Subscribe: Pandemia.info
http://feeds.feedburner.com/Pandemia
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
articolo  blog  che  cui  essere primo  essere  giorno  pandemia  più  primo pandemia  primo  sembra essere  sembra  sono 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Pandemia.info

Pandemia



Imparare qualcosa di nuovo, ogni giorno



Last Build Date: Fri, 20 Jan 2017 14:01:17 +0000

 



Lo smartphone di Pavlov

Fri, 20 Jan 2017 14:01:07 +0000

(image)

Che ce ne rendiamo conto o meno, nell’uso dello smartphone siamo diventati come il cane di Pavlov. Ogni volta che arriva una notifica che ci distrae, con un suono o con lo schermo che si illumina, interrompiamo (quasi) qualsiasi attività per vedere di cosa si tratta.

Non importa se si tratti di un SMS di nostra madre, di un messaggio inviato in un gruppo di amici su WhatsApp o di un retweet a un messaggio su Twitter (potrei andare avanti con infiniti altri esempi citando email, notizie, sollecitazioni di nmila altre app): ciò che non cambia è il riflesso automatico per cui, non conta cosa stiamo facendo, fermiamo tutto e controlliamo che succede. Non dimentichiamoci che, anche lo sguardo allo schermo o prendere il telefono dalla tasca, è una interruzione che provoca un calo di attenzione.

A ricordarlo, come lui sa far bene, è Seth Godin:

Every time

L'articolo Lo smartphone di Pavlov sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Luca De Biase Ed. 2017

Thu, 19 Jan 2017 13:56:14 +0000

(image)

Luca De Biase, editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e Nova24 (del quale è stato fondatore, che ha guidato dall’ottobre 2005 al giugno 2011; e che ha ripreso a guidare dal luglio 2013) ha partecipato all’indagine sulla dieta informativa nel 2014. Qui trovi la sua dieta di quattro anni fa e a seguire quella di oggi. Libri ed Economist sono una conferma

Età: 56
Base a: Milano
Blog/Sito: http://blog.debiase.com

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

le app e webapp dei giornali internazionali e nazionali

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

sì leggo le notizie mentre faccio colazione

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

pensieri liberi e mail

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

meno di un’ora alla settimana in media mensile

Prima di andare a letto: un

L'articolo La dieta informativa di Luca De Biase Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




L’informazione che cambia: flusso, velocità e visual

Wed, 18 Jan 2017 16:54:03 +0000

(image)

Due contenuti importanti da approfondire oggi per chi lavora nel mondo del content marketing e dei media: lancio di Axios e report sul futuro del New York Times.

Axios, il sito di informazione a flusso

Axios è un nuovo sito di informazione americano, lanciato da ex giornalisti di Politico. Notare subito quali sono le sezioni di cui si occupa il sito: politica, tecnologia, sanità, business. Come per Politico, uno dei pilastri della nuova attività editoriale è un insieme di newsletter, curate dai principali giornalisti, su politica, business, sanità. Le newsletter sono partite da qualche giorno (ti invito ad abbonarti!) e oggi è partito il sito. Che caratteristiche ha? Articoli brevi, sotto le 800 parole, che si scorrono in un flusso, simile concettualmente a Facebook, Twitter e i blog.

La parola d’ordine è quindi brevità, flusso, velocità.

Il New York Times del 2020 è visuale

Il New …

L'articolo L’informazione che cambia: flusso, velocità e visual sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Daniele Bellasio Ed. 2017

Tue, 17 Jan 2017 15:54:26 +0000

(image)

Daniele Bellasiocaporedattore centrale web e blogger del Sole 24 Ore, aveva partecipato al sondaggio sulla sua dieta informativa nell’aprile del 2013. Puoi confrontare quella di quattro anni fa, con quella di oggi. La conferma è Twitter.

Età: 42
Base a: 
Milano
Blog/Sito: 
www.dantonblog.it

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Twitter e un quotidiano su tablet

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

No

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

La ricerca di idee per articoli.

