Subscribe: [ex] stagista feat. neal*
http://stagista.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  anche  casa  che  coniglietti tifosi  dei  dell  della  delle  film  perché  più  quando  questo  qui  sono  tutti 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: [ex] stagista feat. neal*

[ex] stagista feat. neal*



the minimal chic edition - (since 30 settembre 2001)*neal appears on courtesy of fintotesto Inc.



Last Build Date: Wed, 16 Sep 2015 17:52:39 +0000

 



comunicazione di servizio

Fri, 26 Sep 2008 13:59:00 +0000

ci rivedremo, come offline, a nuovi indirizzi.

se volete sapere che fine ha fatto la stagista, chiedete alla signora maria.

see ya. stagista ends here.



(zero) teenage angst has paid off well, now I'm bored and old.

Sun, 06 Jul 2008 10:35:00 +0000

non sono più stagista.
non sono più nemmeno dipendente a tempo indeterminato.
non vivo più a milano e, soprattutto, da domani non vivrò nemmeno più a barcellona.
cambio casa, cambio città, cambio lavoro. cambio.

per questo, stagista.blogspot.com non ha più motivo di esistere.
per questo, il post 952 è ufficialmente l'ultimo di questo blog.
chiudo, ma non cancello.

ci rivedremo, come offline, ad altri indirizzi.

stay tuned.

"Codesto solo oggi possiamo dirti:
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo."
(E. Montale, "Non chiederci la parola", "Ossi di Seppia")



meno uno

Sun, 06 Jul 2008 10:05:00 +0000

(object) (embed)

2002
Me ne andavo da quella Roma che è meglio di Milano.

2006
Me ne andavo da quella Milano degli aperitivi alle Colonne, delle zanzare, del Ponte delle Vibrazioni, del ci vediamo alle feste.

2008
Me ne andavo da quella Barcellona del pan con tomate, del sono un designer, del mi piace il design, studio design, mi occupo di design, del sono qui per fare dei progetti con delle gallerie, del sono un illustratore, della piadineria italiana, della pizzeria italiana, della cocteleria italiana, dei festival, delle spiagge, delle bici pubbliche, del voi italiani vi vestite molto firmati, della normalizzazione linguistica che sono i corsi per imparare il catalano.
Me ne andavo da quella Barcellona che è meglio di Roma e pure di Milano.

Mamma Roma, arieccomi.



roll the credits

Fri, 04 Jul 2008 08:48:00 +0000

e da qui in poi, invece, ringraziamo chi dobbiamo ringraziare.

questo post verrà aggiornato da qui a domenica con tutte le cose che mi vengono in mente.

Mireia, detta anche "fashion victim": per avere superato il muro della mia diffidenza verso i trikini, perché sì, è vero, i trikini, e non me l'aspettavo, sono super-strategici. si vede che si basano sulla confusione dell'attenzione. E per tutta una serie di altre cose di estremo valore che non sto qui a enumerare, tra di esse, l'avermi fatto sentire a casa.

Lucio, il proprietario del bar de tapas "Casa Lucio", per averci parlato per ore e ore, in spagnolo e catalano, di quanto adori la porchetta.

Julie, per i caffè delle nove di mattina, per la musica da "in macchina coi miei" che metteva sempre in ufficio, per l'appoggio durante le pause pranzo passate a cibarsi di barrette di cereali per dimagrire. E anche lei, per tutta una serie di altre cose, vedi Mireia.

Il proprietario del Bar Manolo, qua sotto, per il caffè dignitosissimo.

Il chirurgo che mi ha operato, per non essersi dimenticato il crogiuolo di pinze nella mia panza.

La mia estetista, per le chiacchiere e per suo marito che su internet invece dei subs in catalano mette direttamente le colonne audio.

Carolina, che anche se se n'è tornata a casa in Uruguay, è come se fosse sempre stata qui.

La tipa della banca all'angolo, che quando ha saputo che facevo "la pubblicitaria" ha cominciato a guardarmi con rispetto, emettendo urletti di entusiasmo ogni volta che mi vedeva.

