Subscribe: Il mondo del pirata
http://blog.libero.it/speedtriple05/index.rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
amore  che potrà  che  chi  della  dove  finire mai  mai  mia  nel  notte  potrà finire  sei  sempre  solo  sono  vita 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Il mondo del pirata

Il mondo del pirata



Sfumature di vita...



Last Build Date: Thu, 19 Nov 2009 16:15:39 +0100

 



Tu che sei parte di me..............

Mon, 19 Jan 2009 12:03:40 +0100

(image)

Tu che sei parte di me
Le tue braccia lunghe
spalancate allaria
Solo nel vento sei sempre felice
Butta via i ricordi, getta ogni cornice,
lascia spazio alle cose a venire

Fuori
cè una notte intera
Puoi perderti..

Tu che sei parte di me
e lasci fuochi
piccole tracce
per riportarmi a casa
Tu che sei parte di me
Ultima luce,
ultima insegna accesa

E ogni nuova paura
alza il fumo negli occhi
e le parole cominciano male..
Ti riuscissi a dire,
riuscissi a spiegare
E solo pelle che inizi a cambiare

Fuori
Cè una vita intera,
vuoi perderti?
Tu che sei parte di me
e sciogli i fili,
le resistenze,
le mie mani chiuse
Tu che sei parte di me
e porti sogni
e mi fai sorprese
Tu che sei parte di me

Soli per la notte intera,
soli per la vita intera

Tu che sei parte di me
e sciogli i fili,
le resistenze,
le mie mani chiuse
Tu che sei parte di me
e porti sogni,
e mi fai sorridere

Fuori
una notte intera
Fuori
una vita intera..................................




Senza titolo

Mon, 12 Jan 2009 14:06:34 +0100

Ben Thomas è un giovane uomo che ha commesso un tragico errore. Ossessionato dalla sua colpa è deciso a redimersi risanando la vita di sette persone meritevoli. Osservate e individuate le sette anime, Ben si prende amorevolmente cura di loro, donandogli una parte di sé e una seconda possibilità. Sarà però la bella Emily Posa, colpita al cuore da Ben e da (gravi) scompensi cardiaci, a innamorarlo e a distrarlo dal suo disegno originale. A Ben non resterà che decidere se tornare a vivere o lasciare vivere.Il titolo italiano, al solito, non "traduce" il senso del secondo film americano di Gabriele Muccino, sostituendo sette pounds (sette libbre) con sette anime e spostando in questo modo l'attenzione dello spettatore dal debitore ai creditori. Di carne, o meglio di libbre di carne, parla invece il titolo originale e aderente alla storia raccontata, riferendosi al pound of flesh (una libbra di carne umana) che "il mercante di Venezia" shakespeariano chiedeva ad Antonio per estinguere il suo debito. Dopo aver affrontato con La ricerca della felicità il dramma a sfondo sociale e a lieto fine, Gabriele Muccino gira un film sulla "donazione" che ha fatto molto discutere in America e altrettanto farà discutere nella cattolicissima Italia. Riconfermato come attore protagonista, Will Smith sembra idealmente restituire, o meglio, ridistribuire un po' della happiness inseguita con tanto accanimento e dopo tante (rin)corse nel precedente film mucciniano. Dopo la redenzione economica del broker Chris Gardner, che intendeva la felicità come ricchezza, il Ben Thomas (sempre di Smith) ricerca una redenzione spirituale che metta a tacere il dolore provocato e il rimorso patito. La supposta distanza, che un regista non americano avrebbe dovuto e potuto garantire rispetto ai meccanismi e alle modalità narrative hollywoodiane, non è in questa seconda esperienza evidente come fu per La ricerca della felicità. Sette anime è decisamente un film americano che si regge sull'interpretazione degli attori e poco o niente dice dell' "anima" italica che lo ha diretto. Qualche perplessità la solleva pure l'interpretazione non risolta di Will Smith, che rinchiude un dolore cupo e profondo dentro un corpo da supereroe mai tragico, mai corrotto o compromesso dai conflitti inconciliabili del suo protagonista. Se tutto può l'amore, fornendo in qualche modo la chiave morale del film, poco o nulla può contro il ridicolo distribuito a piene mani sull'epilogo, attraversato da affannose corse, frequentato da meduse letali, martellato da un cuore donato e osservato da occhi neri che tornano a guardare. Il tono e il sapore del dramma incombente e inevitabile viene allora travolto da invenzioni maldestre, che precipitano quel poco di intimo che il film era riuscito a costruire, mancando l'abbraccio fatale con il destino inevitabile, bruciando il calore di ciò che è insondabile. [...]



I miei auguri di Natale sulle note della..."tua" canzone!

