Subscribe: Sicurezza d lgs 81 2008
http://sicurezza626.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade A rated
Language: Italian
Tags:
che  corso  dati  degli  dei  della  delle  essere  formazione  gestione  hse  learning  può  sicurweb  sistema  sono 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Sicurezza d lgs 81 2008

Sicurezza d lgs 81 2008



D lgs 81 sicurezza sul lavoro HSE



Updated: 2018-01-19T16:03:45.328+01:00

 



RPD - Responsabile della protezione dei dati

2018-01-19T16:03:45.870+01:00

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), che esplicherà i propri effetti a partire dal 25 maggio 2018, offre un quadro di riferimento in termini di compliance per la protezione dei dati in Europa, aggiornato e fondato sul principio di responsabilizzazione (accountability). I responsabili della protezione dei dati (RPD) saranno al centro di questo nuovo quadro giuridico in molti ambiti, e saranno chiamati a facilitare l’osservanza delle disposizioni del RGPD. In base al RGPD, alcuni titolari del trattamento e responsabili del trattamento sono tenuti a nominare un RPD2. Ciò vale per tutte le autorità pubbliche e tutti i soggetti pubblici,indipendentemente dai dati oggetto di trattamento, e per altri soggetti che, come attività principale, effettuino un monitoraggio regolare e su larga scala delle persone fisiche ovvero trattino su larga scala categorie particolari di dati personali.Anche ove il regolamento non imponga in modo specifico la designazione di un RPD, può risultare utile procedere a tale designazione su base volontaria. Il Gruppo di lavoro “Articolo 29” (Gruppo di lavoro) incoraggia gli approcci di questo genere. La figura del RPD non costituisce una novità assoluta. La direttiva 95/46/CE3 non prevedeva alcun obbligo di nomina di un RPD, ma in molti Stati membri questa è divenuta una prassi nel corso degli anni. Ancor prima dell’adozione del RGPD, il Gruppo di lavoro ha sostenuto che questa figura rappresenti un elemento fondante ai fini della responsabilizzazione, e che la nomina del RPD possa facilitare l’osservanza della normativa e aumentare il margine competitivo delle imprese. Oltre a favorire l’osservanza attraverso strumenti di accountability (per esempio,supportando valutazioni di impatto e conducendo o supportando audit in materia di protezione dei dati), i RPD fungono da interfaccia fra i soggetti coinvolti: autorità di controllo, interessati, divisioni operative all’interno di un’azienda o di un ente.I RPD non rispondono personalmente in caso di inosservanza del RGPD. Quest’ultimo chiarisce che spetta al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento garantire ed essere in grado di dimostrare che le operazioni di trattamento sono conformi alle disposizioni del regolamento stesso (articolo 24, paragrafo 1). L’onere di assicurare il rispetto della normativa in materia di protezione dei dati ricade sul titolare del trattamento o sul responsabile del trattamento.Inoltre, al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento spetta il compito fondamentale di consentire lo svolgimento efficace dei compiti cui il RPD è preposto. La nomina di un RPD è solo il primo passo, perché il RPD deve disporre anche di autonomia e risorse sufficienti per svolgere in modo efficace i propri compiti.Il RGPD riconosce nel RPD uno degli elementi chiave all’interno del nuovo sistema di governance dei dati, e prevede una serie di condizioni in rapporto alla nomina, allo status e ai compiti specifici. Le presenti linee guida intendono fare chiarezza sulle pertinenti disposizioni del regolamento al fine di favorire l’osservanza della normativa da parte di titolari del trattamento e responsabili del trattamento; inoltre, le linee guida vogliono essere di ausilio ai RPD nell’esecuzione dei compiti loro attribuiti. Il presente documento contiene anche alcune raccomandazioni, in termini di migliori prassi, che scaturiscono dall’esperienza accumulata in alcuni Stati membri. Il Gruppo di lavoro monitorerà l’attuazione delle linee guida qui presentate e provvederà alle integrazioni che si riveleranno opportune.Download - Linee guida sui responsabili della protezione dei datiinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Consigli per rispettare la privacy se si usa un drone a fini ricreativi

2018-01-18T10:33:19.566+01:00

1. Segui sempre le regoleUsare i droni per scopi ricreativi è lecito e divertente, ma occorre sempre rispettare la privacy degli altri e informarsi bene sulle regole previste dall’ENAC per far volare i Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (www.enac.gov.it).2. Fai attenzione alle ripreseSe si fa volare a fini ricreativi un drone munito di fotocamera in un luogo pubblico (parchi, strade, spiagge) è meglio evitare di invadere gli spazi personali e l’intimità delle persone. La diffusione di riprese realizzate con il drone (sul web, sui social media, in chat) può avvenire solo con il consenso dei soggetti ripresi, fatti salvi particolari usi connessi alla libera manifestazione del pensiero, come quelli a fini giornalistici. Negli altri casi, quando è eccessivamente difficile raccogliere il consenso degli interessati, è possibile diffondere le immagini SOLO se i soggetti ripresi non sono riconoscibili, o perché ripresi da lontano, o perché si sono utilizzati appositi software per oscurare i loro volti. Occorre poi evitare di riprendere e diffondere immagini che contengono dati personali come targhe di macchine, indirizzi di casa, ecc. Le riprese che violano gli spazi privati altrui (casa, giardino domestico) sono invece SEMPRE da evitare, anche perché si potrebbero violare norme penali.3. Rispetta gli altriLa presenza di un drone che effettua riprese nelle vicinanze può dare la sensazione di essere osservati, inducendo disagio e influenzando il normale comportamento delle persone. E’ quindi buona regola usare questi strumenti senza invadere la sfera personale degli altri, magari anche comunicando preventivamente le proprie intenzioni. Ad esempio, se si vuole far volare un drone per riprendere una festa nel proprio giardino di casa, sarebbe bene prima avvisare i vicini, che hanno il diritto di chiedere di non essere – anche solo inavvertitamente – ripresi nel loro privato. Un’altra buona pratica da seguire è quella di fare in modo che il pilota del drone sia sempre ben visibile, così da non suscitare sospetti o allarme negli altri.4. Non diventare un «orecchio indiscreto»Non si possono usare droni per captare volontariamente conversazioni altrui. Eventuali frammenti di conversazione registrati in modo accidentale possono essere utilizzati (ad esempio, per pubblicare un video online) SOLO se NON rendono riconoscibile il contesto, cioè il contenuto dei discorsi e le persone coinvolte.5. A prove di privacyIn base a quanto previsto dal nuovo Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (Regolamento UE 2016/679), i droni, come tutti i dispositivi elettronici, devono rispettare i principi di privacy by design e privacy by default. Cioè devono essere costruiti e configurati per raccogliere meno dati possibile. .6. Come tutelare la tua privacySe è possibile individuare il pilota del drone, si possono chiedere a lui informazioni su come intende utilizzare le riprese ed eventualmente negare il consenso al trattamento dei dati raccolti, specie se sono previste forme di diffusione delle immagini. E nel caso si ritenesse di essere stati vittime di violazioni della propria privacy, ci si può rivolgere al Garante per la protezione dei dati personali o, in alternativa, all’Autorità giudiziaria.Fonte: www.garanteprivacy.itinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Diritto alla portabilità dei dati