Le megere della profumeria all'angolo, per avermi derubato di almeno 600 euro e avermi insegnato cosa vuol dire (all'alba dei mie quasi 30 anni) "pulizia del viso".

Mango e Bershka, come dicevo in un altro post, per avere fatto le loro taglie talmente a caso che mi entra la 42.

Garbiñe, per i freelance che mi ha passato, perché quando sono soldi, vanno bene tutti.

Il pan con tomate. Perché è un'invenzione che deve essere esportata.
Lo stesso dicasi per
la clara,
il dulce de leche,
i datteri col bacon,
i pinchos,
il gazpacho.

Gloria, la mia insegnante virtuale di spagnolo: la tipa del quadratino in alto a destra del mio corso multimediale. Con lei, in tre mesi, maneggiavo l'indispensabile a livello di istruzione universitaria.

Tutti i bar italiani che fanno il negroni, specialmente quello in cui una volta avevano anche il Braulio.

Jordi L., perché è stato uno dei migliori dirimpettai d'ufficio.

I numeri 010 e 012, perché puoi chiamare e chiedere qualsiasi cosa, dall'orario di un ufficio al numero di telefono di una palestra, a come si fa un documento, e ti rispondono sempre. in catalano, la maggior parte delle volte, ma sanno sempre tutto.

Il copywriter dell'audioguida di Casa Batllò: hilarious.



and I hope you are roaming too

Wed, 02 Jul 2008 13:46:00 +0000

(object) (embed)

il tipico spot deficiente che ovviamente a me piace.
deve essere per colpa delle canne all'università.




sasso uno: menorquinas.

Tue, 01 Jul 2008 17:34:00 +0000

(image)
menorquinas
Inserito originariamente da stephraaa
da uno scambio di battute con una persona che non odio del tutto a morte solo per avere detto quanto segue.

lei: comunque gli spagnoli non sono normali.
io: perché?
lei: ma l'hai visto che scarpe portano d'estate*?

effettivamente.


"stylistically challenged" è un'espressione che ho coniato qui.

*tutti, eh. uomini e donne di tutte le fasce sociali e d'età.



countdown

Tue, 01 Jul 2008 17:29:00 +0000

mentre i giorni che ci separano dalla nave che ci riporterà a roma diminuiscono sempre più, comincio a togliermi qualche sassolino dalla scarpa.



la meglio vecchiaia

Mon, 30 Jun 2008 10:17:00 +0000

"ieri sera sono tornata a casa alle tre."
"ah, hai fatto baldoria, eh?"
"no. ho passato due ore a cercare un taxi."



come on, it's sunday

Sun, 29 Jun 2008 13:10:00 +0000

prima di andare al mare, segnalazioni di siti assolutamente geniali.

tramite una serie di link a partire da qui, blog di un amico, sono arrivata ai due seguenti:

posta indesiderata, una geniale raccolta di mail di spam. (ai tempi, avevo una cartelletta in Eudora solo per questo. ah, i bei tempi di Eudora.)

king of arcade, ovvero tutte le schermate di Bubble Bobble con commento critico.

respect.

e dato che siamo in tema tempo libero, segnalo anche l'invenzione del secolo, perfetta per la domenica.

il software che non fa assolutamente niente.
1k.
freeware.
open source.
si chiama NaDa.
NaDa does nothing for everybody.



è che a me nessuno mi ascolta (a.k.a. "cassandra")

Wed, 25 Jun 2008 19:12:00 +0000

le fontane rosse per il lancio della seconda serie di dexter, settembre 2007.

fontana di trevi rossa, ottobre 2007.

LO SAPEVO CHE ERA UN VIRALE, LO SAPEVO!

MA QUALE ARTE, QUALE ARTE! ERA UN FOTTUTO VIRALE!

