Subscribe: Lolly e il Blog Magico
http://lollymagicblog.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  capelli  che  della  giorno  gli  impastato  loro  mandela  nel  peppino impastato  peppino  più  questo  sono 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Lolly e il Blog Magico

Lolly e il Blog Magico



il Blog Magico di Lolly idee e pensieri in movimento.



Updated: 2017-09-17T11:25:46.880+01:00

 



Halloween

2016-10-25T13:30:03.739+01:00

Halloween ... La notte degli spiriti... delle streghe... dell’horror...Per molti, soprattutto giovanissimi, un’occasione in più per festeggiare… e per molti invece da non festeggiare qui in Europa poiché si ritiene un evento del tutto americano.Peccato che in realtà l’origine di questa festa sia di tutt’altra cultura…E che questa cultura sia proprio europea.La tradizione di festeggiare la vigilia di Ognissanti  è di origine britannica per la precisione celtica.Gli antichi celti festeggiavano il primo di novembre l’inizio del nuovo anno.Era quello il giorno in cui la stagione calda terminava per lasciare il posto alla stagione delle tenebre e del freddo.E in quella notte il mondo tra i vivi e i morti si riuniva permettendo agli spiriti di tornare sulla terra… in quella notte, la notte del 31 ottobre, si festeggiava Samhain, signore della morte, e la fine dell’estate in cui si ringraziavano gli spiriti per i raccolti estivi.Lasciare davanti alla porta di casa dei dolci per le anime dei defunti o di appendere le zucche trasformate in lanterne per guidare il loro cammino ha portato all’usanza di oggi ovvero del famoso trick-or-treat (dolcetto o scherzetto), bambini travestiti da spiriti vanno di porta in porta guidati dalla luce delle lanterne a chiedere dolci in cambio della benevolenza di non fare scherzetti.Halloween: usi e costumiDolcetto o Scherzetto? (trick-or-treat) questa usanza è di origine europea, in inglese viene definita souling (elemosinare anima). Veniva attuata il giorno di Ognissanti dai primi cristiani che vagando villaggio per villaggio elemosinavano il "pane dell'anima" un dolce a base di uva passa.... più dolci si donavano a questi viandanti più preghiere venivano recitate per i propri parenti defunti.Questo era ritenuto molto importante visto che in quel periodo si credeva che i defunti rimanessero in un limbo in attesa di passare "oltre" e che le preghiere rendessero piu' celere il viaggio verso il paradiso.Jack O Lantern e la zucca intagliata:La tradizione della zucca di Halloween deriva dalla leggenda irlandese di Jack O Lanternla quale narra la storia di un uomo, un furfante di nome Jack, il quale riuscì ad ingannare Satana sfidandolo nella notte di Ognissanti a scalare un albero.Egli lo fece e Jack incise sulla corteccia una croce che intrappolò il demonio tra i suoi rami.Per liberarlo Jack si fece promettere di non essere mai condotto all'inferno.Alla sua morte gli venne negato di entrare in paradiso a causa di tutte le malefatte compiute in vita...E per via della patto con il diavolo che aveva stretto con l'inganno gli venne precluso anche l'ingresso all'inferno.Satana gli donò un pezzo di inferno, un tizzone per illuminare le tenebre... del suo lungo viaggio senza meta, il viaggio per trovare un posto dove riposare in eterno.Per far durare a lungo la fiamma Jack scavò all'interno di una grossa rapa e vi mise il suo tizzone all'interno.La rapa di Jack si trasformò in una zucca nel 1840 quando gli irlandesi arrivarono in America e si resero conto che le rape di quella nazione erano molto più piccole.Optarono quindi per le zucche, più grandi e molto più semplici da intagliare e scavare.Ecco il perché della tradizione della zucca intagliata il simbolo più famoso della festa di Halloween.il 31 ottobre è la notte di Halloween…Uscite festeggiate e lasciatevi trasportare da questa festa misteriosa con odor di santità…Ah e se decidete di rimanere comunque in casa, ricordatevi di rifornirvi di dolcetti di ogni genere… gli spiritelli potrebbero bussare anche da voi!Buon divertimento!Fonte: lollymagic.it[...]



X-Files la storia di un mito

2016-01-07T13:37:44.850+01:00

X-FILESI want to believeLa storia di X-Files nasce nel 1992, quando Peter Roth si trasferisce alla Twentieth Century Fox con la carica di presidente delle produzioni televisive. Scopo della consorella della Fox Broadcasting di Rupert Murdoch, era quello di sviluppare nuovi programmi per battere la concorrenza. Peter Roth inizia quindi ad assumere nuovi e pressoché sconosciuti produttori, tra cui un certo Chris Carter.Chris Carter, nato il 13 ottobre del 1956 e cresciuto a Bellfleur, quartiere suburbano di Los Angeles, aveva già lavorato per la televisione e si era occupato di commedie e serie disneyane per la famiglia.Nonostante i suoi lavori precedenti però, Carter pensava da anni di dare vita ad un nuovo progetto basato su concetti più oscuri, che traeva origine dal suo amore di ragazzino per programmi come "Kolchak: The Night Stalker" (serie trasmessa dalla ABC nella stagione 1974-75)."Ho spiegato il progetto una volta e loro hanno detto: 'No, grazie'. L'ho spiegato un'altra volta e finalmente loro hanno detto:'D'accordo, lo facciamo, ma ci lasci in pace"- Chris Carter -Carl Kolchak, il protagonista della serie citata, era un reporter che in ogni puntata della serie si ritrovava tra le mani, sempre casualmente, un caso su vampiri, zombi o lupi mannari.Nonostante il ricordo ancora vivo della sua passione per questo telefilm, Carter non poteva non rendersi conto dei difetti che aveva. In particolare il tema centrato su entità, per così dire, ordinarie e, soprattutto il fatto che Kolchak se li trovasse davanti sempre "casualmente" e spesso in situazioni assurde, destava un'eccessiva incredulità nel pubblico. Carter parlò del suo progetto con Peter Roth, che trovò l'idea interessante e lo spinse a stendere la sceneggiatura per l'episodio pilota.Era appena uscito nelle sale cinematografiche Il Silenzio degli Innocenti e Carter trovò geniale l'idea dell'agente dell'FBI. Decise quindi di creare due agenti: uno disposto a credere e l'altro scettico. Avrebbero indagato su casi misteriosi, non perché gli capitavano per caso, ma perché li andavano a cercare, perché era loro dovere trovare la soluzione dei casi irrisolti: gli X-Files.Carter iniziò così a stendere la sceneggiatura, divertendosi a inserirci dei dati della sua vita personale.Per il protagonista che accettava il paranormale usò il cognome da nubile di sua madre, Mulder, ed il nome di un ragazzino che aveva conosciuto quando andava a scuola, Fox; per il coprotagonista scettico, da appassionato di baseball, decise di usare il cognome del radiocronista dei Los Angeles Dodgers, Vincent Scully.Inoltre trovò interessante far comparire una ipotesi che trovava probabile: il governo sa dell'esistenza degli UFO, ma la tiene nascosta. In particolare, l'agente Scully sarebbe stata affiancata a Mulder proprio per smontare razionalmente le sue ipotesi.La sceneggiatura fu stesa e, Carter e Roth, la presentarono a Bob Greeblatt, il vicepresidente della Fox per lo sviluppo delle serie drammatiche. Nonostante l'idea gli sembrasse "nata vecchia", esaminò ugualmente il lavoro di Carter.Greenblatt ricorda di essere rimasto colpito dal talento e dalla passione di Carter per il progetto. Dopo aver letto la bozza della sceneggiatura dell'episodio pilota, Greenblatt decise di metterne al corrente il suo superiore, Sandy Grushow. Grushow la lesse e pensò di aver trovato ciò di cui avevano bisogno. Scegliere gli attori per girare l'episodio pilota di "The X-Files" non fu per niente facile.Nonostante Chris Carter li avesse individuati alla prima occhiata, i dirigenti della Fox rimasero dubbiosi fino alla fine. Come al solito i candidati per i provini furono tantissimi ma, dopo varie audizioni, il cerchio si s[...]