2018-01-16T15:57:13.594+01:00

Cosa è?È un diritto innovativo previsto dall'articolo 20 del regolamento (Ue) 2016/679 che consente all'interessato di ricevere i dati personali forniti a un titolare, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, e di trasmetterli a un altro titolare del trattamento senza impedimenti. Quali vantaggi può offrire? facilitare il passaggio da un fornitore di servizi all'altro:consentire la creazione di nuovi servizi nel quadro della strategia dell'Ue per il mercato unico digitale;offrire la possibilità di "riequilibrare" il rapporto fra interessati e titolari del trattamento tramite l'affermazione dei diritti e del controllo spettanti agli interessati in rapporto ai dati personali che li riguardano.Cosa permette di fare?ricevere dati personali trattati da un titolare e conservarli su un supporto personale o un cloud privato in vista di un utilizzo ulteriore per scopi personali, senza trasmetterli necessariamente a un altro titolare (es: recuperare l'elenco dei brani musicali preferiti detenuto da un servizio di musica in streaming, per scoprire quante volte si sono ascoltati determinati brani):trasmettere dati personali da un titolare del trattamento a un altro titolare del trattamento (es: un diverso fornitore di servivi). L'esercizio del diritto alla portabilità dei dati non pregiudica nessuno degli altri diritti dell'interessato, che può, per esempio:continuare a fruire del servizio offerto dal titolare anche dopo un'operazione di portabilità:esercitare il diritto di cancellazione (o "diritto all'oblio") ai sensi dell'art. 17 del regolamento.Quando trova applicazione?Per essere portabili i dati devono:essere dati personali chiaramente riferibili all'interessato.Sono quindi ad esempio esclusi dati anonimi:essere trattati sulla base del consenso preventivo dell'interessato o di un contratto di cui è parte l'interessato:essere trattati attraverso strumenti automatizzati. Sono quindi esclusi gli archivi e registri cartacei:essere stati forniti consapevolmente e in modo attivo dall'interessato (ad. es., i dati di registrazione inseriti compilando un modulo online, come indirizzo postale, nome utente, età, ecc.)Sono compresi anche i dati osservati forniti dall'interessato attraverso la fruizione di un servizio o l'utilizzo di un dispositivo (es: la cronologia delle ricerche effettuate dall'interessato, i dati relativi al traffico, i dati relativi all'ubicazione, dati grezzi come la frequenza cardiaca registrata da dispositivi sanitari o di fitness.)Il diritto alla portabilità non si applica invece ai "dati inferenziali" né ai "dati derivati" (es: l'esito di una valutazione concernente la salute di un utente o il profilo creato al fine di attribuire uno score creditizio o di ottemperare a normativa atiriciclaggio). L'esercizio del diritto alla portabilità non deve ledere i diritti e le libertà altrui.I dati portabili devono essere forniti in un formato "interoperabile", ossia in un formato che ne consenta il riutilizzo. I titolari potranno utilizzare formati di impiego comune, se già esistenti, oppure utilizzare formati aperti (es. XML), ovvero sviluppare formati interoperabili e strumenti informatici che consentono di estrarre i dati pertinenti.Download WP242 - Domande frequentiFonte: www.garanteprivacy.it infotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Protezione dei dati

2018-01-15T15:44:59.043+01:00

Quando un trattamento può causare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone interessate (a causa del monitoraggio sistematico dei loro comportamenti, o per il gran numero dei soggetti interessati di cui sono magari trattati dati sensibili, o anche per una combinazione di questi e altri fattori), il regolamento 2016/679 obbliga i titolari a realizzare una valutazione di impatto prima di darvi inizio, consultando l’autorità di controllo in caso le misure tecniche e organizzative da loro stessi individuate per moderare l’impatto del trattamento non siano ritenute sufficienti – cioè, quando il rischio rimanente per i diritti e le libertà degli interessati resti elevato.Si tratta di uno degli elementi di maggiore rilevanza nel nuovo quadro normativo, perché esprime chiaramente la responsabilizzazione (accountability) dei titolari nei confronti dei trattamenti da questi eseguiti. I titolari sono infatti tenuti non soltanto a garantire l’osservanza delle disposizioni del regolamento, ma anche a dimostrare adeguatamente in che modo garantiscono tale osservanza; la valutazione di impatto ne è un esempio.Le linee-guida del WP29 offrono alcuni precisazioni sul punto; in particolare, precisano quando una valutazione di impatto sia dovuta (oltre ai casi espressamente indicati dal regolamento all’art. 35), chi debba condurla (il titolare, coadiuvato dal responsabile della protezione dei dati, se designato), in cosa essa consista (fornendo alcuni esempi basati su schemi già collaudati in alcuni settori), e la necessità di interpretarla come un processo soggetto a revisione continua piuttosto che come un obbedienza una tantum.Le linee-guida precisano, peraltro, anche quando una valutazione di impatto non sia richiesta: ciò vale, in particolare, per i trattamenti in corso che siano già stati autorizzati dalle autorità competenti e non mostrino modifiche significative prima del 25 maggio 2018, data di piena applicazione del regolamento.Il messaggio finale delle linee-guida (già sottoposte a consultazione pubblica) è che la valutazione di impatto compone una buona prassi al di là dei requisiti di legge, poiché attraverso di essa il titolare può ricavare indicazioni importanti e utili a scansare incidenti futuri. In questo senso, la valutazione di impatto permette di realizzare concretamente l’altro indispensabile principio fissato nel regolamento 2016/679, ossia la protezione dei dati fin dalla fase di progettazione (data protection by design) di qualsiasi trattamento.Download Linee-guidaFonte: www.garanteprivacy.itinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Pianificazione e gestione audit

2018-01-12T10:06:10.385+01:00

L'attuazione sistematica e documentata del processo di Audit interno è lo strumento per pianificare e verificare periodicamente l'attuazione del sistema di gestione, la sua idoneità ed eventuali necessità di integrazioni e correzioni. Tutte le misure di prevenzione e protezione, gli obiettivi della politica aziendale, gli interventi di miglioramento sono sottoposti a verifica periodica per stabilirne lo stato di avanzamento e la loro attuazione.Obiettivi dell'audit sono:l'accertamento dell'adeguatezza e/o dell'efficacia dell'interno sistema di gestione o di una parte;l'accertamento dell'adeguatezza e/o dell'efficacia e/o della corretta attuazione dell'interno sistema di gestione o di una sua parte quando applicato a processi produttivi;l'accertamento dell'efficacia di azione correttive o preventive programmate:la prevenzione del sorgente di problemi riscontrati come non conformità e che possono minare la salute e la sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro:l'individuazione di aree di miglioramentoTramite SICURWEB sarà semplice e immediato gestire e pianificare il processo di audit interno tramite il nuovo modulo AUDIT.SICURWEB propone totalmente online il modulo AUDIT per la pianificazione e gestione degli audit per la rilevazione dei dati necessari per la valutazione dell’efficienza ambientale, della sicurezza e della qualità.Il modulo integrato tra Salute, Sicurezza, Ambiente, Qualità, Energia e Sicurezza Alimentare, gestisce un sistema di monitoraggio e controllo da parte di tutti i dipendenti a diversi livelli.Principali funzionalitàSettaggi aree e repartiSettaggi sistemi auditatiSettaggi checklist con struttura divisa in campo e riferimento e domandeProfilazione verticale per tipologia di audit, i responsabili gestiranno soltanto gli audit di propria competenza (esempio solo qualità oppure solo ambiente, ecc.)Profilazione e gestione auditor e co-auditorProfilazione e gestione responsabili del sistema auditatoCalendario AUDIT: pianificazione mensile degli audit con allert e scadenzarioProtocolli AUDIT divisi per HSE, Energy e Food qualityGestione del report di audit con segnalazioni e apertura azioni correttive/preventiveStampa report di audit in pdfChecklist in automatico associate ad area/reparto/sistema auditatoCreazione e gestione azioni correttive e preventive con verifica attuazione e efficaciaScadenzario azioni correttive/preventive ancora aperte e report tempi rispettatiGestione chiusura dell’auditInvio automatico di email ai responsabili e auditor/coauditorGestore notifiche per gli audit pianificati, email ogni primo del mese in base al calendario degli auditGestore notifiche per le azioni correttive/preventive scadenzate in fase di attuazione>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Il sistema HACCP

