Subscribe: Italianistica Tunisia
http://www.italianistica-tunisia.com/component/option,com_rss/feed,RSS2.0/no_html,1/
Added By: Feedage Forager Feedage Grade A rated
Language: Italian
Tags:
agrave  alla  alle  che  dalla  dei  dell  della  eacute  egrave  hanno  nel  sono  sua  tra  tunisi  tunisia  tunisino 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Italianistica Tunisia

Italianistica Tunisia



Italianistica Tunisia site syndication



Last Build Date: Tue, 23 Jan 2018 23:34:38 +0100

 



Tunisia al ballottaggio: in testa Essebsi che sfida Marzouki

Tue, 25 Nov 2014 19:19:36 +0100

Tunisia, ballottaggio Essebsi-Marzouki - Per prime elezioni presidenziali del dopo Ben Ali TUNISI, 25 NOV - Per le elezioni presidenziali in Tunisia si andrà al ballottaggio tra l'anziano leader del partito laico Nidaa Tounes, forza di maggioranza relativa, Béji Caid Essebsi, e l'attuale Presidente della Repubblica provvisorio , Moncef Marzouki, sostenuto dagli islamici. Questo il responso delle urne, che domenica scorsa hanno visto i tunisini votare per il primo Presidente della Repubblica del post Ben Alì. Il ballottaggio si terrà in una data da definirsi a breve: 14, 21 o 28 dicembre.



Nabila Jelassi al MadeinMedi 2014 a Taormina

Fri, 27 Jun 2014 15:26:39 +0100

La fashion week del Mediterraneo, l’evento clou per la moda siciliana e mediterranea, si è ormai conclusa da due settimane. Il MadeinMedi, giunto alla sua ottava edizione, è capace di sorprenderci ogni anno con novità e legami inediti. Dopo aver fatto conoscere all’Italia talenti della moda provenienti dalla Spagna (lo stilista Juan Vidal e la designer Leyre Valiente), dalla Romania (Corina Vladescu), dal Marocco (Said Mahrouf), dalla Libia (Raya El Rayes), dalla Turchia (Arzu Kaprol), dall’Egitto (Shahira Fawzy) e da molti altri Paesi della sponda mediterranea, quest’ultima edizione della kermesse ha visto come protagonista la Tunisia e la stilista Nabila Jelassi. Con una location di tutto rispetto quale il Teatro Antico di Taormina, la manifestazione MadeinMedi ha inaugurato la collaborazione con il “Le Festival de la Mode de Tunis”.




Mon, 16 Jun 2014 08:37:33 +0100

Conferenza Tunisi sottolinea importanza sistema Egnos TUNISI - La Tunisia intende rafforzare i rapporti con l'Ue in materia di aviazione e spera di concludere entro la fine di giugno il terzo round di negoziati con Bruxelles per la firma di un accordo Open Sky con l'Unione europea, sul modello di quelli gia' in vigore con Marocco e Giordania. Lo ha detto il ministro dei Trasporti tunisino, Chiheb Ben Ahmed, intervenendo alla conferenza Evento finale su GNSS (Global Navigation Satellite Systems) per l'aviazione che si e' aperta oggi a Tunisi. Organizzata da MEDUSA, progetto europeo guidato da Telespazio e finanziato dalla Commissione Ue nell'ambito del programma Euromed GNSS, la conferenza di Tunisi punta a promuovere la diffusione dei servizi di navigazione satellitare europea, a partire da EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay Service) in previsione di Galileo, nei paesi dell'area Euromed. Il responsabile di Galileo della Commissione Ue Ugo Celestino ha ribadito l'impegno dell'Ue a sostenere la diffusione di EGNOS nel lungo termine poiché, ha affermato sta dimostrando di funzionare egregiamente .



Ambiente, progetto tra Italia, Spagna e Tunisia per valutare gli impatti della pesca nel Mediterrane

Mon, 16 Jun 2014 08:26:18 +0100

Alcuni tratti di mare della Sicilia saranno interessati da un progetto che Spagna, Italia e Tunisia stanno realizzando nel Mediterraneo per valutare l’impatto della pesca artigianale sulla fauna marina. Indagini oceanografiche si svolgeranno nei prossimi mesi di luglio e agosto e sono previsti anche incontri con associazioni di pescatori e amministrazioni locali.