Babbo Natale il mistero di Santa Claus

2015-11-27T13:42:14.000+01:00

Babbo Natale viene rappresentato come un signore anziano, corpulento, gioviale e occhialuto, vestito di un costume rosso con inserti di pelliccia bianca, con una lunga barba anch'essa bianca.La sera della vigilia di Natale, sale sulla sua slitta trainata dalle renne volanti e va di casa in casa per portare i regali ai bambini.Per entrare in casa si cala dal comignolo, sbucando quindi nel caminetto. Durante il resto dell'anno, si occupa della costruzione dei giocattoli con la Signora Natale ed i suoi aiutanti elfi. (Nelle rappresentazioni più moderne, il laboratorio di Babbo Natale somiglia più ad un centro di smistamento di giocattoli confezionati che a un'officina dove vengono costruiti.)La dimora tradizionale di Babbo Natale cambia da paese a paese: negli Stati Uniti si sostiene che abiti al Polo Nord (situato per l'occasione in Alaska) mentre in Canada il suo laboratorio è indicato nel nord del paese; in Europa è più diffusa la versione finlandese che lo fa abitare nel villaggio di Korvatunturi, in Lapponia. Altre tradizioni parlano di Dalecarlia, in Svezia, e della Groenlandia. Nei paesi orientali, dove viene identificato con San Basilio, viene talvolta fatto abitare a Cesarea.A causa di alcuni tratti decisamente fuori dal comune del comportamento di Babbo Natale (come la capacità di recapitare, in una sola notte, i regali a tutti i bambini che credono in lui, quella di infilarsi nei comignoli e di entrare, anche, nelle case senza caminetto, la presunta immortalità ed il possesso di renne volanti), di solito, le sue azioni vengono spiegate con il ricorso alla magia.La piu bella pagina su babbo natale: wikipedia su Babbo NataleIl sito "ufficiale" di Santa Claus:http://www.santaclauslive.com/Siti italiani su babbo natale:Le foto di questo articolo:Immagini di Santa Clausillustrazioni d'epoca di Santa ClausLa pagina di wikipedia su San Nicola di Mirahttp://it.wikipedia.org/wiki/San_Nicola_di_Mira fonte: http://lolly-lorella.blogspot.it/[...]



19 luglio 1992 il delitto di Paolo Borsellino

2015-10-19T13:20:22.257+01:00

19 luglio 1992,  in quel terribile pomeriggio il giudice antimafia Paolo Borsellino e la sua scorta furono uccisi in via D’Amelio a Palermo (residenza della madre del giudice) da un attentato mafioso tramite l’esplosione di un' auto Fiat 126 riempita con 100 Kg di tritolo.Oltre al giudice hanno perso la vita gli agenti di scorta: Agostino Catalano,Emanuela Loi (la prima donna entrata a far parte di una squadra per la protezione di obiettivi a rischio), Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina.L'unico sopravvissuto è l’agente Antonio Vullo che addetto a parcheggiare l’auto si è trovato più distante e meno coinvolto dalla esplosione fu comunque ricoverato in ospedale in gravissime condizioni.Era il 19 luglio 1992, appena due mesi prima, il 23 maggio, veniva ucciso sull’autostrada di Palermo, allo svincolo per Capaci, il giudice Giovanni Falcone, la moglie e la sua scorta, sempre con un’esplosione, sempre in un attentato mafioso.L’ “agenda rossa" di Borsellino, che il magistrato portava sempre con sé e dove annotava i dati delle indagini, è stata fatta sparire subito dopo la strage ed è tutt’ora il simbolo di chi lotta contro la mafia, vuole la verità e chiede giustizia."Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia, la mafia non si vendica. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri". (da L'agenda rossa di Paolo Borsellino)‎"La lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità."(Paolo Borsellino)In questo file audio i 57 giorniche hanno diviso i due attentati:23 maggio - 19 luglio 1992: 57 giorni (Audio) from 19luglio1992 on Vimeo.Articoli sui delitti di Mafiawww.19luglio1992.com[...]



Peppino Impastato la sua vita contro la mafia

2017-05-09T07:09:04.561+01:00

Peppino Impastato (vero nome Giuseppe Impastato) nasce Cinisi in provincia di Palermo il 5 gennaio 1948 da una famiglia collegata alla mafia. Giovanissimo rompe i rapporti con il padre che lo caccia di casa.Peppino intraprende un'attività politica e culturale anti mafiosa promuovendo diverse iniziative di lotta e informazione. Nel 1977 fonda la radio libera autofinanziata Radio Aut, in cui denuncia i delitti e gli affari dei mafiosi di Cinisi e Terrasini, soprattutto del capo mafioso Gaetano Badalamenti*.Nel 1978 si candida alle elezioni comunali del suo paese con Democrazia Proletaria. Queste attività gli costano la vita, la notte tra l'8 e il 9 maggio, in piena campagna elettorale, viene ucciso con una carica di tritolo sui binari ferroviari. Il suo omicidio (all'inizio dichiarato da magistrati e forze dell'ordine come suicidio) passa inosservato poiché il 9 maggio è il giorno in cui viene ritrovato il corpo di Aldo Moro a Roma in via Caetani e l'intera nazione e' sotto shock. Nel 2000 la sua storia è raccontata dal film di Marco Tullio Giordana "I cento passi " grazie al quale la vita e la morte di Peppino diventano note alla massa popolare. * Dal film "I cento passi"dialogo tra Peppino e suo fratello Giovanni Peppino Impastato: Sei andato a scuola, sai contare?Giovanni Impastato: Come contare?Peppino Impastato: «Come contare», uno, due, tre, quattro. Sai contare?Giovanni Impastato: Sì, so contare.Peppino Impastato: E sai camminare?Giovanni Impastato: So camminà.Peppino Impastato: E contare e camminare, insieme, lo sai fare?Giovanni Impastato: Sì, penso di sì...Peppino Impastato: Allora forza. Conta e cammina. Dai. [prende il fratello per il braccio e comincia a camminare] Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto..Giovanni Impastato: Dove stiamo andando?Peppino Impastato: [alza la voce] Forza, conta e cammina! [...] ottantanove, novanta, novantuno, novantadue,Giovanni Impastato: Peppino...Peppino Impastato: Novantatré, novantaquattro, novantacinque, novantasei, novantasette, novantotto, novantanove e cento! Lo sai chi c'abita qua?Giovanni Impastato: Ammuninne [sottovoce, intimorito]Peppino Impastato: [inizia a urlare] Ah, u'zu Tanu c'abita qua! Cento passi ci sono da casa nostra, cento passi! Vivi nella stessa strada, prendi il caffè nello stesso bar, alla fine ti sembrano come te! «Salutiamo zu' Tanu!» «I miei ossequi, Peppino. I miei ossequi, Giovanni». E invece sono loro i padroni di Cinisi! E mio padre, Luigi Impastato, gli lecca il culo come tutti gli altri! Non è antico, è solo un mafioso, uno dei tanti!Giovanni Impastato: È nostro padre.Peppino Impastato: Mio padre, la mia famiglia, il mio paese!!! Io voglio fottermene! Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Io voglio urlare che mio padre è un leccaculo! Noi ci dobbiamo ribellare. Prima che sia troppo tardi! Prima di abituarci alle loro facce! Prima di non accorgerci più di niente!!!” Dal film "I cento passi"Salvo Vitale -Discorso fatto a Radio Aut la notte della morte di Peppino Impastato.”Stamattina Peppino avrebbe dovuto tenere il comizio conclusivo della sua campagna elettorale.Non ci sarà nessun comizio e non ci saranno più altre trasmissioni. Peppino non c'è più, è morto, si è suicidato. No, non sorprendetevi perché le cose sono andate veramente così. Lo dicono i carabinieri, il magistrato lo dice. Dice che hanno trovato un biglietto: "voglio abbandonare la politica e la vita".Ecco questa sarebbe la prova del suicidio, la dimostrazione. E lui per abbandonare la politica e la vita che cosa fa: se ne va alla ferrovia, comincia a sbattersi la testa contro un sasso, comincia a sporcare di sangue tutto intorno, poi si fascia il corpo con il tritolo e salta in aria sui binari. Suicidio.Come l'anarchico Pinelli che vola dalle finestre della questura di Milano oppure come l'editore Feltrinelli che salta in aria sui tralicci dell'Enel. Tutti suicidi. Questo leggerete domani sui giornali, quest[...]



