Subscribe: Blog di Beppe Grillo
http://www.beppegrillo.it/index.xml
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  che  della  discariche abusive  discariche  facebook  https facebook  https  italia  show text  sono  sul  text style  video https 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Blog di Beppe Grillo

Blog di Beppe Grillo





Last Build Date: Sat, 24 Sep 2016 14:50:11 +0100

Copyright: Copyright 2016
 



Il ministro Galletti, le discariche e il pallottoliere

Sat, 24 Sep 2016 14:50:11 +0100

di Marco Affronte, portavoce M5S al Parlamento europeo Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, che già non ha competenze ambientali per occuparsi del suo Ministero, certo farebbe fatica a trovare posto al Ministero delle Finanze. Pare infatti che coi numeri non abbia molta dimestichezza. Come sappiamo l'Italia è da tempo in infrazione europea per via delle molte discariche abusive sparse sul territorio. Nonostante anni e anni di "avvertimenti", il nostro Paese s'è fatto pescare in infrazione per 198 discariche. Con sentenza del dicembre 2014 la UE ci ha condannato a pagare 42,8 milioni di Euro all'anno. Nel frattempo qualche discarica abusiva è stata chiusa (ma qualcun'altra è venuta alla luce) e l'Italia deve ancora bonificare la bellezza di 133 discariche. La lista completa aggiornata a giugno 2016, con due mesi di ritardo rispetto al previsto, è stata pubblicata ieri (la trovate in fondo a questo post). Nel marzo del 2016 Galletti, rispondendo ad un "question time" alla Camera, ha promesso che avrebbe stanziato 290 milioni di Euro per le bonifiche (qui il link), somma necessaria secondo i piani regionali. Purtroppo quei soldi non pare siano stati spesi. E, come detto, ci sono ancora 133 discariche abusive sul suolo nazionale. Appena 22 in meno di sei mesi fa. Lo sa anche il "Ministro", che due giorni fa ha ripromesso, sempre in un "question time" alla Camera: "Abbiamo adottato un Piano straordinario di bonifica su 45 discariche in attuazione della legge di stabilità 2014: con le risorse disponibili sono stati immediatamente finanziati interventi per oltre 68 milioni. Con questi soldi potremmo mettere in sicurezza 29 discariche in Abruzzo, Puglia, Sicilia e Veneto". E le altre 88 discariche? Le lasciamo lì? E i 290 milioni promessi a marzo, che fine anno fatto? Galletti farebbe meglio a promettere di meno e a fare di più. Anche perché intanto il tassametro europeo corre a 40 milioni all'anno di multe. La situazione è ancora più grave se consideriamo il fatto che l'elenco dei siti non viene aggiornato, ma è bloccato alla data della sentenza. Logico, in quanto trattasi di una "fotografia" scattata al giorno della sentenza, ma assurdo se pensiamo che il quadro è in continua evoluzione e la situazione attuale non contempla l'ingresso dei nuovi siti che vengono scoperti. E ce ne sono parecchi. Per quest'ultimo aspetto, sconcertante, abbiamo presentato un'interrogazione alla Commissione europea, in modo da fare lue sul reale operato del Governo: "L'Italia è in procedura di infrazione a seguito della sentenza del 2/12/14 (caso C-196/13, procedura di infrazione 2003/2077) per le discariche abusive non bonificate sul territorio nazionale. Al terzo aggiornamento, primo semestre 2016, tali discariche sono 133, contro le 198 iniziali. Purtroppo è da rilevare che tale lista non rappresenta un quadro esaustivo della situazione delle discariche abusive in Italia, in quanto la lista non è dinamica, ma ad esaurimento: non è contemplato, infatti, che entrino in lista le nuove discariche che in questi ultimi anni siano state scoperte. Dato che però, invece, sono molti i casi di nuove discariche abusive venute alla luce in questi anni, Si domanda alla Commissione Europea: - attraverso quali procedure sia possibile segnalare alla Commissione i casi di nuove discariche abusive in Italia; - come ritenga di procedere affinché, una volta verificatane l'esistenza, anche queste nuove discariche siano bonificate".Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it[...]