ALLORA NON SONO PAZZA, CHE VEDO VIRALI DA TUTTE LE PARTI!*

E ANCHE SE NON LO FOSSE, ANCHE SE FOSSE ARTE...

...era copiata. da un virale.


*"ormai qualsiasi cosa può essere il virale di qualsiasi cosa."(stagista, 2008)



dj asha is inda (almost former) house

Wed, 25 Jun 2008 16:00:00 +0000

venerdì sera facciamo "la festa d'addio".
APERITIVO ITALIANO
dalle 19:30 in poi
con cocktail tipici (negroni, sbagliato, pampera)
cocktail evergreen (bloody mary)
cocktail must drink dell'estate (appletini)

e stuzzichini.

la musica, come sogno di fare da mesi, sarà gentilmente offerta da youtube.
in fondo a questa pagina, il sobrio player con le prime selezioni musicali per l'evento.
naturalmente il processo di selezione musicale è ancora in corso, e lo sarà anche tutto domani.
si accettano suggerimenti, e se qualcuno di voi italianos che ci conosce è in zona, che mi contatti, perché sarà il benvenuto.
(la sezione "90s" della selezione musicale è ovviamente imprescindibile, akille, e me ne occuperò domani.)

(anche perché oggi sono occupata a STUDIARE VSS, VISTO CHE ITASA MI HA PRESO COME TRADUCTOR DALLO SPAGNOLO!!!! OLÉ!)
(body, mi metterai tra i tuoi eroi di myspace? :D )



asha is inda home

Wed, 25 Jun 2008 10:21:00 +0000

continuano le collaborazioni della sottoscritta su gaytv.
in homepage, oggi, trovate lo sparo di questa favolosa notizia.

(coming soon, l'analisi sociologica del fenomeno "foto tenerone di cuccioli su internet".)



il rogo della sanità

Tue, 24 Jun 2008 10:12:00 +0000

Ieri sera, come ogni anno qui in Spagna, era la vigilia di San Juan. Per chi non lo sapesse è la festa che unisce due delle manifestazioni più radicali della tamarraggine globale: capodanno e la spiaggia.

Immaginate l'ultima notte dell'anno, però con un caldo boia e la spiaggia a quattro passi. Ecco, ci siete vicini. Gli spagnoli (come da stereotipo) non festeggiano la fine dell'anno, ma l'arrivo dell'estate. Lo fanno con due giorni di ritardo, tutti in spiaggia, in costume, sparando petardi, sotto effetto di emmediemmea, ballando anomicamente in un chiringuito, fino alle sei del mattino (alle sei bisogna liberare la spiaggia, dicono gli altoparlanti, perchè vengono a pulirla). Fin qui niente di trascendentale, effettivamente - se non vogliamo considerare trascendentale la nostra ultima scoperta: lo spacciadore di mdma con i capelli di demomorselli e il cappello a forma di torta di compleanno, prontamente ribattezzato emmediemomorselli (che ovviamente come tutti i racconti da fattoni la mattina dopo non fa ridere...)

Torniamo sul pezzo. Il solstizio, come la fine dell'anno, è un rito pagano. Infatti, se noi a fine anno buttiamo la robba vecchia dalla finestra (calendari, vestiti, in qualche caso radicale anche tazze del cesso) gli spagnoli non sono da meno: organizzano pire colossali sulla spiaggia (in alcuni casi anche al centro della strada) e bruciano la robba invernale.

Ecco, ieri sera, per non essere da meno, mi sono liberato del peggiore incubo del mio inverno catalano. La mia tessera di CATSALUT (il modo che ha Dio per dirti che la tua vita è nelle sue mani, cito testualmente le parole di asha) è finita tra le fiamme della prima hoguera che abbiamo incontrato sulla spiaggia.