Extension capelli

2015-07-13T12:25:55.960+01:00

Come far diventare la propria chioma da media a lunga e folta?Con le extension di Extensilk per capelli lunghi, folti, bellissimi naturaliBellissime e pratiche, si adattano perfettamente al resto della chioma e possono essere portate in mille modi diversi.Extension di alta qualità formate da ciocche di capelli naturali di varie lunghezze da applicare e acconciare con infinite possibilità di utilizzo da parte dei parrucchieri per i propri clienti: infoltimento capelli, allungamento capelli, creazione di frange e lunghezze.

Il metodo di raccolta e la capacità nella scelta e competenza nel trattamento, preservano i capelli per le extensions  da colorazioni o trattamenti chimici aggressivi e permettono di conservare l’originale purezza che li rende unici, di seta.Comunemente il termine extension è associato solo al concetto di capelli lunghi, in realtà gli utilizzi e creazioni sono molteplici: oltre a creare allungamenti completi è possibile infoltire capigliature povere, creare forme piene sulle scalature, realizzare allungamenti parziali, costruire effetti colore, realizzare volumi mossi e di tendenza creare acconciature per sposa o per  la sera.

Aggiungendo quantità e lunghezza di capelli si amplia la creatività dell’acconciatore: le extensions gestite da Extensilk sono alleati straordinari per accrescere le opportunità di creare bellezza con i capelli nel proprio salone di parrucchieri.Le extensions di capelli sono disponibili in diverse forme, colori, nuance e struttura per adeguarsi a tutti i tipi di capelli, acconciature e tipologie di applicazione.

La gamma di colori delle extensions  di  Extensilk soddisfa qualsiasi esigenza di look e acconciatura.
 E’ composta di 30 colori naturali e 22 colori vibrant: le ciocche vibrant sono suddivise in 2 famiglie: 10 nuance fantasia e 12 nuance con effetto mèches.Le extensions di   Extensilk sono extensions di capelli naturali ad un ottimo rapporto qualità prezzo.
Se sei un parrucchiere e desideri acquistare queste extensions capelli o ricevere maggiori informazioni contatta  ExtensilkSe sei una cliente finale chiedi al tuo parrucchiere di fiducia di contattare  Extensilk per maggiori informazioni sul prodotto

.Per saperne di più contatta direttamente: ExtensilkLe extensions di cui parlo nell'articolo sono in questo momento sulla mia testa :-) Qui di seguito la sottoscritta PRIMA e DOPO l'applicazione delle extensions.  Extension capelli che ho acconciato in molti modi diversi; nelle foto ce ne sono solo alcuni.[...]



Il giorno della Memoria

2015-10-19T13:21:39.386+01:00

Il 27 gennaio e' il Giorno della Memoria  giorno in cui si commemorano le vittime del nazismo e dell'Olocausto. Il  27 gennaio del 1945 le truppe dell'Armata Rossa giunsero ad Auschwitz e scoprirono il terribile campo di sterminio e gli orrori in esso perpetrati."Devo dire che l'esperienza di Auschwitz è stata tale per me da spazzare qualsiasi resto di educazione religiosa che pure ho avuto. [...] C'è Auschwitz, quindi non può esserci Dio. Non trovo una soluzione al dilemma. La cerco, ma non la trovo." (Primo Levi)Auschwitz è il simbolo degli innumerevoli campi di concentramento realizzati dalla Germania nazista...Luoghi terribili, dove sono stati commessi crimini talmente orrendi contro gli esseri umani imprigionati, che sono da ritenere un estremo grave delitto contro tutta l’umanità.Un punto di non ritorno nella Storia...Nel giorno della memoria ...  ricordiamo tutte le vittime di questo orribile sterminio che ha coinvolto oltre agli ebrei anche omosessuali, Rom, Sinti, Jenisch, testimoni di Geova, pentecostali, disabili e malati di mente." Essi popolano la mia memoria della loro presenza senza volto, e se potessi racchiudere in una immagine tutto il male del nostro tempo, sceglierei questa immagine, che mi è familiare: un uomo scarno, dalla fronte china e dalle spalle curve, sul cui volto e nei cui occhi non si possa leggere traccia di pensiero" . (Primo Levi)I post collegati di questo blog: 27 gennaio 201227 gennaio 201127 gennaio 201027 gennaio 2007[...]