I lombardi a piedi per colpa di Maroni

Sat, 24 Sep 2016 14:43:50 +0100

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FMovimento5stellelombardia%2Fvideos%2F1287114961307788%2F&show_text=0&width=560" width="560" height="315" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

di Iolanda Nanni – Portavoce Regionale del M5S Lombardia

Per colpa di Maroni i lombardi viaggeranno "A piedi gratis". Si sarebbe potuta chiamare così, in pieno stile maroniano, la nuova campagna di Regione Lombardia sulla mobilità. Infatti il Piano Regionale della Mobilità, passato martedì 20 settembre in aula con il voto contrario del M5S, prevederà il dirottamento del 95% delle risorse (2,2 miliardi circa) su autostrade e tangenziali inutili, mentre solo il 5% delle risorse finanziarie (115 milioni circa) verrà destinato al trasporto pubblico locale, una cifra ridicola rispetto ai bisogni di questo settore. E’ un modello kamikaze che disegna una Lombardia di cemento e asfalto, a cui non bastano i casi fallimentari delle autostrade Bre.Be.Mi e Pedemontana. Peraltro, proprio questa estate è arrivata la seconda lettera di messa in mora della UE, che preannuncia un procedimento di infrazione alla Lombardia per grave inquinamento e che costerà caro e salato ai lombardi. Ignorando tutto ciò, la scelta politica di questo centrodestra lombardo manderà in default l’intero sistema di trasporto pubblico della nostra regione. Come dire ai lombardi, andate A PIEDI! Per questo in aula abbiamo consegnato una finta tessera di abbonamento “A piedi gratis in Lombardia” a Roberto Maroni, all’Assessore Sorte e al Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo.
Il piano è una farsa: fallisce completamente i suoi obiettivi di sostenibilità, rispetto ambientale e innovazione del sistema dei trasporti e della mobilità. E’ un documento che ripropone scelte vecchie che, invece di incentivare i lombardi all’uso dei mezzi pubblici, promuoverà l’uso del mezzo privato, traffico, inquinamento e grandi cattedrali che rimarranno incompiute. Il costo stimato per queste grandi opere è di quasi 7 miliardi, mentre le disponibilità di Regione Lombardia ne coprono meno di un terzo. Uno spreco di risorse immani che finiranno in un buco nero che farà sfregare le mani a speculatori e affaristi. Per contrastare la politica di Maroni il M5S ha messo diverse proposte sul piatto: invertire il rapporto degli investimenti in favore del trasporto pubblico, intervenire sulla manutenzione e potenziamento della rete di trasporto pubblica già esistente, revisionare gli studi e le previsioni di traffico (per la maggior parte obsoleti e incoerenti, come lo stesso PRMT afferma) per verificarne l’effettiva utilità e i reali benefici soprattutto rispetto ai nuovi criteri di sostenibilità, e promuovere forme di partecipazione democratica (seguendo ad esempio l’esempio della Francia) per coinvolgere maggiormente la cittadinanza sulla realizzazione di nuove grandi opere infrastrutturali. Abbiamo operato per far sì che gli investimenti sul trasporto pubblico diventino centrali e strategici per la nostra regione, ma ci siamo scontrati con una Giunta Regionale completamente sorda alle istanze dei territori e della gente. Mandiamolo a casa e rimettiamo in movimento la Lombardia e i cittadini lombardi, non a piedi ma su treni, tram, metropolitane e autobus!


VIDEO FB: https://www.facebook.com/Movimento5stellelombardia/videos/1287114961307788/


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




#Italia5Stelle live da Palermo

Sat, 24 Sep 2016 10:00:30 +0100

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2F10154308459645813%2F&show_text=0&width=560" width="460" height="270" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

Ci vediamo domani alle 10 per la seconda giornata di Italia 5 Stelle! Grazie a tutti coloro che hanno partecipato!