Da Tozeur al Grande Sud, la Tunisia svela il deserto

Mon, 16 Jun 2014 08:12:00 +0100

“Il prodotto c’è: non è cambiato nulla rispetto a qualche anno fa, quando gli italiani in Tunisia erano quasi quattro milioni. Anzi, l’offerta è migliorata e continua a perfezionarsi”. Qualità e sicurezza: sono questi i punti che stanno a cuore a Dora Ellouze, vicedirettore dell’Ufficio del turismo tunisino in Italia. “I problemi interni di qualche anno fa - sostiene - sono completamente scomparsi, gli italiani ricominciano a venire, ma l’aspetto più interessante e che gli operatori hanno iniziato a reinserire nei cataloghi la destinazione”. Una destinazione che, nelle intenzioni del Governo tunisino, non dev’essere solo percepita come prodotto balneare estivo, bensì come una meta da vivere sei mesi l’anno. Le attrattive, oltre al mare, non mancano, grazie alle bellezze artistiche di Sidi Bou Said, l’archeologia dei resti di Cartagine, El Jem, Sfax e l’area del Sud Tunisia, atout da giocare nei periodi stagionali non adatti alla spiaggia.




Wed, 24 Apr 2013 18:48:08 +0100

L’assemblea generale dell’Associazione Tunisina dei Professori d’Italiano (A.T.P.I) si é tenuta il 29 Marzo 2013 all’Hotel El Mouradi Hammamet. I lavori dell’assemblea si sono conclusi con le elezioni del nuovo comitato della (A.T.P.I) formato dai seguenti signori : Presidente : Hichem Saïd Vice presidente : Foued Laabidi Segretario generale : Zied Ben Mansour Vice segretario generale : Samia Bouslah Tresoriere : Issam Chekki Responsabile della coordinazione : Mehdi Cherni Responsabile della documentazione : Dorsaf Ouerghli.



Accordo raggiunto tra Tunisia e Fmi

Fri, 19 Apr 2013 17:00:00 +0100

Il 19 aprile 2013 Christine Lagarde, Direttore operativo del Fondo monetario internazionale (Fmi), ha annunciato che le autorità tunisine e una delegazione del Fmi avevano raggiunto un Accordo di stand-by per un prestito da 1,75 miliardi di dollari, rimborsabile in 5 anni e ad un tasso dell’1,08 %. Questo accordo sarà ora soggetto all’approvazione del Consiglio di amministrazione del Fmi che prenderà in considerazione la richiesta della Tunisia il mese prossimo. L’Accordo di stand-by è uno degli strumenti standard del Fondo mediante il quale i paesi membri che sperimentano temporanei squilibri della bilancia dei pagamenti sono autorizzati a prelevare un ammontare pari al 100% della propria quota su base annuale e al 300% della propria quota su base cumulativa dal Conto Generale delle Risorse. I tassi applicati sono spesso inferiori a quelli che i paesi si troverebbero a pagare per finanziarsi sui mercati privati.



Ciclone Afro Mediterraneo, forti temporali in Tunisia: si muovono verso Malta e il Canale di Sicilia

Wed, 24 Apr 2013 18:21:16 +0100

Si sta formando in queste ore sull’Algeria il profondo ciclone Afro/Mediterraneo che imperverserà per giorni tra Spagna, Sardegna e nord Africa: come possiamo vedere dalle mappe a corredo dell’articolo, forti temporali stanno interessando il territorio algerino, libico e soprattutto tunisino, dove sono in atto autentici nubifragi. I fenomeni si spostano verso nord/est e sono diretti proprio sul Canale di Sicilia, dove potranno imperversare nella notte arrivando a colpire anche Malta, Pantelleria e Lampedusa, lambendo la Sicilia



Italia-Tunisia: incontro a Tunisi su matrimoni misti

Fri, 12 Apr 2013 22:50:15 +0100

Tra ministro della Giustizia ed ambasciatore d'Italia Il delicato problema amministrativo e giudiziario legato ai matrimoni misti tra persone di nazionalita' tunisina e italiana e' stato uno degli argomenti toccati nel corso dell'incontro, a Tunisi, tra il ministro della Giustizia, Nadhir Ben Ammou, e l'ambasciatore d'Italia, Pietro Benassi. Secondo quanto si legge in un comunicato del Ministero della Giustizia, l'ambasciatore Benassi ha riaffermato il sostegno dell'Italia al processo di transizione democratica in Tunisia, ''in particolare la riforma del sistema legislativo''. Benassi, e' scritto ancora nel comunicato, ha detto che se alcune societa' italiane installate in Tunisia hanno conosciuto delle difficolta', esse ''sono dovute alla crisi mondiale e non alle conseguenza della rivoluzione''.