Thu, 18 Dec 2008 10:31:21 +0100

(image) Ho organizzato un party
e questa festa si terrà
fuori dalla città
ma in un giardino verde che
porta con sé
il nome di speranza
in cui ci sarà un coinvolgente gioco
che si chiama gioco delle possibilità
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on

Ho organizzato un party
che porta il nome di fiducia e di speranza
dove niente è stato ancora deciso
e dove tutto è stato dato in mano al caso
e dove esiste ancora amore
dove esiste ancora luce
dove esiste ancora pace
dove tutto ancora brilla

Ed è una cura il disco party
ognuno qui grida forte il proprio nome
e importa solo di vivere il presente
si chiama gioco della libertà
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on come on come on
Come on

Dove esiste solo amore
dove si fa l'amore anche in tre
dove ci si ama anche in tre
e dove si ama anche in più di tre
Un party dove il frutto del peccato non è stato mai assaggiato
nessuna inibizione nè senso del pudore
neanche pregiudizi e nessuna discussione
Noooooooooooooooooooo
Non esiste frustrazione

Nessuno è disturbato
neanche giudicato
niente è mai sbagliato
e nessuno è mai ingannato
chiunque gode il vanto di poter essere ciò che è
in quel giardino che ognuno ha dentro di sé
ed è qui il party

Dove esiste solo amore
dove esiste solo luce
dove esiste solo pace
dove tutto sempre brilla
dove esiste ancora amore
dove esiste ancora luce
dove esiste ancora pace
(esiste ancora pace)
dove tutto sempre brilla nel party
dove esiste solo amore
si ama (dove)
si fa l'amore (dove)
dove esiste (dove) solo amore
(dove) si ama
(dove) si fa l'amore...



Meraviglioso...

Tue, 16 Dec 2008 09:21:14 +0100

(image)

Non riuscivo a cantare,vedevo solo la pioggia cadere sui vetri,sulla pelle...sul ruvido orizzonte che in un giorno è mutato agli occhi,divenendo nebbia,sabbia che ostruisce la vista,che fa bruciare un'iride di solito lucente...ogni squillo un pugno nel petto,ogni luce sotto i tasti la paura nei fianchi,sensazione di esplodere dentro,di impotenza di fronte agli eventi...

Oggi il sole è tornato leggero a donarmi una carezza sul viso,dopo un altro temporale violento che ha bagnato ferite ancora aperte e profonde.Il destino è il nome comune che si da a chi governa l'esistenza di un uomo...sarà stato lui o chiunque altra entità sconosciuta a decidere che non era il tuo giorno,che noi due ti avremmo rivista ancora,rivissuto il tuo viso,riveduto i tuoi occhi...

Sono qui,dietro il solito vetro a contare i minuti che separano il tuo ritorno ai passi del vivere,perchè dietro quei vetri ti ho veduta immobile di fronte al dolore e soltanto le mani sapienti di chi maneggia bisturi e fili sottili,la tua forza e la tua pelle dura hanno restituito a noi "disperati" la speranza e la voglia di viverti ancora...

Non so a chi dire grazie ma mi sento di urlarlo ad un cielo che ha smesso di piangere...

E’ vero
credetemi è accaduto
di notte su di un ponte
guardando l’acqua scura
con la dannata voglia
di fare un tuffo giù uh
D’un tratto
qualcuno alle mie spalle
forse un angelo
vestito da passante
mi portò via dicendomi
Così ih:
Meraviglioso
ma come non ti accorgi
di quanto il mondo sia
meraviglioso
Meraviglioso
perfino il tuo dolore
potrà guarire poi
meraviglioso
Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare eh!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
Meraviglioso
il bene di una donna
che ama solo te
meraviglioso
La luce di un mattino
l’abbraccio di un amico
il viso di un bambino
meraviglioso
meraviglioso…
ah!…
(vocalizzato)
Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare eh!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
meraviglioso
(vocalizzato)
La notte era finita
e ti sentivo ancora
Sapore della vita
Meraviglioso
Meraviglioso
Meraviglioso
Meraviglioso
Meraviglioso
Meraviglioso




Lo sanno tutti che...

Thu, 23 Oct 2008 10:03:15 +0100

(image) Sono un grande falso mentre fingo l'allegria,
sei il gran diffidente mentre fingi simpatia,
come un terremoto in un deserto che...
che crolla tutto ed io son morto e nessuno se n'è accorto.
Lo sanno tutti che in caso di pericolo si salva solo chi sa volare bene,
quindi se escludi gli aviatori, i falchi, nuvole, gli aerei, aquile e angeli, rimani te
ed io mi chiedo ora che farai,
che nessuno ti verrà a salvare,
complimenti per la vita da campione,
insulti per l'errore di un rigore.

