Subscribe: il mio blog personale
http://felik.iobloggo.com/rss2.php
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
agrave  che  chi  dei  egrave  libert agrave  libert  ombra  poi  questo  sempre  solo libert  solo  sono  tutto  ugrave 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: il mio blog personale

il mio blog personale



Questo è il mio diario on-line.



Published: Wed, 15 Mar 2017 21:17:14 +0100

Last Build Date: Wed, 15 Mar 2017 21:17:14 +0100

 



Percorso evolutivo

Sun, 07 Jul 2013 14:18:00 +0200

La realtà non è lineare ma ciclica, qualsiasi cosa riproduce questo schema, ogni percorso può in molti modi diversi però non c'è mai una fine, da qualsiasi punto si comincia tutte le tappa vengono toccate per ritornare sempre al punto di partenza per un nuovo inizio ed un nuovo percorso.

Il tempo come lo spazio non esistono, esiste solo il Qui ed Ora, è un concetto difficile da comprendere per la nostra mentre abituata ad una realtà di terza dimensione, ma se proprio vogliamo dargli una struttura è sicuramente ciclica e non lineare, con le sue stagioni e con i suoi cicli ritmici di morte e rinascita.




Censura ed autocensura

Mon, 09 Apr 2012 13:20:00 +0200

C'è molto materiali in giri: libri, siti web articoli, su complotti, o presunti tali; la verità non è mai come appare, i personaggi pubblici sono semplici marionette e non i veri protagonisti degli avvenimenti internazionali, tutto viene deciso in riunioni segrete, gruppi di potere sconosciuti ai più decidono le sorti del Mondo. Sono tutte cose di cui i media, televisioni e giornali, non parlano mai, ma che i soliti bene informati sanno sempre tutto.

È possibili se questi gruppi di potere sono tanto potenti queste notizie sfuggano alla loro censura? O, anche quello che viene scritto dai giornalisti più di “frontiera” viene in qualche modo manipolato e censurato? Si può veramente trattare qualsiasi argomento senza rischiare di sparire per sempre in modo misterioso? Certo ci sono persone che sono morte dopo strani suicidi, ma ce ne sono anche altre che nonostante le loro straordinarie rivelazioni conducono una vita tranquilla come la maggior parte delle persone.

Certo se si naviga su Internet si trovano le più disparate teorie, tutti a dimostrare le teoria più assurde e più inverosimili, io a volte sono tentato di provare un gioco: inventarmi la teoria apparentemente più assurda e sono sicuro che qualcun altro ci avrà giù pensato e avrà il modo per dimostrarne la validità. Non è più possibile divulgare un segreto, o presunto tale e sperare di avere un seguito, in pratica nessuna rivelazione può essere veramente pericolosa ma si perderebbe nel mare della controinformazione, dove si trovato tutto ed il suo contrario...

In oltre c'è un ultimo aspetto.. è bene scrivere su siti, libri e giornali, senza nessun tipo di filtro? Non credo che bisogna autocensurarci, ma rivolgendoci ad un pubblico eterogeneo si possono trattare tutti gli argomenti? Non è più tempo più di circoli chiusi ed esoterici, viviamo nella Nuova Era e tutti devono poter accedere alla Conoscenza, ma forse alcune cose vanno dette in modo graduale e a chi è veramente pronto. Tanto poi le cose arrivano da solo a chi è in grado di comprenderle.




Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori

Wed, 01 Feb 2012 09:11:00 +0100

Visto che in questi gioni si discute tanto, sono andato su Wikipedia e sull'articolo 18, ho ttrovato questo:

"L'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori detta le conseguenze in caso di licenziamento illegittimo (perché effettuato senza comunicazione dei motivi; perché ingiustificato o perché discriminatorio) nelle unità produttive con più di 15 dipendenti (5 se agricole) e nelle imprese con più di 60 dipendenti in tutto. Contrariamente a quanto si afferma comunemente, quindi, non dice che il licenziamento è valido solo se avviene per giusta causa o giustificato motivo. Tale principio, infatti, è contenuto nell'art. 1 della legge 604/1966."

 Non sono riuscito a capire il motivo di un attacco così violento, sostanziamente si voglio cancellare i diritti fondamentali de lavoratori e delle lavoratrici, non si capisce altrimenti il senso... in contratto di lavoro è un normalisso accordo, dove chi lo sottoscrive è tenuto a rispettare delle regole, niente di più.

È chiaro che se un'impresa si trova in difficoltà non può garatntire lo stesso numero di posti di lavoro, ma credo che il vero obiettivo si tenere costantemente i proprio lavoratori sotto l'incubo del licenziamento, che potrebbe essere effettuato in maniera indiscriminata, per non parlare poi delle lettere di dimissioni che vengono firmate al momento della assunzione, soprattutto dalle giovani donne "a rischio" maternità.

