Subscribe: Pandemia.info
http://feeds.feedburner.com/Pandemia
Preview: Pandemia.info

Pandemia



Imparare qualcosa di nuovo, ogni giorno



Last Build Date: Thu, 16 Feb 2017 08:57:35 +0000

 



Come realizzare contenuti di successo

Wed, 15 Feb 2017 08:41:56 +0000

(image)

Per confezionare una proposta straordinaria, dovrete lavorare sulla creazione di contenuti straordinari che riguardano la vostra impresa e i vostri prodotti. Due motivi fondamentali ci spingono a compiere questa scelta.

Il primo è che i contenuti notevoli sono quelli che riescono ad attrarre link da altri siti: questo aspetto è molto importante per far diventare il vostro sito un Hub di contenuti. In altre parole, il meccanismo virtuoso da innescare è di suggerire ad altri creatori di contenuti di ricordare i vostri prodotti e servizi e prenderli come punto di riferimento. In termini pratici, ogni riferimento si tramuta in un link al vostro sito.


i contenuti notevoli sono quelli che riescono ad attrarre link
Condividi il Tweet


Ognuno di questi link rappresenta una duplice vittoria per voi: da un lato porta visitatori qualificati al vostro sito, dall’altro ogni link è un modo in più per segnalare a Google che … Continua a leggere

L'articolo Come realizzare contenuti di successo sembra essere il primo su Pandemia.




Intervista a Maurizio Vedovati, publisher Hoepli

Tue, 14 Feb 2017 07:42:46 +0000

Lavoro con persone fantastiche. Una di queste è Maurizio Vedovati, produttore, imprenditore nel settore editoriale, ex editore e Publisher Hoepli.

(image)
Ho conosciuto Maurizio pubblicando i miei primissini libri con RGB Media ed è merito suo se sono entrato in contatto con Hoepli, con cui collaboro ormai dal 2008. Scopri Maurizio Vedovati nell’intervista a seguire. Risposte in grassetto.

A che ora ti sei svegliato questa mattina?
6,15
Qual è la tua colazione preferita?
Yoghurt, Thé, Succo d’arancia, toast con marmellata d’arancia. Anche se la mia preferita resta sempre l’English Breakfast.
Hai una routine del mattino che ti aiuta a lavorare meglio?
Programmare la sera prima di uscire dall’ufficio i punti salienti del lavoro del giorno dopo.
Quale la maggiore difficoltà nel concludere la pubblicazione di un libro?
Dal punto di vista dell’editore le difficoltà sono sempre alla fonte: strategia e scelte editoriali…
Quali sono le 3 qualità

Continua a leggere

L'articolo Intervista a Maurizio Vedovati, publisher Hoepli sembra essere il primo su Pandemia.




La rinascita del libro di carta? Non è come pensi

Mon, 13 Feb 2017 08:08:18 +0000

(image)

I commentatori dell’andamento del mercato librario, nazionale e internazionale, si compiacciono spesso del presunto calo del fatturato dell’ebook (USA e UK) o della sua non crescita (previsione Italia 2017 +5% A/A). Spesso gli stessi valutano con soddisfazione la ripresa del libro di carta, quasi come una vittoria della pervasività del digitale nella nostra vita. È veramente così?

Possibile che il libro sia l’unico mercato dei media a non seguire le stesse dinamiche di trasformazione digitale? A vedere il fenomeno da una distanza sufficientemente ampia, senza conflitti d’interesse a offuscare la vista, la risposta è no.

Il Financial Times (copia dell’articolo a pagamento gratis, a proposito di paywall), da par suo, offre una prospettiva diversa

We are, in other words, witnessing not a bibliophile revolution against Amazon’s digital hegemony but Mr Bezos changing his tactics. Amazon sold 35m more print books in the US last year than in 2015,

Continua a leggere

L'articolo La rinascita del libro di carta? Non è come pensi sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Pier Luca Santoro – Ed. 2017

Fri, 10 Feb 2017 07:28:04 +0000

(image)
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Immerso nei media, la dieta di Pier Luca è tutta da scoprire, ricca di suggerimenti preziosi. Qui trovi la dieta del 2013.

Età: 53
Base a: Bologna, ma spero ancora per poco

 
Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?
 
