Subscribe: Miniguida
http://miniguida.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
appender  context  file  import javax  import  jar  javax naming  javax  log  nella  put context  return  string  utente 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Miniguida

Miniguida





Last Build Date: Thu, 02 Oct 2014 04:50:10 +0000

 



Configurazione di Apache Tomcat 6.x

Thu, 30 Jul 2009 14:57:00 +0000

* Incollare i sorgenti dell'applicazione Web in una cartella, ad esempio applicazione, e spostarla nella cartella webapps di Tomcat

* (facoltativo) Aggiungere le seguenti righe a tomcat-users.xml (in conf)




in modo da poter accedere al tomcat manager con l'utenza admin

* Nel file servers.xml (in conf) aggiungiamo la nostra applicazione:
unpackWARs="false"
xmlValidation="false"
xmlNamespaceAware="false"
autoDeploy="false"
deployOnStartup="false"
liveDeploy="false">





* Ora modifichiamo il DNS per inserire la nostra Webapp: modifichiamo il file c:\windows\system32\drivers\etc\hosts inserendo la riga

127.0.0.1 applicazione.app.it

* Avviamo tomcat da riga di comando: spostiamoci nella cartella bin e digitiamo startup.bat (se siamo in ambiente Windows)

* Richiamiamo la nostra applicazione nel browser digitando http://applicazione.app.it:8080



Gestione di un acquisto PayPal

Tue, 05 May 2009 15:13:00 +0000

Creare innanzitutto da Sandbox (http://developer.paypal.com) un account Business ed uno Personal (personalmente ho preferito creare manualmente due utenti italiani, visto che nei preimpostati al momento non è possibile farlo), attivare email ed associare una carta di credito fittizia oppure un conto. Nell'utente Business, andare su profile->website payment preferences, attivare Auto-Return, inserire l'indirizzo di ritorno PDT (es.: http://pdt.php) e attivare Payment Data Transfer e segnarsi l'id.Poi su profile -> Instant Payment Notification abilitare l'opzione ed inserire l'url che gestirà l'IPN (es: http://...../ipn.php).Poi andare su merchant services e creare un bottone di acquisto e copiarne ed incollarne il codice in una pagina Web (es: payWithPayPal.php), aggiungendo se necessario un campo hidden chiamato "custom" e valorizzato con un valore di cui si vuole tenere traccia (max 255 caratteri). Questo è necessario se voglio per esempio salvare su database l'andamento della transazione se andata a buon fine ed associarla all'utente salvato in sessione: essendo fatte su ipn.php solo chiamate asincrone, l'istruzione $_SESSION non funziona come ci si aspetterebbe. Passandogli invece la variabile custom, posso riceverla comunque in ipn.php e farci tutte le operazioni che desidero.Ecco i codici di esempio delle due pagine:payWithPayPal.phpipn.phpinfine, ecco il codice della pagina se si vuole utilizzare pdt.php:[...]



Autenticazione su LDAP tramite Active Directory con richiesta parametri

Fri, 10 Apr 2009 13:35:00 +0000

import java.io.BufferedReader;import java.io.InputStreamReader;import java.util.Hashtable;import javax.naming.Context;import javax.naming.NamingEnumeration;import javax.naming.NamingException;import javax.naming.directory.Attribute;import javax.naming.directory.Attributes;import javax.naming.directory.SearchControls;import javax.naming.directory.SearchResult;import javax.naming.ldap.InitialLdapContext;import javax.naming.ldap.LdapContext;public class LDAPTest{ static class LDAP { static String ATTRIBUTE_FOR_USER = "sAMAccountName"; @SuppressWarnings("unchecked") public Attributes authenticateUser(String username, String password, String _domain, String host, String dn) { String returnedAtts[] ={ "sn", "givenName", "mail" , "company" , "department" }; String searchFilter = "(&(objectClass=user)(" + ATTRIBUTE_FOR_USER + "=" + username + "))"; //Create the search controls SearchControls searchCtls = new SearchControls(); searchCtls.setReturningAttributes(returnedAtts); //Specify the search scope searchCtls.setSearchScope(SearchControls.SUBTREE_SCOPE); String searchBase = dn; Hashtable environment = new Hashtable(); environment.put(Context.INITIAL_CONTEXT_FACTORY, "com.sun.jndi.ldap.LdapCtxFactory"); //Using starndard Port, check your instalation environment.put(Context.PROVIDER_URL, "ldap://" + host + ":389"); environment.put(Context.SECURITY_AUTHENTICATION, "simple"); environment.put(Context.SECURITY_PRINCIPAL, username + "@" + _domain); environment.put(Context.SECURITY_CREDENTIALS, password); LdapContext ctxGC = null; try { ctxGC = new InitialLdapContext(environment, null); // Search for objects in the GC using the filter NamingEnumeration answer = ctxGC.search(searchBase, searchFilter, searchCtls); while (answer.hasMoreElements()) { SearchResult sr = (SearchResult)answer.next(); Attributes attrs = sr.getAttributes(); if (attrs != null) { return attrs; } } } catch (NamingException e) { System.out.println("Just reporting error"); e.printStackTrace(); } return null; } } public static void main(String[] args) throws Exception { LDAP ldap = new LDAP(); String username = "user"; String password = "pwd"; Attributes att = ldap.authenticateUser(username, password, "dominio.estensione", "ip_addr", "DC=dominio,DC=estensione"); if (att == null) { System.out.println("Sorry your use is invalid or password incorrect"); } else { String s = att.get("department").toString(); System.out.println("DEPARTMENT=" + s); NamingEnumeration[...]