 Per non parlare poi... dei licenziamenti discriminatori, i rappresentati sindacali, speci se particolarmente attivi, saranno sicuramente i primi ad essere licenziati....




Facebook e la Comunicazione

Mon, 10 Jan 2011 09:55:00 +0100

Sicuramente è positivo la diffusione di Facebook, sono moltissime le persone che usano Internet ed utilizzano il Social Netwok per comunicare, ma poi quante persone comunicano veramente?

Quante non stanno su Facebook perché ormai ci stanno tutti? O soltanto perché così mi faccio vedere....

Il problema poi è sempre lo stesso non dipende dal Medium, come diceva Marshall McLuhan: "il mezzo è il messaggio", veniamo condizionati dal mezzo che stiamo utilizzando, ma se non abbiamo voglia di comunica, se non proviamo il minimo interesse per quello che scrivono le altre persone tutto il discorso crolla, anche se stiamo utilizzando il web 2.0 o l'ultima diavoleria tecnologica.




bloggare ai tempi di Facebook

Sun, 09 Jan 2011 17:40:00 +0100

Ogni volta che esci un nuovo media, si sposta l'interesse verso l'ultimo arrivato, ma i precedenti non scompaiono, certo si devo adattare alla nuova realtà ed evolvere.

Anche con la diffusione di Internet, esistono le televisioni, e anche la carta stampata ha la propria fetta di mercato, per non parlare delle radio, o che le notizia non si diffondano con il semplicissimo "passa parola".

Anche su Internet accade ciò. Sicuramente Facebook è il modo migliore per comunicare, ma esistono ed esisteranno ancora per molto i siti.I blog che occupano una posizione intermedia sono diminuiti, come è diminuito il numero dei visitatori.

I ho deciso ad andare contro corrente, a riprendere in mano i miei blog ed a postare minimo un pezzo al giorno, tanto male che vada posso sempre inserire il link su Facebook.




chi semina paura... raccoglie consenso

Fri, 23 Apr 2010 23:37:00 +0200

Sono tecniche ormai sperimentate e collaudate, la chiesa cattolica le usa da più di 2000 anni: si semina la paura, e poi ci si propone come unico rimedio contro tutti i mali, gli unici in grado di sconfiggere i demoni, poco importa se poi sono solo il frutto dell'immaginazione.

Per secoli ci è stata proposta l'idea del peccato, dell'inferno, perché è più facile controllare le persone spaventate se non terrorizzate, la paura divide le persone e le rende fragili ed indifese, pronte a seguire chi detiene il potere.

Ora che il diavolo non funziona più, si sono inventato il terrorismo, principale origine di ogni male. Poco importa se la realà è sempre più complessa, e chi si è autonominato paladino del Bene, ha sempre finanziato il terrore in ogni angolo della Terra, quando non lo ha potuto fare direttamente con i propri caccia bombardieri, ha finanziato gruppi terroristici e veri e proprio "squadroni della morte". Basta guardare con un po' di attenzione la martoriata storia dell'America Latina.

Un episodio, dai contorni ancora ambigui, come l'attentato alle "Torri gemelle" è stato il pretesto per scatenare una guerra globale, ai terroristi o presunti tali. Hanno invaso, prima l'Afghanistan e poi l'Iraq, alla ricerca di ordigni di distruzione di massa, mentre sono i primi ad usarli in ogni occasione. Tutto questo mente Israele continua la sua politica criminale nei confronti del popolo palestinese.

Per capire come funziona il meccanismo, vi consiglio di vedere con la massima attenzione il film Bowling a Columbine di Michael Moore, si comincia dai telegiornali si comincia con il dare molto spazio alla cronaca nera, ad lunghissimi servizi sugli omicidi, poi diventano argomento di discussione nei programmi di intrattenimento.
Non c'è differenza tra il terrorismo internazionale a la cronaca nera, il meccanismo è lo stesso: spaventare a morte il telespettatore.

A livello nazionale si inventa il problema sicurezza, poco importano i dati reali della criminalità, una ragazza uccisa nella propria abitazione colpisce molto di più di una sequenza di aride cifre. Si sottolineano i particolari macabri, poi se l'omocida o presunto tale è straniero, ancora meglio. Ma non è un particolare essenziale, l'importante è seminare la paura. Tutto questo serve a distrarre l'attenzione dell'opinione pubblica dalla grave crisi economica, dall'incapacità, o impossibilita dei nostri politici a risolverla senza intaccare il nostro modello di sviluppo neo-liberista.