Come dicevo anche nella precedente intervista, mi sveglio molto presto. Un’occhiata alle prime pagine dei giornali per farmi una panoramica di come vengono trattate le notizie del giorno e poi approfondisco su  edizioni online di Repubblica, Il Sole24Ore ed Il Manifesto e, per l’estero, Guardian, El Pais, più raramente Finanacial Times e Wall Street Journal. Intanto il rullo

Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Pier Luca Santoro – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Un invito a ridurre il consumo di media da Seth Godin

Thu, 09 Feb 2017 18:07:18 +0000

(image)

Seth Godin scrive un post contro i media, in particolare la televisione (e i social network), e non potrei essere più d’accordo (chiamalo confirmation bias, se vuoi).

The media amplifies anxiety, and then offer programming that offers relief from that anxiety.

The media likes events and circuses and bowl games, because they have a beginning and an ending, and because they can be programmed and promoted. They invite us into the situation room, alarm us with breaking news and then effortlessly move onto the next crisis.

They train us to expect quick and neat resolutions to problems, because those are easier to sell.

They push us to think short-term, to care about now and not later.

In poche parole Seth Godin sintetizza perché ho perso l’abitudine di guardare la televisione, i canali all news, i telegiornali, i talk show e non leggo i giornali, né li leggo online, se … Continua a leggere

L'articolo Un invito a ridurre il consumo di media da Seth Godin sembra essere il primo su Pandemia.




I magnifici 12 del Dr. Greger

Thu, 09 Feb 2017 08:42:22 +0000

Un anno fa scoprivo il magnifico libro del Dr. Greger, poi tradotto in italiano da Baldini & Castoldi con il titolo Sei quel che mangi.

(image)

Il cuore del libro è la dozzina di alimenti che dovrebbe far parte della nostra dieta quotidiana, per massimizzare l’assunzione di tutte quelle sostanze che hanno dimostrato, dati alla mano, di poter prevenire tutte le principali malattie che causano la maggior parte dei decessi nei paesi sviluppati: cancro, diabete, malattie cardiovascolari e altro. La dieta è tutta di origine vegetale.

Un estratto da Sei quel che mangi e un commento finale, con l’app gratuita della dozzina.


i cibi sani non sono necessariamente intercambiabili
Condividi il Tweet


Dobbiamo seguire un’alimentazione basata su alimenti integrali di origine vegetale: il concetto dovrebbero essere chiaro, giusto? Ma non abbiamo forse detto che alcuni cibi con il semaforo verde sono migliori di altri? […] Non tutti i Continua a leggere

L'articolo I magnifici 12 del Dr. Greger sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Vincenzo Cosenza – Ed. 2017

Wed, 08 Feb 2017 07:26:28 +0000

(image)

Vincenzo Cosenza, Strategist e responsabile della sede romana di BlogMeter, società leader in Italia nell’analisi delle conversazioni in rete e delle interazioni sui social media, ha un consumo dei media equilibrata per fonti e dispositivi.

Qui trovi la sua dieta 2013. A seguire l’edizione 2017.

Età: 43


Base a: tra Roma e Lauria (PZ)


Blog/Sito:  vincos.it

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?


Appena apro gli occhi mi concedo un avvio lento e silenzioso, preparando un buon caffè (uno “specialty coffee” estratto con varie tecniche, tipo aeropress e V60). Il primo sorso non merita distrazioni, poi accendo smartphone, tv e tablet.


Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?


Solitamente guardo un TG, ma contemporaneamente leggo le notifiche arrivate nella notte e scorro le notizie proposte dalle mie reti sociali


Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?


Nel breve tratto Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Vincenzo Cosenza – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Intelligenza artificiale e content marketing: un futuro che è già presente

Tue, 07 Feb 2017 14:50:57 +0000

(image)

Se l’intelligenza artificiale sta per cancellare milioni di posti di lavoro in tutte le industrie, può il mondo del content marketing sentirsi al riparo. Niente affatto. AI Writer è un primo esperimento, che sembra funzionare, per creare enormi quantità di articoli in maniera automatizzata.

