Subscribe: Un tocco di zenzero
http://www.untoccodizenzero.it/sitefeed/atom.xml
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  anche  che  commenti  cucina  della  grammi  nel  nella  olio  più  posta commenti  posta  questo  ricetta  sono 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Un tocco di zenzero

Un tocco di zenzero





Updated: 2007-06-28T14:15:34.393+02:00

 



Posta i commenti

2007-06-28T08:19:38.186+02:00

(image)





















Oltre alla bottarga di Imraguen durante la gita a Slow Fish ho acquistato una confezione ( quasi finita ormai!) di colatura d'alici Delfino... E devo dire che amici chef hanno gradito... ;o)
Si è adattata molto bene alla ricetta con i paccheri di Gragnano..sapore delicato..se posso definirlo tale ( la colatura non ha per definizione un sapore delicato!).

Sembra una cosa strana a dirsi ma a Torino,se qualcuno volesse comprare una bottiglietta di questo liquido prezioso,purtroppo non può essere soddisfatto!!! :(
Ho telefonato per curiosità a 4 famose e fornite gastronomie del centro e la risposta è sempre stata la stessa... non abbiamo colatura di alici!!! naaaaaaaaa... ma insomma torinesiiiiiiii!!!!
Di sicuro una piccola e sperduta gastronomia avrà in vendita la colatura... c'è nessuno che mi può dare un consiglio a riguardo,pleaseeeeeeeeee!!!!????
p.s. tiratina d'orecchi anche a eataly!!! Non c'è nemmeno lì!Mi pare impossibile... :)

Il condimento è di veloce realizzazione ma allo stesso tempo ha un sapore unico! Un pò come la ricetta della bottarga con i capperi di Pantelleria di Gabrio Bini..

Preparate un trito di aglio (fresco possibilmente) che farete sofriggere in un paio ( anche 3) cucchiai di olio e.v.di oliva... lascio a voi la scelta..
Tagliate a spicchi 15/20 pomodori pachino o piccadilly... fateli saltare nella pentola con l'aglio per un paio di minuti...aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro, sale e lasciate insaporire...fosse troppo ristretto anche due cucchiai di acqua...a questo punto mettete un paio di cucchiai di prezzemolo tritato e mescolate bene. Togliete dal fuoco.
Cuocete la pasta ( circa 80/90 grammi per persona) scolatela molto al dente ,aggiungete due cucchiai di colatura e saltatela con il condimento per qualche minuto..
Servite subito!
Il sapore della colatura è unico, e non a tutti piace... Consiglio di testare prima di servire il prodotto ad amici,marito e parenti!! Mal che vada dovrete sacrificarvi e finire la padellata di pasta tutta da soli!!! Che poi non è così male come idea!! ;-)



Posta i commenti

2007-06-26T15:20:40.358+02:00

(image)

Tripudio di ciliegie e amarene nei foodblog in qs giorni...E così anche io mi sono lanciata in una ciliegiosaricetta!
Ha una consistenza favolosa,questo dolce, pare quasi una ricotta al forno!!! Ho sottoposto all'assaggio cieco due amici chef.. e ci sono cascati in pieno!! :o) Son burlonaaaaaaaa.... eh eh eh!

semolino grammi 60
uova 1
zucchero 65 grammi
ciliegie (denocciolate) grammi 250
albume 1
latte 3,5 dl
Top Kroccant Fabbri q.b.

In una casseruola versate il latte e portate a ebollizione. Unite il semolino versandolo a pioggia e cuocete per circa 10/15 minuti mescolando continuamente.Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.
Fuori fuoco incorporate al composto l'uovo, lo zucchero, le ciliegie. Successivamente l'albume montato a neve. Imburrate uno stampo da ciambella o 6 pirottini d'alluminio (oppure silicone) e versatevi il composto.
Cuocete a bagnomaria in forno preriscaldato a 200 gradi per 45 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di togliere dalle formine.

Ho decorato il dolce con un nuovo prodotto della Fabbri, il Top Kroccant! Il Top è una salsa al cioccolato che a contatto con il freddo diventa solida e croccante e consente di creare deliziose decorazioni!
Bon appetit!



Posta i commenti

2007-06-25T08:27:09.319+02:00

Settimana super intensa quella passata... ;)Come i marines in Full Metal Jacket mi sono praticamente trascinata sui gomiti fino al week end, attendendo il meritato divertimento e relax (ho dovuto anche studiare)!!Ma non per questo mi sono dimenticata dell'appuntamento con la rubrichetta di UTDZ!Questa settimana é un pò ridotto ma credo, comunque, interessante... :o)E'diventata un tappa fissa anche la visita quotidiana su Flickr!Vita Arina....Oggi vi presento un'amica che arriva dagli stati uniti Vita Arina... Vita ha un tocco magico... Ha la capacità di essere bravissima davanti all'obiettivo nelle creazioni gastronomiche.. ma altrettanto capace e competente dietro l'obiettivo!! peccato che non abbia pensato ad un blog...Vita oltre ad essere bravissima e anche molto gentile, perchè se le scrivete per avere qualche consiglio o fare due chiacchere vi risponde,senza comportarsi da super star! ;)Brotherhood of the bean..Tradotto letteralmente dall'inglese sarebbe "La fratellanza del fagiolo"sottotitolo:“Nero come il diavolo, caldo come l'inferno, puro come un angelo.... "Brotherhood of the bean"... questo blog statunitense è dedicato alla bevanda nervina per eccellenza:il caffè!Gli amici della fratellanza scrivono per amore e passione del caffè e sono alla continua ricerca di persone amanti del caffè e disposte a scriverne,entrando a far parte della fratellanza! Se siete padroni della lingua inglese potete proporre la vostra candidatura esattamente qui!Siete pronti a collaborare?? :o)Ice cream Ireland...Cosa ne dite di un bel gelato?? :)Ice cream Ireland nella realtà è Kieran irlandese,che ha dedicato un intero foodblog alla sua passione per il gelato.... Foto bellissime e ricette deliziose:affogato al caffè,gelato al kahlua (buonooooo) alla fragola,vanilla... e da poco anche un libro!Cercate qualche gusto speciale o idee per rinfrescare le vostre torride serate?? Visitate questo blog! Diventerà una tappa fissa per tutta l'estate e non solo...Alla prossima battuta di pesca allora![...]



