigli, caso vuole, siano legati ad altrettanti consigli (all’opposto) che ho dato nella prima e nella terza puntata di Equilibrio digitale: passare più tempo possibile davanti agli schermi, usare gli schermi in preda a sentimenti negativi e non prestare attenzione al sonno, magari usando lo smartphone in camera da letto.

Gli altri te li lascio scoprire da solo. 7 minuti del tuo tempo investiti bene.

Video scoperto grazie alla preziosa newsletter di Jocelyn K. Glei.

Puoi ascoltare la terza puntata di Equilibrio digitale a seguire, ma … Continua a leggere

L'articolo 7 modi per essere più infelici sembra essere il primo su Pandemia.




Equilibrio digitale: la prima parte della prima stagione è online

Tue, 30 May 2017 07:48:48 +0000

(image)

La prima parte della prima stagione del mio podcast dedicato all’uso equilibrato della tecnologia, Equilibrio digitale, è online. Lo puoi ascoltare a seguire, ti puoi abbonare su Apple Podcast, su Spreaker o sull’app che preferisci per ascoltare i tuoi podcast. L’ascolto è gratuito e ogni feedback è gradito. Se ti piace, segnalalo ai tuoi amici o lascia una recensione sulla piattaforma che utilizzi: sarà utile a far conoscere il podcast ad altre persone che ne hanno bisogno.

Equilibrio digitale tornerà con altre quattro puntate nella seconda parte dell’anno.

Buon ascolto!

La tecnologia ci rende liberi o ci rende dipendenti?

I social media, il lavoro, la produttività

La tecnologia che aiuta a stare in salute

Minimalismo digitale: meno tecnologia, più tempo per te

Continua a leggere

L'articolo Equilibrio digitale: la prima parte della prima stagione è online sembra essere il primo su Pandemia.




Traguardi di tappa, tra libri e film

Thu, 20 Apr 2017 15:00:00 +0000

(image)

Due anni e mezzo fa, nel settembre del 2014, scrivevo:

La vita è breve, la mia libreria digitale supera i 10.000 ebook e l’archivio di film supera i 200. Entrambi continuano a crescere più di quanto tempo riesca a dedicare loro, nonostante non sia affatto poco. Mi fa tenerezza chi non sa cosa leggere o vedere in tv e ha bisogno di qualcuno che glielo suggerisca, magari proprio dalla televisione.

In questo arco di tempo, gli ebook da leggere sono scesi a 544, a cui se ne sono aggiunti altri 300 nel frattempo, per un totale a ora di 844. Ho letto in questi mesi circa 150 libri e ne ho cancellati circa 9500. Altri 500 circa sono reference o libri letti che mi piace conservare. Negli ultimi giorni sono andato di cesello, buttando nel cestino circa 300 ebook che non ho intenzione di leggere nel breve termine. … Continua a leggere

L'articolo Traguardi di tappa, tra libri e film sembra essere il primo su Pandemia.




Il blog è la calamita per i tuoi clienti

Wed, 29 Mar 2017 08:15:55 +0000

(image)

È assurdo dividere le persone in buone e cattive.
Le persone o sono affascinanti o sono noiose.

Oscar Wilde

Realizzare un blog è un’ottima soluzione per creare contenuti di qualità. Come abbiamo visto in precedenza, i contenuti di qualità sono lo strumento principale, l’essenza, dell’Inbound marketing. Costruire un blog è vantaggioso per molte tipologie di business: eleverà la vostra impresa a una sorta di opinion leader del settore specifico e renderà più dinamico il sito che avete costruito, trasformandolo in uno snodo di contenuti nel mercato di riferimento. Un blog permette ai vostri potenziali clienti di sviluppare con voi una relazione diversa da quella di un contatto finalizzato alla vendita. Questa relazione li renderà più disponibili nel momento in cui parlerete loro dei prodotti che proponete: la fiducia necessaria ad ascoltare e dare credito alle vostre proposte sarà già stata costruita, grazie ai contenuti del vostro blog.


Realizzare un Continua a leggere

L'articolo Il blog è la calamita per i tuoi clienti sembra essere il primo su Pandemia.




10 podcast da inserire nella tua dieta settimanale

Wed, 29 Mar 2017 07:37:59 +0000

I podcast possono essere un valido complemento a una dieta varia, ricca, plurale, intellettualmente stimolante. La lingua inglese aiuta ad allenare la comprensione, divertendosi e imparando qualcosa.

(image)

Considerando come parli spesso di podcast ormai, complice Equilibrio digitale, spesso mi viene chiesto quali podcast ascolti con maggiore interesse. Ho pensato di condividere una lista dei miei 10 preferiti, che ascolto da più tempo e con più soddisfazione. L’ordine di presentazione è casuale. Alcuni temi ricorrenti: salute, tecnologia, spiritualità, suono e musica.