2018-01-10T10:33:26.875+01:00

Con l’introduzione del DGR N. 1105/2013 gli operatori del settore alimentare che svolgono operazioni “semplici” possono adottare le “Disposizioni regionali di indirizzo programmatico in materia di coordinamento, trasparenza e semplificazione dei controlli nel settore della sicurezza alimentare e della sanità pubblica veterinaria”.Il sistema HACCP è una metodologia sistematica per l’individuazione, la prevenzione e il controllo dei rischi di natura biologica, chimica o fisica che possono inficiare la salubrità di un alimento. I principi del sistema HACCP possono essere applicati a qualsiasi segmento della filiera alimentare, anche se deve essere prevista una flessibilità che conduce ad una applicazione semplificata per alcune imprese alimentari. E’ possibile procedere però alla semplificazione dei documenti che sintetizzano le modalità di applicazione dei prerequisiti e alle registrazioni.HACCP REGIONE LOMBARDIA: nuovo modulo di SICURWEB per la redazione del MANUALE DI AUTOCONTROLLO SEMPLIFICATO REGIONE LOMBARDIA, ai sensi del DGR N. 1105/2013.PRINCIPALI FUNZIONALITA’- Archivi di base per Fasi lavorative, Rischi e Pericoli, Azioni preventive, Azioni correttive, Azioni di Monitoraggio, Limiti Critici: Gli archivi possono essere modificati e implementati ulteriormente dall’utente- Archivio prototipi per attività alimentari: bar, pasticceria, gelateria, negozi di alimentari, macelleria, panificio, ecc.- Descrizione ambienti di lavoro con upload planimetrie- Scheda prodotti e tempi di conservazione- Organigramma aziendale per stesura team HACCP- Descrizione attrezzature e impianti di lavoro- Elenco fasi di lavoro con diagramma di flusso e gestione non conformità- Analisi dei pericoli come da allegato C1 MANUALE BPI- Procedure dell’impresa alimentare: Pulizia, disinfezione e sanificazione con elenco prodotti e piano di sanificazione; Piano di disinfestazione; Gestione rifiuti e potabilità acque; Manutenzione dei macchinari-attrezzature-locali; Gmp Good Manufacturing Practice- Piano di sanificazione- Piano di disinfezione- Formazione interna del personale con procedura di informazione e formazione- Rintracciabilità alimenti: procedura elenco fornitori; procedura registrazione merci non conformi; Determinazione del sistema di monitoraggio; Determinazione delle azioni correttive e gestione del rischio; registro non conformità- Gestione e rintracciabilità M.O.C.A.- Tipologia di Additivi Alimentari, Enzimi, Aromi prodotti/confezionati/tenuti in deposito.- Diete speciali e allergeni.- Gestione della documentazione: upload e conservazione documenti.- Stampa del manuale di autocontrollo: il file sarà visualizzato in formato rtf per ulteriori personalizzazioni e modifiche prima della stampa finale.>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



La formazione sicurezza d lgs 81

2018-01-04T10:23:18.349+01:00

(image) La formazione sicurezza d lgs 81 non può far tutto, ma può aiutare molto, quelle aziende che decidono di iniziare seriamente un percorso di miglioramento. Ci sono però alcune riflessioni da fare sull’ attuale offerta formativa.
Il datore di lavoro, cioè, organizza l’attività di impresa per portare a termine il lavoro che dovranno svolgere i dipendenti, i quali si devono attenere a quanto viene loro richiesto, ma nel fare questo il datore di lavoro ha l’obbligo di salvaguardare l’integrità psicofisica dei lavoratori eliminando o cercando di ridurre al massimo i rischi che possono procurare dei danni a questi soggetti.
La formazione è e rimane un punto cardine del processo di salvaguardia dei lavoratori, dai possibili pericoli e rischi presenti nei luoghi di lavoro. Ma, in giro si sentono tante inesattezze e versioni a dir poco improbabili.
Inseriamo un documento che riepiloga la formazione sicurezza lavoro con alcuni termini, dei quali è necessario comprendere esattamente il significato, onde evitare fraintendimenti e interpretazioni scorrette. Soggetto formatore – Soggetto erogatore – Accreditamento – Diretta emanazione – Corso – Edizione del corso – Organismo paritetico
Un’altra riflessione meritano, poi, anche le modalità con cui si dovrebbe scegliere un corso di formazione alla sicurezza.
La domanda che ci si deve porre, prima di scegliere quale corso di formazione alla sicurezza frequentare, è: qual è il livello qualitativo che mi aspetto dal corso?
Questo è un punto fondamentale e vale, oltre che per i corsi per i datori di lavoro-RSPP, i lavoratori, i preposti e i dirigenti previsti dagli Accordi, anche per i corsi per CSP/CSE o per RSPP/ASPP.




Gestione Formazione

2018-01-03T16:17:48.034+01:00

Il modulo GESTIONE FORMAZIONE rappresenta l’innovativo e completo gestionale per l’organizzazione della formazione aziendale per la salute e la sicurezza dei lavoratori, tramite veloci operazioni si potrà ottenere la gestione e la preparazione delle aule virtuali, dei corsisti e dei formatori, report sui costi, ricavi, stampa attestato di partecipazione e registro presenze. In questo modo si ha a disposizione totalmente on line un valido strumento informatico potente ed efficace per gestire i corsi di formazione e le aule virtuali. Caratteristiche Principali Calendario delle Formazioni: saranno riportati tutti i corsi/aule ancora aperti, con relativi dettagli e partecipanti Anagrafica corsisti esterni: possibilità di creare un’anagrafica per i corsisti esterni (laddove siano diversi dai dipendenti delle società di SICURWEB) Anagrafica formatori: possibilità di creare un’anagrafica dei formatori e dei docenti sia per quanto riguarda le società sia per le singole persone fisiche Gestione aule virtuali: inserimento dei vari corsi di formazione in base alla tipologia Aula, FAD, Blended, con relativi dettagli: data inizio e fine corso, docenti, corsisti, lezioni, area di upload Allegati Inserimento lezioni del corso: con l’orario di inizio e fine lezione, il collegamento dei corsisti e dei formatori Gestione corsisti: per ogni corsista si potrà indicare la quota di partecipazione, lo stato del corso (superato/non superato), pagato/non pagato, emessa/non emessa fattura, attestato consegnato, inoltre per ogni corsista è predisposta un’area di upload Allegati Sincronizzazione corsisti interni: i corsisti interni saranno prelevati dalle sedi inserite in SicurWeb. Per tale motivo, per tutti i corsisti interni è stata tramite una procedura automatizzata sarà aggiornato lo storico dei corsi di formazione effettuati Report costi-benefici per ogni aula virtuale: sarà calcolato in automatico il totale dei costi sostenuti (costo sede, costo attestati, costo formatori) e dei ricavi (quote pagate dai corsisti), con relativo grafico e stampa in rtf Report costi-benefici per tutte le aule create, solo per le aule aperte oppure solo per le aule chiuse, stampati in formato excel; Report corsisti: tramite filtri di ricerca si potrà verificare chi ha pagato, chi ha superato il corso, chi ha emesso fattura oppure quanto si è guadagnato dalle quote dei vari corsi Report formatori: tramite filtri di ricerca si potrà visionare i costi sostenuti per i formatori, per tutte le aule virtuali o per singolo corso Stampa registro presenze in formato rtf Stampa attestato per corso in Aula, E-learning o Blended in formato rtf Gestione template di stampa per attestato: possibilità di creare n template con loghi o immagini per personalizzare la stampa degli attestati di partecipazione ai corsiVANTAGGI FORMAZIONE A DISTANZA– L’e-learning è un modo efficace ed economicamente efficiente per fare formazione al personale, ridurre le spese, aumentare la competitività e migliorare il rendimento degli investimenti dedicati alla formazione. Poiché il costo è minore e l’impatto è più veloce il ROI è praticamente immediato, con l’e-learning:– non c’è bisogno di sottrarre il personale al proprio lavoro, quindi nessuna perdita di produttività– gli studenti hanno accesso alla formazione 24 / 7– non vi sono spese di viaggio– non ci sono problemi organizzativi derivanti da dimensioni delle aule, disponibilità di istruttori o dislocazione degli studentiIl software è facilmente configurabile e gestibile. Chi si dota della piattaforma può ricreare all’interno del software la propria struttura organizzativa (es. organigramma aziendale). Oltre a costruire con estrema facilità i contenuti didattici oggetto delle lezioni; i docenti sono liberi di riutilizzare file già in loro possessoLa gestione degli utenti può essere realizzata anc[...]