Autenticazione su LDAP tramite Active Directory

Fri, 10 Apr 2009 09:17:00 +0000

import java.util.Hashtable;

import javax.naming.Context;
import javax.naming.NamingEnumeration;
import javax.naming.NamingException;
import javax.naming.directory.Attributes;
import javax.naming.directory.DirContext;
import javax.naming.directory.InitialDirContext;

Hashtable env= new Hashtable(11);
env.put(Context.SECURITY_PRINCIPAL,"CN=kiran,OU=LinkedgeOU,DC=LINKEDGEDOMAIN"); env.put(Context.INITIAL_CONTEXT_FACTORY, "com.sun.jndi.ldap.LdapCtxFactory");
env.put(Context.PROVIDER_URL, "ldap://:389");
env.put(Context.SECURITY_AUTHENTICATION, "simple");
//username

env.put(Context.SECURITY_PRINCIPAL, );
//password
env.put(Context.SECURITY_CREDENTIALS, password);

try {
DirContext ctx = new InitialDirContext(env);
String[] sAttrIDs = new String[2];
Attributes attr = ctx.getAttributes("");
NamingEnumeration ids = attr.getIDs();
}
catch(NamingException e){
System.err.println("Problem getting attribute: " + e);
}



Configurazione log4j per tomcat

Fri, 10 Apr 2009 08:47:00 +0000

Scaricare il jar di log4j dal sito di Apache e includerlo nella webapp.

Scrivere il file di configurazione log4.properties, del tipo:

#LOGGER
log4j.rootCategory=DEBUG, APPENDER_CONSOLE, APPENDER_FILE

#APPENDER_OUT
log4j.appender.APPENDER_CONSOLE=org.apache.log4j.ConsoleAppender
log4j.appender.APPENDER_CONSOLE.layout=org.apache.log4j.PatternLayout
log4j.appender.APPENDER_CONSOLE.layout.ConversionPattern=%5p [%t] (%F:%L) - %m%n

#APPENDER_FILE
log4j.appender.APPENDER_FILE=org.apache.log4j.RollingFileAppender
log4j.appender.APPENDER_FILE.File=c:/mioLog.log
log4j.appender.APPENDER_FILE.MaxFileSize=500KB
log4j.appender.APPENDER_FILE.MaxBackupIndex=10
log4j.appender.APPENDER_FILE.layout=org.apache.log4j.PatternLayout
log4j.appender.APPENDER_FILE.layout.ConversionPattern=%p %t %c - %m%n


in cui imposto i console e file appender per il livello di debug.

