Subscribe: STELLE CADENTI
http://blog.libero.it/Ladiary/index.rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade C rated
Language: Italian
Tags:
agrave  albero natale  anche  anno  casa  che  cose  delle  egrave  mio  momento  nel  quello che  quello  sempre  solo  sono  stessa 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: STELLE CADENTI

Rue Nungesser...



dolci pensieri di una ragazza in Francia



Last Build Date: Tue, 23 Oct 2012 23:14:57 +0200

 



Pour l'istant...

Mon, 03 Sep 2012 20:12:18 +0200

Per il momento...

Quante volte avete sentito dire o avete detto voi stessi "per il momento"...?

"per il momento voglio questo"

"per il momento mi va bene così"....

Cosa significa davvero per voi?

significa vivere nel presente o non sapere quello che si vuole davvero???


 

 

 




L'albero

Fri, 30 Dec 2011 15:18:52 +0200

Considero il 30 dicembre come l'ultimo giorno dell'anno...è l'ultimo giorno in cui si vive ancora davvero nell'anno in corso, mentre il 31 la maggior parte delle persone è gia proiettata verso l'anno nuovo, la cena da preparare, organizzare la location scelta per festeggiare, il trucco, il parrucco...Quest'anno per me è stato estremamente ricco e pieno, un po come un albero di natale super addobbato, anche con decorazioni che non c'entrano molto l'una con l'altra...Forse un albero di Natale cosi non lo definirei bellissimo, però sicuramente ogni pallina ha una sua storia invece delle perfette palline lucide e tutte uguali comprate al supermercato...Questo 2011 è iniziato con una grande speranza e una grande richiesta che ho fatto a me stessa, quella di essere coraggiosa.Volevo tornare a vivere in Francia, nella città in cui ho fatto la ragazza alla pari nel 2010, ma in pochi sanno come è difficile ripartire, mollare affetti amici e famiglia, anche solo abbandonare il tuo letto...All'inizio dell'anno avevo un lavoro che non mi piaceva per niente, nella classica azienda piena di incompetenti, in cui vedi solo disorganizzazione, clienti insoddisfatti e arrabbiati, impiegate arroganti, e giornate che non finiscono mai..e poi mai....Il mio contratto terminava a Maggio, si ventilava l'ipotesi di un rinnovo a tempo indeterminato, ma l'unica ragione che mi avrebbe tenuto legata a questa azienda sarebbe stata essere madre di 2 gemelli lattanti e avere un marito senza lavoro.  COsi la sera, stanca morta, e spesso con i nervi a fior di pelle, mi mettevo su internet a cercare una casa, ma, quando ricevevo una mezza risposta da un proprietario che si diceva interessato al mio annuncio venivo assalita da una fortissima paura e istintivamente avevo voglia di cancellare tutto, staccare il computer, non accenderlo mai più e tornare tranquilla dietro il bancone della reception a lavorare, che mi dava la depressione, ma aveva un che di rassicurante...Per questo serve tanto coraggio e tanto impegno per non tradire se stessi e i propri sogni..Alla fine, comuque, ce l'ho fatta, ho trovato una piccola e deliziosa casetta nella città incantata di Biarritz, sono partita dopo mille magoni e ho iniziato una mia vita...una nuova vita senza le cose e le persone che conoscevo già, ricominciando quasi da zero, unica persona fedelissima a me stessa, sempre me stessa.Quel periodo durato 3 mesi è stato estremamente tenero e anche divertente, e per la prima volta mi sono sentita veramente una padrona di casa, meglio di una regina nel suo castello...tranne che il mio castello misurava 25 metri quadrati...Adoravo tutto di quella casa, sopratutto la luce del mattino, che si intrufolava attraverso quelle 2 piccole finestre e sembrava che volesse farmi compagnia mentre ero presa dalle attività mattiniere, sgomberavo i resti della colazione o riordinavo i vestiti...Nel frattempo mi sono ricreata un piccolo mondo, ho conosciuto delle persone, nuovi amici, ne ho ritrovati altri che avevo perso di vista dopo l'esperienza da ragazza alla pari, facevo la spesa, invitavo le amiche a cena, uscivo la sera, insomma, ho dimenticato lo stress di quella aziendaccia che mi procurava solo un misero stipendio, tante arrabbiature e nessuna soddisfazione.Poi, 3 mesi dopo, ho cambiato casa.Solo io so con quanto dispiacere  sono andata per l'ultima volta a pulire le ultime cose e a chiudere la porta, quello era il mio nido...Nonostante questo piccolo "dolore" mi sono presto affezionata anche al nuovo appartamento, che ha un'anima un po retrò, luminoso, piu spazioso ma sempre piccolino (40 mq) e a mia misura.I momenti brutti, quelli che nell'albero di natale assomiglierebbero a delle palline nere e di carbone, sono stati i dubbi che a volte mi assalgono, nel cuore della notte, come delle voci cattive che mi dicono che sono lontana ed egoista, e che non abbiamo molto tempo per stare vicino alle persone care, vedi i genitori, e che cosi sto sprec[...]



two

Mon, 04 Jul 2011 13:50:04 +0200

Ho appena finito di pranzare e ho capito una cosa.

quello che sto facendo, lo sto facendo per me.

ho passato un anno a lavorare per gli altri, la reception doveva essere sempre perfetta perche i miei colleghi potevano aver  bisogno di qualcosa in ogni momento.

i cataloghi sempre pronti, il computer sempre acceso, carta e penna a portata di mano.

IL mio lavoro non consisteva a preparare documenti, mail, e varie cose per me, ma ero al servizio dei colleghi e ovviamente dei clienti.

ora pulisco la mia casa, lo faccio per me. preparo da mangiare per me. vado al mare a leggere un libro per me. a volte sono sola, a volte in compagnia...anche stare da sola è bello...posso dire che mi rigenera

avevo bisogno di passare un periodo con me stessa, per me stessa




one

Mon, 04 Jul 2011 12:46:29 +0200

Ho un'amica che dove la metti sta.

è a bologna?? lei si diverte come una matta

è in america? guardi le sue foto dove ride come una pazza

è in spagna? ride, balla, gioca, ama, abbraccia, bacia....

è davvero meravigliosa

Voglio ridere ovunque sono, voglio godere delle piccole cose, voglio trovare la felicità in tutto quello che faccio

quando mangio una crèpe, quando ascolto una canzone, quando un amico mi abbraccia, quando sono da sola con il mio pc sulle gambe.

è possibile? io ci sto provando.

 




3 agosto 2010

Tue, 03 Aug 2010 19:28:18 +0200

Ehm....

FORSE torno...ho bisogno di mettere nero su bianco alcune cose, e il mio fidato blog mi sembra il mezzo migliore...

Dal momento che mettere in piazza su facebook i miei stati d'animo fa un po troppo reality show...visto che li' tutti mi conoscono, almeno qui posso scrivere quello che mi pare, vista la mia lunga assenza dubito che qualcuno mi leggerà ancora...e non importa.

In fondo voglio solo parlare a me stessa.