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

Il giusto, spero: informazione, sport e serie tv. In ordine inverso.

Prima di andare a letto: un buon libro, un’occhiatina a Twitter o digiuno fino al mattino?

Un’occhiatina a Twitter e un buon libro.

Quanto pesa il filtro sociale nel tuo bilancio informativo nutrizionale?

I consigli? Molto.

L'articolo La dieta informativa di Daniele Bellasio Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Come convertire i visitatori del tuo sito in potenziali clienti (lead)

Tue, 17 Jan 2017 08:40:11 +0000

(image)

Se trovi un percorso senza ostacoli, probabilmente non porta da nessuna parte.

Frank A. Clark

Il vero potere dell’Inbound marketing sta nella capacità sia di ampliare l’ingresso del vostro imbuto di vendita (e far scendere più persone), sia nel mantenere ampia la parte centrale, ovvero convertire di più. La conversione è la scienza che incoraggia i visitatori a saperne di più sul vostro business e a esserne maggiormente coinvolti. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario convincere le persone a compiere alcune azioni, come per esempio iscriversi alla vostra newsletter, compilare un modulo con i propri dati, chiedere una dimostrazione del prodotto.

Un aspetto fondamentale è consentire ai visitatori di partecipare a varie opzioni che non si limitino al semplice “compra sul nostro sito”. Il motivo è facilmente comprensibile: non tutti i visitatori, nel momento in cui navigano sul vostro sito, sono già entrati nella fase di acquisto. …

L'articolo Come convertire i visitatori del tuo sito in potenziali clienti (lead) sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Luca Conti – Ed. 2017

Fri, 13 Jan 2017 07:43:51 +0000

(image)

Nel 2013 avevo chiesto ad alcuni professionisti attivi sul web di rispondere ad alcune domande sulla loro dieta informativa. Ne è venuto uno spaccato interessante delle abitudini di chi consuma un elevato volume di contenuti ogni giorno. A distanza di 4 anni voglio tornare a chiedere alle stesse persone, e ad altre, le stesse domande, così da vedere, in questo arco di tempo, come sono cambiate le abitudini e quali si sono consolidate.

Per avviare il nuovo ciclo, comincio con il rispondere a queste domande, così da condividere la mia dieta informativa, aggiornata al gennaio 2017.

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino appena sveglio?

Appena sveglio non consumo alcuna informazione. Preparando colazione ascolto un podcast.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Il podcast di cui sopra (o un altro, se breve), mi accompagna anche durante la colazione. A seconda di quanto sia …

L'articolo La dieta informativa di Luca Conti – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Un dispositivo per le distrazioni

Thu, 12 Jan 2017 07:54:15 +0000

(image)

Un secondo dispositivo da usare solo per distrarti aumenta la produttività. Sperimentato.

Tra i miei migliori acquisti del 2016 c’è stato un iPod Touch. Comprato con l’idea di testare in maniera più approfondita le app sulla salute per Starbene e il mio blog Salute Hi-tech (oggi in pensione), l’iPod Touch si è rivelato essere la chiave per aumentare la produttività in maniera inaspettata. Come?

Ridurre le distrazioni con un secondo dispositivo

Anticipando quanto poi ho letto in un ottimo articolo sul blog A life of productivity, ho eliminato dal mio smartphone tutte le app social e di consumo di contenuti (podcast inclusi), delegando l’iPod Touch a tale funzione. Un prodotto, una funzione, ricordi? L’Ipod Touch è solo wi-fi e questo è un enorme vantaggio. Significa che quando sono fuori casa o fuori da un ambiente coperto dal wi-fi, non posso collegarmi e posso quindi consumare solo

L'articolo Un dispositivo per le distrazioni sembra essere il primo su Pandemia.