Posta i commenti

2007-06-22T16:37:58.498+02:00

Conoscevo di nome Alessandra Buglioni di Monale ma non avevo mai avuto il piacere di incontrarla prima della cena a Eataly, martedì 12 Giugno... sapevo della sua cucina di tradizione ricca di spunti e tecniche nuove provenienti dalle varie esperienze in giro per il mondo.E devo dirvi che sono rimasta piacevolmente stupita nell'osservare questa piccola donna al lavoro... ha mani lunghe,dita sottili che vanno veloci da un piatto all'altro, gestendo la creazione, la cromaticità e i sapori in modo sapiente ed esperto...Alessandra è nata e cresciuta in cucina..proprio nella cucina dell'Albergo Real Castello,dove la sua mamma era chef..Chi dice che la passione non la si ha nel sangue!In cucina Alessandra è supportata da Bruna e Elena (con lei nella foto d'apertura post) che molto carinamente mi hanno sopportato durante la preparazione della cena, limitandosi a spostare i vari ingredienti a tiro di macchina fotografica, sospirando ogni tanto come a dire "ma che strano lavoro deve fare questa signorina"! Signore mie!!Grazie ancora per la pazienza... So che non tutti sono abituati ad avere gente estranea che gira in le cucina con fare sospetto, ma loro devo dire sono state molto molto carine... :)Il menù proposto da Alessandra per la cena svoltasi a Eataly il 12 Giugno era improntato sul connubio natura & cucina.. dove la natura stava a significare erbe-fiori in cucina e alle varianti/abbinamenti con i piatti...Purtroppo mi sono persa buona parte della lezione tenutasi prima della cena, nell'aula didattica di Eataly.. Peccato perchè la lezione è stata ( a detta delle signore presenti in aula) molto interessante... :(Prima della cena (servita nella sala lounge del museo Carpano) Alessandra ci ha stuzzicato il palato con una meravigliosa e profumatissima mousse al formaggio, ricca di sapori erbosi e pungenti dell'orto (ingredienti segreti!).. ben accompagnata da focaccia e pani alle erbe, specialità della cucina del Real Castello di Verduno..menù ...Bionda di Villanova lessa sott'olio insalatina di erbe e fiori..Erbe:rucola,artemisia arquebuse,erba aglio, prezzemolo,finocchietto selvatico,pimpinella,cicoria dei prati tarassaco,erba del pepe, portulaca selvatica.Fiori:pratoline,alfa alfa,malva,boraggine... purtroppo non tutte le erbe e fiori elencati erano presenti all'appello, in quanto i continui temporali dei giorni scorsi hanno compromesso molte specie.Ma vi posso assicurare che quello che Alessandra ci ha presentato era comunque qualcosa di sensazionale, mai provato prima.. Io sono per definizione una così detta capretta , perchè mangio qualsiasi robo verde mi capiti a tiro! E in questo piatto di robine verdi (molto invitanti) ve ne erano molte!Secondo antipasto... torta di ricotta fresca ,toma di pecora di langa con salvia fiorita foglie e fiori di salvia delle tre qualità del giardino...Vino:in abbinamento Rosa Vittoria del Castello di Santa VittoriaSalvia fiorita gigante, aggiungo io.. perchè mai nella mia vita ho visto foglie di salvia così grandi (bistecchine panate!) e fiori altrettanto grandi e profumati (foto in alto a sinistra)! La ricotta è stata portata freschissima la mattina del 12 presso il castello, prodotta durante la notte da un margaro della zona e ben si accompagnava alla toma di pecora ... intressante connubio di sapori: dolce e allo stesso tempo forte,sapido dovuto alla toma di pecora!Vino:in abbinamento Muscadet de Sevre et maine Domaine de L'Ecu 2005.Primo piatto..Carnaroli in risotto al verde con fiori di zucchine,uno dei cavalli di battaglia della chef del Real Castello..Erbe:costine,menta piperita-Fiori:fiori di zucca e fior di zucchino..Alessandra durante l'operazione impiattamento mi era sembrata turbata, contrariata che il risotto non fosse ( a suo dire) come doveva essere! In realtà a detta di tutti i commensali, il suo risotto era da gran premio.. un sapore delicato, le erbe erano nella giusta quantità e per niente predominanti... allietate dal dolce dei fiori di zucca e zucchino ripieni di toma....[...]



Posta i commenti

2007-06-19T08:23:17.537+02:00

(image)







Ho assaggiato parecchie volte la fregola a casa di amici e al ristorante,ma sinceramente non mi sono mai lanciata e ripetere l'esperimento a casa.. Era così buona quella degli amici!
E all fine anche io mi sono lasciata tentare...eccola qui, la mia personale interpretazione.
Ho stravolto un pochino l'originale fregola con le arselle (non me ne vogliano i puristi!!)

Nei giorni scorsi a Torino sembrava autunno e così ho pensato di creare un'atmosfera serata al mare+spiaggia+zuppa+chiacchere.. a casa e godere dei profumi della sardegna!! Quanto mi manca quell'isola meravigliosa!
Upssssss..per chi non sapesse cosa è la fregola... la fregola,fregula o sa fregua è un prodotto tipico sardo,ottenuto bagnando con acqua la semola. Si ricavano così piccole quantità di pasta dalla forma sferica che vengono setacciate a loro volta in forme piccole, medie e grandi che alla fine sono tostate al forno dove assumono la loro colorazione bruno/marroncina.

per 4 persone

fregola sarda -eredi lecca -grammi 240
vongole 1 kg
cicale 8
moscardini (detti anche fragolini) 4
olio extravergine d'oliva q.b.
aglio fresco 1 spicchio
prezzemolo tritato 1 cucchiaio
passata di pomodoro grammi 500
acqua q.b.
sale q.b.
peperoncino a piacere

mettetele le vongole in un recipiente e lasciatele completamente immerse nell'acqua e sale per un paio d'ore: in questo modo i molluschi tireranno fuori tutti gli eventuali residui di sabbia.
Scolatele e mettetele in un ampio tegame che disporrete sul fornello a fuoco vivo,per far si che rilascino la loro acqua.
Separate una parte di molluschi dai gusci e metteteli da parte. Filtrate con un colino fine l'acqua prodotta dalle vongole e mettetela da parte.
In un altro tegame - ideale di terracotta - fate rosolare l'aglio in paio di cucchiai di olio.
Saltatevi le cicale e i moscardini tagliati a pezzi e lasciate insaporire per qualche minuto.
A questo punto versate nel tegame la passata di pomodoro, mescolate e lasciate insaporire .
Aggiungete ora circa 1/2 l di acqua (dovrà essere liquido ma non troppo) e portate a bollore, alzando la fiamma.

Mettete nella pentola le vongole, con la loro acqua di cottura precedentemente filtrata, e il prezzemolo tritato. Appena riparte il bollore unite la fregula e terminate la cottura.
Servite calda con un filo d'olio crudo e in aggiunta del peperoncino!