Se il copia incolla è da tempo penalizzato da Google e quindi non avrebbe senso sul piano economico (vallo a dire ai miei 13 studenti sorpresi a copiare articoli sul web, per il lavoro d’esame!), AI Writer va oltre. L’automazione sta, in questo caso, nella creazione di contenuti originali, interpretando migliaia di articoli su uno stesso tema, riprendendone parte o rielaborandoli per creare un articolo completamente nuovo. Sembra che la rete neurale di AI Writer cominci a dare i primi frutti.

Certo, chi si occupa di contenuti di qualità non ha, per il momento nulla da temere, senza rilassarsi troppo. Se una macchina … Continua a leggere

L'articolo Intelligenza artificiale e content marketing: un futuro che è già presente sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Cristiano Carriero Ed. 2017

Mon, 06 Feb 2017 07:05:16 +0000

(image)

Cristiano Carriero, coautore di Content Marketing, Facebook Marketing e Facebook Marketing For Dummies con il sottoscritto, aveva già partecipato all’indagine sulla sua dieta informativa nel 2013. A seguire la dieta di Cristiano edizione 2017.

Età: 37
Base a: Jesi (AN)
Blog/Sito: cristianocarriero.it

 

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Ultimamente mi piacciono molto i podcast. Mi liberano dalla necessità di guardare lo smartphone e sono letteralmente
innamorato di alcune trasmissioni. Non sempre riesco ad avere tempo per ascoltarli, quindi do un’occhiata a Twitter e poi
all’app di SkyTg24.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

No, cerco di prendere lo smartphone in mano dopo colazione e soprattutto dopo essermi vestito. Diciamo che il “tragitto delle
prime informazioni” è quello che va dalle scale alla macchina. Sono 30 secondi, ma buoni. Mi permettono di capire che giornata sarà.

Cosa impegna la tua mente Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Cristiano Carriero Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Annalisa Monfreda

Fri, 03 Feb 2017 07:50:46 +0000

(image)

Annalisa Monfreda dirige Starbene e Donna Moderna, settimanali del gruppo Mondadori. Ho avuto il piacere di collaborare con lei fino a pochi mesi fa e la ritengo una delle giornaliste italiane più attente al cambiamento in corso nell’editoria e più aperta alla sperimentazione. Non è un caso se sia attiva sul social web da molto tempo, anticipando e superando molti suoi colleghi e colleghe.

Nella sua dieta trovi qualche novità e qualche conferma rispetto a quelle pubblicate negli ultimi giorni.

Età: 38
Base a: Milano
Blog/Sito: http://www.donnamoderna.com/opinionisti/annalisa-monfreda

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Leggo i 3 quotidiani (Repubblica, Corriere, Stampa) su tablet verso le 5-5.30.
Se mi sveglio più tardi, salto la lettura dei quotidiani (la farò più velocemente prima di entrare in ufficio al caffè oppure in pausa pranzo) e leggo subito le newsletter: Good Morning, Medium Daily Digest, il Guardian, quella del … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Annalisa Monfreda sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Matteo Cassese

Wed, 01 Feb 2017 08:39:34 +0000

(image)

Matteo Cassese è un blogger italiano della prima ora, oggi consulente di successo internazionale da Berlino, dove vive da qualche anno. Matteo condivide online abitualmente le proprie esperienze professionale, tra successi e insuccessi, ed è un forte consumatore di informazione. Leggi la sua dieta come uno sguardo a quella che potrà essere la tua dieta informativa tra non molto. Sono moltissimi gli spunti che ti consiglio di sperimentare.

 

# Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Da qualche giorno in casa c’è Echo, il cilindro con l’assistente di Amazon dentro: la mattina chiedo ad Alexa il mio daily briefing che ho personalizzato con info da BBC e NPR.

# Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

La mattina (e la sera mentre mi lavo i denti) ascolto una selezione di podcast piuttosto eclettica. Planet Money e How I built this di NPR, This … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Matteo Cassese sembra essere il primo su Pandemia.