I consensi vanno a chi queste paure le sa usa meglio, chi fa della "sicurezza"  la propria parola d'ordine, perché meravigliarci si la Lega Nord in Italia raccoglie moltissimi voti?




Giordano Bruno: libero pensatore

Thu, 22 Apr 2010 18:03:00 +0200

Ho visto un brano tratto da film Giordano Bruno di  Giuliano Montaldo del lontano 1973, dove il bravissimo attore Gian Maria Volontè afferma:

"Noi vogliamo la filosofia libera…. Una libera ricerca scientifica… Mentre voi… Imponete la vostra volontà di sopraffazione. Noi vogliamo l’autonomia del pensiero e della scienza da ogni autorità, religiosa civile o accademica."

e poi "Questa università chiusa non è giusta (L’università non aperta a tutti non è giusta) Le Cattedre (devono essere) offerte ai sapienti, non ai dogmatici, i bianchi (devono essere) a disposizioni di chiunque abbia amore per le scienze… Un insegnamento veramente libero, una società in cui il lavoro delle mani e quello dell’ingegno siano onorati in egual misura… Soltanto in questo modo può nascere l’uomo nuovo".




Geocentrismo ed elicentrismo

Sat, 13 Feb 2010 09:50:00 +0100

Navigando su Internet, non è difficile trovare le teorie più diverse, a volte originali altre volte decisamente strane. La curiosità mi spinge a volte ad approfondire gli argomenti.

Ho scoperto che ci sono siti che sostengono il geocentrismo, dopo le innumerevoli foto scattate dai satelliti e tantissime altre prove facilmente reperibili su Internet, ma anche dalle fonti tradizionali, non so su quali basi si possa negare l'evidenza. Credo che l'unico motivo per sostenere il contrario sia solo l'interpretazione della Bibbia che per secoli la chiesa cattolica ha proposto come l'unica possibile.

La questione non è tanto l'inesattezza di una simile teoria, anche l'eliocentrismo si è dimastrato sbagliato, il nostro Sole è una delle tantissime stelle dell'Universo, situata in una regione periferica, ma proporre una visione dogmatica della realtà.

Per fortuna non ci sono più i roghi per bruciare gli eretici, o presunti tali, sulle pubbliche piazze, ma la mentalità è sempre la stessa. La chiesa cattolica, purtroppo non è la sola, cerca ancora di imporre un solo testo sacro,ed un'unica visione possibile. Tutto questo perché il fine principale non è tanto promuovere il valori cristiani, ma esercitare il potere, un potere decisamente materiale. Scendendo a compromessi con chiuque possa assicurargli dei vantaggi, economici e politici. Lo ha fatto con il fascismo ed il nazisto il secolo scorso, lo fa adesso con i politici di turno.




Intenti per il nuovo anno

Wed, 13 Jan 2010 08:38:00 +0100

Sono triste, questo 2010 non è iniziato proprio nel migliore dei modi. Ma nonostante questo o forse proprio per questo ho deciso di impegnarmi a fondo per cambiare la mia vita.

Non ho ancora stilato una scaletta delle cose che voglio fare, ma ho già iniziato a farle.




Tempi difficili

Thu, 20 Aug 2009 11:53:00 +0200

Sono tempi talmente difficili che pure scrivere un post diventa complicato, non è facile trovare dei punti di riferimente e quelli vecchi sono quasi tutti svaniti.

Io continuo a non interessarmi dei media tradizionali, non solo non leggono nessun quotidiano, non li sfoglio neanche, ma guardo pochissimo i telegiornali, tanto le notizie importanti non le digono mai, e per il resto dicono sempre le stesse cose....

Ci avevano raccontato che con Obama sarebbe cambiato tutto, ma sino ad ora non vedo cambiamenti sostanziali non ne vedo, sta continuando la guerra in Afghaistan, possibile che nel 2009 ci siano ancora guerre? il vecchio slogan recitava "contro la guerra senza se e ma", sembra che sia un argomento che non interessa più nessuno, ma che cosa è cambiato? non è sempre valido? allora chi organizzava le manifestazioni contro la guerra aveva  altri interessi? contando sui sentimenti sinceri delle persone.  




(dis)Informazione

Sun, 19 Jul 2009 12:52:00 +0200

Ho smesso da tempo di di comprare i quotidiani, ogni tanto sfoglio quello di mio padre, quindi Repubblica o il Corriere della Sera, ma difficilmente vado oltre i titoli.

Non ricordo l'ultima volta che ho letto un articolo intero.