E mi sento come chi sa piangere ancora alla mia età
e ringrazio sempre chi sa piangere di notte alla mia età
e vita mia che mi hai dato tanto,
amore, gioia, dolore, tutto,
ma grazie a chi sa sempre perdonare sulla porta alla mia età.

Certo che facile non è mai stato,
osservavo la vita come la osserva un cieco,
perché ciò che è detto può far male,
però ciò che è scritto può ferire per morire.

E mi sento come chi sa piangere ancora alla mia età
e ringrazio sempre chi sa piangere di notte alla mia età
e vita mia che mi hai dato tanto,
amore, gioia, dolore, tutto,
ma grazie a chi sa sempre perdonare sulla porta alla mia età.

E che la vita ti riservi ciò che serve spero
E piangerai per cose brutte e cose belle spero
Senza rancore
E che le tue paure siano pure
L’allegria mancata poi diventi amore
Anche se è perché solamente il caos della retorica confonde i gesti e le parole e le modifica
E è perché Dio mi ha suggerito che ti ho perdonato
E ciò che dice lui l’ho ascoltato

Di notte alla mia età
Di notte alla mia età.



Che non potrà finire mai...

Tue, 21 Oct 2008 13:30:31 +0100

(image)

...è cio' che spero se guardo l'orizzonte,passeggiando tangente alle balaustre di un pontile che si tuffa nel mare,mentre il vento ci graffia la pelle e il sorriso ci illumina il viso.Penso ai nostri passi...alla nostra casa che nasce e cresce colorata di un amore sinusoidale come tutti quelli importanti,veri e profondi...impregnati di emozione e carezze e allo stesso tempo di musi lunghi e stupide gelosie...ma è l'amore,quello vero...intimo e radicato dentro ogni respiro,di quello che se guardo lontano penso che...

Che non potrà finire mai...

I tuoi grandissimi sogni i miei risvegli lontani
I nostri occhi che diventano mani
La tua pazienza di perla le mie teorie sull’amore
Fatte a pezzi da un profumo buono
Il tuo specchio appannato la mia brutta giornata
La mia parte di letto in questa parte di vita
Il tuo respiro che mi calma se ci appoggi il cuore
La nostra storia che non sa finire
So che è successo già
Che altri già si amarono
Non è una novità
Ma questo nostro amore è
Come musica
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Mai mai
Le nostre false partenze i miei improvvisi stupori
Il tuo “sex & the city” i miei film con gli spari
I nostri segni di aria in questi anni di fuoco
Solo l’amore rimane e tutto il resto è un gioco
I tuoi silenzi che accarezzano le mie distrazioni
Ritrovarti quando ti abbandoni
Il nostro amore immenso che non puoi raccontare
E che da fuori sembrerà normale
So che è successo già
Che altri già si amarono
Non è una novità
Ma questo nostro amore è
Come musica
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Siamo stati sulla luna a mezzogiorno
Andata solo andata senza mai un ritorno
E abbiamo fatto piani per un nuovo mondo
Ci siamo attraversati fino nel profondo
Me c’è ancora qualcosa che non so di te
Al centro del tuo cuore
Che c’è?
So che è successo già
Che altri già si amarono
Non è una novità
Ma questo nostro amore è
Come musica
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai
Che non potrà finire mai...




Ossigeno...

Wed, 01 Oct 2008 09:17:54 +0100

(image) Oh mio angelo,
il tuo sguardo bastò, a cambiare i giorni miei
e in quell'attimo, il tempo scappò,e di noi si è, scordato ormai
Ma la vita è bella perché, è imprevedibile,
lasciati portare lei sa.
Prendere la vita com'è ,com'è difficile
c'è una sola certezza in me.
E' per te, per te,per te, perdutamente,
che farei dell'impossibile, e dei sogni la realtà,
e dei miei pensieri, sei tu il punto fermo,
sei nel cuore oppio, fuoco e ossigeno.
Questo amore piegò odio ed invidia
perché è inviolabile,
e con occhi chiusi, siamo in volo senza più ferirsi
non scendiamo se non vuoi
E se sto sognando vi prego non svegliatemi,
questa è la mia vita, e voglio dirti che,
E' per te, per te , perdutamente
e perduto follemente
il mio mondo è per te.
Sei nei miei pensieri, e nei desideri
come nel DNA.
Quando tu non ci sei
sei nell'aria che respiro,
sei nel cuore oro, luce e ossigeno.