>>> Acquista la maglietta #IoDicoNo per sostenere il MoVimento 5 Stelle su: http://bep.pe/iodicono <<<

Alle 11 inizia #Italia5Stelle al foro italico di Palermo! Dalle 12 inizierà lo streaming.
Dalla mattina inizieranno subito le agorà con i portavoce M5S. A partire dalle 18 sul palco si alterneranno i portavoce M5S e artisti e cantanti.

VIDEO Italia 5 Stelle, prima parte

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2F10154307939900813%2F&show_text=0&width=560" width="460" height="270" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

VIDEO Beppe Grillo sabato mattina al mercato di Ballarò

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fbeppegrillo.it%2Fvideos%2F10153986918691545%2F&show_text=0&width=400" width="400" height="400" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

Saliranno sul palco a partire dalle 18: Beppe Grillo, Davide Casaleggio, Airola, Appendino, Bonafede, Borrelli, Brescia, Castelli, Cioffi, Crippa, Di Battista, Di Maio, Fantinati, Ferraresi, Fico, Giannarelli, Giarrusso, Girotto, La Rocca, Mannino, Martelli, Nugnes, Puddu, Ruocco, Sibilia, Villarosa, Zolezzi.
Ci saranno anche gli interventi di Petra Reski, Walter Stahel, Rob Hopkins e Dario Fo.
Si esibiranno l'Orchestra Todrani, i Merce Fresca e Gigi D'Agostino a partire dalle 22.00.
Per chi non potrà essere fisicamente presente (sigh) sul blog e sarà trasmesso l'evento a partire dalle 10 di oggi e fino alle 18.30 di domenica.
Mandate foto dell'evento se siete al Foro italico o messaggi di sostegno se siete a casa su Twitter, Instagram e Facebook utilizzando l'hashtag #Italia5stelle. Le foto e i messaggi più belli saranno trasmessi sui maxischermi.


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




- 1 a #Italia5Stelle

Fri, 23 Sep 2016 16:40:31 +0100

(image)

di MoVimento 5 Stelle

Italia 5 stelle al via. Domani mattina, a partire dalle 10, parte la terza edizione del raduno nazionale del MoVimento 5 Stelle. Saranno presenti i portavoce nazionali di Camera e Senato, gli europarlamentari, consiglieri regionali e comunali di tutta Italia.

Dalle 10 via alle agorà tematiche con portavoce e cittadini che si confronteranno su: Agricoltura: alla riscoperta delle risorse della terra; Beni culturali: come gestire il patrimonio comune; Le grandi opere che devastano il territorio; Diritto d'autore e digitalizzazione per un'Italia più competitiva; Immigrazione: verso un accoglienza più giusta; Il business dell'immigrazione; Il buon governo dei comuni M5S; Difesa: sovrani sul nostro territorio; Difesa degli animali: una legge contro ogni forma di violenza; No austerity: un bilancio democratico per il benessere dei cittadini; Come gli enti locali possono contrastare il gioco d'azzardo; Inquinamento, il ruolo delle regioni; Trasporti: sicurezza, grandi opere e concessioni autostradali; Turismo: tra riconversione produttiva e opportunità per il futuro; Malasanità e sprechi alimentari; La mafia in giacca e cravatta: gli strumenti per combatterla.

Le agorà si svolgeranno in due aree dedicate e nei gazebo Parlamento italiano e Parlamento europeo. Per chiunque sia interessato al prossimo referendum costituzionale, ci sarà un’area dedicata in cui svolgeranno altre agorà dedicate al tema e alla campagna #iodicono.

Dalle 18 gli interventi dal palco mentre si attende l'arrivo della carovana di moto partita da Siracusa che ha raccolto motociclisti in giro per la Sicilia in pieno stile costituzione coast to coast. La sera largo all'intrattenimento con il dj set di Gigi D'Agostino.

Domenica dalla 10 parliamo di: buon governo nei comuni M5S; Rc auto: per una tariffa piu' equa; Spegniamo gli inceneritori; Difendiamo la sanità pubblica: la salute è un diritto; Sicurezza antiterrorismo: l'Italia e' pronta?; Lavoro: tra crisi e innovazione; Olio, arance e... il nostro made in Italy da difendere; Depurazione acque e consumo di suolo: i danni dell'abusivismo edilizio; Energie rinnovabili, il futuro che vogliamo; Dalla brexit al referendum costituzionale un'Europa in bilico.