Con lei se ne sono andate in ordine sparso e senza alcun rimpianto:

quattro ore di attesa al pronto soccorso chirurgico di un sabato pomeriggio per farmi ricucire la gamba sinistra (i medici poverini erano a pranzo);

tre mesi di peregrinazione per farmi diagnosticare un'ernia del disco ("faccia sei mesi di piscina, torni e vediamo cosa è successo");

la gastroenterite di asha che poi due giorni dopo era appendicite e quindi s'è trasformata in peritonite (diciotto ore per fare una radiografia e le analisi del sangue quindi decidere di operare d'urgenza);

un'attesa di quattordici ore per sapere che la febbre di asha, no non era uno strascico dell'appendicite (anche in quel caso attesa infinita per un'ecografia e le analisi del sangue);

e soprattutto la dottoressa di base M****E S**O (dio le piaghi la vita di malattie incurabili a lei, i suoi familiari, i familiari dei familiari, dei familiari dei familiari eccetera) che mi ha risposto "se ha fretta può sempre rivolgersi ad un medico privato" dopo il secondo mese di attesa per vedere un traumatologo.

Questa invece me la tengo ben stretta, e spero che non sia bruciata tra le fiamme ieri notte: al primo che mi parla di come sono civili in Spagna, al primo che mi dice come sono moderni e come sono meglio di noi, in questo e quello, al primo, lo giuro, gli metto le mani in faccia.



la venganza dei conigli

Sun, 22 Jun 2008 17:52:00 +0000

allowFullScreen='true' webkitallowfullscreen='true' mozallowfullscreen='true' width='320' height='266' src='https://www.blogger.com/video.g?token=AD6v5dxc8sDsr1-NHV0sHsIrIk9rAiCwonC3YFPanpf_gIPaNc6CCOSzwOd_lRbbUt7bN9JCyRIqbZ6p9KI' class='b-hbp-video b-uploaded' FRAMEBORDER='0' />

Gli spagnoli ci odiano, chi chiamano "los tifosis", ridono di noi, del nostro calcio e del nostro paese. Pensano di essere più forti e più avanti, loro. Ma noi non ci arrabbiamo: rispondiamo con l'amore dei coniglietti tifosi. Unisciti alla dolce vendetta dei coniglietti tifosi. Anche questa volta è facilissimo: basta recitare l'inno nazionale insieme a noi. E ricordati: con la mano destra sul cuore*.

Porta fortuna alla Nazionale. Unisciti al coro dei coniglietti tifosi.

* con la mano sinistra puoi fare quello che vuoi, compresi gesti di ancestrale scaramanzia.


nota legale: i coniglietti tifosi declinano ogni responsabilità in merito al risultato della partita olanda rumania, nonchè rispetto alle prestazioni della nazionale francese e alla forma dei calciatori italiani.