Tunisia: restituito yacht famiglia ex presidente Ben Ali'

Fri, 12 Apr 2013 22:43:17 +0100

E' stata restituita alle autorita' tunisine, dai finanzieri dei Comandi Provinciali di Roma e di Agrigento, l'imbarcazione Slaheddine , lunga 14 metri, gia' di proprieta' del nipote dell'ex presidente tunisino Ben Ali'. E' l'esito dell'operazione di asset recovery (procedura di recupero, da parte di uno Stato, dei beni detenuti in territorio straniero, in possesso di persone colpite da sanzioni internazionali oppure nei cui confronti siano stati aperti procedimenti giudiziari interni o internazionali) coordinata dalla quarta sezione penale della corte di appello di Roma.




Sun, 17 Mar 2013 20:08:53 +0100

Imperia - Un collegamento diretto via mare tra il capoluogo rivierasco e la Tunisia, con scali intermedi in Sardegna e in Sicilia. La nuova rotta, ideata e gestita dall’Europeania Lines, sarebbe già pronta. Mancano ancora, e non è poco, i nulla osta e i permessi che un’operazione del genere richiede, essendoci di mezzo anche un Paese extracontinentale. La nuova linea sarà coperta da una nave da 150 metri di stazza e collegherà direttamente il porto di Oneglia con la località di Sousse, in Tunisia. Se tutto filerà liscio, la prima partenza potrebbe già avvenire a inizio estate, primi di luglio. L’operazione coinvolgerà direttamente la folta comunità nordafricana che risiede in provincia di Imperia ma anche nel ponente savonese (non meno di 7-8 mila persone tra tunisini, marocchini e algerini). Ma non solo. Oltre alla gestione di eventuali traffici mercantili tra il nostro Paese e la Tunisia, non va dimenticato il potenziale flusso turistico proveniente dall’Italia del Nord e diretto verso le località costiere del continente africano.



Turismo: Ente nazionale Tunisia rassicura mercato italiano

Fri, 08 Mar 2013 20:24:23 +0100

Direttore Ammar minimizza cancellazioni Francia. Nessun pericolo ! ''Siamo tutti sotto choc per quanto e' accaduto al leader dell'opposizione Chokri Belaid. Un simile atto non accadeva dai tempi del protettorato francese, ma la Tunisia e' solida e il turismo non e' in pericolo''. Lo ha detto ad ANSAmed (http://www.ansamed.info) il direttore generale dell'Ufficio nazionale del Turismo tunisino, Habib Ammar, a margine della Borsa internazionale del Turismo in corso a Milano fino al 17 febbraio.




Thu, 07 Mar 2013 13:19:30 +0100

Se state programmando le vacanze in Tunisia, meravigliosa terra di sole, datteri, case bianche, mare e deserto, palme e oasi, complimenti: avrete la possibilità di vivere un viaggio dove mescolare molti aspetti, fare sport acquatici oppure trekking, rilassarvi con la talassoterapia e dormire nel deserto o cavalcare un dromedario. La Primavera Araba ha rallentato i flussi turistici verso il Nord Africa, ma superata una prima fase di instabilità ormai le località turistiche sono sicure e tranquille: che sia Sousse la perla del Sahel e a perla tunisina nel turismo balneare per eccellenza con la sua Medina e il suo famoso porto turistico, Djerba, la famosissima stazione balneare del Sud, Tunisi e la sua Medina o le escursioni nel deserto intorno a Tozeur (dove non ci sono treni, contrariamente a quanto canta Battiato), la Tunisia è una terra variegata da scoprire.



Imprenditoria femminile, patto Caserta-Tunisia

Thu, 07 Mar 2013 13:01:35 +0100

La Tunisia è un paese giovane, con forte presenza femminile, impegnato in un percorso di crescita economica e civile; l’Italia e la Campania, in particolare – al di là dell’attuale congiuntura – presentano la più alta percentuale di imprenditorialità femminile tra i paesi e le regioni europee. Insomma, se declinata al femminile, ci sono molte probabilità perché il rapporto tra Tunisia e Campania possa concretizzarsi in buoni affari e relazioni culturali e sociali. E’ quanto emerso dall’incontro che si è svolto oggi in Confindustria Caserta, organizzato e promosso da Aidda Campania, tra una delegazione di imprenditrici tunisine e le rappresentanti delle massime associazioni datoriali italiane e di Terra di Lavoro.