Buon viaggio

2014-02-10T12:59:39.780+01:00

Fai Buon viaggio e abbraccia chi sai per me  ciao Zia



(image)



Ciao Madiba

2013-12-07T18:45:08.819+01:00

(18 febbraio 1918 - 5 dicembre 2013)In memoria di Nelson Mandela "MADIBA"18 Luglio - Mandela DayIt was 25 years they take that man awayNow the freedom moves in closer every dayWipe the tears down from your saddened eyesThey say Mandela's free so step outsideOh oh oh oh Mandela dayOh oh oh oh Mandela's freeIt was 25 years ago this very dayHeld behind four walls all through night and dayStill the children know the story of that manAnd I know what's going on right through your land25 years agoNa na na na Mandela dayOh oh oh Mandela's freeIf the tears are flowing wipe them from your faceI can feel his heartbeat moving deep insideIt was 25 years they took that man awayAnd now the world come down say Nelson Mandela's freeOh oh oh oh Mandela's freeThe rising suns sets Mandela on his wayIts been 25 years around this very dayFrom the one outside to the ones inside we sayOh oh oh oh Mandela's freeOh oh oh set Mandela freeNa na na na Mandela dayNa na na na Mandela's free25 years agoWhat's going onAnd we know what's going onCos we know what's going on------Traduzione:Sono 25 anni che hanno portato via quell’uomoora la libertà si avvicina ogni giorno di più asciuga via le lacrime dai tuoi occhi rattristati hanno detto che Mandela è libero e allora esci fuoriOh oh oh oh il giorno di MandelaOh oh oh oh Mandela è liberodal quel giorno sono passati 25 annichiuso dietro a quattro muri notte e giornoancora I bambini conoscono la storia di quell’uomoe io so cosa sta succedendo aldlila della tua terraNa na na na il giorno di MandelaOh oh oh oh Mandela è liberose le lacrime stanno scorrendo allora asciugale dal tuo visoriesco a sentire questo battito nel profondosono passati 25 anni da quando hanno portato via quell’uomoe ora il mondo scende in strada dicendo che Nelson Mandela è liberoOh oh oh oh Mandela è libero I soli che sorgono indicano a Mandela la viasono passati 25 anni da quel giornoda quello fuori diciamo a quelli dentroOh oh oh oh Mandela è liberoOh oh oh oh Mandela è liberoNa na na na il giorno di MandelaNa na na na mandela è libero25 anni fa cosa succedee sappiamo cosa sta succedendo perché sappiamo cosa succede. allowfullscreen="" frameborder="0" height="315" src="//www.youtube.com/embed/mnHvgujwks8" width="420">[...]



Attività Creative per Bambini

2013-11-22T17:36:50.937+01:00

E' online il sito Attività Creative per Bambini!


Dopo anni di lavoro nel mondo dell'infanzia e dell'adolescenza, 18 anni per la precisione, Tiziana Valentini, educatrice e formatrice per l'infanzia, ha deciso di raccogliere tutta la sua esperienza in un sito in cui sono inseriti una serie di informazioni su tutte le sue attività, sia sul web che in real life con i Laboratori dove è possibile realizzare con lei le attività per bambini.

Ma la grande novità sono gli E-Book, tutte i tutorial creativi raccolte in un comodo formato pdf, da tenere sempre pronto per realizzare insieme ai bambini le attività senza accendere il computer o da portare a scuola o a casa di amici per creare in compagnia dei propri bambini.

Il sito è www.attivitacreativebambini.it

(image)



Antonino Cannavacciuolo nel presepe degli chef

2013-10-25T19:58:15.987+01:00

(image)
TV: DA CUCINE DA INCUBO AL PRESEPE, ANTONINO CANNAVACCIUOLO 
SI AGGIUDICA UN POSTO 
NEL PRESEPE DEGLI CHEF

Creato dai maestri artigiani di San Gregorio Armeno a Napoli, nel presepe, con Cannavacciuolo, i più grandi nomi della cucina italiana tra cui Marchesi, Scabin e Cracco

Il primo presepe al Mondo fatto con i volti dei grandi chef italiani: da Massimo Bottura a Davide Scabin passando per Gualtiero Marchesi e Alfonso Iaccarino fino ad arrivare a delle star – con tanto di stelle Michelin - non solo in cucina ma anche in tv come Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco.

Realizzato a mano dal maestro artigiano Marco Ferrigno erede di una famiglia che, dal 1836, firma piccole opere d’arte in terracotta nella celebre strada napoletana dei presepi, via San Gregorio Armeno, il Presepe degli Chef nasce dall’idea di Maurizio Cortese food writer e gastronomo napoletano.

(image) Secondo l’antica tradizione partenopea, questo singolare presepe si presenta come una guida gastronomica tridimensionale con 27 statuine che hanno i volti dei grandi cuochi della cucina italiana, in cui i classici pastori lasciano il posto ai volti noti della cucina italiana ritratti in giubba da cuoco, ciascuno con un dettaglio significativo.

Al banco della carne e munito di mannaia, non poteva di certo mancare lo chef Antonino Cannavacciuolo, due stelle Michelin per la sua Villa Crespi sul Lago d’Orta e star indiscussa di Cucine da Incubo in onda su FoxLife (Sky, 114), che proprio in questi mesi è a caccia di nuovi ristoranti da salvare nella seconda stagione del programma.

Accanto a lui, altri grandi nomi della cucina italiana come Ciccio Sultano, Antonello Colonna, Heinz Beck, Massimiliano Alajmo e Nadia Santini, tutti ritratti “al lavoro” tra il banco del pesce e quello dei formaggi, la vecchia osteria e la cucina. Come in una vera guida gastronomica, ogni anno il presepe sarà aggiornato con l’aggiunta o la fuoriuscita di qualche chef.

Comunicato Stampa
www.mnitalia.com(image)



2 agosto...

2013-08-02T06:03:03.691+01:00

2 agosto... ancora non dimentico

Ogni anno questo giorno è il giorno in cui dovrei festeggiare la mia nascita... e ogni  anno, da quando ne avevo 15, in questo giorno il mio pensiero va là... a quei momenti terribili, a quelle vittime e alle loro famiglie. Il pensiero va sempre là, alle vite rubate di chi quel giorno era nel posto sbagliato al momento sbagliato. Là dove il cuore si è fermato, dove centinaia di famiglie hanno riportato la grave ferita di un terribile lutto, di una menomazione. Là dove centinaia di innocenti sono stati trucidati. Là dove si è creato un baratro di impotenza.  Là dove la verità è stata seppellita insieme a nostri morti. Là ... dove tutti... ma proprio tutti ,abbiamo perso qualcosa. Là...
Stazione di Bologna 2 agosto 1980 h.10-25...

Altri articoli:
2 agosto 1980 orrore a Bologna 
il 2 agosto 1980
Bologna 2 agosto 1980 io non dimentico 
2 agosto 1980
(image)



Carte di credito prepagate

2013-06-15T11:57:12.289+01:00


(image)
Il metodo di pagamento ideale per chi ha bisogno di utilizzare uno strumento di pagamento elettronico, senza appoggiarsi ad un conto corrente bancario, è quello offerto dalle carte di credito prepagate.


Le carte di credito prepagate sono disponibili sia monouso che ricaricabili, hanno il credito pari all'importo ricaricato. A differenza delle carte bancomat e delle normali carte di credito, le carte di credito prepagate non sono collegate a nessun conto corrente. I soldi sono caricati sulle carte stesse e i pagamenti sono immediati.

Con le carte di credito prepagate è possibile fare prelievi e acquisti anche online. Non è necessario possedere determinati requisiti per ottenerle e, non essendoci un conto corrente collegato, non si rischia di andare in rosso o in fido.