Senza titolo

Wed, 24 Sep 2008 16:31:02 +0100

...chissà dove eri quella notte,quando un brivido gelido mi ha attraversato la schiena ed il vuoto ha squarciato il mio petto,mentre senza guardare le lancette e i chilometri che impazzivano dentro la mia testa e sotto le ruote percorrevo quella strada fino a quella porta.Chissà se sereno riposavi disteso su un cuscino,in un letto,magari con accanto una persona che ami...Chissà se quella notte,per un solo istante hai sentito quel freddo che ha gelato il cuore e la vita di chi un giorno d'estate ha cercato invano il tuo aiuto,disturbando la tua vacanza perchè non riusciva a godere la propria,disperato dal vedere sul volto di un uomo i segni di una sofferenza che solo la sua dignità non faceva capire a chi gli era intorno.Questa estate i tuoi granelli di sabbia erano le nostre ansie,il tuo mare le nostre lacrime...Quel giorno con aria distaccata pronunciasti parole che ci aprirono il cuore e la speranza,parole che se non avessi udito io stesso stenterei oggi a credere...

"non vedo nulla di preoccupante,sarà la cicatrice a creare fastidio e questo mal di testa..................."

Egregio Dottore,

chissà se la notte del 23 di Settembre hai sentito vibrare la tua coscienza,sempre che tu ne possieda una in grado di darti emozione,chi lo sa se quella notte hai sentito un soffio di vento entrare dal balcone...Non lo so Egregio Dottore,quella notte dov'eri e cosa facevi,noi quella notte eravamo abbracciati perchè quel mal di testa Egregio Dottore ha distrutto un uomo e tutti noi che lo amiamo e se per te è soffiato il vento e hai richiuso la porta,un uomo alle 3.30 di quella notte ha respirato per l'ultima volta divorato da un male che TU non avevi veduto...

Egregio Dottore,chi sa anche questa mattina dove eri,forse non al sole d'estate come quel giorno in cui dovesti scusare la nostra disperazione e quasi infastidito ci concedesti di entrare e ascoltare...Non so anche oggi dove eri,noi oggi eravamo li intorno a una bara a piangere un uomo...

Quell'uomo Egregio Dottore,era mio padre.




Senza titolo

Thu, 11 Sep 2008 11:09:38 +0100

Ti amo e non saprei immaginare la mia vita senza Te...



Se...

Tue, 02 Sep 2008 11:33:25 +0100

(image)

Se... se chiudo gli occhi e penso a te è come volare sugli alberi sapendo che più in alto andrò più bello sarà raggiungerti raggiungerti nei sogni miei e anche in tutti quelli tuoi dove potrò rincorrerti in ampi spazi senza pericoli Perdonami mio amore ma la storia è semplice basterebbe improvvisare un ritorno all'origine le gioie del mio cuore si infrangono così come onde di dolore spesso poi mi risucchiano Ma se... se canto oggi c'è un perchè perchè vorrei che fossi qui che fossi qui accanto a me in questa notte così piccola la notte stretta su di me che non mi basta mai perchè vorrei nutrirmi sempre più dei tuoi sussurri come musica Perdonami mio amore ma la storia è semplice basterebbe improvvisare un ritorno all'origine le gioie del mio cuore si infrangono così come onde di dolore spesso poi mi risucchiano spesso poi mi risucchiano Perdonami mio amore ma la storia è semplice basterebbe improvvisare un ritorno all'origine le gioie del mio cuore si infrangono così come onde di dolore spesso poi mi risucchiano come onde di dolore spesso poi mi risucchiano spesso poi mi risucchiano Se... se tutto il giorno penso a te e non è il tempo a dire che fa sempre male stare qui a scrivere spiegandomi spiegandomi perchè c'è in me una condanna a forma di me spirale vortice che fa della mia vita sempre e solo un se Se..




La vergogna di "appartenere"...