In http://logging.apache.org/log4j/1.2/manual.html è descritta la seguente configurazione
Imposto la servlet di inizializzazione di log4j:

package it.flavio.ldap;

import org.apache.log4j.PropertyConfigurator;
import javax.servlet.http.HttpServlet;
import javax.servlet.http.HttpServletRequest;
import javax.servlet.http.HttpServletResponse;

public class Log4jInit extends HttpServlet {

public
void init() {
String prefix = getServletContext().getRealPath("/");
String file = getInitParameter("log4j-init-file");
// if the log4j-init-file is not set, then no point in trying
if(file != null) {
//PropertyConfigurator.configure(prefix+file);
PropertyConfigurator.configure("c:\\log4j.properties");
}
}

public
void doGet(HttpServletRequest req, HttpServletResponse res) {
}
}



e quindi aggiungo a web.xml il seguente mapping per fare eseguire questa servlet all'inizio dell'applicazione:


<>
<> log4j-init< / servlet-name >
<>it.flavio.ldap< /servlet-class >

<>
<>log4j-init-file< /param-name >
<>WEB-INF/classes/log4j.lcf< /param-value >
< /init-param >

<>1< /load-on-startup >
< /servlet >


  
Ora le impostazioni per il logging sono configurate, per generare i file di log è sufficiente aggiungere la riga:

Logger log = Logger.getLogger(Log4jInit.class);

nelle classi in cui vogliamo fare logging coi metodi log.debug, log.error ecc..





JDBC SQL Server 2000

Thu, 09 Apr 2009 13:40:00 +0000

Per gestire JDBC con le librerie della Microsoft

Aggiungere al progetto i jar reperibili sul sito di microsoft:
msbase.jar
mssqlserver.jar
msutil.jar

try{
// caricamento della classe del driver
Class.forName("com.microsoft.jdbc.sqlserver.SQLServerDriver");
} catch(Exception E){
System.out.println(E.toString());
}
try{
Connection MyConn = DriverManager.getConnection("jdbc:microsoft:sqlserver://db_address:1433;databaseName=db_name;User=username;Password=password");
} catch(Exception E){
System.out.println(E.toString());
}




Per gestire invece con JTDS
Driver: net.sourceforge.jtds.jdbc.Driver
URL: jdbc:jtds:://[:][/][;=[;...]]

I jar necessari si trovano su sourceforge (http://jtds.sourceforge.net/ -> download)
Scompattare l'archivio, il jar si trova nella root e si chiama jtds.jar
Ho dovuto inoltre copiare il file \x86\SSO\ntlmauth.dll in [...]\jdk\jre\bin





Relazione many-to-many con attributi con Hibernate

Fri, 03 Apr 2009 07:20:00 +0000

Mappare una molti-a-molti semplice con Hibernate usando le annotations è un'operazione piuttosto immediata, le cose si complicano quando si vanno ad aggiungere proprietà aggiuntive a questa relazione. Seguendo il manuale "Java Persistence With Hibernate", ecco l'esempio della mappatura di una relazione molti-a-molti con attributi, realizzata esplicitando la join table messa in relazione uno-a-molti con entrambe le tabelle interessate. Le tabelle in questione sono "Utente" e "Movie", in relazione molti-a-molti e mappate dalla join table utente_movie.Ecco il codice delle classi con cui è stata realizzata la mappatura:UTENTEpackage it.flavio.moltiamolti.model;import java.io.Serializable;import java.util.Collections;import java.util.Map;import java.util.Set;import java.util.WeakHashMap;import javax.persistence.Column;import javax.persistence.Entity;import javax.persistence.GeneratedValue;import javax.persistence.GenerationType;import javax.persistence.Id;import javax.persistence.OneToMany;import javax.persistence.Table;import javax.persistence.Transient;import org.springmodules.validation.bean.conf.loader.annotation.handler.Length;/*** Object mapping for hibernate-handled table: movie.* @author autogenerated*/@Entity@Table(name = "utente", catalog = "moltiamolti")public class Utente implements Cloneable, Serializable { /** Serial Version UID. */ private static final long serialVersionUID = -559009206L; /** Use a WeakHashMap so entries will be garbage collected once all entities referring to a saved hash are garbage collected themselves. */ private static final Map SAVED_HASHES = Collections.synchronizedMap(new WeakHashMap()); /** hashCode temporary storage. */ private volatile Integer hashCode; private Set utenteToMovies; /** Field mapping. */ private String name; /** Field mapping. */ private Long id = 0L; // init for hibernate bug workaround /** * Default constructor, mainly for hibernate use. */ public Utente() { // Default constructor } /** Constructor taking a given ID. * @param id to set */ public Utente(Long id) { this.id = id; } /** Return the type of this class. Useful for when dealing with proxies. * @return Defining class. */ @Transient public Class getClassType() { return Utente.class; } /** * Return the value associated with the column: duration. * @return A String object (this.duration) */ @Length(max=45) @Column( length = 45 ) public String getName() { return this.name; } /** * Set the value related to the column: duration. * @param duration the duration value you wish to set */ public void setName(final String name) { this.name = name; } /** * Return the value associated with the column: id. * @return A Integer object (this.id) */ @Id @GeneratedValue(strategy = GenerationType.AUTO) @Column( name = "utente" ) public Long getId() { return this.id; } /** * Set the value related to the column: id. * @param id the id value you wish to set */ public void setId(final Long id) { // If we've just been persisted and hashCode has been // returned then make sure other entities with this // ID return the already returned hash code if ( (this.id == null || this.id == 0) && (id != null) && (this.hashCode != null) ) { SAVED_HASHES.put( id, this.hashCode ); } this.id = id; } @Column( nullable = false ) @OneToMany( mappedBy = "utente" ) public Set getUtenteToMovies() { return utenteToMovies; } public void setUtenteToMovies(Set utenteToMovies) { this.utenteToMovies = utenteToMovies; }/** * Deep copy. * @return cloned object * @throws CloneNotSupportedException on error */ @Override public Utente clone() throws CloneNotSupportedException { super.clone(); // keep hierarchy final Utente copy = new Utente(); copy.setName(this.getName()); copy.setId(this.getId()); return copy; } /** Provides toString implementatio[...]