Note to self

È il programma che più si avvicina a Equilibrio digitale. Tratta del rapporto tra umanità e tecnologia. Temi ricorrenti: privacy, uso consapevole del web, trattamento dei dati, evoluzione del web, storie emblematiche e interviste a opinionisti del mondo web & tech americano. Ottima produzione, leggera, divertente. Settimanale.

The Daily

L’unico podcast giornaliero che ascolto, da lunedì a venerdì. Produzione New York Continua a leggere

L'articolo 10 podcast da inserire nella tua dieta settimanale sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Giuseppe Fattori

Mon, 20 Mar 2017 09:31:20 +0000

(image)
Giuseppe Fattori è il più esperto, tra i medici che conosco, nell’uso dei social media. Per lavoro si occupa di promozione della salute. Fa parte del Coordinamento Nazionale Marketing Sociale, è Membro dell’Editorial Advisory Board  “Journal of Social Marketing” Emerald.

La sua dieta ha numerosi elementi di originalità rispetto a quelle già pubblicate.

Età: 63
Base a: Modena
Blog/Sito: http://www.marketingsociale.net/  http://www.scoop.it/u/social-marketing

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?
Al mattino digiuno informativo, soltanto musica con SoundTouch Bose, app perfetta per gestire generi musicali selezionati e prendere contatto con il mondo.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?
Radio per informazioni generaliste e un’occhiata alle liste di twitter

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?
Disconnesso, è momento migliore per riflettere e programmare la giornata

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?
Dieta … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Giuseppe Fattori sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Carlo Annese – Ed. 2017

Fri, 17 Mar 2017 09:22:32 +0000

(image)

Carlo Annese è il vicedirettore di GQ Italia. Amante della tecnologia, studia da anni l’evoluzione dei mezzi e delle forme di comunicazione giornalistica. Da tempo si è appassionato a newsletter e podcast. Con Carlo sto lavorando su un nuovo podcast che andrà online molto presto.

Età: 52
Base a: Milano
Blog/Sito: www.pianop.it

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Le newsletter di Quartz, Vox, Axios e Maurizio Molinari.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

No.

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

Ascolto podcast, quasi esclusivamente americani.

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

Non seguo più un tg, di rado un talk politico, in generale poco dalla tv di flusso. Le serie, quasi esclusivamente su Netflix.

Prima di andare a letto: un buon libro, un’occhiatina a Twitter o digiuno fino al Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Carlo Annese – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Manuela Kron

Wed, 15 Mar 2017 09:17:45 +0000

(image)

Manuela Kron è Direttore Corporate Affairs Gruppo Nestlé in Italia. La sua dieta è molto ricca ed equilibrata. Giornali al mattino, un po’ di televisione, app, Twitter e un buon libro la sera.

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Scroll su Repubblica e La Stampa, e ultima edizione del Foglio. Condisco a volte con Corriere e Fatto Quotidiano. Tutto on line. Occhiata veloce a Twitter, i giornalisti che seguo di più.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Sempre ! soprattutto leggo in surfing on line. Se ho tempo, anche SKYtg24.

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

Muovendomi in motorino, massima attenzione al traffico attorno a me.

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

Dieta mirata. Amo molto le serie thriller&Killer come le chiamiamo in famiglia. E i meravigliosi documentari di SKY … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Manuela Kron sembra essere il primo su Pandemia.




Perché la curcuma deve entrare nella tua dieta quotidiana

Tue, 14 Mar 2017 08:35:43 +0000

Sei quel che mangi è un libro straordinario. Racchiude in un solo volume un concentrato di studi scientifici, distillato quotidianamente in inglese su nutritionfacts.org, da cui trarre consigli per stare in salute, migliorando la nostra alimentazione. La curcuma sta crescendo nelle abitudini di consumo degli italiani e c’è un motivo: fa bene.

A seguire un estratto sulla curcuma da Sei quel che mangi.

(image)

La curcuma è potente

Se prendessi un campione del vostro sangue e lo esponessi a una sostanza chimica ossidante, i ricercatori potrebbero quantificare il danno da questa causato al DNA delle cellule sanguigne con una tecnologia sofisticata che permette loro di contare le rotture dei filamenti di DNA. Se poi vi dessi un pizzico di curcuma da assumere una volta al giorno per una settimana, vi prelevassi il sangue e di nuovo esponessi le vostre cellule agli stessi radicali liberi, vedreste che con quella … Continua a leggere

L'articolo Perché la curcuma deve entrare nella tua dieta quotidiana sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Roberto Tallei – Ed. 2017

Mon, 13 Mar 2017 09:09:55 +0000

(image)

Roberto Tallei è l’attuale corrispondete da Bruxelles per Sky Tg24. Da assiduo consumatore di contenuti su Twitter, in quattro anni ha una dieta rivista e riequlibrata. Da italiano che vive all’estero, c’è una forte componente di contatto con l’Italia, attraverso media e app diverse. Scopriamole insieme.