Segui l'articolo originale per saperne di più
---> Carte di credito prepagate(image)



Come guadagnare sul serio online

2013-05-05T07:38:14.118+01:00

Guadagnare online con le Squeeze PageMolte persone sono convinte che sia sufficiente ricevere tonnellate di traffico verso il proprio sito per guadagnare un sacco di soldi.Purtroppo la triste verità è molto diversa Questa è una delle più grosse bugie che siano state mai dette nel panorama del guadagnare online "all'italiana", uno scenario fatto ancora di tantissime persone, che disperate cercano di guadagnarsi quei pochi spiccoli al mese con le barre paganti e gli strumenti con i click facili.Oggi chi porta semplicemente le visite al proprio sito, se non pianifica un buona strategia di marketing, e soprattutto, un vero sistema per raccogliere e ricontattare i visitatori sul lungo periodo, semplicemente è destinato a essere tagliato fuori dal mercato, senza pietà Ecco la verità! Chi ricicla il proprio traffico accuratamente totalizza la gran parte degli introiti online Perché? Perchè i nuovi visitatori prima di acquistare o fare un azione specifica sul tuo sistema di vendita o anche sul tuo blog, devono prima imparare a conoscerti,e ad apprezzare la tua attività, dunque diventare lettori abituali, cosa possibile solo iscrivendosi a un tuo specifico sistema di "aggiornamenti" online.Ci sono diversi strumenti e canali specifici per realizzarlo concretamente, dai Feed RSS per i Blog, alla creazione di gruppi su Facebook, alla creazione di una vera e propria mailing list (a cui invierai news e aggiornamenti utili) tramite un autoresponder.Il bello di tutto questo sistema (che tu avrai programmato nel dettaglio) è che lavorerà in automatico per te, facendo conoscere la tua attività gradualmente, e fornendo ai tuoi potenziali clienti proprio quello che stanno cercando (con conseguente aumento di profitti da parte tua) Ecco cosa si intende per RICICLARE il traffico. Ricontattare i visitatori per non perderli dopo la prima visita (che magari si conclude senza nessuna conversione di vendita - lead - click) Dunque, la prima cosa in assoluto che devi immediatamente iniziare a fare, (alla base di tutto) è imparare a riciclare il traffico già acquisito.Per riciclare il traffico tutti gli esperti usano due principali metodi: ------------------ A) Mailing list  Composta dai tuoi lettori piu fedeli, dai partners, e gli affiliati B) Liste Social  Composte dagli iscritti ai Feed RSS, ai gruppi di Facebook, alle pagine Fan, e poi i Followers su Twitter, gli iscritti al canale Youtube, ecc... ------------------ Ma il miglior tipo di lista è la A, la prima: infatti, nel mondo ci sono persone che guadagnano milioni solo con questo.Qual è la strategia chiave per creare, come loro, la tua mailing list nel modo più rapido, automatizzato ed efficace possibile?Semplice, creare una tua Squeeze Page ad alta conversione, che sia la porta di ingresso di tutta la tua attività, per poter amplificare i tuoi risultati sul lungo termine e garantirti guadagni duraturi a vita. Certamente che avrai già sentito il termine "Squeeze Page " prima di oggi.Ma se ancora non ne sei al corrente le Squeeze Page stanno invadendo tutto il web come una tempesta in questi ultimi mesi.E per una buona ragione. Chiara e semplice. Producono SoldiE una volta che sono impostate continuano a produrre soldi.La cosa interessante è che questi segreti oggi sono stati rivelati al grande pubblico.Trovi tutto spiegato su come iniziare accedendo a questa pagina:I Segreti delle Squeeze Pagefonte: Valerio Conti: i segreti delle Squeeze Page[...]



Peppino Impastato: il casolare dove è stato ucciso non deve diventare una discarica

2013-04-14T18:02:19.839+01:00

La storia di Peppino Impastato la conoscete e chi segue questo blog sa che l'argomento mi sta molto a cuore, come dimostrano i diversi post  che ho scritto su di lui e il fatto la "Casa della Memoria "Felicia e Peppino Impastato" a Cinisi è stato il primo posto che ho voluto visitare quando sono stata in Sicilia nel 2010.In questi giorni, tramite l'articolo su Reset di Doriana Goracci, ho scoperto che il casolare che si trova a Contrada Feudo a CINISI (PA) dove Peppino è stato massacrato e ucciso la notte tra l'8 e il 9 maggio 1978, è una discarica: l'edificio rischia il crollo e il terreno circostante è coperto da letame.Giovanni Impastato il fratello che, tramite le attività dell'Associazione culturale Peppino Impastato e Casa Memoria, si occupa di tenere vivo il ricordo, l'esempio e la memoria di Peppino, ha dichiarato:«Mi chiedo se sia un paese civile quello che ricopre con l'immondizia il sangue di mio fratello. È vergognoso, quel casolare è il luogo della memoria più importante della Sicilia che ha lottato contro la mafia. Mi chiedono di mettere almeno una targa, ma il tetto è rotto e il proprietario porta qui le mucche a pascolare. Qualche giorno fa mi sono recato sul posto insieme a una scolaresca di ragazzi del Nord, ma ho bloccato tutto perché ho provato vergogna. Non dico di mettere il tappeto rosso, ma il sindaco potrebbe almeno vigilare sulla pulizia facendo leva sul proprietario».«È una questione di dignità, noi qui abbiamo trovato il sangue di Peppino. Mi vado sempre più convincendo che la memoria di Peppino non interessa più a nessuno. Neanche a quelli che dicono di volerla difendere, fra le istituzioni e la cosiddetta società civile. La verità è che siamo stati abbandonati da tutti».Per questo motivo,  ho firmato e chiedo a tutti voi di firmare la petizione: “Il casolare dove fu assassinato Peppino Impastato venga consegnato alla collettività”.  per chiedere al presidente Crocetta di intervenire per far diventare quel luogo abbandonato proprietà della Regione Sicilia e patrimonio culturale simbolo di lotta contro la mafia.Articoli correlati:La storia di Peppino ImpastatoCiao Peppino9 maggio anniversario[...]



Enzo Jannacci ci ha lasciati

2013-03-30T13:38:16.651+01:00



Enzo Jannacci ieri sera  29 marzo 2013 ci ha lasciati.

Enzo era un medico cardiologo che è riuscito ad essere anche un grandissimo musicista, autore, cantante e cabarettista. Con Giorgio Gaber amico di sempre, ha stretto un sodalizio durato più di 40 anni che si è concluso solo con la morte di quest'ultimo avvenuta nel 2003,  mi piace pensare che ora sono di nuovo insieme.

Enzo Jannacci ci lascia la sua opera: la poesia, la musica e  il ricordo della sua comicità intelligente e surreale. Ma soprattutto il ricordo di una persona geniale e allo stesso tempo di una potente bellezza interiore.

Fabio Fazio su di lui ha scritto su Twitter:
"Enzo jannacci era un genio. Le sue parole che non riuscivano a star dietro ai suoi pensieri. La sua poesia ha inventato un mondo bellissimo".

Ciao Enzo: non sono sicura esista l'aldilà, ma se così fosse sono certa che, dovunque siate tu e Giorgio adesso, chi è con voi si divertirà un sacco.

Video:
La Televisiun-Quelli che...- Enzo Jannacci-Speciale Che tempo che fa (2011)
Se me lo dicevi prima Enzo Jannacci (1989)
Enzo Jannacci e Giorgio Gaber - L'Armando (1964)

(image)



Antonio Gramsci anche da piccolo era già grande

2013-03-29T10:52:58.578+01:00

(image) Un bimbo di dieci anni, un suo scritto da cui traspare il grande uomo che sarebbe stato.  Antonio Gramsci.