L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO

Wed, 11 Jan 2017 07:59:59 +0000

Stimolato dal Meetup WordPress Roma, ho accolto l’invito di intervenire a un loro incontro, con una conversazione sul tema “L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO“. Seguono le principali slide, con una breve nota a margine. Tutta la presentazione ha immagini di sfondo che richiamano il mondo del cinema. L’ottimizzazione per i motori di ricerca è un tema in costante evoluzione. Produrre contenuti di qualità non basta più. Ciò che serve è organizzarlo in modo coerente, seguendo il trend del web semantico e dell’intelligenza artificiale. La presentazione è suddivisa in quattro sezioni: scenario, il nostro mondo, come prepararsi e agire e le prossime sfide. L’intelligenza artificiale è il tema su cui saremo, gioco forza, tenuti a confrontarci per tutto il 2017 e oltre. Il tema è centrale perché non è altro che, con le parole di Wikipedia, una disciplina appartenente all’informatica che studia … L'articolo L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO sembra essere il primo su Pandemia. [...]



2017, benvenuto nell’era del podcast

Tue, 10 Jan 2017 07:39:05 +0000

Il podcast è tornato a far parte integrante della mia dieta mediatica e presto, se tutto va bene, sarò al microfono di un nuovo podcast. Per molti lettori, ci scommetto, questo termine suona nuovo. Cosa è un podcast? Secondo Wikipedia: Il podcasting è l’insieme delle tecnologie e delle operazioni relative allo scaricamento automatico di file di qualsivoglia natura (detti podcast, fusione e contrazione di PoD, “Personal on Demand” o, secondo il vocabolario Treccani, dall’inglese pod = baccello, contenitore[1], e broadcast, “trasmissione”), tramite un’infrastruttura di trasmissione dati e un programma client chiamato “aggregatore” o feed reader. Dal primo podcast ai giorni d’oggi A legger bene, il podcast nasce nel 2004 e il sottoscritto ne sa qualcosa, avendo partecipato al primo podcast italiano, su Qix.it, ben 12 anni fa. 10 anni fa BMW lanciava un podcast musicale per promuovere, perfetto esempio di … L'articolo 2017, benvenuto nell’era del podcast sembra essere il primo su Pandemia. [...]


Media Files:
http://feedproxy.google.com/~r/Pandemia/~5/4I10afvQZHY/041mbp_equilibriodigitale_lucaconti.mp3




OK Google e Alexa: la voce cambia tutto

Mon, 09 Jan 2017 09:39:19 +0000

(image)

La voce cambia (rivoluziona?) il modo in cui interagiamo con la tecnologia per ricevere informazioni.

Ho usato il presente. Ho scritto tecnologia e non smartphone. 

Alexa e Google Home ci cambiano la vita

Negli ultimi giorni due fatti sono successi. Il primo è la presentazione al CES di Las Vegas di nuovi diversi dispositivi (inclusa tv, frigorifero) con i quali usare Alexa, la piattaforma Amazon alla quale chiedere informazioni o svolgere compiti. Il secondo è la copertina dell’ultimo numero dell’Economist dedicata alla voce come tecnologia che cambia il modo in cui interrogare la tecnologia di tutti i giorni.

(image)

Cosa c’è di così rivoluzionario? La prima conseguenza è che la tastiera e il testo perdono di rilevanza in un mondo in cui la tecnologia di riconoscimento vocale è così efficace da permettere di parlare invece di scrivere. Siamo più veloci a parlare che a scrivere. La prima conseguenza, a cascata, è …

L'articolo OK Google e Alexa: la voce cambia tutto sembra essere il primo su Pandemia.




Un prodotto, una funzione

Mon, 09 Jan 2017 07:02:28 +0000

(image)

Le abitudini influenzano il nostro stato d’animo e il nostro benessere psicofisico. Cominciare e finire la giornata prendendo in mano il nostro smartphone non è una buona abitudine: la qualità del sonno ne risente e questa sarebbe di per se una ragione sufficiente per tenere lontano lo smartphone dal letto e dal comodino. Come fare quindi per la sveglia?


Avere un oggetto che svolga una sola funzione #equilibriodigitale
Condividi il Tweet


La risposta è avere un oggetto che svolga una sola funzione. Al giorno d’oggi questa affermazione può sembrare una eresia, soprattutto se confrontata con il detto “c’è un app per risolvere ogni problema”, giusto? Sarò eretico, ma non sono il solo a pensarlo, tanto che c’è chi suggerisce di comprare una sveglia esattamente per evitare di usare lo smartphone, che così può riposare lontano dal letto.