sorrentino

Fri, 20 Jun 2008 09:48:00 +0000

alle volte mi dico che è difficile distinguere il disprezzo dall'invidia. anzi non difficile, impossibile.molta gente odia sorrentino, perché lo trova pretenzioso, perché pare sia sommamente antipatico, perché i titoli dei suoi film sono insopportabili.il suo primo film l'ho visto qualche anno fa, in dvd. era "le conseguenze dell'amore". titolo antipatico.alla fine del film ho pianto venti minuti interi. e neal, in piedi accanto a me, seduta sul divano, mi disse che era commovente che qualcuno ancora si emozionasse così per un film.poi, videonoleggio dopo videonoleggio, grazie al modello blockbuster, mi è stato molto difficile reperire il primo film di sorrentino, poi sono arrivata in spagna, e ho lasciato perdere, mettendo in lista d'attesa anche il terzo.de "le conseguenze dell'amore" mi hanno sconvolto la storia, i personaggi, la recitazione, la scrittura, la regia, la musica. non sarò un palato sopraffino, cinematograficamente parlando. non sono una di quelli che all'uscita del cinema commenta il montaggio. "ma quale montaggio? scusate? io stavo seguendo la storia..."... ma quel film mi aveva messo di fronte a delle scene bellissime, ognuna di esse praticamente "scattata", con delle scelte musicali e fraseologiche (un film con poche battute, in effetti), perfette. senza fiato.nonostante la mia fruizione mediatica sia inquinata dal trash in tutti i suoi risvolti, quando mi capita di trovarmi di fronte alla semplice, illuminante bellezza di qualcosa di veramente, veramente bello, sono felice.felice di averlo visto, come quando esci dal cinema e sei soddisfatto, ma proprio tanto, come arricchito, e dici "ah, che bel film, cazzo." e basta."il divo" è così. anche. storia vera, ambiente ed emotività totalmente diversi. e un atteggiamento ironico, nel raccontare la storia, che mi ha sdraiato. c'è vita in italia. vita intellettuale. ci sono opinioni vere, riflessioni vere, non solo quelle pippe politicologiche da anziani che ci tengono addormentati, lontani dalla cosa pubblica, imbambolati davanti a "incantesimo 25".un film che ho trovato inquietante, e bellissimo.alla faccia di michele placido, di castellitto, e di tutta quella produzione locale che non supera l'aneddotica autoctona.(e teniamo in considerazione che sorrentino, nella fiction, ci ha lavorato, come no.)inquietanteperché mi aspettavo dei giudizi di valore, cattivi, spietati, e invece, usando la tattica dell'ironia, quello che sorrentino ha mostrato a me è quasi un'agiografia, che alla fine ti va venire il dubbio che prima o poi facciano santo il protagonista. un protagonista che, per definizione, è un personaggio "controverso". e ironico, tra l'altro. l'ironia, per raccontare la sua storia, mi sembra una scelta geniale, dettata da quella che deve essere una profonda conoscenza del soggetto.e bellissimoperché anche questa volta, le scelte visive e musicali e di dialogo mi hanno lasciato sorpresa, e incantata.quasi in colpa per il disprezzo - un po' esterofilo - di default che nutro verso le produzioni dell'industria culturale del mio paese.in italia c'è vita, anche se si stenta a crederci.e anche se questo dipende da un antipatico, ben venga.a me, alla fine, gli antipatici piacciono un sacco.questo post è stato ispirato da questo post di akille.post-scriptum:stavo cercando immagini del film, digitando "il divo" su google immagini, e i primi risultati che ho ottenuto sono stati tutti molto simili a questo.poi mi sono ricordata che, qui in spagna, se dici "il divo", tutti pensano che stai parlando di questa specie di boyband di cantanti lirici, che cantano canzoni famose italiane o brani loro, una specie di incrocio tra i take that e i tres tenores.brrrr.[...]



riflessioni

Wed, 18 Jun 2008 12:35:00 +0000

è strano, le differenze tra le cose.
le persone e gli animali da compagnia, quando muoiono, vanno su in cielo.
i miei calzini, invece, quando muoiono, vanno giù nel cortile condominiale di cui nessuno ha le chiavi.

quando i calzini vanno giù... giù le bestemmie, giù le bestemmie...



alza la voce, coniglio alza la voce.

Tue, 17 Jun 2008 11:10:00 +0000

allowFullScreen='true' webkitallowfullscreen='true' mozallowfullscreen='true' width='320' height='266' src='https://www.blogger.com/video.g?token=AD6v5dxnHj9XXSv0o329iVjcOXmQFcFgevlmp0BZLdtGi7fg6780CyITqAjxGrTfPf4Dklj8LZ7geNEj8dQ' class='b-hbp-video b-uploaded' FRAMEBORDER='0' />

Alle 20:45 di oggi, tutti insieme appassionatemente con il coro dei coniglietti tifosi.

Supportare la Nazionale è facilissimo: fissa lo schermo con aria determinata, metti la mano destra sul cuore* e canta l'inno del nostro paese. E se vuoi portare tantissima fortuna alla Nazionale: aggiungi anche tu il video del coniglietto patriottico.

* con la mano sinistra puoi fare quello che vuoi, compresi gesti di ancestrale scaramanzia.


nota legale: i coniglietti tifosi declinano ogni responsabilità in merito al risultato della partita olanda rumania, nonchè rispetto alle prestazioni della nazionale francese e alla forma dei calciatori italiani.