Stampa la ricetta:Sa Fregua



Posta i commenti

2007-06-18T08:37:32.606+02:00

Secondo appuntamento con le novità, le golosità le bellezze del web !! Mi piace molto la mia nuova veste da piccola Sherlock.. :)Mi permette di divagare più del solito.. ma per gli amici questo ed altro, no??Plates & PacksTorno su Flickr per segnalarvi questa volta il link di una vera professionista dell'obiettivo: Lara Ferroni,americana.. fotografa,foodstylist, ci sazia ogni giorno con scatti meravigliosi dal mondo del food! So che parte avvantaggiata, ma vale davvero la pena dare un occhio alle sue meraviglie... Plates & Pack's è il suo link on Flickr...The Wednesday ChefThe Wednesday Chef..Luisa Weiss americana, vive a New York e inizia a scrivere nel suo blog per mettere in pratica tutte le ricette (o quasi) trovate nel corso degli anni sulle riviste di cucina!!Luisa è cresciuta a Berlino da padre americano e madre...italiana! :)Un bel misto... culture diverse che si mescolano.. ma sicuramente creano una curiosità non comune verso il cibo!Nella botte piccola...Rientro in Italia per parlarvi di Val e del suo blog Nella botte piccola- sottotitolo:emozioni, sogni e passioni dalla cantina Balestri Valda... Eh si cari amici, molte aziende ormai creano il loro spazio di colloquio con i clienti... ma questo wineblog è bello, pieno di poesia e notizie sul vino di Val!ChefBlogAncora in Italia per parlarvi di un cuoco che ha deciso di aprire un blog...si fa chiamare Chef .. ma non so dirvi di più,perchè chef racconta poco di se!Stavo girellando per la rete e mi sono imbattuta nel suo blog! ;)Chef racconta ricette e riflessioni sulla cucina... semplice e a volte un pò gourmand!KitchenstoriesChiudo in bellezza salutando un caro amico cuoco (come si definisce Nicola) che da qualche tempo ha deciso di tornare a scrivere (meno male), in modo meno dissacrante e regalandoci qualcuna delle sue ricette,belle foto e aforismi sulla vita.. eh eh eh.. ;) sto parlando di Nicola Cavallaro.. so che non è una novità per tanti di voi che frequentano il web.. ma Nic ha cambiato indirizzo..lo trovate qui![...]



Posta i commenti

2007-06-16T17:47:53.881+02:00

Sono una che carbura lenta, proprio come un diesel... Ma una volta partita non mi si ferma tanto facilmente... un trattorino diciamo!!La settimana che è iniziata il 3 Giugno ha dato il via ad una serie di eventi importanti... Partecipazioni a giornate di studio, lavoro e anche ad un bel meeting!!Era da un anno che attendevo questo momento e finalmente il gran giorno è arrivato...Il 4 Giugno si è tenuta a Rapallo,sotto l'organizzazione perfetta di Filippo Ronco, la terza edizione del T.V.M (Tigullio Vino Meeting)...Circa novanta produttori vinicoli provenienti da tutta europa,aziende olivicole e anche qualche "spacciatore" (Buoni a tavola) di gastronomia d'eccellenza come la chiamo io,vere chicche..un ode alle papille gustative,diciamo! E per questo ringraziamo Michele, che ci ha allietato con una soppressata di Gioi, Caciocavallo Silano e molte altre prelibatezze!Sono stata accompagnata nel tour da amici sommelier che si sono distribuiti a macchia di leopardo nella sala, non tralasciando la minima goccia di vino!!!! Delle vere e proprie macchine da guerra... già!!Hanno iniziato il tour dai vini bianchi, poi nel pomeriggio i rossi e verso sera i vini dolci.... per me è stato un vero spasso vederli degustare.. e ogni volta mi chiedo come possa essere possibile!!Io sono crollata in catalessi al terzo o quarto assaggio... diciamo che mi sono coccolata i produttori sloveni... vini che adoro!!! Uno su tutti (vino) il Rizling (dolce) di Joannes .Ho imparato a conoscere i vini sloveni grazie a Tirebouchon e ai Maestri Elsa e Angelo...Sono proprio come piacciono a me.. e poi adoro i vini bianchi!Stavo dimenticando la parte più bella e dolce dell'evento... Il caro Filippo è arrivato tardi poichè Elena (la moglie) ha dato alla luce una bellissima bambina di nome Viola.. che ha deciso di venire al mondo proprio lunedì 4 Giugno, durante gli ultimi preparativi del Meeting!Diciamo che papà Fil si ricorderà questo meeting per tutta la vita.. ;o)Tirando le somme della giornata devo dire che grazie a Filippo ho potuto rivedere amici cari come Terry Hughes (Mondosapore), incontrarne di nuovi.. Mike Tommasi e Luca Risso (The wine blog),Gianpiero Nadali (in arte Aristide che avevo conosciuto a Squisito lo scorso anno) Max Cocchetti di Winoblog /Quintomiglio,Mirko Mariotti di Blog & Wine.. e molti altri! Non ho avuto il piacere di conoscere Violacea, presente anche lei al Meeting!! Ma Violetta, dove eri??Upsss dimenticavo Luca Conti di Pandemia!! E ho dimenticato Claudio Sacco Il Viaggiatore Gourmet!!! :)Per le informazioni tecniche su produttori,vini & C vi invito a consultare i wineblog sopracitati!!!I ragazzi sono dei veri professionisti del vino... Mica come me, che penso solo sbevazzare ogni tanto!! ;o)Grazie ancora a Filippo e a tutte le persone che si sono occupate dell'organizzazione!! Ci rivedremo nel 2008!Troverete un pò di foto qui: VINIX![...]



Posta i commenti

2007-06-15T15:19:55.695+02:00

(image)
Interessante iniziativa presso il mercato del pesce di eataly domani 16 Giugno... Si terrà dalle ore 17 fino alle 19 l'asta del pesce ligure..
Consiglio la visita.. è un'esperienza molto interessante!
E dalle ore 20 il caro Nando Fiorentini proporra un interessante aperitivo..Degustazione del pesce ligure... frittini,crudo hamburger di melanzane e gamberi e.... bollicine!

E per chi volesse saperne di più su salute e cibo domani mattina dalle ore 10 in piazza Vittorio Veneto la "3 giorni della salute" promossa dal Ministero della salute in collaborazione con Slow Food... informazione e sensibilizzazione dei cittadini sui corretti stili di vita per vivere bene e in salute! :)

Ahhhhhh... dimenticavo domenica 17 Giugno si terra presso il parco del Valentino ,presso Borgo Medievale il MEDIEVAL SHOW!