Auguri di un sereno NATALE

2017-12-22T09:12:24.785+01:00

Auguri di un sereno NATALE









Infotel Sistemi Software HSE

2017-12-20T09:41:10.224+01:00

Se non visualizzi correttamente la mail clicca quiBuon Natale e Felice Anno NuovoInfotel Sistemi software, vi augura Buon Natale e Felice Anno Nuovo! Saremo chiusi dal 23-12-2017 al 01-01-2018Per informazioni e/o assistenza, durante il periodo Natalizio potete contattare il 327 49 55 337 o utilizzare il form richiesta presente nel portale.Ultime News Sicurweb HSETabelle riassuntive della formazione sicurezza lavoroFattori di rischio Formazione VisiteValutazione dei rischiSicurWeb modello organizzativoINFOTELSISTEMI SRL Via Sandro Botticelli, 1 - 00196 Roma (RM) 0828 34.65.01Cancellami © Copyright Infotelsistemi, 2017infotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Sicurweb Sistema di Gestione HSE

2017-12-04T10:35:33.145+01:00

(image) Sicurweb consente la valutazione della stato dell’arte sulla gestione dei rischi salute, sicurezza e ambiente (HSE) e all’ azienda di acquisire maggiore consapevolezza sul proprio sistema di gestione HSE, sugli elementi di forza e sulle aree di miglioramento.
Nostro costante obiettivo è diffondere a ogni livello organizzativo una crescente cultura aziendale HSE, espressa in special modo da chi ricopre ruoli e responsabilità chiave, e che sia in grado di contribuire e di rafforzare i legami e le sinergie tra le diverse sedi e business unit. Sicurweb Sistema di Gestione HSE consente di conoscere e controllare, ovunque si operi, l’insieme dei requisiti applicabili (derivanti da legislazioni locali o internazionali, da standard specifici, da accordi sottoscritti o da condizioni contrattuali) e di fissare appropriate priorità e obiettivi HSE, indirizzando di conseguenza programmi e strutture organizzative.
La scelta dei criteri di valutazione dell’ assessment HSE può essere definita in funzione degli obiettivi dell’azienda. L’ assessment HSE può essere svolto sull’ intera organizzazione, su uno o più siti dell’organizzazione, sui fornitori e sulle imprese esterne, per verifica o selezione da parte dell’organizzazione. Il sistema è modulare e rivolto alle Medie e Grandi aziende, Enti Pubblici e Privati, liberi professionisti, centri di formazione e a tutti i soggetti che rientrano nel campo di applicazione di adozione e attuazione di un modello organizzativo.



Sicurweb HSE 8.0

2017-11-09T12:33:33.858+01:00

Sicurweb HSE 8.0 Novità della versionePROFILI UTENTIDescrizione: Inserito campo descrittivo alla creazione di nuovi profili utente.PROFILI UTENTI-DATORE DI LAVORODatore di lavoroDescrizione: Per il profilo Datore di lavoro, aperta la visibilità alle colonne idoneità e data idoneità nelle risorse umaneUtentiDescrizione: Aggiunta la colonna online per visualizzare gli utenti collegati e non collegati al sistemaGESTORE DI NOTIFICHEEVENTI DI SISTEMA - nuove funzionalitàAggiunta nel gestore notifiche, la nuova tipologia eventi di sistema, alcune operazioni del back office saranno notificate via email (stile log di sistema).Gli eventi sono relative alle:Risorse umane: nuovo dipendente, modifica data licenziamento, modifica data scadenza contratto, modifica qualifica, modifica mansione, modifica struttura, modifica responsabile, spostamento dipendente, nuovo infortunio.Unità organizzative: inserimenti nuova società, cancellazione società, duplicazione società. disattivazione società, inserimento allegato, cancellazione allegato, inserimento scadenza sede, cancellazione scadenza sede, inserimento figura in organigramma, cancellazione figura in organigramma.Eventi vari: inserimento nuovi elementi in archivi di base (DPI, visite, fattori di rischio, ecc.), cancellazione elementi in archivi di base (DPI, visite, fattori di rischio, ecc)BACK OFFICEAGENDE MEDICO COMPETENTEDescrizione: inserito filtro sulla colonna scadenzaCERCA DIPENDENTE TAB RICERCA VISITE/FORMAZIONIDescrizione: Per la formazione frazionata in corso, nell'estrazione excel aggiunta colonna, dettagli/ore per poter visualizzare le ore di formazione frazionata sul totale (esempio 4/8)CERCA DIPENDENTE TAB RICERCA SCADENZE VISITE/FORMAZIONIDescrizione: aggiunto filtro sulla colonna dataRISORSE UMANETAB RISCHIDescrzioni: Inserita nella tabella rischi specifici, la revisione. Inseriti filtri sulle colonne, aggiunta associazione con Mansione VR da modulo DVR. Se nel modulo DVR il dipendente viene assocaito alla mansione, tale dato viene riportato nel campo Mansione VR visibile nella tabella elenco dipendenti.CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIOSTAMPA CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIODescrizione: aggiunta in copertina la decitura "secondo l'allegato 3/A"MANUTENZIONE MACCHINEINSERIMENTO MANUTENZIONE PREVENTIVADescrizione: aggiunta la periodicità pari a 8 anniNUOVO MODULO NEAR MISS LAVORATORINEAR MISS LAVORATORI E PREPOSTIDescrizione: Attivando il modulo auto-registrazione, si abilita il nuovo modulo per la gestione dei near miss. I lavoratori potranno inserire nel sistema i mancanti incidenti (con data, titolo, descrizione, evento di tipo). Email automatica ai relativi responsabili/preposti. I near miss inseriti dai lavoratori saranno notificati ai responsabili diretti (preposti) i quali potranno gestire e assegnare le attività ad altri responsabili. Il modulo è totalmente automatizzato con invio di notifiche ad ogni operazione descritta.Profilazione utenti lavoratori con creazione account (username e password) e invio delle credenziali via emailProfilazione utenti preposti con creazione account (username e password) e invio delle credenziali via mailProfilazione automatica dei responsabiliAccettazione rifiuto delle attività assegnateInvio email con assegnazione e descrizione delle attivitàScadenzario attività ancora aperteReport su data chiusura nei tempo rispettatiNUOVO MODULO AUDITAUDITDescrizione: Settaggi aree e repartiSettaggi sistemi auditatiSettagi checklist con struttura divisa in campo e riferimento e domandeCalendario per pianificare gli audit in base al mese/annoProtocolli divisi per HSE, Energy e Food qualityProfilazione e gestione auditor e co-auditorProfilazione e gestione responsabile del sistema auditatoGestione del report di audit con segna[...]