Questo è solo il primo passo nel modificare la routine del mattino

L'articolo Un prodotto, una funzione sembra essere il primo su Pandemia.




L’identità di un blog, tra tag e categorie

Sun, 08 Jan 2017 07:15:20 +0000

(image)

4686 4552 (aggiornato al 15/1/2017, con la pulizia che continua – 14 anni di blogging si fanno sentire) articoli/post, 623 tag, 7 categorie in 14 anni. Questi sono i numeri di Pandemia, a oggi, dopo aver ristrutturato categorie e tag e aver cancellato alcuni post ormai inutili. Un lavoro estenuante, che non ho ancora terminato: oltre 3000 articoli sono ancora categorizzati come Varie, anche se non lo sono (frutto di una importazione del database da una piattaforma antecedente a WordPress). Un lavoro utile a guardarsi dentro, a ricordare, a leggere nel passato.


Un lavoro utile a guardarsi dentro, a ricordare, a leggere nel passato.
Condividi il Tweet


L’identità è data da tag e categorie

Come insegno ai miei studenti, un blog non può avere un numero troppo ampio di categorie, considerando queste come i macrotemi del sito. Per predicare bene e razzolare bene, ho rimesso mano alle categorie, …

L'articolo L’identità di un blog, tra tag e categorie sembra essere il primo su Pandemia.




L’etica del giornalismo nell’era della post-verità

Sat, 07 Jan 2017 07:27:02 +0000

Il dibattito delle ultime settimane sull’era della post-verità mi fa sorridere. Molti hanno scoperto che l’informazione ha un serio problema di etica. Un po’ di esperienza e un po’ di memoria – avere un blog da 14 anni aiuta indubbiamente – dovrebbero farci capire che il problema esisteva prima dell’avvento dei social media e della democratizzazione dei media.

(image)

10 anni fa in questi giorni scrivevo della poca etica di Studio Aperto, telegiornale Mediaset:

Negli ultimi due giorni mi sono imbattuto in due casi di dubbia professionalità, entrambi su reti Mediaset. Su Studio Aperto, giusto prima di Natale, un servizio dedicato ai consigli per la scelta degli ultimi regali, termina con la descrizione della carta Mediaset Premium per la pay tv digitale terrestre e l’invito a fare acquisti comodamente da casa con MediaShopping, canale dedicato allo shopping. E’ stata spacciata informazione per una bieca promozione di due servizi

L'articolo L’etica del giornalismo nell’era della post-verità sembra essere il primo su Pandemia.




La pubblicità è il virus che uccide l’editoria digitale?

Fri, 06 Jan 2017 07:10:52 +0000

(image)

L’editoria è in crisi. L’editoria digitale è in crisi.

L’ultima piattaforma a rivedere il suo modello di business è Medium. Ev Williams annuncia che Medium taglia un terzo dei posti di lavoro e chiude la sua piattaforma di native advertising (articoli sponsorizzati), alla ricerca di un diverso modello di business. Apriti cielo. In 24 ore si scatena un putiferio, tra chi dice “te l’avevo detto”, “finalmente, è ora di cambiare”, “non hai ancora capito”.

La pubblicità è Google e Facebook

Gli editori se ne devono fare una ragione. Prima se ne rendono conto, meglio sarà per loro. Il modello di business basato sulle pagine viste è destinato a tramontare. I nuovi investimenti pubblicitari passano dalla carta stampata a Google e Facebook, lasciando spiccioli a tutti gli altri. Non è un caso se gli investimenti monitorati da Assointernet siano in calo (-2,5% da gennaio a novembre 2016). La soluzione …

L'articolo La pubblicità è il virus che uccide l’editoria digitale? sembra essere il primo su Pandemia.