Mon, 01 Sep 2008 14:26:48 +0100

Ricordo l'ultima partita seguita allo Stadio San Paolo,era il Napoli-Genoa dello scorso campionato...il mio sguardo su quel campo verde era come sempre attendo alle traiettorie di quel pallone,di quel sogno che per me è rimasto tale,di quel pezzo di gomma che mi fa respirare...che mi da ancora tanta emozione quando dopo un gran tiro accarezza la rete.E' il calcio che amo,quello fatto di sudore e pestate,di allegria e adrenalina,di botte prese e date con agonismo e senza cattiveria.Il calcio degli sfotto' negli spogniatoi,delle chiacchiere da bar...uno sport di cui conservo un ricordo lontano,un ricordo offuscato dalle gesta di una mandria di Stronzi che forse non hanno nemmeno mai provato quel brivido intenso derivato dai 90 minuti su un rettangolo verde...che hanno scambiato le domeniche e il calcio per il loro rituale di Bestie represse e  asfissiate da una vita frustrata dipinta di niente! Il PirataGIU' DAL TRENODevono salire gli ultrà. La lunga stagione del calcio malato ricomincia con una storia incredibile, con una resa incondizionata ai violenti, con un sopruso nei confronti di centinaia di cittadini che volevano tornare a casa dalle vacanze.Volevano farlo in treno, il mezzo più semplice e antico, il più sicuro, volevano partire da Napoli e arrivare a Torino, o magari scendere a Roma, o a La Spezia, o a Genova. Avevano il biglietto, si erano già seduti e aspettavano. Poi sono arrivati i selvaggi, le bestie della curva, molte delle quali a viso coperto come banditi, come pirati incappucciati: e il posto sul treno se lo sono preso loro. Impotenti le Ferrovie, la Questura, la Polizia: per evitare il peggio ne hanno certificato un altro, legittimando la legge della giungla. E cioè: sul treno rimangono gli ultrà, mentre i viaggiatori semplici e disarmati, quelli che non sfasciano scompartimenti (500 mila euro di danni), bagni, stadi, quelli che non urlano slogan deliranti e non salutano col braccio teso sono stati gentilmente invitati a scendere e a "trovare altre soluzioni" (il deltaplano, il teletrasporto?). Parapiglia, spintoni, grida varie. Risultato: quattro ferrovieri contusi, poi la mandria parte e va a fare danni allo stadio Olimpico in Roma, invece di essere presa dai poliziotti alla stazione Termini e portata in qualche caserma, come sarebbe stato opportuno. Doveva essere la prima giornata del calcio nella stagione del dialogo, della tolleranza con riserva: tutti gli stadi aperti, tutte le trasferte permesse. Una linea di credito aperta dal Viminale nei confronti del tifo estremo perché magari capisse, e partisse bello quieto per non farsi di nuovo togliere le sue amate curve, quei luoghi di impunità dove sfogare frustrazioni di vite sbagliate. Ma i mille ultrà del Napoli hanno dimostrato subito che dare fiducia a certa gente è sbagliato, oltre che inutile, e penalizza gravemente la società civile. Da oggi, trasferte di nuovo blindate e curve militarizzate, con enorme esborso di pubblico denaro. In sostanza, il calcio dei violenti sarà arginato grazie al denaro dei contribuenti, cioè quelle stesse persone che ieri i violenti hanno sbattuto giù dal treno. Non è proprio un cerchio che si chiude, ed è comunque un'ingiustizia. La cosa che più sorprende, proprio perché la più prevedibile, è la resa incondizionata da parte dello Stato. Perché si sapeva da tempo che il 31 agosto, giorno del grande rientro dalle ferie, avrebbe intasato le stazioni ferroviarie creando ingorghi di viaggiatori e tifosi, vacanzieri e ultrà. Ma oltre un generico invito a non usare certi treni non si è andati, come se poi fosse possibile cercare facili e rapide alternative. E una volta arrivati nel cuore del caos, tra fumogeni e insulti, si è preferito non applicare la legge in difesa del cittadino ma governare la mandria dandole di fa[...]



...gocce come quando piove...

Wed, 06 Aug 2008 10:12:05 +0100

(image) Se ne dicon di parole
gocce come quando piove
del silenzio che c'e' poi
resta l'eco dentro noi
Se ne dicon di parole
sono schegge di rancore
come artigli di avvoltoi
fredde lame di rasoi
Queste parentesi del cuore
sono segreti chiusi in te
tra i rimpianti e le emozioni io scelgo te
ogni respiro quanto vale
non si sa piu' a chi chiedere
tra la realta' e l'illusione io scelgo te
Se ne dicon di parole
non puoi neanche immaginare
sono una pubblicita'
cartoline di citta'
Se ne dicon di parole
tante che ne puoi buttare
figlie dell'aridita'
sono lacrime a meta'
Queste parentesi del cuore
sono segreti chiusi in te
tra i rimpianti e le emozioni io scelgo te
ogni respiro quanto vale
non si sa piu' a chi chiedere
tra la realta' e l'illusione io scelgo te
L'amore ha sempre ragione....
L'amore ha sempre ragione...
. Ogni respiro quanto vale
non si sa piu' a chi chiedere
tra la realta' e l'illusione io scelgo te
Se ne dicon di parole
se ne dicon di parole
se ne dicon di parole
se ne dicon di parole...




...un paio di ali al vento... al vento ...