Sicurweb HSE Management

2017-11-02T17:36:27.197+01:00

Gestire i processi HSE con la soluzione di gestione HSE di Infotel e migliorare le prestazioni operative, riducendo i rischi e i costi.La soluzione HSE offre interfacce utente intuitive che sono adattate ai requisite specifici dei nostri clienti, incoraggiando l'impegno dei dipendenti. La business intelligence incorpora una decisione decisionale informata e consente di misurare la performance dell'HSE rispetto agli obiettivi.Vantaggi della soluzione Infotel Sicurweb HSE Management:Standardizzate le pratiche migliori di HSE in tutta l'organizzazioneAutomatizza notifiche e promemoria per migliorare il flusso di processoOttimizza i processi con un monitoraggio delle prestazioni visibileRidurre i rischi e gli inconvenienti costosiRidurre le ore perdute per ferite e assenteismoAumenta la sicurezza dei dati e delle informazioniRidurre drasticamente il costo e l'onere della segnalazione e dell'amministrazioneI nostri modulo software di gestione HSE rendono facile la gestione, la tracciabilità e la segnalazione dei dati di sicurezza. Le nostre soluzioni user-friendbly affrontano tutti gli aspetti di un programma di sicurezza ad alte prestazioni, garantiscono la sicurezza dei vostri dipendenti e facilitano la conformità con i report OSHA e lo standard OHSAS 18001.Migliorare l'efficienza e l'efficacia del tuo programma di gestione HSE con queste applicazioni chiave:Controllo documentiConservare tutti i tuoi documenti in un repository online sicuro, controllare l'accesso degli utenti, seguire versioni e revisioni e assicurare che siano utilizzati solo documenti precisi e aggiornati.IncidentiRegistrazioni, traccia e segnalazione di incidenti, lesioni e mancanze. Avviare le indagini, condurre un'analisi della causa principale.Valutazione del rischioIdentificare, analizzare, monitorare e mitigare i rischi e i rischi esistenti e potenziali. Sicurweb segue il loro completamente e segnala i risultati.Gestione della formazionePianificare, tracciare e rapportare la formazione dei dipendenti con le notifiche automatiche di posta elettronica.Mantenere un record verificabile di tutte le qualifiche dei dipendenti, le licenze e le certificazioni.Gestion audit.Gestire attività, dati e processi correlati all'audit in tutta la tua attività. Pianifica gli audit, crea liste d controllo.Scarica schede sicurweb moduliinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Formazione/visite scadute

2017-10-31T11:48:36.641+01:00

La ricerca della formazione, visite e formazione frazionata è un punto cruciale dei sistemi di gestione.Individuare tutte le formazione/visite scadute è un punto cruciale per l’organizzazione aziendale sia per il consulente ma anche per il servizio HSE che gestisce i vari processi aziendali.Tramite sicurweb è possibile, con una serie di interpolazione dei dati, ottenere il numero e i dettagli della formazione/visite scadute, sia all’interno di una singola unità organizzativa ma anche per tutte le aziende in gestione.L’esecuzione delle visite periodiche, nonchè di quelle svolte su richiesta dei lavoratori,  rimane uno dei compiti più qualificanti dell’attività del medico competente.Il medico competente di  fatto è chiamato ad eseguire questi accertamenti:–  nei casi previsti dalla normativa vigente, a volte con periodicità già prefissate;–  sulla base di un’effettiva esposizione ad un determinato fattore di rischio;–  in rapporto alla mansione e/o attività svolta.Allo stesso modo, il centro di formazione o l’azienda, deve tempestivamente individuare i debiti formativi dei vari lavoratori, presenti nell’aziende gestite.Sicurweb è lo strumento per la gestione degli adempimenti normativi per le aziende che vogliono vedere la loro certificazione più come un valore aggiunto che come un costo. Questo obiettivo si raggiunge con successo tramite l’automazione dei processi operativi e gestionali, gli strumenti di comunicazione dati da e verso gli altri sistemi informativi aziendali, l’analisi dati in tempo reale, la dematerializzazione documentale, la piena efficacia ed efficienza dei processi ‘no-core’, consentendo all’organizzazione di liberare risorse da dedicare al core business aziendale.Tramite sicurweb è possibile ottenere uno scadenzario per:Pianificazione attività scadenzario: cicliche, periodiche, una tantumRegistrazione attivitàMonitoraggio scadenzeScarica esempio: statistiche-formazione-scaduteinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Chiusura di un corso e-learning

2017-10-26T11:48:30.239+02:00

La chiusura di un corso e-learning dipende da un serie di iniziative che l’amministratore mette in pratica. Il vantaggio è la pulizia dell’elenco corsi e l’erogazione di un percorso formativo adeguato al lavoratore. I corsi possono avere edizione, revisioni diverse con tipologie varie. Per poter chiudere un corso è necessario che tutti i discenti siano in stato chiuso in modo da poter archiviare l’edizione del corso erogato. Esempio archivio Rev2 e apro Rev3.Blocco: Blocca l’accesso al corsoChiusura Automatica: il sistema invia una mail all’amministratore che il corsista ha terminato il corso.Stato chiuso: Archiviazione del percorso formativo% superamento: Decidere con che percentuale mette il corsista in stato chiuso.La tecnologia della piattaformaUn sistema e-learning si poggia su una piattaforma informatica appositamente progettata al fine di erogare corsi on-line e di gestire la comunità degli utenti.Le caratteristiche dell’e-learningL’e-learning utilizza la piattaforma informatica come strumento di realizzazione di un percorso di apprendimento dinamico che consente al discente di partecipare alle attività didattico-formative in una comunità virtuale.La progettazione dei contenutiLa qualità e l’efficacia di un sistema e-learning dipende da come è progettata la piattaforma, il corso e i suoi contenuti . È necessario progettare un corso che sia in grado di comunicare con chiarezza ed efficacia all’utente. Quando necessario, deve essere prevista una preventiva verifica della comprensione linguistica (soprattutto per utenti stranieri) prima che questi possano accedere al corso. Nel corso, il docente deve utilizzare un linguaggio chiaro e comprensibile; i contenuti scritti presentati devono essere facilmente leggibili; i filmati di approfondimento devono rendere chiaramente comprensibili gli esempi a cui si riferiscono; i documenti di approfondimento devono consentire all’utente incrementare le informazioni di base fornite dal corso; i test di verifica dell’apprendimento devono presentare domande progettate in modo che siano facilmente comprensibili, adeguate ed inerenti ai contenuti delle lezioni ed esposte in modo casuale per garantire l’impossibilità di proporre test uguali a diversi utenti e in caso di mancato superamento da parte dell’utente; la durata del corso deve rispondere alle richieste di legge; la durata deve essere misurata calcolando i tempi di fruizione da parte di un utente medio; il tempo di fruizione deve essere misurabile in modo effettivo, registrando questo ci impiega l’utente a prendere visione dei vari componenti del corso.L’e-tutorL’attività didattica e-learning deve sempre essere assistita da un e-tutor a disposizione dell’utente per garantire la costante raccolta di osservazioni, esigenze e bisogni specifici degli utenti assistendolo nel suo percorso didattico. La reportistica dell’attività degli utenti in formato elettronico consente il grande vantaggio di effettuare statistiche ed analisi sull’andamento dei corsi da parte dell’e-tutor e del soggetto formatore.Il rigore didatticoÈ di fondamentale importanza che il sistema e-learning sia progettato per offrire il massimo rigore didattico tecnicamente possibile. Ogni componente didattico del corso deve essere visto per intero dall’utente per essere dato per acquisito dal sistema. Devono essere previste delle prove di autovalutazione distribuite lungo il percorso formativo. Il superamento del test di verifica, in itinere e finali, deve avvenire soltanto con la percentuale di sufficienza considerata necessaria per il tipo di corso (almeno l’80% di risposte esatte) da parte dell’utente. Tale controllo di sistema no[...]