Tunisi : Associazione "il Ponte" : Omaggio Lucio Dalla

Sun, 03 Mar 2013 20:52:02 +0100

Ad un anno dalla sua scomparsa l’associazione culturale tunisina IL PONTE con il patrocino dell’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI TUNISI rende omaggio al Big della musica italiana LUCIO DALLA . Sabato 9 Marzo 2013 alle 15h PROEZIONE del suo ultimo concerto LIVE ( work in Progress) alla Médiathèque de l’Ariana , 23 Av. de l'Indépendance di fronte al Liceo secondario Pilota Ariana . Siete i benvenuti... Per maggiore informazioni si prega di contattare Nada Latiri presidente dell'associazione Il Ponte (http://www.facebook.com/nada.latiri)



AEROPORTO MARCONI, AL VIA IL NUOVO VOLO BOLOGNA-TUNISI DI TUNISAIR

Fri, 01 Mar 2013 21:13:07 +0100

Tunisair ha deciso di inaugurare, a partire dal 1 aprile, il nuovo volo non stop Bologna-Tunisi con cadenza tri-settimanale, il lunedì, il mercoledì e il venerdì. La nuova rotta sarà operata con velivoli Airbus A320, configurati in modalità due classi con 158 posti totali disponibili, e con A319 da 106 posti. “Si tratta – ha commentato il Presidente dell’Aeroporto di Bologna Giada Grandi – di una novità importante per il nostro territorio, perché permette di soddisfare la domanda della numerosa comunità tunisina presente in Regione e allo stesso tempo favorisce il segmento leisure negli spostamenti verso le numerose località di interesse turistico del nord Africa.



Tunisia: tre tigri circo Togni fuggono e vagano per Hammamet

Mon, 25 Feb 2013 16:59:31 +0100

Tutto potevano aspettarsi gli agenti di una pattuglia delle forze di sicurezza in servizio la scorsa notte ad Hammamet meno che di trovarsi davanti, in un giro di routine per le strade del noto centro turistico del sud tunisino, tre grosse tigri che, tranquillamente, stavano passeggiando. Il tempo di riprendersi dalla sorpresa e gli agenti hanno avvertito la centrale facendo scattare i controlli che hanno portato ad accertare che i tre grossi felini erano fuggiti dalle gabbie del circo di Lidia Togni senza che i loro guardiani se ne accorgessero. Nel volgere di poco tempo agenti e inservienti hanno circondato i tre animali che sono stati catturati e riportati nelle loro gabbie.



Tunisia: il Ministro dell'interno riceve l'incarico di formare il governo

Thu, 21 Feb 2013 17:00:00 +0100

Il presidente della repubblica tunisino, Moncef Marzouki, ha ufficialmente incaricato Ali Larayedh di formare il nuovo governo. Lo ha riferito nel corso di una conferenza stampa il portavoce della presidenza, Adnen Moncer. Come sottolinea l’emittente tunisina Radio Mosaique, Larayedh avrà ora 15 giorni per presentare i membri del suo governo e ottenere quindi il voto di fiducia dell’Assemblea nazionale costituente. Attualmente alla guida del ministero degli Interni, Larayedh è uno dei principali esponenti di Ennahda e dovrebbe prendere il posto di Hamadi Jebali. Quest’ultimo ha rassegnato le dimissioni dopo che la sua proposta di un governo tecnico era stata respinta e non aveva trovato favore nemmeno all’interno di Ennahda, il suo partito.



Tunisia:Ashton,invito dialogo democrazia

Tue, 19 Feb 2013 17:00:00 +0100

Tunisia:Ashton,invito dialogo democrazia Arrivare in tempi brevi a nuova costituzione e serene elezioni! L'Ue ribadisce ''l'invito ad un dialogo sincero tra tutte le forze politiche e sociali e gli attori della societa' civile, col comune impegno a mantenere l'ancoraggio democratico della Tunisia'': cosi' l'Alto rappresentante per gli Affari esteri Ue Catherine Ashton, dopo le dimissioni del capo del governo tunisino Hamadi Jebali. Ashton ha rivolto un ''appello'' alle parti per un compromesso ''per l'adozione della nuova Costituzione e una serena preparazione alle elezioni''.