Wed, 06 Aug 2008 09:02:00 +0100

(image)

...un giorno un tassello,quello dopo un altro pezzetto di un mosaico di un sogno che cresce,un'altro che nasce nel legno,nel cemento,su uno schermo di vetro,nei cavi dell'alta tensione...scale salite e discese mille volte ed ancora e cosi' prende forma quel nido,cosi' come prende forma la creta,modellata dalle mani che scavano e dal sudore della fronte nel posizionare un altro tassello,passa il giorno ed un altro piccolo traguardo è raggiunto,sei a pezzi,sei esausto...ma in quell'altro chiodo piantato c'è un nuovo sorriso.Fuoco,acqua...elettricità,la tua mano e il tuo esserci è tutto cio' di cui ho bisogno,carica ed entusiasmo,freschezza e forza nuova...ed un paio di ali al vento per portarti con me.Il Pirata

La notte ha mille porte
e nella testa c'è una città intera
che soffia e che respira
che soffre e che ti attira
sempre più dentro
sempre più al centro
sempre più in mezzo fino a che non lo distingui più il confine
tra la tua pelle e il cielo
tra quello che è a pezzi è quello che è intero
la notte ha mille occhi
credi di guardare e sei guardato
sono tempi "rock'n roll"
che si resta senza fiato
cadono i record alle olimpiadi
tutto si supera in un secondo
e in ogni mondo c'è dentro un mondo
che ha dentro un mondo che ha dentro un mondo

ci sono armi nei supermercati
e mettono i "beep" nei vaffanculo
ci dicono continuamente che nessuno è al sicuro
ma questo lo sapevo già
e non è mai stata una buona scusa
per barricarmi dentro casa
la tele accessa e la porta chiusa

safari
dentro la mia testa
ci sono più bestie che nella foresta

la terra vista dallo spazio è una palla
azzurra e silenziosa
ma se ci vivi ti rendi conto
che è tutta un'altra cosa
niente combacia ci sono crepe
e dalle crepe passa un po' di luce
che si espande nell'universo
prendi tutto quello che ti piace
ho" diamanti sotto ai miei piedi"
ho un oceano dentro alle vene
ognuno danza col suo demone
e ogni storia finisce bene

Safari
dentro la mia testa
ci sono più bestie che nella foresta

fuoco
acqua
elettricità

(G. Sangiorgi "Negramaro")

le scimmie saltano di ramo in ramo
assaggio la notte,
la notte che passa più svelta
su lente lenzuola di corpi
sudati si chiudono gli occhi
si spegne l'insegna dell'ultima vita di luce
rubate si finge il silenzio perfetto
l'esterno ti sembra di pace
la notte d'estate
intanto il ruomore
nel buio dell'anima mia
che corre a gambe levate
sbattendo con forza
su muri di pelle e di ossa
un paio di ali al vento
un paio di ali al vento... al vento ...




Solo per te...

Tue, 08 Jul 2008 15:09:12 +0100

(image) Solo per te convinco le stelle
a disegnare nel cielo infinito
qualcosa che somiglia a te

solo per te io cambierò pelle
per non sentir le stagioni passare
senza di te

come la neve non sa
coprire tutta la città

come la notte non faccio rumore
se cado è per te

come la neve non sa
coprire tutta la città

come la notte non faccio rumore
se cado è per te

è per te
è per te
è per te

come la notte non faccio rumore
se cado è per te

come la notte non faccio rumore
se cado è per te

come la notte non faccio rumore
se cado è per te

come la notte non faccio rumore
se cado è per te...



Un nido d'amore che diviene culla di morte...

Tue, 08 Jul 2008 11:54:50 +0100

(image)
Un senso di angoscia mi ha assalito nel leggere questa notizia...il pensare a quante volte l'auto è nido d'amore o semplicemente riparo dal vento,ombrello e alcova di un'intimità che è linfa vitale per chi vive l'amore.Spesso si rischia piu' del dovuto perchè lasci parlare l'istinto,la passione e assecondi le emozioni del corpo...i brividi che un bacio rubato puo' dare,una carezza velata dietro i vetri di una macchina nascosta agli occhi indiscreti.Occhi che questa volta non volevano spiare un peccato d'amore ma sottrarre "valori" con delinquente arroganza...un attimo,una istintiva reazione,la ricerca della via di fuga...uno sparo!  un bastardo non ha rubato niente,in quella macchina ha lasciato soldi ed oggetti e con se anche una vita e un amore,spezzati dall'ennesimo gesto di ingovernata follia...piaga dilagante in questo mondo di merda!
Il Pirata 
Napoli, ucciso in tentativo rapina
L'uomo si era appartato in auto con la sua fidanzata

(ANSA) - CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI), 8 LUG - Un uomo e' stato ucciso la scorsa notte a Castellammare di Stabia durante un tentativo di rapina. Raffaele Gargiulo, questo il nome della vittima, si era appartato in auto con la fidanzata, quando sono giunte 2 persone armate. Gargiulo ha messo in moto l'auto per fuggire ma uno dei rapinatori ha sparato un colpo di pistola, uccidendolo. L'auto e' finita fuori strada, mentre i 2 rapinatori sono fuggiti. La fidanzata, rimasta illesa, ha dato l'allarme.