Negli ultimi giorni sto guardando poco pure i telegiornali, non credo che servano molto a tenersi informato, da quello che ascolto riesco lo stesso a farmi un'idea di quello che succede, ma spesso le notizie non vengono proprio trasmesse e ad altre viene data troppa importanza e già questo le deforma.

Tramite Internet riesco comunque a tenermi informato, solo oggi mi sono accorto che devo seguire di più i media tradizionali, le stesse notizie, date in un certo modo, danno origine agli avvenimenti e se voglio capire che succede intorno a me non posso ignorare quello che i media trasmettono.

Oltretutto non ho rinunciato del tutto a "cambiare il mondo", è la più velletaria delle cose, ma voglio dare il mio contributo per quanto piccolo possa essere..

Oggi sono andato in edicola a comperare il Corriere, e ovviamente la notizia che mi ha particolarmente colpito è stata quella sulla "influenza suina", non mi riferisco ad i "ballettini" del governo italiano, ma all'ennesima campagna di terrorismo psicologico, che se da un lato mira a rendere le persone sempre più fragili ed insicure, facilmente manipolabili, dall'altro garantisce grussi profitti alla industri farmaceutiche con la vendita di vaccini. .




Esiste ancora la politica?

Fri, 10 Apr 2009 12:57:00 +0200

È da molto tempo che ho in mente di scrivere un post sulla sinistra e sulla politica in generale, ma per una serie di motivi ho sempre rimandato.

Le esperienze negative mi hanno allontanano sempre più dalla politice e mi hanno portato persino a diffidare delle realtà associative.

L'elezioni politiche del 2008 sono state un evento traumatico, la sedicente "sinistra radicale" è scomparsa dal panorama politico nazionale, non mi sento di definire il Partito Democratico e l'Italia dei Valori come partiti di sinistra, non per che voglia esprimere un giudizio sul loro operato, ma perché non riesco a definire cose significhi nel 2009 essere di sinistra.

Nonostante credo che esistano delle cose per cui vale la pena impegnarsi e delle battaglie, come si diceva un tempo, da portare avanti, ma devo partire da situazioni reali e non da principi astratti.




Facebook

Tue, 06 Jan 2009 11:24:00 +0100

Sono stato uno dei prima, al meno in Italia, ad iscriversi a Facebook, allora esisteva solo la versione in inglese.

Se devo essere sincero non mi è piaciuto molto, pochi utenti italiani, quasi tutti under 25, mi sentivo fuori posto e pochissimi servizi interessanti.

Poi questa estate è scoppiata la moda, non mi faccio condizionare da queste cose, ma si sono iscritti in tantissimi e non è difficili trovare amici e conoscenti, i servizi sono aumentati, giochi compresi e si può fare di tutto collegandosi ad un unico sito.

Io sono perplesso... dopo la prima fase in cui tutti o quasi avevano un indirizzo e-mail, anche se poi in tanti non rispondevano alla posta.

La seconda fase caratterizzata dai blog, dove i più si limitavano a scrivere i propri pensierini, partecipando pochissimo alla vita della blogosfera.

Ora è il turno di Facebook, è indispensabile iscriversi, poco importa se poi si comunica pochissimo, ma non è questione di strumenti, c'è chi non risponde al cellulare o agli sms.




Sono tornato

Sat, 01 Nov 2008 12:09:00 +0100

È da diverso tempo che solo saltuariamente posto su questo blog, non c'è un motivo particolare, ultimamente ho frequentato diverse comunità telematiche con alterni soddisfazione. Adesso sono spesso su Fecebook che tutto sommato credo sia la migliore, anche se non è esente da critiche.
Mi manca però un luogo dove scrivere le mie riflessione sul Mondo e gli avvenimenti di cronaca, credo che dedicherò questo blog proprio a ciò. Spero di trovare lettori interessati.




7 agosto 2008 ore 21.00 (ora locale)

Sat, 02 Aug 2008 09:10:00 +0200

ACCENDI UNA CANDELA per il TIBET . OM MANI PEME HUM .. Ciao a tutti! Hai a cuore, come me, la libertà e vuoi fare qualcosa per essa? Unisciti a più di 100 milioni di persone per la più grande Manifestazione Luminosa mondiale a favore del Tibet Libero. Accendi una candela il 7 agosto alle 21.00 (a casa tua, o in pubblico) Unisciti la stessa notte alle speciali azioni luminose. L’8 agosto 2008 guida con le luci di posizione accese. Aggregati ai gruppi di "Sad Smoky Mountains" mentre colorano il cielo di rosso. Aggregati a coloro che parteciperanno alla cerimonia di apertura di Pechino accendendo candele, luci flash, cellulari e accendini per il TIBET LIBERO Per favore unisciti a noi e leggi ogni cosa a riguardo. Con amore, Candle for Tibet http://www.candle4tibet.org/ ( Per spargere la voce copia il messaggio dal mio blog ) [...]