Tunisia nel caos: premier si dimette, "ho fallito"

Mon, 18 Feb 2013 17:00:00 +0100

Dopo non essere riuscito a formare un governo di tecnici il premier tunisino Hamadi Jebali ha annunciato di essersi dimesso. Jebali si e' scontrato contro l'opposizione del suo stesso partito, l'islamista Ennhada di cui e' segretario. A sconvolgere il panorama politico tunisino e' stata l'uccisione il 6 febbraio scorso di Chokri Belaid, esponente dell'opposizione. Avevo promesso e assicurato che se la mia iniziativa fosse fallita mi sarei dimesso da capo del governo ed e' cio' che ho fato , ha detto Jebali, aggiungendo che non intende ritirarsi dalla politica ma che non si impegnera' in alcuna nuova iniziativa che non preveda l'indicazione dei una data per nuove elezioni . Il tutto mmentre il Parlamento eletto ormai 15 mesi fa non e' ancora riuscito a scrivere la nuova Costituzione. Ora la palla torna al presidente Moncef Marzouki. Tra i 'papabili' il ministro della Salute, Abdelatif Mekki, e quello della Giustizia, Moureddine Bhiri. Il leader del partito di maggioranza, l'islamista Ennhada, Rachid Ghannouchi, ha fatto sapere che domani incontrera' Marzouki.



Tunisia/ Vandali danneggiano statua in memoria Chokri Belaid

Sun, 17 Feb 2013 17:00:00 +0100

La statua eretta in memoria del leader dell'opposizione laica, Chokri Belaid, assassinato il 6 febbraio scorso, è stata danneggiata da vandali nella notte tra domenica e lunedì. La statua, una scultura d'arte contemporanea in marmo, è stata sradicata dalla base e rotta in tre pezzi. I fiori deposti ai piedi della statua sono stati calpestati così come le fotografie del politico assassinato. E' un atto criminale, hanno oltrepassato ogni limite , ha dichiarato la vedova di Belaid, Besma Khalfaoui, giunta sul posto per verificare l'accaduto. Il responsabile è il ministro degli Interni (Ali Larayedh), proprio lui , ha ripetuto la donna, con al suo fianco alcune decine di persone. La signora Khalfaoui ha detto di aver chiesto, senza per ora ottenerla, una protezione della sua famiglia e della sua abitazione.



Tunisia: 1000 industrie turche in nuova zona industriale

Tue, 19 Feb 2013 17:00:00 +0100

Mille aziende turche avvieranno attivita' produttive nella nuova zona industriale di Ennahli (nella zona nord di Ariana) che si estederera' su un'area di cento ettari e che, a regime, dara' lavoro a oltre 25 mila persone. Lo ha detto alla Tap Ridha Saidi, Ministro tunisino dell'Economia e degli Affari sociali nelle stesse ore in cui, da Ankara, veniva la conferma della visita in Tunisia, nei primi giorni di marzo, del primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan. Saidi, che ha voluto porre l'accento sul fatto che la zona industriale ''sara' amica dell'ambiente'', ha detto che le procedure di avvio sono in fase avanzata e che la Tunisia ha tutte le intenzioni di instaurare conm la Turchia un ''partenariato strategico''.



L'assassinio di Chokri Belaid

Tue, 05 Feb 2013 17:00:00 +0100

Chokri Belaid, uno dei principali dirigenti della sinistra radicale tunisina, è stato ucciso questa mattina da alcuni colpi di pistola nei pressi della sua casa. Italianistica Tunisia esprime il suo orrore di fronte ad un crimine così odioso. Dà la sua solidarietà ai suoi più cari così come a quelle e a quei militanti che hanno condiviso con lui la sua lotta. Chokri Belaid era il segretario generale del Partito dei patrioti democratici unificati (Watad), e a questo titolo uno dei portavoce del Fronte popolare per la realizzazione degli obiettivi della rivoluzione. Alla vigilia de suo assassinio, egli aveva denunciato in televisione la responsabilità del governo di Ennahdha per le aggressioni verbali e fisiche subite.



Tunisia: Banca centrale, misure per razionalizzare import

Mon, 12 Nov 2012 00:02:34 +0100

La Banca Centrale di Tunisia, preoccupata per il persistere del trend inflazionistico a breve termine e la deriva continua del deficit commerciale, ha deciso di adottare una serie di misure mirate essenzialmente a razionalizzare le importazioni di beni di consumo, ad eccezione di quelli alimentari. Le misure mirano, soprattutto, a scoraggiare le banche a concedere credito al consumo, costringendole da depositare presso l'Istituto centrale una riserva di valore equivalente alla meta' del credito al consumo concesso.