Una newsletter rinnovata per non smettere di imparare

Thu, 05 Jan 2017 09:43:02 +0000

(image)

Con il nuovo anno ho pensato di sperimentare una nuova newsletter. Se sei già iscritto alla precedente, non devi fare nulla. Probabilmente hai già ricevuto il primo numero che ho spedito ieri. Se pensi di essere iscritto e non hai ricevuto nulla, controlla lo spam o la sezione promozioni, se usi Gmail (e sposta il messaggio sulla sezione principale).

Iscriviti alla nuova newsletter

Impara qualcosa di nuovo

Lo scopo della newsletter è quello che alimenta questo blog da sempre, insieme a tutte le mie attività di divulgazione: offrire spunti di riflessione, link di approfondimento, consigli di lettura o di visione, cibo per la mente. La newsletter rispecchia tutto ciò e, in un comodo riassunto settimanale, contiene una decina di link da approfondire.

Quale ideale proseguimento della newsletter che ho avviato due anni fa ormai, anche questa contiene due sezioni dedicate a vivere meglio e a lavorare meglio con gli …

L'articolo Una newsletter rinnovata per non smettere di imparare sembra essere il primo su Pandemia.




Un podcast al giorno accende la mente

Thu, 05 Jan 2017 07:00:08 +0000

(image)

Personale, diretto, coinvolgente, stimolante. Questi sono gli aggettivi con cui definirei il podcast. Un podcast è una trasmissione audio a cui è possibile abbonarsi per ricevere ogni nuova puntata, da ascoltare quando si vuole. Uno smartphone qualsiasi può diventare lo strumento ideale per ascoltare i podcast, con app che si preoccupano di raccogliere e scaricare le puntate a cui ci si è abbonati. Un paio di auricolari e ascolti la trasmissione sul tema che ti interessa, nella lingua che preferisci, nel momento più indicato.

Da qualche giorno ho deciso di ridurre il tempo dedicato agli schermi, troppo. Prima modifica alla routine del mattino: un podcast in sottofondo preparando colazione, facendo colazione, camminando almeno mezz’ora al giorno prima di cominciare a lavorare. Niente più telefono in mano a leggere quindi. Primi effetti molto positivi: stimoli diversi, contenuti diversi, allenamento dell’inglese incluso. Per accedere a un panorama più …

L'articolo Un podcast al giorno accende la mente sembra essere il primo su Pandemia.




10 minuti al giorno che ti cambiano la vita

Tue, 03 Jan 2017 07:23:18 +0000

(image)

Concentrazione, calma, chiarezza nella propria vita. Chi non ne vorrebbe di più? Eppure basterebbe veramente poco per raggiungere questo obiettivo. Come? Il consiglio che ti offro, basato sulla mia esperienza personale di un paio d’anni ormai, è di cominciare la giornata con 10 minuti di meditazione. 10 minuti sono un centesimo del tempo che passi sveglio ogni giorno. Vale la pena provare?

Per aiutare a concentrarti solo sul tuo respiro, seduto comodamente, con i palmi delle mani appoggiati sulle tue ginocchia, usa Calm. Si tratta di un app gratuita che ha sia un timer, sia un suono di sottofondo che puoi scegliere per isolarti dal mondo che ti circonda. Il mio preferito è l’oceano o la pioggia tropicale nei giorni di pioggia.

Andy Puddicombe, nel video a seguire, ti spiega in meno di 10 minuti perché è tempo ben speso.

Foto credit

L'articolo 10 minuti al giorno che ti cambiano la vita sembra essere il primo su Pandemia.




TELU, il microlearning per chi insegna e chi vuole imparare

Mon, 02 Jan 2017 07:47:50 +0000

150 micro corsi pensati per imparare la tecnologia che aiuta a insegnare meglio. Non bisogna però essere un docente per iscriversi gratuitamente a TELU (Technology enhanced learning for You) e imparare qualcosa con brevi corsi (microlearning), ogni giorno.