Problema scheda video SIS M760GX di Acer Aspire 5000 su Ubuntu Intrepid Ibex

Mon, 17 Nov 2008 19:29:00 +0000

Ho avuto un grande problema con i driver della scheda video indicata appena ho installato Ubuntu 8.10: i colori erano completamente sfasati e molti pixel "pulsavano". Senza modificare Xorg.conf, ho risolto aggiungendo la riga:

sisfb

al file /etc/modules

Dopo aver riavviato ed impostato la memoria video condivisa a 64Mb il problema pare risolto.



Operazioni pianificate Ubuntu

Tue, 12 Jun 2007 08:26:00 +0000

Per eseguire operazioni pianificate in Ubuntu, procedere col seguente modo.
Se non esiste ancora alcuna operazione pianificata, con un editor di testo creare il file crontab nella cartella /var/spool/cron/crontabs/
La riga di comando per pianificare un'operazione ha la seguente struttura:

min h giornoMese mese giornoSettimana comando parametri

min: minuto in cui eseguire l'operazione (0-59)
h: ora (0-23)
giornoMese: giorno del mese (1-31)
mese: mese (1-12)
giornoSettimana: giorno della settimana (0-6, con domenica = 0)
comando: il comando da eseguire
paramteri: eventuali parametri. Questo campo è facoltativo.

Se per esempio si vuole pianificare l'esecuzione del file jmail.sh alle 15.58 di ogni giorno, si dovrà inserire nella riga:

58 15 * * * ./home/tostao/workspace/javaMail1/jmail.sh

(jmail.sh deve essere reso eseguibile tramite il comando chmod. Vedi post "Creazione di uno shell script per eseguire un JAR", tag JAR, Ubuntu).
Importante: l'ultima riga del file crontab DEVE esistere ed essere vuota!
Per concludere, ora bisogna associare il file crontab creato all'utente di Ubuntu.
Per fare ciò, andare nel terminale e digitare:

sudo crontab -u utente /var/spool/cron/crontabs/crontab

Per verificare che l'operazione è andata a buon fine, digitare crontab -l per vedere le righe contenute nel nostro file crontab.
Per editare tale file, si può lanciare il comando crontab -e , ma personalmente preferisco farlo aprendolo a mano con un editor di testo.
Dopo ogni modifica, è necessario riscrivere il comando scritto poco sopra per associare il crontab all'utente.