Posta i commenti

2007-06-14T08:26:08.985+02:00

(image)

Aperitivino tra amici all'ultimo,come è successo a me??E non sapete cosa tirare fuori in mezz'ora dalla vostra testolina?? :)
Niente paura!!! Vi servirà un rotolo di pasta sfoglia pronta (o preparato in precedenza e surgelato) un pò di rucola,della feta e qualche oliva nera...

pasta sfoglia stesa ( a mattarello) grammi 250
feta grammi 80
rucola (pulita) grammi 100
olive nere una decina (denocciolate)
olio e.v.di oliva ligure q.b.
sale q.b.

portate il forno a 180°
preparate i coni di sfoglia tagliando a spicchi la sfoglia e arrotolandola intorno ai coni di metallo.
Fate cuocere per circa 7/8 minuti da vuoti....nel frattempo preparate il ripieno..fate cuocere per 2/3 minuti la rucola con 1/2 cucchiaino d'olio, aggiustate di sale e pepe..aggiungete all'ultimo la feta tagliata a dadini.
A questo punto sfornate i coni e metteteli da parte per qualche minuto ( se no vi ustionerete le mani!!)... togliete il conetto di metallo (mica vorrete mangiare anche quello.. eh eh eh) riempite i coni di sfoglia con il composto di rucola e feta, reinfornate per altri 7/8 minuti o almeno fino a quando la sfoglia risulterà bella dorata.
Servite tiepidi,magari con un bicchiere di prosecco!!
Ah, dimenticavo!!! Con la pasta sfoglia avanzata ( per intenderci i bordi) potrete preparare altrettanti sfiziosi fingerini!!! Con gli stessi ingredienti o con quello che più vi piace.. :)

(image)
(fiorellini di pasta sfoglia)

Stampa la ricetta :Coni di sfoglia rucola e feta



Posta i commenti

2007-06-13T08:20:56.567+02:00

(image)

Cuochetta invita e io rispondo (anche se in ritardo)... :) Sono perdonata, Diavoletta??
Confesso la mia smisurata passione per lui..l'unico e il solo ! So che ci sono due correnti di pensiero... Kenwood Vs Kitchen... ma il primo amore e robot non si scorda mai! Per me Ken forever.
Con lui mille e una avventura, ricette create, pani,focacce,carni tritate,meringhe soffici..... frullati meravigliosi.... Ecco! mi sono dichiarata.... ;-D
Ci sarebbero anche due o tre attrezzi in più che potrei raccontarvi... magari li lascio per un altro MeMe!
W il KENWOOD!
E grazie Cuochetta!



Posta i commenti

2007-06-12T08:22:25.687+02:00

Sottotitolo come lavorare divertendosi un sacco!Ritorno a Eataly una settimana esatta dopo la cena del Pashà di Conversano questa volta per profumi e sapori che arrivano dal mare...In cucina (e prima in aula per la lezione) Claudio Tiranini.Claudio gestisce assieme alla sorella Pervinca ( responsabile in sala) in quel di Savona il ristorante A'Spurcacciun'a...non fatevi ingannare dal nome perchè cari amici, in quel nome nome è racchiusa la tradizione di cucina della famiglia Tiranini...Le storielle che gli ruotano attorno sono tante... una narra che la nonna di Claudio, che si occupava della cucina, un bel giorno (esausta) decise di mondare i fagiolini con i piedi a mollo in una enorme bacinella piena d'acqua ed un amico che passava di li per un saluto le disse" ma cosa fai così in cucina, Spurcacciun'a"!!!! Eh eh eh... e per le altre consiglio una gita e due chiacchere con Claudio!! ;)Quest'anno a Eataly sono state organizzate molte cene con chef provenienti da ogni parte d'italia e il programma è ancora fitto di eventi interessanti... Questa sera il programma a cena con i grandi chef vedrà protagonista il ristorante del Real Castello di Verduno ( chef Alessandra Buglioni di Monale....)Poi una pausa estiva da Luglio a Settembre dove riprenderanno le cene a tema e gli incontri in aula con gli chef!Siete curiosi e volete qualche info in più??? guardate qui:a cena con i grandi chef.Il menù proposto da Chef Claudio per la cena del 6 Giugno è stato indimenticabile.... non ho avanzato nemmeno una briciola! (lisca)...before...andafterGli scatti che vedete in questo post sono stati presi in due momenti diversi...durante la lezione di cucina, che si è tenuta nell'aula didattica di Eataly prima della cena, e successivamente durante la cena.. rubando spazio e pazienza allo chef e a tutta la (simpaticissima) brigata!Comunicazione di servizio:ringrazio Albano e Annamaria per l'aiuto in aula didattica!Vi ho già raccontato nel post del Pashà che amo fotografare i piatti, ma amo forse ancora di più rubare i momenti durante il lavoro nel dietro le quinte..la concentrazione, la creazione e la bella aria che si respira in cucina!La brigata di cucina di Chef Tiranini è un gruppo omogeneo di donne e uomini,ma ahime(per i signori uomini) le signore cuoche la fanno da padrone!!!Guardate un pò qui sotto:Ora vi racconto il menù.... :)Abbiamo iniziato con ....granchio al naturale crema di avocado,uova di salmone, vellutata di porri e torta di granchio... titolone lunghissimo ma giustificato dalle portate ( 4 antipasti in uno!) .. posso:wowwwwwww!!!!Ho cercato di estorcere il nome di chi rifornisce il pesce al ristorante, oltre che la ricetta (ovvio).. eh eh eh.. nulla da fare!!! Lo chef è stato irremovibile!Passiamo poi ad uno dei piatti più strabilianti assaggiati nella mia vita..Cocotte di riccio (freschissimo) all'uovo di quaglia..accompagnata da calamaro ripieno di zucchine trombetta,filetto di triglie ( quelle che avete visto fotografate lassù) su purè di patate violette... un'esplosione di sapori e profumi..il mare allo stato puro, accompagnato da verdure squisite (tutte di produzione dello chef,nel suo orto)..Il piatto successivo sarebbe stato il preferito dal mio caro amico Vittorio che adora in modo smisurato minestre,zuppe & C... mica solo lui!!! Vellutata di minestrone con gamberi,novellame,gocce di pesto, cialde di basilico e pinoli... avete presente il passato di verdura che mamma vi preparava perchè odiavate le verdure del minestrone???? Eccolo qui, ma accompagnato da gamberi dolci e succosi e un pesto doc appena fatto!Ed ora amici miei uno dei cavalli di battaglia della A'Spurcacciun'a... Pinzimonio di crostacei e piccole verdure... del ristorante di Chef Claudio non vi ho raccontato una cosa... Claudio in realtà nasce architetto e nel [...]