Innovazione e tecnologia: chi vince e chi perde nel 2017

Tue, 31 Jan 2017 08:34:04 +0000

Finalmente è online la presentazione che Scott Galloway ha tenuto a DLD17. Il professore della New York University, con uno stile brillante, mostra dati succosi sulle grandi aziende del settore tecnologico e non solo, tracciando tendenze per il 2017. Tra le aziende di cui si parla ci sono i quattro cavalieri dell’apocalisse (Apple, Amazon, Facebook, Google), a cui si aggiungono Twitter, Netflix, Uber, Zara, FitBit, Snapchat e Spotity. A seguire ho tratto alcune delle slide più significative, commentandole. Amazon sta conquistando i cuori (e il conto corrente) di chi cerca prodotti da acquistare online. Il fatto che Amazon abbia raggiunto una capitalizzazione da urlo e non smetta di crescere è dovuto anche a questo. I navigatori che cominciano a cercare da Amazon sono in salite, a danno dei motori di ricerca e dei competitor Amazon è una profezia che si auto-avvera. Negli USA la … Continua a leggere L'articolo Innovazione e tecnologia: chi vince e chi perde nel 2017 sembra essere il primo su Pandemia. [...]



La dieta informativa di Beniamino Pagliaro

Mon, 30 Jan 2017 07:31:35 +0000

(image)

Conosco Beniamino Pagliaro dai primi anni della blogosfera. Oggi Beniamino lavora come giornalista professionista presso La Stampa di Torino, ma tra le sue attività online c’è anche la newsletter Good Morning Italia, che ho consigliato in più di una occasione.

Segue la dieta informativa Di Beniamo Pagliaro.

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Controllo le notifiche arrivate nella notte, leggo Good Morning Italia e spesso la newsletter di Quartz. Di solito ho letto i primi tre giornali italiani prima di andare a dormire.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Leggo il Financial Times sull’iPad, ascolto musica.

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

L’agenda della giornata e qualche idea da portare in riunione.

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

Guardo il calcio o il tennis in diretta, quando possibile,

Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Beniamino Pagliaro sembra essere il primo su Pandemia.




Secondo una ricerca… [video parodia]

Fri, 27 Jan 2017 15:51:29 +0000

(image)

Poco fa ricevo un esilarante parodia della ricerca scientifica e in particolare sulla cattiva informazione scientifica. Il video che circola su WhatsApp è l’unione di due delle tre pillole realizzate mesi fa da Frascati scienza, che riprendo a seguire.

Oltre a considerare geniali e divertenti tutte e tre i video, la circolazione virale che sta caratterizzando quest’ultimi è a sua volta una pratica scorretta, perché di proposito è stata eliminata la citazione della fonte: Frascati Scienza. I video che circolano infatti hanno un frammento tagliato, quello che riporta il messaggio finale, che aiuta a capire il senso del tutto, oltre a chi lo ha realizzato.

 

 

L'articolo Secondo una ricerca… [video parodia] sembra essere il primo su Pandemia.




Qual è lo stato di salute di Internet?

Tue, 24 Jan 2017 08:01:31 +0000

(image)

Come sta Internet? La domanda se l’è posta la Fondazione Mozilla, cercando di determinare lo stato di salute di Internet secondo cinque parametri.

I parametri individuati sono:

  • Open innovation
  • Inclusione digitale
  • Decentralizzazione
  • Privacy e sicurezza
  • Alfabetizzazione web (web literacy)

Sono tutti temi che ci riguardano da vicino e come sistema paese abbiamo molto da lavorare, sia sull’alfabetizzazione all’uso del digitale per aumentare le competenze necessarie in un mercato del lavoro che cambia, sia all’inclusione di quel terzo di popolazione che non usa internet. Il grafico che segue parla da solo, con l’Italia ben al di sotto della media europea.

https://internethealthreport.org/v01/charts/web-literacy-employment-digital-skills/

Il primo report nella versione 0.1 è online, ma è solo l’avvio del progetto. L’obiettivo è ragionare in maniera pubblica su criteri da adottare, fonti da inserire, partner da coinvolgere, per creare entro la fine dell’anno un report dettagliato, da pubblicare e aggiornare ogni anno.

Mi … Continua a leggere

L'articolo Qual è lo stato di salute di Internet? sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Gianfranco Chicco

Mon, 23 Jan 2017 10:01:58 +0000

(image)

Gianfranco Chicco, European Marketing Director per  e , cura una newsletter appena lanciata sull’artigianato globale ed è una vecchia conoscenza di questo blog. La dieta di Gianfranco è ricca di consigli che apprezzo e a mia volta suggerisco (Overcast, Monocle 24, Techmeme e molto altro).