(image)

Mi sono iscritto a fine 2016 e ho intenzione di farmi un corso al giorno. Ogni corso è organizzato in pochi passaggi costituiti essenzialmente da brevi video, qualche testo e qualche link di approfondimento. Sono corsi in cui si insegna a usare strumenti utili per la didattica (esempio: una app per le note) che servono in realtà a tutti per organizzare la propria formazione.

Aggiungo che la brevità e la semplicità dei corsi rendono TELU una piattaforma ideale anche per allenare e migliorare il proprio inglese, attività su cui non si dovrebbe mai smettere di investire, a tutte le età.

TELU

L'articolo TELU, il microlearning per chi insegna e chi vuole imparare sembra essere il primo su Pandemia.




Imparare qualcosa di nuovo ogni giorno

Fri, 30 Dec 2016 18:26:32 +0000

Con questo proposito chiudo spesso la mia newsletter. Credo veramente che vivere degnamente comprenda imparare qualcosa di nuovo ogni giorno. Per il 2017 voglio prendere sul serio questo impegno con me stesso, tanto da scrivere un post al giorno (o quasi) con una segnalazione di un articolo, una risorsa, un servizio web, che mi ha permesso di imparare qualcosa, da condividere con te. Da quando ho aperto questo blog ho avuto questo spirito. Quando non lo avrò più, smetterò di bloggare.

(image)

Perché attendere l’inizio del 2017 quando posso cominciare subito?

Spigot: risorse per la formazione e l’insegnamento

La formazione (personale e professionale) resta un elemento chiave del mio percorso. Spigot, trovato per caso, aggrega articoli, link, video, infografiche sul tema dell’apprendimento coniugato con la tecnologia e i giovani. Un sito da consultare ogni volta che hai voglia di leggere e imparare qualcosa, al posto delle homepage …

L'articolo Imparare qualcosa di nuovo ogni giorno sembra essere il primo su Pandemia.




Il dispositivo tecnologico 2016 è… il frullatore ad alta potenza!

Thu, 29 Dec 2016 07:00:06 +0000

(image)

Droni, smartphone, phablet, tablet 2 in 1, smartwatch, fitness tracker? Niente di tutto questo. Il vero dispositivo tecnologico del 2016, per me, è il frullatore ad alta potenza. Ciò che ha cambiato radicalmente la mia vita, in meglio, quest’anno è stato il Ninja Kitchen (ma avrebbero dovuto essere il Nutribullet 600).

Reduce da un viaggio per rivedere vecchi amici a New York City, sono tornato a casa con la voglia matta di comprarmi un potente frullatore. Ne parlo con mia madre e scopro che poche settimane prima aveva comprato su un canale di shopping in tv un frullatore con le stesse caratteristiche di ciò di cui sentivo il bisogno.

La salute passa dal frullatore

Senza avere a portata di mano il Ninja Kitchen e i suoi 700 Watt di potenza, non avrei potuto scoprire le meraviglie del consumo quotidiano di zenzero, curcuma e semi di lino. …

L'articolo Il dispositivo tecnologico 2016 è… il frullatore ad alta potenza! sembra essere il primo su Pandemia.




Minimalismo digitale

Wed, 28 Dec 2016 16:42:50 +0000

Minimalismo digitale. Equilibrio digitale. Chiamalo come vuoi, ma il senso non cambia: usare la tecnologia con equilibrio, per trarne giovamento e non per farsi usare. Da anni ormai mi interrogo su come migliorare il mio stile di vita a tal proposito, tra alti e bassi, successi e cadute. Fa piacere, in questo viaggio, vedere che ci sono altre persone, dall’altro lato dell’oceano, che sono sulla stessa strada.

(image)

Cal Newport (consigliatissimo il suo Deep Work), ha stilato alcuni principi del minimalismo digitale, che voglio riprendere e commentare.

Perdersi qualcosa non è negativo

La famosa FOMO (fear of missing out, ovvero la paura di perdersi qualcosa che sta succedendo altrove) si può vincere. Scegliere come impiegare il proprio tempo libero e, letteralmente, fregarsene di cosa sta succedendo altrove è la chiave per risolvere il problema. Come? Evitando di usare lo smartphone in presenza di altre persone ed evitando di …

L'articolo Minimalismo digitale sembra essere il primo su Pandemia.