Omaggio Elia Finzi

Sun, 30 Sep 2012 15:37:11 +0100

Di Nada LAATIRI (http://www.facebook.com/nada.latiri) Sabato 29 settembre 2012 le edizioni Finzi e la libreria Art-Libris di soukra hanno organizzato una commemorazione di Elia Finzi . Elia Finzi scomparso il 16 settembre scorso era fondatore e direttore del Corriere di Tunisi l’unico giornale in lingua italiana nel mondo arabo . L’omaggio a Elia Finzi si è svolto alla libreria Art-Libris di Soukra dalle 10 alle 19 ; una giornata porte aperte durante la quale sono stati messi a dispoziosione del pubblico i pubblicazioni FINZI e le collezioni di il corriere di Tunisi per una vendita promozionale che avrebbe servito ad aiutare il giornale nel suo impegno di andare ancora avanti con le sue future pubblicazioni .



Addio Elia Finzi

Tue, 18 Sep 2012 17:00:00 +0100

Di Nada LAATIRI (http://www.facebook.com/nada.latiri) E' nella notte del 16 settembre che viene a scomparire Elia Finzi il direttore del “Corriere di Tunisi “ . La sua scomparsa è stata non solo una perdita per la comunità italiana della Tunisia ma anché per il mondo culturale del Nord Africa . Oltre ad essere il presidente del Comites di Tunisi Elia Finzi era anche uno dei fondatori della Fusie ( Federazione Unitaria della Stampa Italiana all’Estero). A 85 anni Elia Finzi era l’unico dirigente di un giornale in italiano nel mondo arabo; un grand uomo che riusciva a portare avanti il giornale nonostante le difficoltà economiche alle quali era sottoposto .



Insegnare : una professione nobile

Thu, 27 Sep 2012 19:30:19 +0100

Di Anissa Jabrani La professione dell’insegnante non è cosi' facile come tanta gente lo crede, è una professione nobile che prende molto dall’insegnante : il suo tempo, la sua energia, la sua vista, la sua famiglia, la sua salute ed a volte anche la sua vita. Avete mai pensato agli insegnanti che lavorano lontano dalle loro famiglie da più di 5 anni ?? Avete mai pensato alle insegnanti che lavorano lontane dai loro figli che hanno meno di 6 anni ?? Avete mai pensato alle insegnanti che hanno subito un aborto a causa dei mezzi di trasporto ?? Avete mai pensato agli insegnanti che hanno perso la vita in un incidente stradale perchè il 2 ° giorno dell’aid dovevano riprendere il lavoro in una regione lontana di 500 chilometri ? Avete mai pensato agli insegnanti privati di essere promossi visto il loro basso e stesso voto da più di 6 anni ?? Avete mai pensato alle insegnanti soggette ad un atto di violenza e di violo da qualche bandito ?? Avete mai pensato agli insegnanti essendo stati attaccati da un allievo o genitore non soddisfatto dal voto meritato ? Avete mai pensato agli insegnati che non riescono a soddisfare i bisogni delle loro famiglie con uno stipendio la cui metà va per l’affitto e le bollette ( sonede, steg) ?? Se non avete mai pensato a tutto questo pensateci d’ora in poi e smettete , smettete di dire « ti ech ye5dmo lprofét houma ?? nhayrin w yadhrbo 3ala 9loubhom chahrya w slé3at » [ ma che lavoro fanno i professori ? lavorano solo 2 giorni ed hanno uno stipendio fisso e tante vacanze ! ]



Film Maometto: Tunisia, sono 2 i morti in scontri ambasciata Usa

Sat, 15 Sep 2012 23:56:01 +0100

E' di due morti il bilancio degli scontri avvenuti davanti all'ambasciata americana a Tunisi, dove si e' tenuta ieri una protesta contro il film blasfemo su Maometto prodotto negli Usa. In precedenza si era parlato di tre vittime, ma il ministero degli Interni ha chiarito che sono due i morti e una cinquantina le persone rimaste ferite. Tra questi ultimi ci sono 22 agenti di polizia, ha aggiunto il ministero, mentre 28 manifestanti sono stati arrestati e alcuni veicoli sono stati dati alle fiamme.