8 LUGLIO 2008 in piazza a Roma...

Fri, 04 Jul 2008 12:23:00 +0200

...contro Berlusconi

 




Il decreto salva preti

Sat, 28 Jun 2008 14:27:00 +0200

Tra le varie norme previste dal decreto anti intercettazioni, presentato ieri in Consiglio dei Ministri, ce n’è una, passata quasi in sordina nei media nazionali, che riguarda i rapporti tra lo Stato e il vaticano. (...)
Infatti nel decreto anti intercettazioni del governo Berlusconi è previsto che, nel caso le indagini riguardino un membro del clero, il vescovo competente debba essere avvisato pena l’annullamento dell’indagine. Non bastasse, se ad essere indagato è un vescovo (vedi il caso Bagnasco a Genova) ad essere avvisato è il  Vaticano stesso. Questo vuol dire che, nel caso dei membri della Chiesa, per indagare un cittadino italiano si deve chiedere il permesso ad un capo di stato straniero.
tratto da clerofobia.




Normalità

Thu, 26 Jun 2008 12:26:00 +0200

Le persone fanno le stesse cose nello stesso modo, chi viola queste due regole viene considerato strano o diverso. Io faccio semplicemente quello che mi va di fare, con i miei tempi ed i miei modi.




Adesso, arrestateci tutti!!!

Wed, 25 Jun 2008 12:27:00 +0200

Aderite a questo appello per supportare Marco e tanti suoi colleghi




Bakunin (Alessio Lega)

Wed, 25 Jun 2008 08:59:00 +0200

Riposo all’ ombra del silenzio che ora sento
riposo all’ombra del cemento
riposo all’ ombra del potere più assoluto
quello che ho sempre combattuto
riposo all’ ombra di quel vostro essere schiavi
ciò che vi ha sempre inginocchiato
e siete voi le porte, e non avete chiavi
riposo all’ ombra dello stato...

Solo per la libertà
son nato un giorno e son vissuto
ed ho lottato ed ho perduto.
Solo per la libertà
son nato un giorno in mezzo a gente
che non vuol sentire niente
Solo per la libertà
ho alzato in piedi la rivolta
ad ogni strada e ad ogni svolta.
Solo per la libertà.

Riposo all’ ombra dei miei compagni uccisi
del tempo che poi ci ha divisi
del vostro sguardo che sul mio si posa
su qualche foto polverosa.
Riposo all’ ombra del vostro smorto oblio
riposo semprte senza pace:
sempre padroni c’è sempre qualche dio
che opprime un popolo che tace!

Solo per la libertà
in tutto il mondo ho sempre corso
e senza l’ ombra di un rimorso.
Solo per la libertà
ho rifiutato casa ed oro
ed il potere ed il lavoro.
Solo per la libertà
di un mondo che non la voleva
e poi -in catene- la piangeva.
Solo per la libertà.

Riposo all’ ombra di chi crede che io sia stato
un sognatore o un esaltato
e di chi crede che oggi tutto vada bene:
democrazia e nuove catene.
Riposo all’ ombra di chi legge un mio trattato
invece di occupar le vie
ed io che urlo, io che ho corso, che ho lottato
riposo nelle librerie.


Solo per la libertà
ho scritto, ho amato ed ho lottato
e non per essere studiato.
Solo per la libertà
se non potevo tirar sassi
ho camminato nuovi passi.
Solo per la libertà
contro ogni forma di potere
e per non dover vedere
la mia cara libertà...

La mia cara libertà
un cencio rosso, sanguinante
di uno stato più intrigante.
La mia cara libertà
venduta come una puttana:
libertà americana.
La mia cara libertà
diventata una parola
che si strozza nella gola.
Solo per la libertà.


Riposo all’ ombra, all’ ombra cupa e scura
riposo all’ ombra e alla paura
riposo all’ ombra che si fa sempre più nera:
inverno senza primavera...
...Eppure c’è chi ancora lotta in questa stanza
e c’è chi chiede, e c’è chi vuole!
E allora un raggio luminoso di speranza
mi fa riposare al sole...

Mi fa riposare al sole!

Vi consiglio questo cantautore...e anche il suo blog.
http://venditordisassi.splinder.com/

Sul sito internet http://www.alessiolega.it/scarica.php
è possibile scaricare alcuni pezzi.

Questo pezzo è stato copiato "pari pari" dal blog di Nuvola1974