Posta i commenti

2007-06-11T08:35:20.993+02:00

Inauguro da oggi la nuova rubrichetta di UTDZ pescati nella rete... altro non è che una mini raccolta settimanale di blog ( e no) a tema food, link interessanti italiani e stranieri.. spunti vari...un modo per navigare e divertirsi e perchè no leggere qualcosa di diverso! Chissa ,magari domani troverò anche uno di voi.. chi ha deciso di avere un blog??? Chi lo ha già??!! :)Inizio con un sito in lingua inglese Tastespotting dedito a pubblicare link e fotografie di foodblog sparsi in tutto il mondo!!E'una sorta di indice/pagella virtuale dei foodblogger (registrati)..più una foto è votata dagli utenti,più sale nella classifica!! date un'occhiata... da fare venire l'acquolina in bocca anche se avete appena mangiato.. ;o)Ricette e non solo... oggetti dal mondo del food,sapientemente fotografati!Paris breakfast...(carol gillot)Carol Gillot scrive da New York ed è una bravissima acquarellista che si dedica a riprendere scene di vita reale ma viste dalla parte ...food!!! Sul suo blog troverete tazzine da caffè,cucchiaini ,dolci cubetti di zucchero.. talmente belli da sembrare reali!!! Andate a dare un'occhiata.. troverete i lavori di Carol nel link parisbreakfast ...Volendo potete anche acquistare un bellissimo acquerello da Carol! Io stavo pensando ad un bel ritratto della mia belva nera!!DAPANPasso ora a parlarvi di una una cara amica di macchina fotografica..;) i suoi scatti hanno una sorta di magia, una luce speciale...sono meravigliosi ,insomma!! Lei è di origine canadese/cinese e si chiama Dapan da me soprannominata il piccolo genio!! Dapan ha anche un bel blog (in doppia lingua cinese/inglese) Dapan's diary...Su flickr troverete tutte le sue foto...ha un talento fantastico...Aspetto il vostro parere!Il ricettario di AnnaE per chiudere torniamo in Italia... Con il Ricettario di Anna il diario e il ricettario di una celiaca a Milano...ricette per celiaci, ma non solo..curiosità,foto e un pò di vita vissuta della nostra amica Anna! Guardate che semplicità e profumi nella ricetta della sua Confettura di pesche!Ci vediamo la prossima settimana -stessa ora e stesso giorno-con altri pesciolini pescati nella (mia) rete![...]



Posta i commenti

2007-06-08T15:21:31.870+02:00

(image)


















Un salutino a tutti da Bart! :o)
Buon week end tuttiiiiiiiiii............



Posta i commenti

2007-06-07T13:01:36.106+02:00

(image)








Dopo la cena a Eataly organizzata da Slow Food qualcuno mi ha chiesto la ricetta degli sgonfiotti... :)
Beh, non potevo non esaudire una così gentile richiesta ed eccola qui... E' più o meno quella che faceva la mia nonna (nonna Giuseppina di Minervino per intenderci)... il ripieno può variare di volta in volta... questi che vedete qui sopra sono deliziosamente farciti di acciughe!
ricetta??? Oh yesssssss! :)

pasta da pane 500 grammi circa
acciughe sott'olio q.b.
olio per friggere q.b.
sale q.b.
origano q.b.

(image)

preparate della pasta da pane (o se non avete tempo compratela dal panettiere di fiducia) lavoratela su un piano velocemente, tagliate dei salsicciotti di circa 4/5 cm che a loro volta taglierete in tante palline.. appiattite la palline, riempitele con mezza acciuga,un pizzico di origano,richiudetele -schiacciando bene i bordi-e lasciatele lievitare per circa mezz'ora.
Friggete gli sgonfiotti (in immersione) in olio extra vergine di oliva ( in alternativa olio di arachidi) molto caldo.Una volta cotti, toglieteli dalla pentola con una schiumarola..passateli nella carta assorbente ,salandoli leggermente.
Servite subito!

la ricetta :Sgonfiotti



Posta i commenti

2007-06-06T08:17:12.774+02:00

(image)






















E'il mio periodo ananasoso... (si può dire???) frutta e frutta!! e pesce... :)
Purtroppo sto tradendo un pò la dieta,più che altro con qualche bicchiere di vino di troppo! Lo so, non va per niente bene.. ma che posso fare?
Questo piatto può essere servito come antipasto... o come vi pare!
L'esperimento a noi è piaciuto assaiiiiiiiiiii!

capesante 2 (eliminate il corallo) per persona
ananas 2 fette
pompelmo rosa 2 spicchi pelati al vivo
sale q.b.
peperoncino -in polvere- a piacere
olio e.v.di oliva q.b.
sale rosso speziato Halen mon q.b.
miele di girasole la punta di un cucchiaino

preparate la frutta..pulite l'ananas e il pompelmo.. prendete una pentolino e versateci 1/2 cucchiaino di olio e.v.di oliva.. cuocete brevemente la frutta con un pizzico di sale e il peperoncino ( la dose varia da persona a persona!).. togliete dal fuoco e mettete da parte.
cuocete ora le capesante, brasandole in una padellina di alluminio per un paio di minuti.
servite subito accompagnando le capesante con la frutta piccante,una punta di miele di girasole e un pizzico di sale rosso alle spezie.

stampa la ricetta:Capasanta brasata e frutta piccante



Posta i commenti

2007-06-05T16:11:02.590+02:00

Sono ormai quasi vent'anni che manco ad un appuntamento importante... tornare nella terra natia dei miei nonni paterni, quella terra che ancora adesso mi da ispirazione e tanto amore per il cibo:la Puglia.Mio padre è nato a Minervino nelle Murge e da giovanissimo si trasferì a Torino, in cerca di libertà ( il nonno aveva un carattere duro e difficile) e lavoro (sogni di ogni ragazzo di paese)... Ha trovato entrambe le cose oltre a una bella moglie e due figli .E grazie a mio padre ( e ai nonni paterni) ho avuto la fortuna di scoprire ,già in tenera età ,l'amore e la dedizione che regnava in famiglia per il cibo, quello sano,semplice e vero.....E lo stesso amore e rispetto l'ho ritrovato mercoledì 30 maggio alla cena organizzata da Slow Food Torino (nella persona di Eric Vassallo) a Eataly con il ristorante Pashà di Conversano (Ba)..La famiglia Magistà apre il ristorante il 20 Maggio del 1998 e capite bene che il mio legame con questo luogo è ancora più forte: abbiamo una data importante in comune...Il compleanno!!Dapprima con un cuoco in cucina a seguire le linee guida di Antonello ( il Pashà) e poi dopo la defezione dello chef, mamma Maria a salvare le sorti del ristorante..E ,se posso permettermi,meno male che lo chef ha abbandonato la nave!Mamma Maria mi ha riportato indietro nel tempo, con piatti che non assaggiavo più da anni... sapori quasi dimenticati.. da quando la nonna Giuseppina è mancata non ho più avuto modo di assaporare certe delizie e ricordare le sue ricette ...il suo agnello al forno con patate e lampascioni,la crema di fave,le orecchiette con il pomodoro e la ricotta dura...(l'appetizer..pizza fritta con rucola,pomodorini e mozzarella)Potete capire la mia emozione,esaltata dalla piacevole conoscenza con mammà ,la mitica ed eccezionale cuoca, zia Enza la responsabile di tutti i prodotti panificati del ristorante e Antonello l'artefice della sala.. maitre e sommelier sopraffino..(Cartoccio al forno con agnello e pane di Altamura)La prima cosa per me è conoscere le persone che sono dietro le quinte, che operano e creano i piatti... la brigata di cucina (bravissimi Christian e Shiori).Un lavoro d'equipe meraviglioso, una serenità e collaborazione magnifica. Per questo la maggior parte delle foto che vedete in questo post sono state scattate in cucina. La sensibilità e la bellezza del lavoro che ho incontrato nel backstage, mi ha affascinato a tal punto da voler scattare quasi esclusivamente in cucina.(Shiori) ( Christian)Il menù era così suddiviso..dopo l'appetizer Maria ci ha preparato uno Sformato di Sponzali con fonduta di pecorino di masseria.. subito dopo la Minestra di fave e cicorie in crosta di pane di Altamura.. potete vedere le fette di pane arrotolate e pronte per essere assemblate al piatto.. crema di fave,cicorie saltate in padella con l'olio e a finire pane e cipolle.. abbiamo aggiunto,per golosità, una goccia d'olio a crudo!Il primo..Orecchiette di grano arso e cacio ricotta,pomodorini e basilico le classiche orecchiette, lavorate oltre che con la semola, con farina di grano arso (la farina di grano arso è tipica della zona del Gargano, ma viene utilizzata un pò in tutta la Puglia..un tempo,dopo la raccolta del grano e la bruciatura delle stoppie,le donne effettuavano la spigolatura cioè la paziente e estenuante raccolta delle spine di grano arso rimaste sui campi)n.b.per questi ultimi piatti non ci sono foto, causa defezione all'ultimo della mia digitale!Cartoccio al forno con agnello,patate e lampascioni... cottura alternativa per un piatto di tradizione..la mia nonna ( e mia mamma ancora adesso) lo cuoceva in teglia (preferibilmente di alluminio) con le patate[...]