Base a: Londra

Sito web: Gianfranco Chicco

 

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

Le prime informazioni arrivano dopo qualche ora e non subito al mattino. Non dormo con il telefono in camera da letto e poco dopo essermi alzato dal letto vado in salotto per controllare se ci sono delle notifiche urgenti (aggiornamenti dalla mia famiglia, qualche messaggio dai colleghi negli USA). Più tardi controllo Twitter e una serie di siti di notizie che seguo tramite Rss (usando il vecchio ma ancora affidabile Netvibes!).

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Di prima mattina non faccio … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Gianfranco Chicco sembra essere il primo su Pandemia.




Lo smartphone di Pavlov

Fri, 20 Jan 2017 14:01:07 +0000

(image)

Che ce ne rendiamo conto o meno, nell’uso dello smartphone siamo diventati come il cane di Pavlov. Ogni volta che arriva una notifica che ci distrae, con un suono o con lo schermo che si illumina, interrompiamo (quasi) qualsiasi attività per vedere di cosa si tratta.

Non importa se si tratti di un SMS di nostra madre, di un messaggio inviato in un gruppo di amici su WhatsApp o di un retweet a un messaggio su Twitter (potrei andare avanti con infiniti altri esempi citando email, notizie, sollecitazioni di nmila altre app): ciò che non cambia è il riflesso automatico per cui, non conta cosa stiamo facendo, fermiamo tutto e controlliamo che succede. Non dimentichiamoci che, anche lo sguardo allo schermo o prendere il telefono dalla tasca, è una interruzione che provoca un calo di attenzione.

A ricordarlo, come lui sa far bene, è Seth Godin:

Every time

Continua a leggere

L'articolo Lo smartphone di Pavlov sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Luca De Biase Ed. 2017

Thu, 19 Jan 2017 13:56:14 +0000

(image)

Luca De Biase, editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e Nova24 (del quale è stato fondatore, che ha guidato dall’ottobre 2005 al giugno 2011; e che ha ripreso a guidare dal luglio 2013) ha partecipato all’indagine sulla dieta informativa nel 2014. Qui trovi la sua dieta di quattro anni fa e a seguire quella di oggi. Libri ed Economist sono una conferma

Età: 56
Base a: Milano
Blog/Sito: http://blog.debiase.com

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino?

le app e webapp dei giornali internazionali e nazionali

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

sì leggo le notizie mentre faccio colazione

Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro?

pensieri liberi e mail

Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

meno di un’ora alla settimana in media mensile

Prima di andare a letto: un Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Luca De Biase Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




L’informazione che cambia: flusso, velocità e visual

Wed, 18 Jan 2017 16:54:03 +0000

(image)

Due contenuti importanti da approfondire oggi per chi lavora nel mondo del content marketing e dei media: lancio di Axios e report sul futuro del New York Times.

Axios, il sito di informazione a flusso

Axios è un nuovo sito di informazione americano, lanciato da ex giornalisti di Politico. Notare subito quali sono le sezioni di cui si occupa il sito: politica, tecnologia, sanità, business. Come per Politico, uno dei pilastri della nuova attività editoriale è un insieme di newsletter, curate dai principali giornalisti, su politica, business, sanità. Le newsletter sono partite da qualche giorno (ti invito ad abbonarti!) e oggi è partito il sito. Che caratteristiche ha? Articoli brevi, sotto le 800 parole, che si scorrono in un flusso, simile concettualmente a Facebook, Twitter e i blog.

La parola d’ordine è quindi brevità, flusso, velocità.