Sicurweb HSE

2017-10-24T17:08:08.887+02:00

Sicurweb HSE offre l’opportunità di pianificare, attuare, monitorare e documentare tutte le attività definite dalla politica aziendale in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro, Qualità e Ambiente.Sicurweb HSE è un Cruscotto Direzionale in grado di acquisire le informazioni dai vari strumenti informatici in azienda per confrontarli con le direttive stabilite dalle norme cogenti e dalla politica aziendale.Sicurweb HSE offre il controllo in tempo reale degli indicatori di performance (KPI) permettendo di rappresentare l’evoluzione dei sistemi implementati in un quadro unitario e prospettico e di evidenziare le criticità per adottare tempestive misure di miglioramento.Senza Sicurweb HSE tutte le attività definite dalla politica aziendale in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro, Qualità e Ambiente vengono affidate unicamente alla presenza, professionalità, esperienza e memoria delle figure coinvolte con il forte rischio di errori umani ed omissioni.Senza Sicurweb HSE le informazioni fluiscono attraverso strumenti non idonei (es. email, excel…) al monitoraggio puntuale, alle notifiche verso i soggetti preposti ed al rispetto delle scadenze stabilite.Senza Sicurweb HSE si è maggiormente esposti al rischio di incorrere in sanzioni amministrative e penali previste dalle normative cogenti e dai disciplinari internazionali verso le quali rappresenta una tutela per l’azienda del rispetto dei modelli organizzativi e gestionali adottati.Sicurweb può acquisire in automatico i dati e le anagrafiche dai sistemi esistenti, garantendo la completezza e la validità dei dati dei lavoratori, tramite l’implementazione di un Web Services.Tramite il cruscotto direzionale di SicurWeb, il sistema permette il controllo in tempo reale delle attività impostate in relazione agli indicatori di performance desiderati.Sicurweb è sicuramente il Sistema Informativo aziendale per la Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro la Qualità e l’Ambiente più interessante del mercatoTramite la piattaforma e-learning integrata è possibile:Erogazione di contenuti già esistenti (es. sicurezza, privacy, HACCP, etc..)Elaborazione dei contenuti editoriali e multimedialiProduzione tecnologica del corso (learning object)Erogazione tramite piattaforma LMS>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



E-Learning Formazione

2017-10-23T09:25:33.440+02:00

Per apprendimento online (noto anche come teleapprendimento, o con il termine inglese E-learning) s’intende l’uso delle tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell’apprendimento facilitando l’accesso alle risorse e ai servizi, così come anche agli scambi in remoto e alla collaborazione a distanza.I progetti educativi di molte istituzioni propongono la teledidattica non solo come complemento alla formazione in presenza, ma anche come percorso didattico rivolto ad utenti aventi difficoltà di frequenza in presenza. Attraverso la teledidattica si facilita la formazione continua e quella aziendale, specialmente per le organizzazioni con una pluralità di sedi.Formazione continua per far fronte ai rischi di obsolescenza del lavoro in qualunque contestoPossibilità di personalizzare i percorsi di apprendimento su contenuti costantemente aggiornatiPossibilità di contestualizzare l’apprendimento nell’ambiente di lavoro per incrementare il senso di responsabilità e produttività del personaleSviluppo di comunità di apprendimentoIl Learning Management System (LMS ) è la piattaforma applicativa che permette l’erogazione dei corsi di formazione attraverso l’utilizzo di un computer. I corsi on line sono frequentati dal personale discente tracciando sistematicamente tutte le attività  e la gestione dei corsi frequentati. Grazie allo standard SCORM è possibile tracciare attraverso un registro informatizzato tutte le attività degli user; tempo di fruizione, risultati dei test valutativi, tempo di connessione e altre informazioni.INFOTEL si propone di favorire lo sviluppo dell’ elearning e della Distance Education poichè è consapevole che sia la formazione a distanza del lavoratore ma, soprattutto la formazione e l’aggiornamento continuo dei propri dipendenti, di quelli degli Enti del comparto e delle Istituzioni presenti nel territorio nazionale, siano scelte strategiche per il futuro dei percorsi dello sviluppo della conoscenza.Varie sono le figure professionali che orbitano attorno al mondo dell’e-learning. Quelle che illustreremo a breve spesso in Italia sono riunite in una sola persona fisica. Ma prima di far ciò è bene elencare le strutture che intervengono in modo rilevante nello svolgimento del processo, suddividendole in:– cliente, ovvero chi commissiona gli interventi formativi;– learning company, l’azienda che risolve con diverse soluzioni i bisogni del cliente;– fornitore di contenuti, la struttura che fornisce i contenuti oggetto del percorso di apprendimento;– multimedia agency, l’azienda che collabora con la learning company alla progettazione del corso multimediale e ne realizza concretamente la grafica e il software;– tester, le aziende che collaborano con le learning company alla verifica tecnica dei prodotti finiti>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



FAD

2017-10-18T15:55:04.109+02:00

La formazione a distanza (FAD) consiste in un'esperienza di insegnamento/apprendimento in cui:allievi e insegnanti si trovano prevalentemente in una condizione di separazione fisica;la distanza viene colmata facendo ricorso all'utilizzo delle reti telematiche e di Internet in particolare. Si fa quindi riferimento a FAD on line;l'allievo deve poter scegliere, autonomamente e in base alle proprie esigenze, luoghi, tempi e modalità di fruizione della formazione;il sistema di supporto alla formazione a distanza deve prevedere almeno una configurazione minima per permettere la comunicazione tutor-allievo, allievo-allievo, allievo-docente.L'efficacia e la qualità della formazione aziendale si gioca su diversi fattori di diversa natura: gestionale, relazionale, metodologica. Senza dimenticare e anzi valorizzando l'importanza  della componente relazionale, questo percorso focalizzare l'attenzione sul rilievo di una corretta gestione del processo formativo e su un buon uso delle metodologie e degli strumenti specifici delle diverse fasi del processo.La piattaforma e-Learning INFOTEL per la creazione e la diffusione di contenuti e-Learning è stata realizzata da INFOTEL per erogare direttamente i propri corsi e-Learning o come strumento esclusivo per le aziende per l'erogazione e il controllo della formazione interna: è un LMS completo (learning management system).LMS in Saas per gestire la formazione.La piattaforma e-Learning ERUDIO è una piattaforma di erogazione innovativa che consente di controllare l'intero ciclo di vita di produzione e di erogazione delle attività di e-Learning:progettazione e creazione dei contenutierogazione della formazione agli utenti finali con tracciamento totale delle attività svolte e rilascio dei relativi attestati (learning management system) amministrazione e gestione degli utenti attivi sulla piattaforma di e-Learning LMS fruibile in SaaS (software as a service). Il LMS (learning management system) in SaaS INFOTEL consente anche l'organizzazione completa di corsi in aula o blanded, suddivisibili anche in diverse sessioni o con parti in e-Learning:gestione sedi e aulegestione sessioni in aulagenerazione documentazione di sessione in aula (registro presenze, verbali per i learner, ecc.)gestione delle informazioni logistiche, degli inviti e dei reminderInoltre, la piattaforma e-Learning ERUDIO offre le funzionali per la creazione e l'erogazione di contenuti formativi (completamente personalizzati sulle specifiche esigenze di formazione dell'azienda) compatibili con gli standard W3C. La piattaforma e-Learning INFOTEL è aggiornata ai recenti accordi Stato-Regioni ed è dotata di API (application programming interface)Caratteristiche principali della piattaforma e-Learning INFOTEL LMSCordi in e-Learning e formazione finanziataGestione completa della formazione via e-Learning: statistiche avanzata, community, tracciamenti analitici e gestione documenti utili agli enti per la formazione finanziataCorsi BLENDED/in aula VIRTUALE/aulaOrganizzazione, inviti e gestione documenti di corsi in aula o blended (misti blended/e-Learning).Vantaggi principali del LMSGestione centralizzata di tutta la formazione (obbligatoria sulla sicurezza o altra formazione)Archivio unico, organizzato e facilmente consultabile di tutta la documentazione.Sulla piattaforma ERUDIO è possibile erogare corsi di diversa tipologia:Corsi per ApprendistiCorsi FinanziatiFondi InterprofessionaliCorsi di AmministrazioneCorsi AziendaliCorsi di ComunicazioneCorsi di InformaticaCorsi di Lingue StraniereCorsi di MarketingCorsi di SicurezzaCorsi per il Tempo LiberoCorsi Professio[...]