Posta i commenti

2007-06-02T11:20:28.093+02:00

Ho voluto chiudere in bellezza e animare un pochino la scena alla fine di questa bellissima avventura che è stata per me il Muffin Monday!!!Ringrazio in primis Elena Ho che ha creduto in questa hostess un pò pasticciona e folle!! D'altronde nella vita ci vuole sempre un pizzico di follia per allietare le nostre giornate, o no??Ora ,dopo i convenevoli di rito, vi lascio godere dei mitici Muffins che sono ben ...33!!!Potete sbizzarrirvi nella scelta..dolce o salato!! :o) Buona muffin degustazione a tutti... :)Grazie di cuore a tutti i partecipanti...Squilli di trombe e rulli di tamburi...ta ta ta ta ta....Il prossimo evento sarà ospitato da:Ales di Preserveless....In english,pleaseee!!Today is the last post for my first international round up!! I wanna say many thanks to all the partecipant... Canada,Singapore,Italy,Germany,Australia,U.s.a,New Zealand and many other country..I will wait you for the next.. ;o)I am pleased to announce that Ales of Preserveless will be hosting the New Muffin Monday MM04!Thanks to Elena Ho ,my dear friend in Singapore !She trust in me by the first moment!And thanks to you for be patient with my english....GaiaBlog:Sogni & pensieri...Tante idee fra le nuvoleMilan-ItalyMuffin Ciocco & MatchaMinkoBlog:Couture CupcakesAustraliaPumpkin and Green Peppercorn Muffin...SusanNew York,UsaBlog:The Well-Seasoned CookExtreme Gingerbread Mini Muffins...TulipRome,ItalyBlog:Conservare in frigoMuffin Paprika & GamberettiDanielaRome,ItalyBlog:Senza PannaMuffin BilBolBul alle 5 spezieAlex e MariGermania/Nuova ZelandaBlog:Cuoche dell'altro mondoMuffin verdi ai frutti di boscoLauraIrlandaBlog:Eat,Drink,LiveAztec goldKGenova,ItalyBlog:K-KitchenMuffin al cioccolato e pepe rosaKazariCanberra,AustraliaBlog:I think i have a recipe for that...Chilli chocolate muffinsLoryTorino,ItalyBlog:La mercante di spezieMuffin ricotta,mandorle zenzero e zafferanoOspito molto volentieri Roxy,di Vanzago (Mi), che non ha un blog ma è una assidua lettrice di foodblog!! Questa è la sua ricetta:MUFFIN DI MELE E CANNELLAIngredienti per 12/14 muffin2 grosse mele2 cucchiai di acqua320 gr di farina3 cucchiaini di lievito in polvere2 cucchiaini di cannella in polvere1 presa di sale150 di zucchero60 gr di noci spezzettate grossolanamente180 ml di latte90 ml di olio1 uovoper guarnire:80 gr di farina60 gr di zucchero di canna1 cucchiaini e 1/2 di cannella in polvere40 gr di burroQuesta è la ricetta originale a cui ho apportato piccole modifiche: ho sostitutito 200 gr difarina con quella integrale, ho usato lo zucchero di canna anche per l'impasto ( qualche cucchiaiomeno del previsto), al posto dell'acqua ho usato 2 cucchiai di rhum scuro, ho aggiunto un puntina di noce moscata.Ho sbucciato le mele le ho tagliate a tocchetti e le ho messo ad ammorbidire in una pentola con ilrum;le ho poi messe in un setaccio per fargli perdere un pò di acqua e le ho lasciate raffreddare.intanto ho acceso il forno a 200°ho mescolato in una ciotola il lievito e le farine setacciate, la cannella la noce moscata il salee lo zucchero. poi ho aggiunto le mele e le noci. in un'altra ciotola ho mischiato il latte conl'olio e l'uovo ho sbattuto un pò è ho versato sugli ingredienti secchi. Ho mescolato giusto per far amalgamare, ma non a lungo.ho diviso l'impasto nei pirottini di carta.per la guarnizione ho messo la farina lo zucchero e la cannella in un ciotola, ho aggiunto il burrotagliato a tocchetti e ho lavorato con le mani fino ad ottenere un composto granuloso che ho poicosparso sulla superficie dei muffin. ho infornato per 25 minuti ( o fino a quando lo stecchinorisulta asciutto)Ho spento il forno , e ho lasciato ancora 1[...]