Il New York Times del 2020 è visuale

Il New … Continua a leggere

L'articolo L’informazione che cambia: flusso, velocità e visual sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Daniele Bellasio Ed. 2017

Tue, 17 Jan 2017 15:54:26 +0000

Daniele Bellasio, caporedattore centrale web e blogger del Sole 24 Ore, aveva partecipato al sondaggio sulla sua dieta informativa nell’aprile del 2013. Puoi confrontare quella di quattro anni fa, con quella di oggi. La conferma è Twitter. Età: 42 Base a: Milano Blog/Sito: www.dantonblog.it Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino? Twitter e un quotidiano su tablet Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione? No Cosa impegna la tua mente quando ti rechi al lavoro? La ricerca di idee per articoli. Che rapporto hai con la televisione? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta? Il giusto, spero: informazione, sport e serie tv. In ordine inverso. Prima di andare a letto: un buon libro, un’occhiatina a Twitter o digiuno fino al mattino? Un’occhiatina a Twitter e un buon libro. Quanto pesa il filtro sociale nel tuo bilancio informativo nutrizionale? I consigli? Molto. … Continua a leggere L'articolo La dieta informativa di Daniele Bellasio Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia. [...]



Come convertire i visitatori del tuo sito in potenziali clienti (lead)

Tue, 17 Jan 2017 08:40:11 +0000

(image)

Se trovi un percorso senza ostacoli, probabilmente non porta da nessuna parte.

Frank A. Clark

Il vero potere dell’Inbound marketing sta nella capacità sia di ampliare l’ingresso del vostro imbuto di vendita (e far scendere più persone), sia nel mantenere ampia la parte centrale, ovvero convertire di più. La conversione è la scienza che incoraggia i visitatori a saperne di più sul vostro business e a esserne maggiormente coinvolti. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario convincere le persone a compiere alcune azioni, come per esempio iscriversi alla vostra newsletter, compilare un modulo con i propri dati, chiedere una dimostrazione del prodotto.

Un aspetto fondamentale è consentire ai visitatori di partecipare a varie opzioni che non si limitino al semplice “compra sul nostro sito”. Il motivo è facilmente comprensibile: non tutti i visitatori, nel momento in cui navigano sul vostro sito, sono già entrati nella fase di acquisto. … Continua a leggere

L'articolo Come convertire i visitatori del tuo sito in potenziali clienti (lead) sembra essere il primo su Pandemia.




La dieta informativa di Luca Conti – Ed. 2017

Fri, 13 Jan 2017 07:43:51 +0000

(image)

Nel 2013 avevo chiesto ad alcuni professionisti attivi sul web di rispondere ad alcune domande sulla loro dieta informativa. Ne è venuto uno spaccato interessante delle abitudini di chi consuma un elevato volume di contenuti ogni giorno. A distanza di 4 anni voglio tornare a chiedere alle stesse persone, e ad altre, le stesse domande, così da vedere, in questo arco di tempo, come sono cambiate le abitudini e quali si sono consolidate.

Per avviare il nuovo ciclo, comincio con il rispondere a queste domande, così da condividere la mia dieta informativa, aggiornata al gennaio 2017.

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino appena sveglio?

Appena sveglio non consumo alcuna informazione. Preparando colazione ascolto un podcast.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Il podcast di cui sopra (o un altro, se breve), mi accompagna anche durante la colazione. A seconda di quanto sia … Continua a leggere

L'articolo La dieta informativa di Luca Conti – Ed. 2017 sembra essere il primo su Pandemia.




Un dispositivo per le distrazioni

Thu, 12 Jan 2017 07:54:15 +0000

Un secondo dispositivo da usare solo per distrarti aumenta la produttività. Sperimentato. Tra i miei migliori acquisti del 2016 c’è stato un iPod Touch. Comprato con l’idea di testare in maniera più approfondita le app sulla salute per Starbene e il mio blog Salute Hi-tech (oggi in pensione), l’iPod Touch si è rivelato essere la chiave per aumentare la produttività in maniera inaspettata. Come? Ridurre le distrazioni con un secondo dispositivo Anticipando quanto poi ho letto in un ottimo articolo sul blog A life of productivity, ho eliminato dal mio smartphone tutte le app social e di consumo di contenuti (podcast inclusi), delegando l’iPod Touch a tale funzione. Un prodotto, una funzione, ricordi? L’Ipod Touch è solo wi-fi e questo è un enorme vantaggio. Significa che quando sono fuori casa o fuori da un ambiente coperto dal wi-fi, non posso collegarmi e posso quindi consumare solo … Continua a leggere L'articolo Un dispositivo per le distrazioni sembra essere il primo su Pandemia. [...]