La giornata si aprirà, sempre alle 10, con uno spettacolo di docenti sul 'no' al referendum costituzionale che si terrà un una delle aree agorà mentre gli interventi dal palco cominceranno a partite dalle 14.

Per tutti i due giorni i portavoce attenderanno i cittadini nei relativi stand e, inoltre ci saranno aree dedicate a temi di interesse dei cittadini: ci sarà il gazebo anticorruzione, attraverso il quale i cittadini potranno apprendere come dare il proprio contributo per la lotta di questa piaga italica; Sos Equitalia, baluardo a difesa dei cittadini vessati dagli esattori di Stato; stand Microcredito, dove i cittadini potranno informarsi e accedere direttamente ai fondi ministeriali foraggiati dal taglio degli stipendi dei parlamentari del 5stelle; il rogetto Polmoni urbani; il ‘villaggio Rousseau’, dedicato al portale di democrazia diretta del M5S lasciato in eredità al MoVimento da Gianroberto Casaleggio.

Per i più piccoli c’è un’area bimbi con animatori e programma dedicato ai bambini, spazio dedicato ai diversamente abili, spazi ristoro con prodotti tipici. Tutte le informazioni su come raggoungere il Foro italico a Palermo, dove parcheggiare, dove alloggiare e come muoversi sono disponibili su http://www.movimento5stelle.it/italia5stelle/


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




#StopVitalizi: insieme possiamo farcela

Fri, 23 Sep 2016 16:38:26 +0100

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2F10154305021405813%2F&show_text=0&width=560" width="560" height="315" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

di MoVimento 5 Stelle Puglia

Nei mesi scorsi il Movimento 5 Stelle Puglia ha per la prima volta reso pubblico l’elenco dei 208 ex consiglieri regionali o familiari, che ad oggi percepiscono i vitalizi. Si tratta di vere e proprie pensioni d’oro che arrivano pensate fino ad oltre 11.000 € al mese dopo solo 3 legislature mentre un cittadino qualsiasi matura il proprio diritto ad una pensione, spesso da fame, dopo almeno quarant’anni.

Contestualmente noi del Movimento 5 Stelle Puglia abbiamo presentato una proposta di legge che chiede l’abolizione dei vitalizi e il ricalcolo degli stessi secondo il metodo contributivo in modo che chi oggi percepisce ad esempio 8000€ arrivi a percepirne 2400€, una pensione più che dignitosa.
Questo perché la pensione è un diritto, mentre il vitalizio è un insostenibile privilegio.

Solo in Puglia infatti i vitalizi costano ai pugliesi circa 15 milioni di euro l’anno e se la nostra proposta divenisse legge ci permetterebbe di risparmiare ben 10 milioni. Pensate che, secondo i calcoli che abbiamo fatto sulla base dei dati ISTAT, eliminare il privilegio a queste 208 persone permetterebbe di dare un reddito di cittadinanza a ben 4460 famiglie!

Nei giorni scorsi abbiamo toccato il fondo. L’ufficio di presidenza del Consiglio regionale, presieduto dal consigliere PD Mario Loizzo, ha addirittura pensato bene, facendo seguito a quello che era un mero parere dell’agenzia delle entrate e non un obbligo, addirittura di abbassare la tassazione IRPEF sui vitalizi. Questo si tradurrà in un aumento anche di 700€/800€ per chi oggi già percepisce pensioni da favola.

Se siamo arrivati a questo livello di ostilità sociale è perché le persone sono esasperate e proprio approvando le nostre numerose proposte di legge (che per adesso sono ferme a prender polvere) si potrebbe ridurre l’astio fra i cittadini e la politica.

