Subscribe: Alberto Mucignat
http://feeds.feedburner.com/AlbertoMucignat
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  care  che questo  che  deadline  dei  delle  experience  manager  persone  più  sono  team  teams  tra  user experience  user 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Alberto Mucignat

Alberto Mucignat



random thoughts around web stuffs (è tutto un'equilibrio sopra la follia)



Last Build Date: Fri, 18 Nov 2016 09:39:47 +0000

 



Back to basics: fixed deadline, flexible scope

Fri, 18 Nov 2016 09:39:47 +0000

Scope is ever changing . It’s a negotiation. It’s a very fluid process. What isn’t fluid is the deadline — six weeks from when we started. Sorgente: How we structure our work and teams at Basecamp Chiudo il mio trittico sulle deadline (qui e qui le prime due puntate) linkando un post del fondatore di Basecamp, in cui ci sono molte cose interessanti, dalla gestione delle idee, alla sintesi dei pitch, alla formazione dei team, alla gestione del processo. La cosa più interessante riguarda però secondo me il processo di delivery che riassumerei così: team di max 3 persone deadline fissa: 6 settimane di […]



Aumentare i font dei giornali online

Fri, 14 Oct 2016 15:27:19 +0000

Ieri leggevo un post in cui si diceva che i giornali online internazionali hanno ormai acquisito i 20 pixel come misura minima dei font degli articoli. La leggibilità e la grandezza dei font dei testi è una delle mie battaglie storiche (i clienti e i miei collaboratori ne sanno qualcosa), quindi mi sono andato a vedere alcuni giornali italiani tra quelli più letti. Morale, i 20 pixel minimi sono ancora lontani, quasi tutti i giornali sono tra i 16px e 18px, quindi nessuno che abbia ancora fatto “scelte forti”. Ecco la classifica, sicuramente non esaustiva: Il Fatto Quotidiano – 18px Il Sole 24 ore […]



Digital transformation usabile

Thu, 29 Sep 2016 10:52:47 +0000

Ultimamente c’è molto fermento in tema di digital transformation e oggi vediamo un sacco di azienda rincorrere questa tendenza, senza se e senza ma. Ho notato che quasi tutti i brief che ricevo, tra le richieste principali, riportano una variante del tema “il design deve essere semplice e facile da usare”. Non posso che essere d’accordo, visto che su questo concetto è da anni che lavoro con la mia azienda. Ogni tanto tocca ripeterlo, ma l’usabilità non è una proprietà intrinseca di ogni design (*). Cioè non basta scriverlo nel brief e allora il designer “saprà come fare”. L’usabilità e più in generale una user experience […]



Elasticizzare le deadline

Fri, 29 Jul 2016 06:54:56 +0000

Tempo fa ho scritto un post che è ha riscosso un discreto interesse (e che ora potete leggere anche su Medium, wow!). Parlavo di deadline e di come queste condizionino la qualità dei progetti digitali in maniera molto forte. Oggi mi chiedevo se banalmente provassimo anche solo a elasticizzarle un attimo. Voglio dire: fai un progetto di 18 mesi e ti serve esattamente sapere la data di rilascio? Ti cambia veramente qualcosa oggi? Pensi che questo serva a garantire il committment delle persone? (aiutino: il committment non lo ottieni stabilendo una rigorosa data di rilascio) Cosa ne dici se invece pensassimo di rilasciare tra i 18 e […]



Sei un manager? Occhio al feedback.

Tue, 26 Jul 2016 11:20:20 +0000

Avete presente quel momento in cui il progetto andava benissimo da settimane o mesi, e poi è stato presentato al capo? E voi manager sappiate che questo è l’attimo più temuto da ogni componente del team. Perché il vostro feedback potrebbe affossare il progetto o l’autostima di chi ci ha lavorato. O entrambi. Più frequentemente il rischio per il team è dover riprogettare vaste parti, con conseguenti ritardi o notti insonni. Anche perché a seguito del feedback il manager non modificherà mai le deadlines, nemmeno se a complicare il lavoro è stato lui. Voglio dire che il feedback, del manager, del capo, di ognuno, andrebbe confinato ai momenti in […]



L’importanza di avere un unico obiettivo

Mon, 25 Jul 2016 08:36:58 +0000

Mi ha colpito molto un frase di Froome, il vincitore del Tour de France, rilasciata dopo una delle ultime tappe: “If I was in a small team I would have very different goals, maybe I’d be looking for a breakaway every day, I’d chase an opportunity to win a stage. The main difference betweek Team Sky and the other teams is that my eight team-mates are focused on one goal only, which is to help me win the Toure de France, while other teams have two GC riders or a sprinter or someone to go for breakaways.” Ecco, quello che fa il […]



Progettare per i giovani digitali (18-25)

Mon, 18 Apr 2016 09:00:30 +0000

Quando chiedi alle persone “cosa ne pensano” su qualcosa ognuno dice la sua opinione, anche se il comportamento può poi rivelarsi diametralmente opposto. È il comportamento che fa la differenza tra un prodotto venduto e uno rimasto nello scaffale. È per questo che da anni conduco ricerche comportamentali e bramo qualsiasi analisi che ci porti a capire meglio il comportamento effettivo degli utenti, consumatori e clienti su internet. Ora uno degli holy grail del marketing è riuscire a capire meglio il target 18-25, che poi sono i “giovani adulti” che ancora devono posizionarsi all’interno della società e quindi sono ancora “influenzabili” […]



No more deadlines

Thu, 17 Dec 2015 13:51:02 +0000

Everything is sacrificed to it: features, quality, sanity, stability. Communication among teams, and with clients, starts revolving around dates, instead than being around the actual goal that everyone is pursuing. Sorgente: The Cult of the Deadline · Intense Minimalism   In un post magistrale l’amico Davide evidenzia tutti i problemi legati alle deadline. A mio avviso l’unico vero problema delle deadline è che quasi sempre vengono sforate, ma fino alla fine nessuno ammette che si possano cambiare. Deadlines stick even when there are zero consequences for a deadline moving. Which means the organization is putting process ahead of actual results. Non sempre […]



Esperienze e touchpoint

Thu, 11 Jun 2015 11:01:26 +0000

Ieri alla Social Media Week di Roma ho moderato un panel sui Social e User Experience. Tra le varie idee brillanti che sono uscite (più grazie ai relatori che alla mia capacità di moderare, ça va sans dire), Raffaele ha postulato la definizione definitiva di user experience: L’esperienza è sempre e solo personale. Chi fa user experience non progetta esperienze, bensì progetta i touch point in cui le persone vivranno le loro esperienze. In effetti, vale sempre l’analogia con l’architettura: un architetto progetta la casa, ma sei tu che ci vivi dentro le tue esperienze, fai tua la casa, ci cresci i tuoi figli, ecc. […]



UX vuol dire fiducia

Tue, 03 Feb 2015 17:50:32 +0000

Qualche settimana fa c’è stato un post di Marco Arment (il quale peraltro poi si è pentito di averlo scritto, ma questa è un’altra storia) ripreso da Joshua Porter con il titolo “Does Apple care any more?“: Your product communicates how much you care. The user experience people have with your product is translated in their minds into how much you care about them as a customer. And people want to do business with companies who care. We look for signs that they care, whether it be how we’re greeted at the coffee shop, how a company packages their products, how […]