Lo scritto in questione è un suo  tema di quarta elementare, l'insegnate assegna questo titolo:

“Se un tuo compagno benestante e molto intelligente ti avesse espresso il proposito di abbandonare gli studi, che cosa gli risponderesti?".

E il piccolo Antonio scrive questo svolgimento:

Ghilarza, addì 15 luglio 1903


Carissimo amico,

Poco fa ricevetti la tua carissima lettera, e molto mi rallegra il sapere che tu stai bene di salute. Un punto solo mi fa stupire di te; dici che non riprenderai più gli studi, perché ti sono venuti a noia.

Come, tu che sei tanto intelligente, che, grazie a Dio, non ti manca il necessario, tu vuoi abbandonare gli studi? Dici a me di far lo stesso, perché è molto meglio scorrazzare per i campi, andare ai balli e ai pubblici ritrovi, anziché rinchiudersi per quattro ore al giorno in una camera, col maestro che ci predica sempre di studiare perché se no resteremo zucconi.

Ma io, caro amico, non potrò mai abbandonare gli studi che sono la mia unica speranza di vivere onoratamente quando sarò adulto, perché come sai, la mia famiglia non è ricca di beni di fortuna.
Quanti ragazzi poveri ti invidiano, loro che avrebbero voglia di studiare, ma a cui Dio non ha dato il necessario, non solo per studiare, ma molte volte, neanche per sfamarsi.
Io li vedo dalla mia finestra, con che occhi guardano i ragazzi che passano con la cartella a tracolla, loro che non possono andare che alla scuola serale. 


Tu dici che sei ricco, che non avrai bisogno degli studi per camparti, ma bada al proverbio "l'ozio è il padre dei vizi." Chi non studia in gioventù se ne pentirà amaramente nella vecchiaia. Un rovescio di fortuna, una lite perduta, possono portare alla miseria il più ricco degli uomini. Ricordati del signor Francesco; egli era figlio di una famiglia abbastanza ricca; passò una gioventù brillantissima, andava ai teatri, alle bische, e finì per rovinarsi completamente, ed ora fa lo scrivano presso un avvocato che gli da sessanta lire al mese, tanto per vivacchiare.

Questi esempi dovrebbero bastare a farti dissuadere dal tuo proposito. Torna agli studi, caro Giovanni, e vi troverai tutti i beni possibili. 


Non pigliarti a male se ti parlo col cuore alla mano, perché ti voglio bene, e uso dire tutto in faccia, e non adularti come molti.

Addio, saluta i tuoi genitori e ricevi un bacio dal

Tuo aff.mo amico Antonio
(image)



Riflessioni su Sanremo 2013

2013-02-16T11:48:25.699+01:00

Raphael Gualazzi Dopo questa settimana di full immersion nel Festival di San Remo ecco le mie riflessioni e opinioni prima della finale:La canzone più bella è quella di Raphael Gualazzi  "Sai (ci basta un sogno)", al di là che piaccia o meno come canta o il suo genere.Daniele SilvestriIl più sexy è Daniele Silvestri e il suo brano "A bocca chiusa" è un bel pezzo (i brani di Silvestri mi piacciono sempre quindi forse non faccio testo :-)). Elio e le Storie TeseI più geniali, i veri mostri sacri, sono Elio e le storie tese (come sempre) con "La canzone mononota" ma loro sono loro, avrebbero fatto la loro porca figura anche con l'altra canzone in gara o addirittura  con quella  dello spot del pinguino :-))La canzone più inutile, come il gruppo che la canta, è: "Se si potesse non morire" dei Modà (quindi potrebbe pure vincere).Max GazzèIl più inquietante è Simone Cristicchi e non solo perché canta  "La prima volta (che sono morto)".Il più rilassante Max Gazzè con "Sotto casa", calmo pacifico ma sempre impeccabile nei suoi pezzi arriva, con calma ma arriva.Le più invisibili: la maggior parte delle cantanti donne a SanRemo. Quest'anno  è come se non ci fossero. Cioè  sì vanno sul palco, fanno il compitino, cantano anche bene... ma sono, a mio avviso, anonime, un po' come i loro pezzi… (e lo dico con rammarico).Chiara GaliazzoNessuna di loro mi convince: Malika Ayane "E se poi",  Chiara Galiazzo "Il futuro che sarà", Annalisa Scarrone "Scintille".L'unica che emerge un po' da questo anonimato femminile è Simona Molinari che canta con Peter Cincotti "La felicità". Non è ancora chiaro, però, se emerge per il suo impatto visivo o per le sue doti vocali.E mi rifiuto di commentare Maria Nazionale con "E' colpa mia": sta tutto nel titolo della sua canzone.I più da ascoltare e riascoltare  (per apprezzare qualcosa di diverso e di qualità) sono i Marta sui Tubi - "Vorrei" (ma anche ascoltare il resto della loro musica fa bene eh? ;-)). E già che siamo in tema riscoprire gli Almamegretta (e non solo per il fascinoso Raiz ;-)) che al festival cantano "Mamma non lo sa".Marco MengoniE arriviamo a lui, il più sanremese di tutti: Marco Mengoni.Il suo brano "L'essenziale" non è certo degno di nota ma lui… eh lui… riesce a fartelo apprezzare. Riempie la scena, incanta il pubblico e ha una voce che commuove e travolge: un vero animale da palcoscenico.  Se Marco Mengoni vince questo festival la quadratura è perfetta.A questo punto non ci resta che seguire la finale.La scaletta di questa sera :I 14 big in gara usciranno in quest'ordine:Raphael Gualazzi - Sai (ci basta un sogno)Almamegretta - Mamma non lo saDaniele Silvestri - A bocca chiusaModà - Se si potesse non morireSimone Cristicchi - La prima volta (che sono morto)Maria Nazionale - E' colpa miaAnnalisa Scarrone - ScintilleMax Gazzè - Sotto casaChiara Galiazzo - Il futuro che saràMarta sui Tubi - VorreiMalika Ayane - E se poiElio e le storie tese - La canzone mononotaMarco Mengoni - L'essenzialeSimona Molinari con Peter Cincotti - La felicitàIl vincitore verrà scelto con sistema misto, ossia con il televoto del pubblico (25%), che si aggiungerà alla classifica provvisoria della serata di giovedì (25%), e la Giuria di Qualità per il restante 50%.Ricordiamo che la giuria di qualità, presieduta da Nicola Piovani, è composta da Eleonora Abbagnato, Stefano Bartezzaghi, Cecilia Chailly, Claudio Coccoluto, Serena Dandini, Paolo Giordano, Nicoletta Mantovani, Rita Marcotulli e Beppe Fiorello al posto di Carlo Verdone, che ieri è[...]