Stop alle telefonate

Mon, 26 Dec 2016 10:25:33 +0000

(image)

Ho deciso da oggi di disabilitare i commenti agli articoli su questo blog (e sugli altri miei blog). L’abitudine di commentare i blog è scemata nel tempo, a favore di altre piattaforme e i commentatori qui si contano sulle dita di una mano (ciao Emanuele, ciao Valentino!).

Non credo che nessuno ne sentirà la mancanza.

I blog sono cambiati e stanno cambiando. È tempo (passato) che anche questo spazio si aggiorni. Nelle prossime settimane ho intenzioni di procedere a ulteriori cambiamenti.

Buon blogging!…

L'articolo Stop alle telefonate sembra essere il primo su Pandemia.




Social media trend 2017: Twitter è un covo di influencer

Wed, 21 Dec 2016 07:31:25 +0000

(image)

Per i trend 2017 relativi ai social media consiglio la lettura degli Ogilvy Trends 2017. Il marchio è una garanzia, ma ciò che apprezzo di più è la serietà. La presentazione comincia con la verifica del trend 2016 e continua con riflessioni intelligenti e suggerimenti di azione. Tra i trend analizzati ne prendo due e li commento.

Trend 2017: Video first world

Ai miei clienti lo dico già da tempo. La produzione di video va incrementata, su tutte le piattaforme. Ogilvy dice qualcosa di simile, quando afferma che il video dovrebbe essere il pilastro centrale di qualsiasi strategia di content marketing e di web marketing, soprattutto sul social web. Ai miei studenti a Milano-Bicocca ho fatto un ragionamento simile, a partire da Facebook. Ciò vale ancor di più nel 2017, quando avremo Facebook, YouTube, Instagram e Twitter con una funzione di produzione di video in diretta (live …

L'articolo Social media trend 2017: Twitter è un covo di influencer sembra essere il primo su Pandemia.




Trend 2017, tra intelligenza artificiale, bot e fragilità digitale

Tue, 20 Dec 2016 14:11:56 +0000

(image)

Intelligenza artificiale, droni, wearable, realtà mista, aziende agricole intelligenti, bot, la paura di essere offline, bot, biointerfacce, reddito di cittadinanza, consolidamento dei media, riconoscimento facciale, fragilità digitale. Questi sono solo alcuni dei trend 2017 classificati, ordinati e commentati dal Future Today Institute. Una ottima lettura per la fine dell’anno e per cominciare il 2017 con alcuni buoni propositi su temi da seguire e approfondire o su cui studiare azioni per il business.

Trend 2017 per ogni industria

Non c’è industria o settore economico che non sia interessato dalla digital transformation, ovvero dalla trasformazione apportata dall’applicazione su larga scala di tecnologie digitali. Dall’agricoltura alla pubblicità, passando per media, educazione, sistema finanziario e giornalismo, non c’è mondo che non ne sia attraversato.

(image)

Il cambiamento è trasversale e l’impatto del digitale passa da un’industria all’altra, con effetti dirompenti. Ciò che stiamo vivendo è solo l’inizio di un fenomeno …

L'articolo Trend 2017, tra intelligenza artificiale, bot e fragilità digitale sembra essere il primo su Pandemia.




14 anni e non sentirli

Tue, 13 Dec 2016 19:00:26 +0000

Oggi 14 anni fa, nel lontano 13 Dicembre 2002 scrivevo il mio primo post su questo blog, che all’epoca era all’indirizzo http://pandemia.clarence.com. Può far sorridere a molti, ma all’epoca il blog era l’unico mezzo per esprimere i propri pensieri su internet, in un modo accessibile ai più. Niente Twitter, niente Facebook, niente Snapchat, niente YouTube, niente Instagram o Flickr o Pinterest. All’epoca i blog erano di nicchia e i giornalisti li cominciavano appena a scoprire.