Posta i commenti

2007-06-01T15:48:31.791+02:00

QUESTIONARIO: A chi non piacciono le cozze??? Mi farebbe piacere avere anche la vostra opinione....:)Risposta di Gourmet: Beh,ehmmm.. se ve lo dico mi linciate??? Io non amo molto le cozze! Ecco lo detto... fiuuuuuu...Non è che non mi piacciano, ma qualche anno fa feci una brutta intossicazione, non so se dovuta alle cozze o ad altro cibo durante quella cena, e da allora non mi sono mai più fidata;mi limito ad un piccolo assaggio ogni tanto.Rob invece le ama molto e così le cucino per fidanzato e amici!E cosa c'è di meglio di una bella impepata di cozze condita con spaghetti??Io ho gradito gli spaghetti!Questa è la classica ricetta pugliese ( con una piccola variante),le dosi sono per 4 persone..cozze 1 kg e 1/2aglio 1 spicchio grandepomodorini grammi 200prezzemolo fresco un mazzettovino bianco secco 1/2 bicchiereolio e.v.di oliva 1/2 bicchiere scarsozafferano 1 bustinasale & pepe q.b.peperoncino -se gradito- a piacerespaghetti grammi 320lavate bene i gusci delle cozze..mettetele in una casseruola capiente con l'olio e l'aglio tagliato a pezzi.Sfumate con il vino bianco, coprite e lasciate cuocere a fuoco vivo fino quando le valve si aprono.Togliete alcuni molluschi dai gusci e trasferiteli (tutti) in un altra pentola,insaporiteli con una bella grattata di pepe e bagnateli con il loro liquido di cottura filtrato.Aggiungete la bustina di zafferano e per ultimi i pomodorini tagliati a metà e cuocete ancora per 5 minuti.Nel frattempo preparate la pasta, scolatela molto al dente (indietro almeno 3/4 minuti) e finite di cuocere nella pentola con le cozze. Servite con il prezzemolo tritato..Aspetto le vostre risposte nei commenti!! E domani il mega post sui MUFFIN!!Stampa la ricetta:Impepata di cozze[...]



Posta i commenti

2007-05-30T09:03:10.644+02:00

(image)




(image)





















Toccava anche a me postare!!! Ed ecco la mia ricetta...Ho cercato di creare qualcosa di morbido e profumato.. un raduno di muffins come questo, doveva avere anche una ricetta di UTDZ o no?? E questo più che un dolcetto è una coccola! :)
Ed eccola qui, la ricetta dei miei muffins speziati (cardamomo e vaniglia) ma con in più un frutto dolce e profumato:la banana!

mandorle intere (pelate) grammi 100 farina manitoba grammi 150
uova 2
zucchero semolato grammi 110
baking powder 1/2 bustina
banane 3
limone spremuto 1/2
estratto di vaniglia (mexico!) 1 cucchiaino
cardamomo -i semi- 1/2 cucchiaino

preriscaldate il forno a 150°
mescolate la farina e il baking powder.. tritate le mandorle e aggiungetele alla farina.. montane le uova e lo zucchero per circa 5/6 minuti fino a renderle spumose e soffici.. frullate le banane con il succo di limone... aggiungete le uova,le banane alla farina e mescolate delicatamente con una frusta.. mettete nell'impasto l'estratto di vaniglia e i semi di cardamomo;distribuite l'impasto in 8 stampi da muffins leggermenti unti (ho utilizzato quelli in silicone).
Infornate per circa 40/45 minuti.
Consiglio:servite con una crema inglese fredda... Da urlo! :o)



Posta i commenti

2007-05-28T18:27:31.605+02:00

(image)

Mi sono fatta un bel regalo...il volume Finger Food di Viviana Lapertosa... edito dal Gambero Rosso.... se amate il cibo per le dita, questo libro fa al caso vostro!! Ricco di idee e spunti per aperitivi,cene o pranzi... molto ricco! Viviana è un vulcano, e ve ne accorgerete leggendo le sue ricette...
Per la cena del mio compleanno ho deliziato gli ospiti con questa profumatissima pannacotta alla vaniglia...
Un dessert semplice, veloce e cromaticamente fantastico! Ho modificato un pò la ricetta originale, eliminando i cubi di pandoro dorato...

dosi per 6 persone

panna liquida freschissima 1/2 litro
latte intero grammi 50
zucchero grammi 120
estratto di vaniglia 1 cucchiaino (o mezzo bacello di vaniglia)
nocciole grammi 50 (tritate finemente)
nocciole tostate grammi 50 (tritate grossolanamente)
zucchero (per il croccante) grammi 50
gelatina in fogli grammi 8

preparate la gelatina,mettendo i fogli a bagno in acqua fredda.Fate bollire la panna,lo zucchero,il latte e la vaniglia.Unite la gelatina strizzata e le nocciole macinate,mescolando per un paio di minuti.
Preparate il caramello facendo sciogliere 100 grammi di zucchero e due cucchiai d'acqua, e cuocere senza mescolare fino a quando avrà assunto un bel colore dorato.Preparate gli stampini versando un cucchiaino di caramello sul fondo e poi la panna.Fate raffreddare a temperatura anbiente e poi tasferite nel frigorifero per almeno 3 ore.
croccante:mescolate le nocciole con 50 gramma di zucchero, scaldate una padella antiaderente per qualche minuto e versate il composto,fino a quando lo zucchero non sarà ben sciolto.
Trasferite immediatamente su un piano d'acciaio o di marmo ricoperto di carta da forno e fate raffreddare.
Servite la panna cotta con il croccante....
Grazie Viviana!

(image)

stampa la ricetta qui: Panna cotta



Posta i commenti

2007-05-25T18:51:31.261+02:00

(object) (embed)



Per un'amica che parte... :)
Di sicuro tornerai, ma grazie a te ho mi sono ricordata di questo film e della sua poesia. The Big Kahuna è uno dei più bei film che abbia mai visto.
E per questo lo dedico a te... Le apparenze ingannano... sono come le facciate di cartapesta.Prima o poi crollano.Ma i muri restano, solidi,fermi anche durante le tempeste.
Buon viaggio, buone vacanze e grazie per tutto quello che hai fatto... :o)
P.s. non strapazzare la suocera, neeehhhhhhh!!!



Posta i commenti

2007-05-28T18:49:44.845+02:00

(image)





















Dolce super veloce nella realizzazione, che al posto delle solite mele ha un frutto tropicale dal profumo delizioso: l'ananas!
In realta non è una ricetta nuova... la tatin è un dolce storico! ma avevo un ananas che stava per darci l'ultimo saluto e ho aggiunto della pasta sfoglia che riposava nel freezer ... ho aggiunto un pò di burro del succo di limone ,dello zucchero et voila! Serata salvata... ;o)

Se avete tempo preparate la sfoglia fresca, altrimenti se ne aveste nel freezeer
(di scorta) fate come me..scongelatela!

pasta sfoglia circa 250 grammi
burro grammi 40
zucchero grammi 80
limone spremuto 1/2
ananas affettato sottilissimo (con la mandolina 0,5 mm) :quanto basta a coprire la teglia

stendere la pasta sfoglia dello spessore di 3/4 mm... affettate sottilmente l'ananas, sciogliete il burro a bagno maria; mescolate il succo di limone e lo zucchero in una casseruola, aggiungete il burro e continuate a mescolare ( a fuoco molto dolce) facendo quasi caramellare il composto.
ungete una teglia antiaderente da crostata , versateci il composto di burro e zucchero e l'ananas a fette. Coprite con la sfoglia, facendo attenzione a rigirare i bordi della sfoglia eccedente all'interno della teglia.
Cuocete in forno ( già caldo a 200°) per circa 30/35 minuti.
Servite tiepida accompagnata ,se volete, da un pò di gelato aromatizzato al rhum.