Fri, 17 Aug 2012 10:21:18 +0100

Testimonianza dal Villaggio - Feten Saiidi È stata prima di tutto un'occasione d'incontro tra professori e ispettori, ed anche una formazione fruttuosa e una mise à jour per i docenti. Io, da parte mia, ho partecipato alla bottega multimedia con il Sig. Moez ELMAIL, in cui ho seguito una formazione interessantissima nel Movie Maker , ed è stato sinceramente il mio primo contatto con questo software che adesso riesco pian piano ad adoperare e perché no a creare eventuali filmati per i miei allievi. Come dinanzi ricordato, il villaggio è stato meraviglioso perché oltre all'obbiettivo accademico formativo



Villaggio di lingua di Monastir Il progetto teatrale "Costruire insieme"

Thu, 16 Aug 2012 10:28:29 +0100

Articolo offerto gentilmente dalla pagina Facebook L'Italiano il Peccato Originale gestita dall'ispettore Moez El Maiel Testimonianza dal Villaggio - Nizar Tounakti Nel quadro del villaggio delle lingue svoltosi a Monastir dal 9 al 14 Luglio 2012 si è creato nella sezione italiano un laboratorio di teatro che ebbe come obbiettivo principale del suo progetto la « Costruzione » !! Infatti i docenti partecipanti , a maggioranza inesperti nel campo teatrale, hanno avuto modo lungo i cinque giorni del villaggio di assistere e partecipare a diverse tecniche di animazione basate sulla costruzione sia del testo che del personaggio. I due assi di costruzione erano di ordine morfologico e sintattico da una parte, dando all’insegnante la possibilità di produrre un proprio testo teatrale poi di collaborare in una produzione collettiva, e comunicativo dall’altra concentrando l’attenzione dell’ - attore docente - su tutti gli aspetti para verbali indespensabili per una buona comunicazione sia sul palco che in classe.



LONDRA 2012 : Oro al tunisino Mellouli nei 10 km

Mon, 13 Aug 2012 15:50:29 +0100

Argento al tedesco Lurz, bronzo al canadese Weinberger; solo 17esimo l'azzurro Valerio Cleri LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) - Il tunisino Oussama Mellouli ha vinto la medaglia d'oro nella 10 km di nuoto ad Hyde Park. Il fondista ha percorso i sei giri del tracciato in 1h49'55 passando sotto il traguardo davanti al tedesco Thomas Lurz, staccato di 3 e al canadese Richard Weinberger a 5 . L'italiano Valerio Cleri e' giunto diciassettesimo con poco meno di due minuti di ritardo. Siamo tutti quanti fieri di te Oussama e grazie mille per questo preziosissimo regalo




Thu, 19 Jul 2012 17:00:00 +0100

Un tribunale militare tunisino ha condannato oggi l'e presidente Zine al-Abidine Ben Alì all'ergastolo in contumacia e gli allora responsabili della sicurezza fino a 20 anni di carcere per le uccisioni di manifestanti durante la rivoluzione che ha dato il via alla Primavera araba. L'ex ministro dell'Interno Rafik Belhaj Kacem è stato condannato a 15 anni di prigione e il capo della sicurezza di Ben Ali, Ali Seriati, a 20 per le morti dei manifestanti a Tunisi e nelle città di Sousse, Nabeul, Bizerte e Zaghouan durante le rivolte popolari dell'inizio del 2011. Ben Alì ha trovato rifugio con la famiglia in Arabia Saudita e difficilmente verrà estradato.




Fri, 23 Mar 2012 20:44:43 +0100

Si organizza un soggiorno studio per insegnanti a Roma dal 1° al 8 Luglio 2012 E’ previsto un seminario sulla didattica intitolato « didattica a confronti » per una durata di 15 ore. (4 ore di studio al giorno dalle 10 alle 14. dal lunedi al giovedi (Il costo totale del viaggio, corso + alloggio + il biglietto aereo (al quale potremmo avere una riduzione del 20%) non supererà 1276 dinari e forse di meno). La partenza : Domenica 1° Luglio alle ore 09.00 (aeroporto Tunis-Carthage) Il ritorno : Domenica 8 Luglio alle ore 12.20 (aeroporto Fiumicino Roma) Per i cosi ed il programma dettagliato clicca su Leggi Tutto



Tunisia - Insegnamento : Seminario sull'uso della canzone in classe

Sun, 19 Feb 2012 17:00:00 +0100

Sabato 18 febbraio 2012 è stato effettuato un incontro pedagogico tra alcuni insegnanti d’italiano di Sousse e di Monastir al CREFOG DI Sousse insieme al signor ispettore Youssef Dhaouadi per l’elaborazione d’una scheda che ci consente il modo di comportarsi con le canzoni testo che hanno un’importanza primodiale nell’apprendimento della lingua italiana. Questo tipo di attività vorrei dire l’uso della canzone ha tanti preggi tra l’altro il rilassamento, la concentrazione dello studente per poter capire il contenuto, l’apprendimento della pronuncia, delle strutture grammaticali in modo giusto e veloce, le abilità orali se no l’autoapprendimento... La canzone può essere associata al video clip che potrebbe aiutare la comprensione del tema che tratti la canzone. In una seconda fase , la seduta o l’incontro è stato coronato da un lavoro di gruppi che aveva come obbiettivo le diverse maniere di abordare o sfruttare la canzone testo in modo da stimolare l’interesse dell’allievo ed a dare importanza alla metodologia ludica. Il collega : Khaled Ben Hamad Clicca su Leggi tutto per scaricare i lavori dei gruppi e per vedere più immagini