Media Files:
http://www.blogger.com/video-play.mp4?contentId=382074b654c7009e&type=video%2Fmp4




momento nostalgy

Tue, 17 Jun 2008 09:22:00 +0000

(object) (embed)

si nota che mi sto preparando a tornare a roma?

oddio, i piloni della tangenziale!
sende una lacrimuccia di emozione.

elettrojoyce, "balena".

(anche se quella che io cercavo è, ne ignoro il titolo, "lei balla e non lo guarda/ lui balla e non la vede/ ma quando i due si sfiorano/ il pavimento cede")




La magnum?! Ma è bellissima!

Mon, 16 Jun 2008 13:49:00 +0000

(image)

La vita non è solo essere potenti, potenti, potenti, potenti, potenti in modo assurdo.



ascione ha ragione!

Sat, 14 Jun 2008 10:10:00 +0000

una delle più grandi verità sul trash l'ho letta su questo articolo, in cui si intervista ciro ascione, geniale creatore ed autore di trashopolis, sito che frequento da un mesetto, e che è già uno dei miei cult, soprattutto nelle sue sezioni "cinzia oscar" e "giuseppe junior".
il bello di trashopolis non è costituito solo dal trash che propina nei video. quello che io trovo geniale sono i trattatini di semiotica audiovisuale che accompagnano i video.

ascione, giustamente, e direi quasi con aplomb da guru, afferma nell'intervista che non è possibile che, in un panorama televisivo come il nostro, nazionale e locale, daniele e costantino siano considerati normali e rosario miraggio deviante.
clap, clap, clap.



no, io non sono scaramantico

Fri, 13 Jun 2008 15:10:00 +0000

(image)

Da una conversazione avvenuta qualche istante fa.

él © says: (5:05:42 PM)
tra poco in questa casa ci sará la seguente scena tristissima
él © says: (5:06:59 PM)
ore 17e45
él © says: (5:07:04 PM)
casa deserta
él © says: (5:07:10 PM)
silenzio totale
él © says: (5:07:17 PM)
una mdp attraversa il soggiorno lentamente
él © says: (5:07:25 PM)
il salone è buio
él © says: (5:07:34 PM)
illuminato solo dalla luce azzurra del televisore
él © says: (5:07:50 PM)
nel silenzio una voce dal televisore
él © says: (5:07:53 PM)
un coro
él © says: (5:07:58 PM)
è l'inno italiano
él © says: (5:08:35 PM)
e davanti al televisore un uomo adulto sui 30/35 con la mano sul petto che muove le labbra seguendo il testo dell'inno nazionale
él © says: (5:08:41 PM)
solo in un paese straniero ed ostile
él © says: (5:08:43 PM)
:P
Amichetto says: (5:08:57 PM)
ma diciamolo: così dà più gusto



momento vulvia

Fri, 13 Jun 2008 11:01:00 +0000

vivono in gruppo.
si riproducono alla velocità della luce.
aumentano di peso altrettanto velocemente.
occupano tutto lo spazio che trovano, fino a lasciare tutte le forme di essere vivente attorno a loro quasi senza spazio vitale.

scatole del trasloco, su rieducational channel.



internazionale?

Thu, 12 Jun 2008 16:05:00 +0000

(object) (embed)

questo spot è in onda anche in italia? o è l'ennesima dimostrazione del fatto che la superiorità spagnola rispetto all'italia è una montatura (pubblicitaria)?




desperate housewife

Thu, 12 Jun 2008 15:49:00 +0000

(image)



once were scaffolds

Thu, 12 Jun 2008 15:17:00 +0000

(image)

ovvero come, riempire scatole ascoltando "los cuarenta principales", che è la stessa cosa che feci quasi due anni pittando le pareti, quando ancora le scatole stavano tutte a milano.
il cerchio si sta chiudendo.
l'uno luglio vengono a prendersi la roba.