Erudio e parte integrante di Sicurweb H.S.E.

2017-10-17T10:32:57.635+02:00

La INFOTEL SISTEMI, società che opera da più di 25 anni nell’ambito dell’innovazione tecnologia a supporto delle attività formative ti propone ERUDIO, la soluzione software web-based per la formazione in ambito Sicurezza nei luoghi di lavoro. La piattaforma consente di controllare l’intero ciclo di vita di erogazione delle attività di e-Learning o in aula.Utilizzo semplice ed intuitivoServizio erogato in cloudTracciamento avanzato delle attività formativeStrumenti per creare autonomamente i tuoi corsiCreazione e rilascio attestatiLa Prima Piattaforma per la gestione e promozione dei tuoi corsi di formazione Online e che ti permette di avere Tutto in Uno Aumentando i Guadagni e Risparmiando oltre il 70% sui Costi di Erogazione dei tuoi Corsi.La piattaforma E.learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni, ma può essere utilizzata per qualsiasi tipologia di corso.CLICCA QUI E RICHIEDI UNA DEMO GRATUITA!infotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Stampe-Piano formativo

2017-10-12T09:26:54.114+02:00

La formazione è alla base del sistema di sicurezza aziendale, rientra, infatti, nel programma di prevenzione ed è fondamentale per evitare gli infortuni sul lavoro. Secondo la normativa vigente, ogni lavoratore deve ricevere un'adeguata formazione con particolare riferimento al tipo di mansione svolta, in modo tale da acquisire le conoscenze necessarie per lavorare in sicurezza.In SICURWEB, nella sezione Risorse Umane, sarà possibile stampare il piano formativo aziendale contenente tutta la formazione da effettuare. La stampa è raggiungibile dal comando Stampe-Piano formativo. Si apre una form dove sarà possibile effettuare ricerche per:tipologia corsostato (periodico, pianificato, programmato)cognomenomedata da-aCliccando su componi sarà estrapolato in formato excel o word tutta la formazione da effettuare (in stato periodico, pianificato) e l’eventuale formazione in stato programmato (mai effettuata).Legenda piano formativoIl piano formativo può essere utilizzato per pianificare tutta la formazione da effettuare in un dato periodico (mese, anno) attivando il filtro data da-a oppure si potrà verificare per un dato corso tutti i dipendenti che devono ri-eseguirlo oppure filtrare per un dato dipendente tutta la formazione da eseguire.Esempio Piano formativo in excel>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Gestione Near Miss

2017-10-10T11:33:20.453+02:00

Gli infortuni sono facilmente rilevabili in quanto danno luogo ad una serire di obblighi normativi a carico dell'azienda o assicurativi mentre il rilevamento degli incidenti o mancanti incidenti è difficile e complicato poichè dipende dal livello di sensibilità del personale. Spesso non si segnalano gli incidenti per non essere colpevolizzati o per semplice disinteresse, ma un'adeguata formazione del personale può aiutare ad accrescere la disponibilità degli addetti a segnalare tali situazioni. Gli incidenti, infatti, rappresentano una serie di informazioni che possono essere utilizzate per la prevenzione degli infortuni. Limitando o eliminando gli incidenti si potranno evitare infortuni ben più gravi.Sicurweb consente l’inserimento dei near miss/mancati infortuni. Nella colonna opzioni, sarà necessario selezionare la voce Mancati Infortuni: è presente una tabella in cui si potrà dettagliare il rapporto di mancato infortunio.Selezionare il comando Aggiungi, sarà mostrato l’elenco delle risorse umane della società selezionata, per aggiungere il dipendente premere sul comando Importa.I dati di input sono:• Data evento• descrizione• Giorni di assenza• Forma di accadimento (scegliere la dicitura dal menù a tendina)• Luogo di accadimento• Tipo lavorazione• Agente materiale (scegliere la dicitura dal menù a tendina)• Cause (scegliere la dicitura dal menù a tendina)• Conseguenze (scegliere la dicitura dal menù a tendina)• Persone presenti all’accaduto• Note.Inserire i dati richiesti e premere su Salva. Il mancato infortunio è così inserito in tabella. I dati inseriti saranno poi utilizzati in una serie di grafici a torta o istogrammi riportanti:– N.ro near miss/anno– agente materiale/anno– forma di accadimento/anno– cause/anno– conseguente/anno– mansioni più colpite/anno.Mancati infortuni - Statistica messi/near miss Forma di Accadimento - Statistica forma accadimento/annoAgente Materiale - Statistica agente materiale/anno>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Modulo DVR di Sicurweb

2017-10-09T14:50:29.168+02:00

I fattori di rischio presenti nei luoghi di lavoro, in conseguenza dello svolgimento delle attività lavorative possono essere raggruppati in tre categorie:Rischi per la sicurezza (di natura infortunistica) dovuti a: strutture, macchine, impianti elettrici, incendio e esplosioni.Rischi per la salute (di natura igienico-ambientale) dovuti a: agenti chimici, agenti fisici, agenti biologici.Rischi trasversali (per la salute e la sicurezza) dovuti a: organizzazione del lavoro, fattori ergonomici, fattori psicologici, condizioni di lavoro difficili.Per la valutazione dei rischi, SICURWEB propone il modulo DVR attraverso un albero di dati si identificano e si valutano i fattori di rischio e si associano ai gruppi omogenei individuati, fino alla redazione finale del documento in formato rtf. La valutazione include i rischi che possono essere valutati con la matrice PXD (4×4) e i rischi specifici che avranno un iter di valutazione diverso, sia per il rischio potenziale che per il rischio residuo.La valutazione parte da una check list automatica riportante tutti i rischi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. I fattori di rischio sono letti direttamente dagli archivi di base, per inserire quindi un nuovo fattore di rischio è necessario accedere al menù Archivi.Nella check list sarà necessario identificare i fattori di rischio presenti, cliccando sul bottone SI.Le colonne presenti sono:RischioPresenza in condizioni normali (settare SI/NO)Evidenze/note (inserire eventuali osservazioni)Presenza in situazioni anomale  (settare SI/NO)Evidenze/note (inserire eventuali osservazioni)Presenza in condizioni di emergenza (settare SI/NO)Evidenze/note (inserire eventuali osservazioni)Soltanto i fattori di rischio identificati con l’opzione SI saranno conservati e proposti sulle mansioni in modo tale che lo stesso fattore di rischio può essere associato a diverse mansioni e valutato in maniera diversa.Valutazione Rischio NON SpecificoValutazione Rischio Specifico>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