1 Billion Rising 14 febbraio 2013

2013-02-16T12:03:51.129+01:00

"Potrebbe succedere ovunque.E così è stato: Mexico City, Manila, Mumbai, Manhattan. Uomini notturni. In attesa, come lupi che sbavano per la preda, dietro quell’unica porta vagamente verniciata.Pagando niente, due dollari, o euro, o rupie, o pesos per possederla, entrare in lei, mangiarla, divorarla e gettare via le sue ossa. Potrebbe succedere ovunque e così è stato.Una monaca buddista su un autobus che cercava di rimanere all’asciutto per la notte. Una leader che si opponeva al governo repressivo. Una giovane donna in viaggio con il suo ragazzo. Una ha perso la voce, l’altra il suo seguito. L’ultima la sua vita.Potrebbe succedere ovunque e così è stato Croci rosa di legno, una catasta di pietre, rossi garofani appassiti, sedie vuote in una piazza, nastri che volano nel vento afoso. Chiedo ad Anna a Nighat a Kamla a Monique a Tanisha a Emily. Perché, perché? Porque Eran Mujeres. Parce qu’elles étaient des femmes. Because they were women. Perché erano donne. Potrebbe succedere ovunque e così è stato.Dove una donna è stata licenziata per essere troppo bella; una è stata multata per aver bevuto dopo essere stata violentata; ad una è stata fatta una seria offerta di matrimonio dal suo violentatore, le fu detto che era legittimo e non un’imposizione. Potrebbe succedere ovunque.Fanno queste cose quando le ragazze vanno a far legna, entrano nell’auto di un uomo solo, bevono un po’ troppo alla festa universitaria e si svegliano con le dita dello zio dentro. Scappano da machete e pistole urlanti. Prese all’alba. Fucilate per aver imparato l’alfabeto, lapidate per essersi innamorate, bruciate per aver predetto il futuro.Sono stanca di catalogare questi orrori. 2 milioni di donne violentate e torturate 1 donna su 3. Una donna violentata ogni minuto. Ogni secondo. Una su due Una su cinque Lo stesso Una Una Una.Sono stanca di contare e ricontare. È il momento di raccontare una storia nuova, c’è bisogno della nostra storia, c’è bisogno che sia atroce e inaspettata, che faccia perdere il controllo, che sia sensuale e venga dai nostri fianchi e dai nostri piedi. C’è bisogno che sia arrabbiata e che sia spaventosa come sanno essere spaventose le tempeste Una storia che non debba chiedere permesso, che non abbia bisogno di permessi o di uffici appositi o di creare reddito, non sarà registrata o comprata o venduta, o contata. Deve solo accadere.Non si tratta d’inventare ma di ricordare. Sepolta sotto le foglie di traumi e sofferenze, sotto il fiume di sperma e squallore. Vagine e labbra strappate ed estratte, rubate, miniere di corpi, corpi scavati. Adesso non si tratta di chiedere o di aspettare. Si tratta di insorgere.Solleva il tuo braccio sorella e fratello Insorgi Miliardi Il tuo cuore Insieme al nostro.Una volta avevo paura dell’amore Faceva troppo male ciò che non è mai successo, ciò che è stato strappato via. Lo stupro, la ferita e l’amore. Pensavo fosse il sale, ma sbagliavo, sbagliavo.Attraversa il fuoco. Solleva il tuo braccio Insorgi Miliardi Uno, Uno Uno che insorge che si ribella che si rialza" (Eve Ensler)http://www.onebillionrising.org/[...]



27 gennaio e' il Giorno della Memoria

2013-01-27T08:34:41.007+01:00

Il 27 gennaio e' il Giorno della Memoria  giorno in cui si commemorano le vittime del nazismo e dell'Olocausto. Il  27 gennaio del 1945 le truppe dell'Armata Rossa giunsero ad Auschwitz e scoprirono il terribile campo di sterminio e gli orrori in esso perpetrati."Devo dire che l'esperienza di Auschwitz è stata tale per me da spazzare qualsiasi resto di educazione religiosa che pure ho avuto. [...] C'è Auschwitz, quindi non può esserci Dio. Non trovo una soluzione al dilemma. La cerco, ma non la trovo." (Primo Levi)Auschwitz è il simbolo degli innumerevoli campi di concentramento realizzati dalla Germania nazista...Luoghi terribili, dove sono stati commessi crimini talmente orrendi contro gli esseri umani imprigionati, che sono da ritenere un estremo grave delitto contro tutta l’umanità.Un punto di non ritorno nella Storia...Nel giorno della memoria ...  ricordiamo tutte le vittime di questo orribile sterminio che ha coinvolto oltre agli ebrei anche omosessuali, Rom, Sinti, Jenisch, testimoni di Geova, pentecostali, disabili e malati di mente." Essi popolano la mia memoria della loro presenza senza volto, e se potessi racchiudere in una immagine tutto il male del nostro tempo, sceglierei questa immagine, che mi è familiare: un uomo scarno, dalla fronte china e dalle spalle curve, sul cui volto e nei cui occhi non si possa leggere traccia di pensiero" . (Primo Levi)I post collegati di questo blog: 27 gennaio 201227 gennaio 201127 gennaio 201027 gennaio 2007[...]



Tiziano Ferro a Le invasioni barbariche

2013-01-24T16:18:18.762+01:00

"... tu pensi molto all'amore" "Io penso solo all'amore" Daria Bignardi intervista Tiziano Ferro alle invasioni barbariche su La7. Il cantautore parla di se con tenerezza e un po' di ironia. Simpatico, sensibile e intelligente mostra una forza e una personalità bellissime. Di seguito il video completo dell'intervista:
VIDEO DARIA BIGNARDI INTERVISTA TIZIANO FERRO
(embed)
(image)



Quattro mici in cerca di casa

2012-12-12T16:18:50.830+01:00

(image) Erano in sei, sei mici adorati dalla loro mamma umana che si occupava di loro, li coccolava e li amava sopra ogni cosa.

Purtroppo un brutto giorno all'improvviso la mamma è caduta a terra e non si è più rialzata. A nulla sono valsi i richiami dei sei piccoli, lei non c'era più.

Per una settimana nessuno si è accorto di quanto è accaduto e loro l'hanno vegliata da soli, senza cibo ne acqua.

(image)
Le ragazze di Associazione Amici degli Animali onlus di Monghidoro, quando sono state contattate dalle forze dell'ordine, li hanno radunati e portati in salvo al rifugio.

Sono dolcissimi e assolutamente docili tutti quanti, abituati alle persone e agli altri mici. Tuttavia in questo momento sono molto traumatizzati e spaventati.

(image) Due di loro hanno già trovato casa (una ad esempio l'ho adottata io) ma ne restano quattro. Quattro magnifici micioni in cerca di affetto.

Ci sono tre splendidi mici tigrati e una bellissima miciona bianca e fumo.

Sono tutti adulti in salute e sterilizzati. Abituati in appartamento non possono essere lasciati all'aperto.

(image) Date loro una nuova casa e una nuova famiglia dove possano essere coccolati amati ed accuditi come meritano.

Saranno valutate anche adozioni separate.

Disponibilità a controlli pre e post affido. Firma modulo adozioni.