Non Ti Scordar Mai Di Me...

Mon, 07 Jul 2008 13:56:27 +0100

(image) Se fossi qui con me questa sera
Sarei felice e tu lo sai.
Starebbe meglio anche la luna,
ora piu' piccola che mai.
Farei anche a meno della nostalgia
Che da lontano
Torna a portarmi via
Del nostro amore solo una scia
Che il tempo poi cancellera'
E nulla sopravvivera'.

Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non e' solo un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della piu' incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito.

Forse e' anche stata un po' colpa mia
Credere fosse per l'eternita'.
A volte tutto un po' si consuma,
senza preavviso se ne va.

Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non e' solo un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della piu' incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito.

Non ti scordar…
Non ti scordar…

Non ti scordar mai di me,
di ogni mia abitudine,
in fondo siamo stati insieme
e non e' solo un piccolo particolare.
Non ti scordar mai di me,
della piu' incantevole fiaba
che abbia mai scritto,
un lieto fine era previsto e assai gradito.




Sei sempre così il centro del mondo...

Thu, 03 Jul 2008 15:20:31 +0100

(image) Portami dove mi devi portare
Africa, Asia o nel primo locale
fammi vedere che cosa vuol dire partire davvero

Portami dove non posso arrivare
dove si smette qualsiasi pudore
fammi sentire che cosa vuol dire viaggiare leggeri

Sei sempre così il centro del mondo
il viaggio potente nel cuore del tempo andata e ritorno

Portami ovunque portami al mare
portami dove non serve sognare
chiedemi il cambio solo se devi, sei brava a guidare
e dopo portami oltre che lo sai fare dove sparisce qualsiasi confine
fammi vedere che cosa vuol dire viaggiare col cuore

Sei sempre così il centro del mondo
il primo bengala sparato nel cielo quando mi perdo
sei sempre così il centro del mondo
ti prendi il mio tempo ti prendi il mio spazio ti prendi il mio meglio

Portami dove mi devi portare Venere,Marte o altri locali
fammi vedere che cosa succede a viaggiare davvero

Sei sempre così il centro del mondo
il primo bengala sparato nel cielo quando mi perdo
sei sempre così il centro del mondo
ti prendi il mio tempo ti prendi il mio spazio ti prendi il mio meglio...



Finalmente Libera!

Thu, 03 Jul 2008 15:13:23 +0100

INGRID BETANCOURT LIBERA: RINGRAZIO DIO E L'ESERCITOBOGOTA' - Con una operazione militare basata sull'inganno e l'intelligence, l'esercito colombiano ha liberato oggi a Ingrid Bentacourt e altri 14 ostaggi in mano alle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc), prelevandoli dalla giungla nel sud del paese senza sparare un solo colpo, e riportandoli alla capitale sani e salvi. L'"Operazione Scacco", come è stata spiegata dal ministro della Difesa Juan Manuel Santos e confermata dalla testimonianza della stessa Betancourt, è partita da una infiltrazione del vertice delle Farc, grazie alla quale è stato inviato un falso messaggio al gruppo di guerriglieri che detenevano il gruppo di ostaggi. Nel messaggio, come ha raccontato il generale Jaime Padilla, si comunicava che gli ostaggi dovevano essere trasportati a una nuova località, per passare sotto il controllo del comandante delle Farc, Alfonso Cano. Così è stato inviato un elicottero per raccogliere gli ostaggi, guidato da militari colombiani. La stessa Betancourt ha raccontato che solo quando, salita sull'elicottero con gli altri ostaggi, si è sentita dire dai militari "siamo dell'esercito nazionale, siete liberi" ha capito quello che era successo, ed è scoppiata in lacrime. L'ex candidata presidenziale ha definito "impeccabile" e "perfetta" l'operazione militare, sottolineando che "non c'é stato un solo sparo" e chiedendo perfino ai comandanti delle Farc di non prendere misure di rappresaglia contro i guerriglieri che hanno consegnato gli ostaggi all'esercito: "sono innocenti, non sapevano quello che facevano". Mentre i tre ostaggi americani ripartivano verso il loro paese, gli altri ostaggi sono stati portati alla base militare di Catam, nei dintorni di Bogotà: Ingrid Betancourt è stata la prima a scendere dall'aereo, e ai piedi della scaletta ha abbracciato la madre, Yolanda Pulecio. Apparentemente in buona forma - lei stessa ha chiarito che le immagini diffuse nel febbraio scorso la mostravano mentre era convalescente - e visibilmente emozionata, indossando una uniforme mimetica ("sono solo un piccolo soldato") e coi capelli raccolti in trecce, la Betancourt ha parlato a lungo, sulla pista della base militare di Catam. "Prima di tutto - ha detto - voglio ringraziare Dio e i soldati della Colombia". "Credo - ha aggiunto - che la liberazione degli ostaggi "sia un segnale di pace per la Colombia". La Betancourt ha anche espresso la sua gratitudine per l'appoggio datole dai media internazionali: "Devo molto ai mezzi di comunicazione, se non fosse per loro, forse adesso non sarei viva", ha detto alternando frasi in francese ad altre in spagnolo. La Betancourt ha voluto ricordare anche la sorte degli altri ostaggi in mano alle Farc ed a altri gruppi armati colombiani, vivi o morti. Agli ostaggi in mano alle Farc, ha promesso che "vi porteremo tutti fuori", aggiungendo che "dobbiamo ricordare anche chi non è tornato, chi non potrà più tornare", ha aggiunto, includendo nel suo pensiero tanto i sequestrati in mano a gruppi guerriglieri, che li usano come moneta di scambio per accordi umanitari, come quelli "sequestrati per profitto" Ingrid ha avuto anche un pensiero particolare per la Francia, la sua seconda patria, nelle sue dichiarazioni dopo la liberazione: ha usato varie volte il francese, ringraziato il presidente Nicolas Sarkozy e ricordato come all'alba di oggi, quando era ancora prigioniera, dopo aver recitato il rosario ha ascoltato alla radio un messaggio d[...]