 

Età: 39
Base a: Bruxelles 
Blog/Sito: non utilizzo blog o siti personali


Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?
Ho l’abitudine di svegliarmi in genere piuttosto presto e ancora nel letto prendo l’iPad per una prima rassegna dei quotidiani. In genere ne controllo quattro o cinque italiani e almeno un paio stranieri.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?
Può sembrare scontato, ma ormai per me è un rito fare colazione guardando le notizie su Sky Tg24.

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?
Il tragitto di andata è già lavoro a tutti gli Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Roberto Tallei – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Big dive 6: registrazione aperte per il corso sui big data

Fri, 10 Mar 2017 08:19:50 +0000

Segnalo con piacere l’apertura delle iscrizioni per il corso di formazione sui big data a cura di TOPIX*

From June 19th to July 21st, the TOP-IX Consortium, in collaboration with ISI Foundation, ToDo and Axant.it, organizes the SIXTH edition of BIG DIVE, a 5-week training program aimed at enhancing the technical skills needed to dive in the world of BIG DATA, extract value and generate social and economic impact.

Per maggiori informazioni: http://www.bigdive.eu/

 

*TOPIX da anni offre gratuitamente l’hosting per questo blog.… Continua a leggere

L'articolo Big dive 6: registrazione aperte per il corso sui big data sembra essere il primo su Pandemia.




La tecnologia irresistibile, che ci rende schiavi: un percorso di lettura

Thu, 09 Mar 2017 10:32:56 +0000

(image)

Il tema dell’abuso della tecnologia e delle sue conseguenze è un tema caldo, anzi, caldissimo. Nell’arco di un mese sono usciti due libri che salgono in cima alla mia coda di lettura: Can’t just stop e Irresistible.

Non li ho ancora letti e non posso quindi valutarli a pieno, ma in entrambi ho già trovato qualche passaggio interessante, molto interessante.

La tecnologia irresistibile

Irresistible, comincia così:

At an Apple event in January 2010, Steve Jobs unveiled the iPad:

What this device does is extraordinary . . . It offers the best way to browse the web; way better than a laptop and way better than a smartphone . . . It’s an incredible experience . . . It’s phenomenal for mail; it’s a dream to type on.

For ninety minutes, Jobs explained why the iPad was the best way to look at photos, listen to music, take classes

Continua a leggere

L'articolo La tecnologia irresistibile, che ci rende schiavi: un percorso di lettura sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Mauro Lupi

Thu, 09 Mar 2017 09:56:34 +0000

Mauro Lupi è una vecchia conoscenza del web. Anni fa, prima ancora di mettermi a fare il lavoratore autonomo, feci un colloquio di lavoro per una sua società. Mauro è oggi Direttore Strategico di DigitalBreak, startup dedicata ai servizi di marketing e comunicazione online, con focus sui processi di digital transformation. La sua dieta informativa è ricca di spunti, con una riflessione finale. Blog/Sito: http://www.maurolupi.com/  Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino? La home page di un paio di quotidiani online e i feed RSS Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione? No, la colazione è un momento tranquillo, poi parto a 1000 fino a sera Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro? Se mi sposto in treno o metro (come accade spesso), abbino una immancabile base musicale con la lettura di Rss, lo stream di Facebook e Flipboard oltre a … Continua a leggere L'articolo La dieta informativa di Mauro Lupi sembra essere il primo su Pandemia. [...]



Il sito internet è il tuo hub di contenuti

Wed, 08 Mar 2017 10:00:00 +0000

(image)

Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.

Bruno Munari

Per molte imprese, la storia del proprio sito web parte dalla brochure aziendale distribuita in fiere e manifestazioni e spedita a “ignare vittime”, nella maggior parte dei casi. Con l’avvento di Internet quelle brochure sono state consegnate a un grafico o a un web designer per essere trasformate in un brillante sito web. A quel tempo, forse la cosa aveva un senso: il Web, come le brochure, era perlopiù un mezzo statico e le aziende avevano speso molte risorse per la grafica e i contenuti di quelle brochure, così da pensare di riadattarle per l’ambiente web. Visto con gli occhi di oggi, un sito web basato su una brochure non è più accettabile.… Continua a leggere

L'articolo Il sito internet è il tuo hub di contenuti sembra essere il primo su Pandemia.




Il content marketing spiegato alle masse

Wed, 08 Mar 2017 08:00:57 +0000

Letizia Bollini ha fatto una bellissima sintesi del mio intervento allo UX Book Club di Milano sul Content marketing. Letizia ha fatto un lavoro straordinario nel raccogliere moltissimi riferimenti agli approfondimenti che ho citato durante l’intervento. Trovi la registrazione integrale a seguire.  … Continua a leggere L'articolo Il content marketing spiegato alle masse sembra essere il primo su Pandemia. [...]