Subscribe: Il Provocatore, oltre ogni limite
http://ilprovocatore.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  capisce  che  contro  faccia  forse perché  forse  manifestazioni  parte  perché tutti  perché  più  riforma  sinistra  tanto  tutti 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Il Provocatore, oltre ogni limite

Il Provocatore, oltre ogni limite



Il blog dove si parla di tutto, le notizie più assurde, le guide più utili, le informazioni più scottanti!



Last Build Date: Sun, 03 Dec 2017 14:14:58 +0000

 



La sinistra: ogni scusa è buona per creare tafferugli

Wed, 29 Oct 2008 17:39:00 +0000

Oramai la riforma Germini è stata approvata, ma tuttora oggi le manifestazioni tutt'altro che pacifiche continuano.
A primo acchito si può non intuire il motivo di tutto questo, ma guardando bene il problema si capisce che è solo una strumentalizzazione politica da parte della sinistra che pur di apparire non disdegna neanche di spronare i suoi "seguaci" alla violenza.
Non si capisce nemmeno perché essere contro un riforma che porta un po di pulizia nel settore delle scuole che non subiscono cambiamenti seri da decine di anni, forse perché a tutti i professori conviene non fare una mazza dalla mattina alla sera, forse perché i professori italiani sono tra i più ignoranti d'Europa(e forse del mondo...) e di conseguenze gli studenti non è che siano dei geni e non si vuole ammetterlo?
O magari perché tutti devono mangiare, per cui troviamo casualmente alcune università italiane interamente gestite da amici e parenti?
Senza contare il fatto che la maggior parte degli illustri esponenti di sinistra contro questa benedetta riforma e contro la privatizzazione della scuola, come ad esempio la simpatica faccia di c***o di Nanni Moretti tanto per citarne uno, hanno i figli tutti iscritti in istituti privati.
Alla faccia dell'ipocrisia.

P.S.
Si sente poi parlare di partecipazione di migliaia di persone a queste manifestazioni, in maggioranza studenti, di cui buona parte non sa perché si trova li a scioperare, tanto ha saltato un giorno di scuola, evviva!