ciao e arrivederci.................

Tue, 24 Jun 2008 08:40:14 +0100

(image)

...sarebbe bellissimo cancellare con un colpo di spugna ogni intenso grigiore.Quei pensieri che sbiadiscono il cielo e ne oscurano il blu,quello spillo nel petto che ti toglie il respiro.Sarebbe stupendo potere ogni volta che la mente non vola, possedere una gomma gigante per poter cancellare parole e pensieri che ci oscurano i sogni,che li rendono solamente miraggi...intangibile senso di vuoto,frustrazione che ti lega le mani.Sarebbe impagabile il senso di liberazione che darebbe il possesso di una polvere magica da lanciare nel vuoto...come un grido ed un pugno sulla faccia della tristezza...uno scatto felino,afferrarle la gola ed urlarle con vigore e con rabbia...ciao,io vado via...da te! Il Pirata


Ci sono giorni che
niente va bene
e invece altri
che la vita
mi sembra che mi sia riuscita
e lei
che quando arriva
mi toglie il fiato
come fa una diva
che mi tiene sotto effetto
guardandomi dall'angolo del letto
parla come un'attrice
che prima o poi mi prende nel suo film
ma quello che mi dice
è solo per tenermi chiuso qui
ma stavolta glielo dico sì

Ciao e arrivederci
tristezza mia
tu resta
io vado via
che non voglio più svegliarmi tutto solo lì al mattino
con te vicino
sul comodino
quindi
ciao e arrivederci

In giro si respira
quest'aria fresca e nuova che mi attira
ma questo è quel che sento
non sempre tu
che, invece, dai tormento
la ruota è sulla strada
vada ovunque vada
sono qui
e stavolta te lo dico sì

Ciao e arrivederci
tristezza mia
tu resta io vado via
che non voglio pi
ù svegliarmi tutto solo lì al mattino
con te vicino
piangendo
come un bambino
e quindi
ciao e arrivederci
tristezza mia
io vado via
ciao e arrivederci
tristezza mia
io vado via
e così sia
ciao e arrivederci.................




Dicono di me...

Thu, 19 Jun 2008 13:12:55 +0100

Dicono di me, che sono un bastardo, bugiardo e lo fanno senza un perchè... Dicono di me, che sono una strega drogata e truccata e piena di sè... E dicono di me, che sono una stupida frase da dire davanti a un caffè... E invece no, nessuno sa. E invece no, nessuno sa. Che avrei soltanto l'amore per lei... Per lei che ha il nome di un fiore, per lei... Per lei.. Dicono di me, che sono una stupida frase da dire davanti a un caffè... Dicono di me, che sono un serpente con ali da diavolo e un cuore da re... Ecco perchè, nessuno sa. Ecco perchè, nessuno sa. Ecco perchè, nessuno sa. Nessuno sa.... Che avrei soltanto l'amore per lei... Per lei che ha il nome di un fiore per lei... Per lei che è l'unica al mondo, per lei... Per lei che è l'unica al mondo, per lei... Ed ogni raggio di luna è per lei... Ed ogni raggio di luna è per lei... Lei...