Per informazioni contattate:

AMICI DEGLI ANIMALI ONLUS Monghidoro (Bologna)
Lorenza 338 7791589
Chiara 333 6560675
associazioneamicideglianimali@yahoo.it






(image)



Gioielli tvb di Artlinea: scrivi e indossa le tue emozioni

2015-07-13T12:40:37.443+01:00

Ci sono momenti della vita che meritano un ricordo indelebile e ci sono dei veri e propri modi di essere che è giusto mostrare al mondo. Pensieri, parole, simboli, date, nomi e frasi che rappresentano l'intimo di ognuno di noi.Nascono per questo i gioielli con incisioni personalizzate, preziosi accessori da indossare per distinguere la propria personalità, unire diverse persone dalla stessa passione, dalla stessa ideologia, dallo stesso ricordo.Da tempo desideravo incidere una frase su un gioiello con le caratteristiche da me richieste: ottima fattura, ben rifinito, bello da vedere, semplice e di classe ma soprattutto con un prezzo accessibile.Dopo una minuziosa ricerca ho trovato il prodotto giusto grazie alla collezione TVB di Artlinea: Anelli, Collane e Bracciali in Oro o Argento personalizzabili.La scelta tra gli articoli TVB di Artlinea è vasta sia come materiale (oro o argento), che come tipo di gioiello (anelli, bracciali, collane). Anche i prezzi sono interessanti (si può acquistare un gioiello personalizzato a partire da soli € 65).I gioielli Tvb si distinguono in due linee.La fresca e giovanile linea "tvb TiVoglioBene" con gioielli in argento 925/1000 o oro rosa 9kt Gioielli eleganti dalle linee pulite e moderne. Per un ricordo indelebile nel tempo. Anelli, bracciali e collane su cui far applicare incisioni di parole, simboli, colori e pietre.Preziosi ma allo stesso tempo semplici, i gioielli di questa linea sono adatti a tutte le occasioni e età oltre ad essere particolarmente apprezzati dai giovanissimi.La prestigiosa ed elegante "tvb Forever collection" in oro 18kt e diamanti Gioielli preziosi, di alto livello, perfetti per occasioni e eventi importanti. Anelli e collane che si fanno ricordare.Gli anelli di questa linea, ad esempio, sono studiati per essere anche bellissime e originali fedi nuziali da personalizzare con dedica, simboli e/o diamanti bianchi o neri, oppure da lasciare semplici così come sono.Bellissime ed eleganti sono le preziose collane tvb forever con ciondoli di pregio personalizzabili come gli anelli.Ho creato il mio gioielloGrazie alla collaborazione con questa grande azienda, quindi, ho realizzato il mio primo gioiello personalizzato: Collana in argento e ciondolo inciso con la frase che ho scelto: ovvero Where Do We Go From Here*.Il gioiello è arrivato da Artlinea completo di certificato di garanzia, busta regalo, scatola e bustina.Volete realizzare anche voi il vostro gioiello tvb?Basta entrare nel loro sito artlineatvb, selezionare il tipo di gioiello tvb che si desidera e personalizzarlo in ogni dettaglio (è presente sul sito un comodo tutorial).E' facile e divertente creare il proprio tvb.Dopo aver scelto tipologia, modello e misura del prodotto si può scegliere il carattere, i simboli tra i 200 presenti e le pietre da abbinare.Una volta creato il gioiello inserite la vostra email e riceverete il coupon da consegnare al rivenditore Artlinea più vicino a voi (vedi link dove trovarli). Nel caso non ci fosse un rivenditore autorizzato vicino a dove abitate contattate "Artlinea Factory Store" al numero tel 0575 21922 per accordarsi sull'invio del coupon e la successiva spedizione del gioiello.Per saperne di più su Artlinea: Sito ufficiale e  Pagina Facebook*Ah per chi si stesse chiedendo perché ho fatto incidere proprio questa frase rispondo perché, tra le altre cose, mi ricorda un'amica che amo molto e dalla quale ho dovuto se[...]



Creazioni di Tival

2012-12-02T12:05:02.155+01:00

Le creazioni  di Tival sono prodotti davvero originali e semplici. Possono essere realizzati su richiesta e con i colori e decori desiderati. Per regalare o regalarsi un articolo semplice e di buon gusto fatto a mano e con il cuore.

Collane
Collane all’uncinetto realizzate completamente a mano e con filati di alta qualità, a rifinirle perline, paillette ma anche materiale di riciclo. Leggere e uniche, si indossano facilmente su ogni tipo di abbigliamento, accessori originali e adatti a  tutte le occasioni e stagioni.

Corredini per neonati e set per asilo 
Tival realizza su richiesta anche set per asili e corredini per neonati (bavagli, porta ciuccio, fiocchi nascita, porta biberon, lenzuolini. Lavorati a punto croce e punto scritto, ampia scelta di soggetti da ricamare.

Sciarpe 
Calde sciarpe moda in lana e cotone, realizzate a maglia o uncinetto, sono disponibili vari e moderni tipi di filato.

Per maggiori informazioni e contatti: http://tivalhandmadecrafts.blogspot.it/ (image)



Extensions allungamento capelli

2012-12-02T12:43:37.892+01:00

Come far diventare la propria chioma da media a lunga e folta?Con le extension di CORSI DI BELLEZZA  per capelli lunghi, folti, bellissimi naturaliBellissime e pratiche, si adattano perfettamente al resto della chioma e possono essere portate in mille modi diversi.Extension di alta qualità formate da ciocche di capelli naturali di varie lunghezze da applicare e acconciare con infinite possibilità di utilizzo da parte dei parrucchieri per i propri clienti: infoltimento capelli, allungamento capelli, creazione di frange e lunghezze.

Il metodo di raccolta e la capacità nella scelta e competenza nel trattamento, preservano i capelli per le extensions  da colorazioni o trattamenti chimici aggressivi e permettono di conservare l’originale purezza che li rende unici, di seta.Comunemente il termine extension è associato solo al concetto di capelli lunghi, in realtà gli utilizzi e creazioni sono molteplici: oltre a creare allungamenti completi è possibile infoltire capigliature povere, creare forme piene sulle scalature, realizzare allungamenti parziali, costruire effetti colore, realizzare volumi mossi e di tendenza creare acconciature per sposa o per  la sera.

Aggiungendo quantità e lunghezza di capelli si amplia la creatività dell’acconciatore: le extensions gestite da Corsi di bellezza sono alleati straordinari per accrescere le opportunità di creare bellezza con i capelli nel proprio salone di parrucchieri.Le extensions di capelli sono disponibili in diverse forme, colori, nuance e struttura per adeguarsi a tutti i tipi di capelli, acconciature e tipologie di applicazione.

La gamma di colori delle extensions  di Corsi di bellezza  soddisfa qualsiasi esigenza di look e acconciatura.
 E’ composta di 30 colori naturali e 22 colori vibrant: le ciocche vibrant sono suddivise in 2 famiglie: 10 nuance fantasia e 12 nuance con effetto mèches.Le extensions di  Corsi di bellezza sono extensions di capelli naturali ad un ottimo rapporto qualità prezzo.
Se sei un parrucchiere e desideri acquistare queste extensions capelli o ricevere maggiori informazioni contatta Corsi di bellezza. Se sei una cliente finale chiedi al tuo parrucchiere di fiducia di contattare Corsi di Bellezza per maggiori informazioni sul prodotto

.Per saperne di più:

Extension Capelli Corsi di Bellezza Le extensions di cui parlo nell' articolo sono in questo momento sulla mia testa :-) Qui di seguito la sottoscritta PRIMA e DOPO l'applicazione delle extensions.  Extensions che ho acconciato in molti modi diversi; nelle foto ce ne sono solo alcuni.[...]