I punti critici di un processo alimentare

2017-10-06T18:04:20.313+02:00

INDIVIDUAZIONE CCPLe procedure del modello HACCP si applicano al comparto agroalimentare e in particolare ai pubblici esercizi con manipolazione di alimenti cui l’industria alimentare appartiene e in tutte le fasi aziendali che coinvolgono gli alimenti. Il principale scopo è analizzare tutti i rischi potenzialmente presenti per individuare quali di essi costituiscono i punti critici per i quali è possibile, mediante il monitoraggio di una o più variabili, annullarli o ridurli a un livello accettabile. Sono pertanto oggetto della trattazione tutte le fasi o operazioni connesse direttamente o indirettamente con la gestione igienico-sanitaria degli alimenti. L’insieme di tutte le indicazioni, precauzioni, misurazioni e osservazioni, manovre correttive o preventive viene pertanto finalizzato ad assicurare la salubrità degli alimenti.Aprendo il modulo HACCP di SICURWEB, attraverso l’albero di dati mostrato a destra, si possono indicare e valutare le fasi del processo alimentare e individuare i punti critici di controllo.Cliccare su Analisi dei rischiNella tabella inserire le fasi lavorative (da archivio o da prototipo) e inserire la descrizione:Per ogni fase indicata si potranno valutare e indicare i CCP tramite albero delle decisioni. Cliccare sulla colonna Albero decisioni, si apre una schermata con il flusso di domande a cui è necessario dare una risposta positiva o negativa.Alla fine si stabilisce, se la fase selezionata è o NON è un CCP, in caso affermativo il sistema setta direttamente il SI sulla colonna CCP e inserisce la fase nella sezione di monitoraggio punti critici.>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]



Profili e utenze

2017-10-05T17:26:50.408+02:00

SICURWEB può essere utilizzato da più utenti con profili diversi, in questi casi sarà l'amministratore a decidere quali sezioni e funzioni del sistema profilare tramite permesse da attivare o disattivare.Tramite Sicurweb lo studio di consulenza o l'azienda strutturata può gestire la complessività aziendale di gruppi e holding con visioni gerarchiche aggregate, creando così un GRUPPO di LAVORO via LAN o tramite Internet.Ad esempio, è possibile dare l'accesso alle aziende e/o sedi collegate e renderle autonome. L'azienda XYZ SRL entra con la propria utenza e avrà accesso soltanto ad alcune funzionalità dedicate alla gestione dei propri dati anagrafici e organizzativi, alle risorse umane, alle scadenze.Allo stesso modo, sarà possibile "coinvolgere" altre figure: RSPP, Medico competente, ASPP, responsabili della formazione, ecc. e farli accedere soltanto ad alcuni moduli del sistema come il DVR, la manutenzione macchine, il magazzino DPI, ecc.Come creare un nuovo profiloDal pannello Admin, scegliete la voce Profili Utente. Per inserire un nuovo profilo utente selezionare il comando Nuovo Profilo, inserire il nome del profilo, il nuovo profilo sarà aggiunto nella tabella profili utente e sarà attivabile alla creazione dell'utenza. L'utente in questo modo erediterà tutti i permessi del profilo.Sono presente sulla destra i tab che rappresentano le macro-sezioni dell'applicativo. Selezionando i vari tab si andranno a dettagliare i permessi sulle sottosezioni/comandi/menù dell'applicativo.PROFILAZIONE LATO AZIENDASelezionando il tab BackOffice a sinistra sarà visualizzata la sezione, per profilare Sedi, Dipendente, in pratica si andranno ad abilitare le rispettive funzionalità proposte agendo sui comandi SI (per abilitare la funzionalità) NO per bloccarla o per nascondere del tutto un tab o un comando.Nello screenshot, di seguito riportato, sono stati settati i permessi in sola lettura, l'utente potrà leggere i dati ma non modificarli, eliminarli o fare inserimenti.Esempio tab Sedi in sola letturaSede-dati aziendali: si riferisce ai dati anagrafici aziendali come ragione sociale, partita iva, indirizzo, ecc. il profilo azienda può leggere i dati anagrafici, ma non può modificarli.Dettagli sede allegati: si riferisce al download degli allegati, in questo caso il profilo abilita il solo download e non permette upload di file, il profilo azienda potrà soltanto scaricare la documentazione inserita dall'amministratore.Dettagli sede scadenze: il profilo azienda può leggere le attività in scadenza, ma non può inserirle, modificarle né eliminarle.Analogamente cliccando sul tab Dipendenti, i permessi su alcune sezioni, considerano la “sola lettura” onde evitare cancellazioni o upload indesiderati.Nello screenshot, di seguito riportato, sono stati settati i permessi in sola lettura, l’utente potrà leggere i dati ma non modificarli, eliminarli o fare inserimenti.Esempio tab dipendenti in sola letturaAnagrafica: si riferisce ai dati anagrafici del dipendente come nome, cognome, codice fiscale, mansione, qualifica, indirizzo, ecc. il profilo azienda può leggere i dati anagrafici, ma non può modificarli.Scadenzario: il profilo azienda può leggere le prossime visite/formazioni da effettuare.Visite: il profilo azienda può leggere lo storico visite, ma non può inserirle, modificarle né eliminarle.formazione:  il profilo azienda può leggere lo storico formazioni, ma non può inserirle, m[...]



Modello HACCP

2017-10-05T11:51:33.142+02:00

L'autocontrollo, secondo il modello HACCP, rappresenta l'insieme di tutte le misure che il responsabile dell'industria alimentare deve adottare per garantire la sicurezza igienica e l'integrità dei prodotti alimentari. Di conseguenza l'operatore alimentare ha il compito di applicare in ogni fase produttiva norme igieniche con l'obiettivo di garantire un prodotto finito salubre e sicuro, predisponendo e applicando un programma di autocontrollo.È fondamentale analizzare attentamente il processo e predisporre un diagramma di flusso su cui si basa il piano HACCP includendo tutte le fasi in sequenza a partire dall'arrivo delle materie prime allo stoccaggio, alla selezione manipolazione fino alla vendita/distribuzione.Aprendo il modulo HACCP di SICURWEB, attraverso l'albero di dati mostrato a destra, si possono indicare e valutare le fasi del processo alimentare e costruire il relativo diagramma di flusso nella voce ANALISI RISCHI.Nella tabella inserire le fasi lavorative (da archivio o da prototipo) e inserire la descrizione:In questa sezione di potrà:valutare i rischi delle fasi e indicare le misure di prevenzioneindicare i CCP tramite alberto delle decisionecostruire il diagramma di flussoPer costruire il diagramma di flusso cliccare sulla colonna omonima, Il diagramma viene costruito indicando per ogni fase la precedente, quindi la prima fase (esempio Ricevimento materie prime) non deve essere collegata ad alcuna fase. Selezionare quindi la seconda fase (poi la terza, la quarta e cosi via) e cliccare su Costruisci diagramma, si apre un form in cui dovrà essere indicata la fase precedente. Cliccare su Inserisci fase e poi importare la fase precedente.Esempio se seleziono Stoccaggio devo associare la fase precedente Ricevimento materie prime e cosi via.Dopo aver associato tutte le fasi, selezionare il comando Diagramma di Flusso e spostare le singole fasi selezionandole e spostandole con il mouse, salvare il diagramma.>>>Scopri di piùinfotel d lgs 81 2008 HSE[...]