Abbiamo bisogno che il Presidente Emiliano esca dagli studi televisivi e inizi ad occuparsi dei problemi della Puglia per i quali in campagna elettorale sembrava avere tante soluzioni e che il presidente del consiglio Loizzo calendarizzi la nostra proposta di legge. MA ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Puoi supportare la nostra battaglia in diversi modi:

1) Oggi stesso scrivi un tweet al presidente @micheleemiliano utilizzando l’hashtag #STOPVITALIZI. Chiedi che si impegni concretamente perchè l’Ufficio di Presidenza del Consiglio, con la SUA maggioranza, si impegni per far calendarizzare al più presto la nostra proposta di legge che abolisce questo ingiusto e insostenibile privilegio.

2) Se vieni a Palermo per Italia5Stelle non dimenticarti di passare dal gazebo Puglia, lì raccoglieremo le firme per chiedere la calendarizzazione della nostra proposta di legge.

INSIEME POSSIAMO FARCELA!

#STOPVITALIZI


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




In Sicilia un concorso di idee di rigenerazione urbana

Fri, 23 Sep 2016 16:37:39 +0100

src="https://player.vimeo.com/video/182990127" width="640" height="360" frameborder="0" webkitallowfullscreen mozallowfullscreen allowfullscreen> Spot Boom Polmoni Urbani from Sicilia5Stelle on Vimeo. di MoVimento 5 Stelle Sicilia Possiamo cambiare la nostra terra dando fiducia ai nostri ragazzi? Possiamo recuperare un luogo restituendolo alla collettività? Possiamo ricreare una comunità di persone che possano sentirsi parte di un territorio? Il Movimento 5 Stelle Sicilia ha cercato di dare una risposta a queste domande, e per fare ciò ha istituito un concorso di idee di rigenerazione urbana chiamato "Boom Polmoni Urbani" in collaborazione con il Farm Cultural Park di Favara. Scopo della nostra iniziativa è di dare un'opportunità ai giovani Siciliani e alla loro voglia di costruire il proprio futuro nella loro terra, senza dover emigrare in cerca di fortuna. Abbiamo quindi aperto un bando e messo in palio 360.000 € a fondo perduto per i tre migliori progetti scelti tra oltre 180 proposte pervenuteci grazie al lavoro di una giuria di qualità. Il tema del bando è stato volutamente lasciato libero, perchè crediamo le le migliori idee possano venir direttamente dai cittadini, cioè da coloro che vivono quotidianamente i luoghi e conoscono le esigenze ed i bisogni del territorio. Il ruolo della politica deve essere quello di dare gli strumenti e le opportunità a chiunque voglia mettere in pratica una buona idea. Seguendo l'esempio di Farm Cultural Park, abbiamo capito che il valore della nostra iniziativa risiede nella presenza di un immobile che possa assumere un ruolo centrale nello svolgimento del progetto. Un luogo fisico che diventi forza attrattiva per tutta la collettività, che in esso si identifichi e decida di investire. Un luogo che sia nuovo centro per la formazione di una comunità di persone pronte a credere nella rinascita nel territorio di origine. I tre progetti vincitori sono di natura eterogenea, e geograficamente ricoprono tre aree distinte e distanti dell'isola, che nello specifico sono: "Street factory eclettica" di Caltanissetta, "Periferica" di Mazara del Vallo, e "Trame di Quartiere" di Catania. Street Factory Eclettica (Caltanissetta): Il progetto intende realizzare un polo attrattivo sportivo-culturale e di aggregazione sociale attraverso la riqualifica di una ex pista di pattinaggio in disuso, integrandone all’interno lo skatepark comunale. Oltre all’ambito di intervento sportivo, l’idea mira ad un connubio artistico culturale realizzando una “Street Factory”, la prima nel suo genere in Italia e in tutta Europa, che comprenda anche orti urbani, aree di work- shop, corsi ed attività didattiche. Periferica (Mazara del Vallo): Un progetto di rigenerazione urbana che da due anni ha avviato nella periferia di Mazara del Vallo un processo di indagine, progettazione e costruzione partecipata, che pone il cittadino nella condizione di poter intervenire positivamente sul proprio territorio. Il progetto culmina in un festival rivolto soprattutto a studenti universitari, che attraverso workshop producono progetti d’architettura, allestimenti urbani e piani di comunicazione volti allo sviluppo di una pressata area di progetto. Trame di Quartiere (Catania) ll progetto nasce dalla consapevolezza che sia possibile usare le arti performative e audiovisive per riscoprire il patrimonio culturale di un luogo, rafforzare le relazioni cooperative tra le comunità che la abitano e costruire un’offerta culturale aperta a nuovi pubblici, al fine di attivare processi di rigenerazione urbana. Attraverso questa innovativa modalità si vuol rendere fruibile una significativa parte del centro storico della città di Catania, l’antico quartiere, oggi degradato, di San Berillo.Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it[...]