TUNISIA: CONCLUSA MISSIONE IMPRENDITORIALE CONFINDUSTRIA MARCHE

Mon, 27 Feb 2012 21:17:06 +0100

Ha fatto rientro in Italia la nutrita delegazione di imprenditori marchigiani che ha partecipato alla missione economica organizzata da Confindustria Marche in Tunisia: una trentina tra imprenditori e collaboratori, in rappresentanza di 21 aziende marchigiane dei settori meccanico, elettronico, impiantistica, arredamento, filiera dell’edilizia ed informatica, hanno raggiunto Tunisi il 12 febbraio scorso nonostante il fine settimana caratterizzato dalla storica bufera di neve.



Tunisia:tv trasmette canzone pro ben ali

Mon, 20 Feb 2012 18:37:32 +0100

TUNISI, 20 FEB - Quando ancora Zine El Abidine Ben Ali era saldamente in sella, molti artisti gli dedicavano opere e tante erano soprattutto le canzoni, che furono bandite quando il dittatore, nel gennaio dello scorso anno, fuggi' dal Paese. Ma una delle canzoni, che glorificava il 7 novembre, data della presa del potere di Ben Ali, e' stata trasmessa dal primo canale della televisione di Stato, al Watanyia 1, scatenando decine di inferocite reazioni. E il canale ha dovuto presentare delle scuse formali.



Ministro Tunisia, niqab non e' in islam

Wed, 01 Feb 2012 20:31:41 +0100

Il niqab non esiste nell'Islam e non ha alcuna base referenziale nella nostra religione. Si tratta solo di una interpretazione e di una scelta personale . E' stata netta la presa di posizione del ministro dell'Interno tunisino, Ali Laarayedh, sull'adozione del niqab, che sta infiammando soprattutto le universita' del Paese, diventate teatro di durissimi confronti, tra gli studenti laici, che vi si oppongono, e quelli integralisti.



Tunisia: sindacato giornalisti,ingerenze governo in tv stato

Wed, 01 Feb 2012 20:27:46 +0100

TUNISI, 1 FEB - Il segretario generale del Sindacato nazionale dei giornalisti tunisini, Mongi Khadhraoui, nel corso di una intervista all'emittente radio Shems, ha denunciato l'ingerenza del partito di governo Ennahdha nella linea editoriale del rete Télévision Nationale 1. L'esempio citato di Khadhraoui e' stato quello delle critiche formulate dal partito di ispirazione islamica all'impaginazione data al telegiornale dell'edizione della sera (tradizionalemente il piu' seguito). Critiche, in particolare, all'ordine dei servizi trasmessi che, secondo gli esponenti di Ennahdha, non mettevano in giusto risalto l'elezione del premier, Hamadi Jebali, e un discorso del ministro dell'Interno, Ali Laraayedh.



Disagi per neve anche in Tunisia e Algeria

Wed, 01 Feb 2012 20:19:42 +0100

Non solo l'Europa, anche Tunisia e Algeria sono interessate, negli ultimi due giorni, da un'ondata di freddo e maltempo. Ha smesso di nevicare in alta Cabilia (Algeria) e Kasserine (nel centro della Tunisia), ma restano le difficoltà nella circolazione stradale, nonostante siano intervenute delle squadre di operai e volontari per sgombrare la neve e normalizzare il transito di automezzi. Clicca su leggi tutto per vedere più immagini



Videoconcorso Edilingua 2012

Mon, 30 Jan 2012 18:59:36 +0100

Dopo il grande successo del videoconcorso per i nostri 15 anni, come annunciato, questa iniziativa diventa annuale. Secondo noi, la partecipazione al concorso rappresenta una grandissima motivazione per gli studenti, i quali utilizzano la lingua italiana in modo creativo e collaborano a uno scopo e a un progetto comune. La “motivazione” occupa un ruolo fondamentale nella filosofia di Edilingua e il vostro entusiasmo è la conferma che abbiamo fatto centro! I video si possono caricare dal 1 febbraio al 30 novembre 2012 Clicca su play per vedere il video e su leggi tutto per avere più dettagli.