L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO

Wed, 11 Jan 2017 07:59:59 +0000

Stimolato dal Meetup WordPress Roma, ho accolto l’invito di intervenire a un loro incontro, con una conversazione sul tema “L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO“. Seguono le principali slide, con una breve nota a margine. Tutta la presentazione ha immagini di sfondo che richiamano il mondo del cinema. L’ottimizzazione per i motori di ricerca è un tema in costante evoluzione. Produrre contenuti di qualità non basta più. Ciò che serve è organizzarlo in modo coerente, seguendo il trend del web semantico e dell’intelligenza artificiale. La presentazione è suddivisa in quattro sezioni: scenario, il nostro mondo, come prepararsi e agire e le prossime sfide. L’intelligenza artificiale è il tema su cui saremo, gioco forza, tenuti a confrontarci per tutto il 2017 e oltre. Il tema è centrale perché non è altro che, con le parole di Wikipedia, una disciplina appartenente all’informatica che studia … Continua a leggere L'articolo L’organizzazione dei contenuti è la nuova SEO sembra essere il primo su Pandemia. [...]



2017, benvenuto nell’era del podcast

Tue, 10 Jan 2017 07:39:05 +0000

Il podcast è tornato a far parte integrante della mia dieta mediatica e presto, se tutto va bene, sarò al microfono di un nuovo podcast. Per molti lettori, ci scommetto, questo termine suona nuovo. Cosa è un podcast? Secondo Wikipedia: Il podcasting è l’insieme delle tecnologie e delle operazioni relative allo scaricamento automatico di file di qualsivoglia natura (detti podcast, fusione e contrazione di PoD, “Personal on Demand” o, secondo il vocabolario Treccani, dall’inglese pod = baccello, contenitore[1], e broadcast, “trasmissione”), tramite un’infrastruttura di trasmissione dati e un programma client chiamato “aggregatore” o feed reader. Dal primo podcast ai giorni d’oggi A legger bene, il podcast nasce nel 2004 e il sottoscritto ne sa qualcosa, avendo partecipato al primo podcast italiano, su Qix.it, ben 12 anni fa. 10 anni fa BMW lanciava un podcast musicale per promuovere, perfetto esempio di … Continua a leggere L'articolo 2017, benvenuto nell’era del podcast sembra essere il primo su Pandemia. [...]


Media Files:
http://feedproxy.google.com/~r/Pandemia/~5/4I10afvQZHY/041mbp_equilibriodigitale_lucaconti.mp3




OK Google e Alexa: la voce cambia tutto

Mon, 09 Jan 2017 09:39:19 +0000

La voce cambia (rivoluziona?) il modo in cui interagiamo con la tecnologia per ricevere informazioni. Ho usato il presente. Ho scritto tecnologia e non smartphone.  Alexa e Google Home ci cambiano la vita Negli ultimi giorni due fatti sono successi. Il primo è la presentazione al CES di Las Vegas di nuovi diversi dispositivi (inclusa tv, frigorifero) con i quali usare Alexa, la piattaforma Amazon alla quale chiedere informazioni o svolgere compiti. Il secondo è la copertina dell’ultimo numero dell’Economist dedicata alla voce come tecnologia che cambia il modo in cui interrogare la tecnologia di tutti i giorni. Cosa c’è di così rivoluzionario? La prima conseguenza è che la tastiera e il testo perdono di rilevanza in un mondo in cui la tecnologia di riconoscimento vocale è così efficace da permettere di parlare invece di scrivere. Siamo più veloci a parlare che a scrivere. La prima conseguenza, a cascata, è … Continua a leggere L'articolo OK Google e Alexa: la voce cambia tutto sembra essere il primo su Pandemia. [...]



Un prodotto, una funzione

Mon, 09 Jan 2017 07:02:28 +0000

(image)

Le abitudini influenzano il nostro stato d’animo e il nostro benessere psicofisico. Cominciare e finire la giornata prendendo in mano il nostro smartphone non è una buona abitudine: la qualità del sonno ne risente e questa sarebbe di per se una ragione sufficiente per tenere lontano lo smartphone dal letto e dal comodino. Come fare quindi per la sveglia?