Il “Villaggio Rousseau” a #Italia5Stelle

Fri, 23 Sep 2016 12:00:05 +0100

>>> E' in corso la seconda votazione di Lex Iscritti: VOTA ADESSO [...]



Mattia Fantinati per Italia 5 Stelle

Fri, 23 Sep 2016 10:37:54 +0100

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2F10154304446840813%2F&show_text=0&width=560" width="560" height="315" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">

di Mattia Fantinati

Ciao a tutti. Ci vediamo il 24 e 25 settembre a Palermo dove vi dimostrerò coi numeri alla mano che se il governo avesse investito allo stesso modo in cui ha investito sulle banche, sulle assicurazioni, sulle grosse società di energia, se avesse investito per la piccole e media impresa, o sul turismo, oppure sul Made in Italy, vivremmo sicuramente in un altro Paese e avremmo un altro tipo di economia. Noi come M5S abbiamo queste proposte vere e concrete. Alcune sono già state approvate, ma la nostra lotta continua. Il Paese che vogliamo, è rilanciare l’economia dalle piccole e medie imprese. Ci vediamo a Palermo il 24 e 25 settembre, e abbiamo bisogno di voi, della vostra presenza e di una vostra piccola donazione. Noi ci finanziamo così.


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




Monte dei Paschi di Siena: uno scandalo a spese dei cittadini

Fri, 23 Sep 2016 10:17:50 +0100

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2F10154304422990813%2F&show_text=0&width=560" width="475" height="270" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true"> >>> E' in corso la seconda votazione di Lex Iscritti: VOTA ADESSO [...]



Vota su Rousseau le proposte di legge degli iscritti M5S

Fri, 23 Sep 2016 10:00:04 +0100

(image)

Oggi si terrà la seconda votazione delle proposte di Lex Iscritti. La votazione è aperta a tutti gli iscritti al MoVimento 5 Stelle entro il 1 gennaio 2016 con documento certificato. Ogni iscritto ha a disposizione 5 preferenze e può scegliere tra le 193 proposte di legge che rispettavano i requisiti formali e che sono consultabili a questo link visibile a tutti, iscritti e non. Le votazioni sono aperte dalle 10 alle 19 di oggi. Accedi qui per votare!
Le prime due proposte di legge più votate saranno prese in carico dai portavoce del MoVimento 5 Stelle in Parlamento i quali si occuperanno di redigerle nelle forme adeguate per la presentazione nella commissione di competenza e scriverne l'articolato. Alla scorsa votazione le prime due sono state quelle di Oreste Mori e Daniele Todisco. Al termine del percorso su Lex i portavoce 5 Stelle presenteranno la proposta di legge in Parlamento assieme all'iscritto proponente la legge, il quale verrà anche citato all'interno del testo depositato per evidenziarne l'operato volontario per il bene della collettività.
Grazie a tutti gli oltre 10.000 piccoli donatori che hanno supportato economicamente Rousseau con una donazione media di circa 30 euro e permesso la votazione di oggi. Buon voto a tutti.

VIDEO Toninelli e Di Maio presentano Lex Iscritti

src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmovimentocinquestelle%2Fvideos%2Fvb.174457180812%2F10153978015585813%2F%3Ftype%3D3&show_text=0&width=560" width="460" height="270" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true">


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it