stampa la ricetta:Ananas tatin



Posta i commenti

2007-05-28T18:54:52.149+02:00

Sono passati un pò di mesi... di ricette sotto i ponti ne sono passate tante... ma gli amici, quelli veri anche se non commentano mai, si fanno sentire spesso per telefono... o per e-mail.. :)E così tra una chiacchera e l'altra qualcuno dal blog (il cuore è una frattaglia) è passato alla cucina di un ristorante!!! Ebbene si.. la nostra ex frattaglia in quel di Roma ha aperto un bellissimo ristorante..Mara,donna forte,generosa e preparata.. con lei si perde la cognizione del tempo in chiacchere -molto costruttive!!!Un posticino accogliente,con una cucina strepitosa!! Proprio dietro al Pantheon,nel cuore di Roma....un occhio attento ai prodotti del territorio,alla qualità della materia prima.. Vi sembra poco?La Mara mi ha dato qualche ricettina sfiziosa e semplice,da preparare a casa... un secondo che è la rivisitazione di un piatto classico.. il saltimbocca alla romana! Giusto Mara???Ecco a voi i Sigari di Manzo con asparagi..dosi per 26 fette sottili di manzoasparagi 6prosciutto crudo 6 fette sottilisalvia q.b.olio extra vergine di oliva ligure 1 cucchiainoMettete il prosciutto crudo all'interno delle fette di carne,aggiungete le foglie di salvia,un pizzico di pepe e arrotolate strette le fettine..Rosolatele in pochissimo olio in una pentola per qualche secondo e poi trasferitele nel forno (180°) per circa 3/5 minuti ( dipende dallo spessore della carne).Nel frattempo fate saltare in una padella gli asparagi ( precedentemente scottati in acqua bollente) con un filo d'olio e.v.sale e pepe.Servite tre sigari per piatto,tagliandone due per diagonale..decorate il piatto con gli asparagi tagliati,un filo d'olio e.v. crudo e un pizzico di fleur de sel!Allora?? che ve ne pare?Domandona del giorno?? Ma perchè qualcuno dalle parti di ROMA,non fa un saltino dalla Mara e ci racconta la cena?? Che so un miniraduno blogger romane/i!!! Tulipppppppp ???? Ci sei?? Senzapanna??? Che ne dite?? ;)Ristorante Cuore (Cucina sentimentale)Via Monterone 14-RomaTelefono:06/68801687link:ristorante cuorestampa la ricetta:Sigari di manzo con asparagi[...]



Posta i commenti

2007-05-21T08:43:37.939+02:00

Ho conosciuto Gabrio Bini a Identità Golose lo scorso Gennaio..milanese di nascita,innamorato di due isole agli antipodi del globo..Bali e Pantelleria... E Pantelleria, la più africana e selvaggia delle nostre isole, gli ha cambiato la vita..Mi racconta della sua scelta con gli occhi lucidi, come un bambino che entra per la prima volta in un negozio di giocattoli... Sentirlo parlare di Pantelleria, dei suoi capperi e del suo vino in anfora è un vero piacere.. Come se fosse sempre vissuto lì.E'stata una grande fortuna poter assaggiare il suo Zibibbo in purezza vinificato in anfore,nettare meraviglioso.. a naso ha tutte le caratteristiche di un vino dolce...floreale,aromatico ma che, a sorpresa, in bocca ha la forza del mare, carico comè di sapidità e di minerali...Amici miei,sicuramente un vino da provare... come da provare sono i suoi capperi.. lavorati con Fleur de sel de Guerande..Qualche tempo fa chiesi a Gabrio di mandarmi una ricetta che ama in particolar modo e lui mi ha raccontato questa.. semplice, che sa di mare e di terra.. un'esplosione di sapori e d'estate !Suggerisco,per l'esecuzione della ricetta, l'acquisto dei capperi di Serragghia, perchè sono unici...(Altro connubio sicilia/mauritania ben riuscito..bottarga Imraguen e capperi di pantelleria)Gabrio consiglia gli spaghetti alla chitarra Ma'kaira farro e orzo di Giacomo Santoleri; io non li ho trovati e ho utilizzato un buon spaghetto farro e orzo bio che avevo in dispensa... ;)preparate un leggero aglio e olio che dovrà essere finito di cuocere con un pò acqua;quando lo spaghetto sarà nella zuppiera, condite con l'aglio e l'olio, aggiungete una manciata di capperi "Serragghia"e una spolverata di bottarga di muggine affettata con una mandolina molto affilata o con l'affettatartufo.raccomandazione:l'acqua della pasta non deve essere salata!P.s. se qualcuno ha una scorta esagerata di spaghetti Ma'kaira - e so che c'è... ;o) - si faccia avanti!!!Fatemi sapere come è andata la prova Capperi & Spaghetti!![...]



Posta i commenti

2007-05-19T18:15:53.188+02:00

(image)





















(la mia Bougainvillea)

No,non voglio copiare la contessa ,scrivento un libro sulle mie gesta in questi primi 40 anni di vita... Però mi sono fermata un attimo a pensare, in questi giorni che la data fatidica si stava avvicinando..
A pensare a quante cose ho fatto e quante ancora ne restano da fare.. a quante belle persone ho conosciuto nel corso di questi anni.. a quante di queste si siano fermate accanto a me e a quante si siano perse, selezionate dagli eventi e dal corso della vita che ci porta prima o poi a fare delle scelte e a scegliere sempre e solo per il nostro bene... e perchè no,anche per quello degli altri.
Di c.....e ne ho fatte anche io, tante.. ma forse non abbastanza perchè mi sento ancora una ragazzina! Spensierata qualche volta.. a volte una donna matura e stanca.. delusa, in certe circostanze dalla vita.
Ma poi mi guardo intorno e vedo persone che più di me hanno problemi, soffrono per affetti mancanti e malattie.. allora a testa alta prendo la vita di petto, affronto i problemi e mi dico:sei stata fortunata fino ad ora..una famiglia che ti vuole bene, ancora al completo... un compagno che ti ama.. mancano alcuni affetti cari, quegli affetti che non ci sono più, i miei nonni.. che domani non potranno essere con me e dirmi tante cose belle.. o che so,anche solo tanti auguri Sandra....

Grazie a tutte le amiche e gli amici di penna e di padelle che in questi due anni ho conosciuto e che ancora scopro giorno dopo giorno.. siete meravigliosi!!!Il regalo più bello!
E domani la giornata sarà tutta mia...