In 14 anni è cambiato il mondo in cui viviamo e il modo in cui ci esprimiamo. Il blog è stato il primo strumento che ha avviato il cambiamento che oggi è diventato la norma. All’epoca era abbastanza ardito immaginare un mondo in cui metà o quasi della popolazione ha un dispositivo collegato a internet in tasca, che usa per comunicare in tempo reale e in forma multimediale con i propri amici, con i colleghi, …

L'articolo 14 anni e non sentirli sembra essere il primo su Pandemia.




Unsplash: 10 foto di qualità ogni giorno, tutti i giorni, gratis

Thu, 01 Dec 2016 07:27:12 +0000

Se ti fossi chiesto da dove vengono le foto che sto usando sui miei blog da alcune settimane, la risposta è Unsplash. Si tratta di una community di fotografi che mette a disposizione le proprie foto, gratuitamente. La direzione del sito ne seleziona 10 tra le migliori e le promuove ogni giorno. Settimana dopo settimana l’archivio delle foto si arricchisce di foto ad alta risoluzione e di alta qualità. Per ogni foto è possibile infatti scaricare la versione ad alta risoluzione e usarla liberamente. Ogni foto ha un link al profilo dell’autore fotografo che l’ha realizzata e resa disponibile. Unsplash va preso più come un sito a cui attingere per foto che ispirano, più che a un vero e proprio motore di ricerca, anche se la funzione di ricerca esiste (in inglese) perché ogni foto è inserita con alcuni tag. Buona caccia fotografica! Unsplash … L'articolo Unsplash: 10 foto di qualità ogni giorno, tutti i giorni, gratis sembra essere il primo su Pandemia. [...]



Olio di palma: fa male alla salute? È cancerogeno? Meglio senza olio di palma? Tutte le risposte

Fri, 18 Nov 2016 09:38:15 +0000

(image)

L’esperienza in Malesia* mi ha sensibilizzato sul tema olio di palma e da vegetariano che ci tiene alla propria salute, ho voluto andare alle fonti e verificare cosa c’è di vero, sul piano scientifico, per capire se “senza olio di palma” è veramente un vantaggio per la salute. Per far questo ho attinto anche a ricerche internazionali e nazionali, compreso l’Istituto Mario Negri e l’Istituto Superiore di Sanità che ha redatto un parere per il Ministero della Salute. Al termine una mia opinione, argomentata, sulla psicosi da olio di palma che si è diffusa in Italia e in nessuna altra parte del mondo. Sul vero tema, olio di palma e sostenibilità, ho già scritto.

Prima di tutto sarebbe interessante interrogarci sul perché gli Italiani siano gli unici in Europa (e nel mondo, oggi) a preoccuparsi della relazione tra olio di palma e salute. …

L'articolo Olio di palma: fa male alla salute? È cancerogeno? Meglio senza olio di palma? Tutte le risposte sembra essere il primo su Pandemia.




L’attenzione, il bene più prezioso

Wed, 02 Nov 2016 09:20:29 +0000

L’attenzione, insieme al tempo, è il bene più prezioso che abbiamo. Tanto prezioso che spesso lo svendiamo o, ancora peggio, lo regaliamo! Sembra una follia, ma è la realtà quotidiana per milioni di persone che passano ore, per lo più davanti alla televisione o sui social network, consumando contenuti gratuiti in cambio di pubblicità. Lo scambio è vantaggioso? Ti sei mai posto questa domanda?

Sul tema sai come la penso. Leggere I mercanti dell’attenzione di Tim Wu mi ha confermato come questo tema sia oggi centrale. Dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri, Tim Wu traccia l’evoluzione della pubblicità dalla carta stampata fino al digitale, passando per radio e televisione. Metà del libro è dedicata all’avvento dei canali televisivi tematici (via cavo negli USA), fino all’arrivo di Netflix e dello streaming online.

L’attenzione ricercata sul web è raccontata con la storia di AOL prima e del social web …

L'articolo L’attenzione, il bene più prezioso sembra essere il primo su Pandemia.