Avere un oggetto che svolga una sola funzione #equilibriodigitale
Condividi il Tweet


La risposta è avere un oggetto che svolga una sola funzione. Al giorno d’oggi questa affermazione può sembrare una eresia, soprattutto se confrontata con il detto “c’è un app per risolvere ogni problema”, giusto? Sarò eretico, ma non sono il solo a pensarlo, tanto che c’è chi suggerisce di comprare una sveglia esattamente per evitare di usare lo smartphone, che così può riposare lontano dal letto.

Questo è solo il primo passo nel modificare la routine del mattinoContinua a leggere

L'articolo Un prodotto, una funzione sembra essere il primo su Pandemia.




L’identità di un blog, tra tag e categorie

Sun, 08 Jan 2017 07:15:20 +0000

4686 4552 (aggiornato al 15/1/2017, con la pulizia che continua – 14 anni di blogging si fanno sentire) articoli/post, 623 tag, 7 categorie in 14 anni. Questi sono i numeri di Pandemia, a oggi, dopo aver ristrutturato categorie e tag e aver cancellato alcuni post ormai inutili. Un lavoro estenuante, che non ho ancora terminato: oltre 3000 articoli sono ancora categorizzati come Varie, anche se non lo sono (frutto di una importazione del database da una piattaforma antecedente a WordPress). Un lavoro utile a guardarsi dentro, a ricordare, a leggere nel passato. Un lavoro utile a guardarsi dentro, a ricordare, a leggere nel passato.Condividi il Tweet L’identità è data da tag e categorie Come insegno ai miei studenti, un blog non può avere un numero troppo ampio di categorie, considerando queste come i macrotemi del sito. Per predicare bene e razzolare bene, ho rimesso mano alle categorie, … Continua a leggere L'articolo L’identità di un blog, tra tag e categorie sembra essere il primo su Pandemia. [...]



L’etica del giornalismo nell’era della post-verità

Sat, 07 Jan 2017 07:27:02 +0000

Il dibattito delle ultime settimane sull’era della post-verità mi fa sorridere. Molti hanno scoperto che l’informazione ha un serio problema di etica. Un po’ di esperienza e un po’ di memoria – avere un blog da 14 anni aiuta indubbiamente – dovrebbero farci capire che il problema esisteva prima dell’avvento dei social media e della democratizzazione dei media. 10 anni fa in questi giorni scrivevo della poca etica di Studio Aperto, telegiornale Mediaset: Negli ultimi due giorni mi sono imbattuto in due casi di dubbia professionalità, entrambi su reti Mediaset. Su Studio Aperto, giusto prima di Natale, un servizio dedicato ai consigli per la scelta degli ultimi regali, termina con la descrizione della carta Mediaset Premium per la pay tv digitale terrestre e l’invito a fare acquisti comodamente da casa con MediaShopping, canale dedicato allo shopping. E’ stata spacciata informazione per una bieca promozione di due servizi … Continua a leggere L'articolo L’etica del giornalismo nell’era della post-verità sembra essere il primo su Pandemia. [...]



La pubblicità è il virus che uccide l’editoria digitale?

Fri, 06 Jan 2017 07:10:52 +0000

L’editoria è in crisi. L’editoria digitale è in crisi. L’ultima piattaforma a rivedere il suo modello di business è Medium. Ev Williams annuncia che Medium taglia un terzo dei posti di lavoro e chiude la sua piattaforma di native advertising (articoli sponsorizzati), alla ricerca di un diverso modello di business. Apriti cielo. In 24 ore si scatena un putiferio, tra chi dice “te l’avevo detto”, “finalmente, è ora di cambiare”, “non hai ancora capito”. La pubblicità è Google e Facebook Gli editori se ne devono fare una ragione. Prima se ne rendono conto, meglio sarà per loro. Il modello di business basato sulle pagine viste è destinato a tramontare. I nuovi investimenti pubblicitari passano dalla carta stampata a Google e Facebook, lasciando spiccioli a tutti gli altri. Non è un caso se gli investimenti monitorati da Assointernet siano in calo (-2,5% da gennaio a novembre 2016). La soluzione … Continua a leggere L'articolo La pubblicità è il virus che uccide l’editoria digitale? sembra essere il primo su Pandemia. [...]