Creazione di uno shell script per eseguire un JAR

Mon, 11 Jun 2007 22:04:00 +0000

Ubuntu usa shell scripting, paragonabile ai file batch (.bat) di Windows ma molto più potente.
Per associare uno shell script (in genere salvato come .sh anche se l'estensione non è necessaria), aprire un editor di testo e impostare come prima riga:
#!/bin/bash
e in seguito le istruzioni desiderate (nel nostro caso: java -jar nomefile.jar)
Nella parte nomefile.jar è meglio inserire il percorso completo del file JAR per essere sempre sicuri di eseguire quel file, in particolare se si sta eseguendo il file .sh da un'applicazione esterna, come ad esempio crontab (strumento per eseguire operazioni pianificate in Ubuntu).
Salviamo il nostro file come scriptJAR.sh nella cartella del nostro file .jar
Ora bisogna rendere questo file eseguibile: per fare cioè andare nel terminale, spostarsi nella cartella del nostro scriptJAR.sh e digitare:
sudo chmod +x scriptJAR.sh
per rendere il nostro script eseguibile: basterà avviarlo per fare avviare il nostro file JAR.




Esecuzione automatica di un file JAR

Mon, 11 Jun 2007 20:49:00 +0000

Per fare eseguire automaticamente un file JAR, creare con un qualsiasi editor di testo un file con estensione .bat contenente il testo:
java -jar nomefile.jar
e salvarlo nella stessa cartella del file JAR.
Viene così creato un file di batch in grado di eseguire le istruzioni in esso contenute nella riga di comando.
Per settare l'operazione pianificata relativa al JAR in questione, in WindowsXP è necessario andare in Pannello di controllo->Operazioni Pianificate->Aggiungi operazione pianificata. Settare via via i parametri che interessano, quando viene richiesta l'applicazione da fare eseguire andare su "Sfoglia..." e selezionare il file .bat creato precedentemente. Fare attenzione all'utente: nel campo "Esegui come:" inserire NT AUTHORITY\SYSTEM. In questo modo l'operazione pianificata funzionerà sicuramente visto che è stato inserito l'utente root.



Report con scelta da casella combinata

Wed, 06 Jun 2007 14:52:00 +0000

In questo modo si apre un report non di tutti i dati ma solo di quelli relativi al campo scelto nella casella combinata.
DoCmd.OpenReport "Partite", acPreview, , "Giocatore = " & Chr(34) & Me.CasellaCombinata2 & Chr(34)



Mandare email da form Access

Tue, 05 Jun 2007 22:22:00 +0000

Questo è il codice da inserire al click del pulsante:
DoCmd.SendObject acSendNoObject, , acFormatXLS, Me.email_recipient, , , "Test Email", , True
Dove email.recipient è il contenuto del campo di testo compilato in precedenza.



Settare variabili d'ambiente

Wed, 30 May 2007 13:09:00 +0000

Per non scrivere ogni volta il path a un programma...
WINDOWS: set PATH=c:\programmi\java\jdk1.6.0;%PATH%
UNIX: export PATH=/opt/jdk1.6.0;$PATH



Memoria heap per i file .jar

Tue, 15 May 2007 17:16:00 +0000

Per assegnare a priori una certa quantità di memoria heap da dedicare all'esecuzione di un file jar, è sufficiente aggiungere il parametro -Xmx[memoria da dedicare in Mb]m nella riga del comando di lancio del nostro file.
Di seguito un esempio di esecuzione da riga di comando del file NomeFile.jar, a cui sono stati assegnati 512Mb di memoria heap:

java -jar -Xmx512m NomeFile.jar



ODBC con Microsoft Access

Tue, 15 May 2007 17:09:00 +0000

Per creare un database server Access con Windows XP è necessario, una volta creato il database, andare in Pannello di controllo -> Strumenti di amministrazione -> Origine dati (ODBC)
Andare nel tab "DSN utente", cliccare su "Aggiungi..." e selezionare "Driver di Microsoft Access (*.mdb)"
Cliccare su "Fine", poi assegnare un nome al database e selezionarlo ("Seleziona..."), infine cliccare su "OK".
Ora il nostro Data Base Access è visibile dal sistema.



ODBC Apache Tomcat

Tue, 15 May 2007 16:59:00 +0000

Per poter utilizzare le funzioni di connettività ad un database (Access o MySQL) utlizzando Tomcat, è necessario copiare manualmente il file tools.jar presente nella cartella di Java\jdk1....\lib nella cartella \common\lib di Tomcat



MySQL dump di una sola tabella

Wed, 02 May 2007 08:53:00 +0000

Ecco come fare il dump di una sola tabella con mysqldump; prima di tutto bisogna specificare la tabella di cui vogliamo creare il dump:
mysqldump --add-drop-table -u root -p dbName dbTable > table.dump
per caricare la tabella di fa:
mysql -u root -p dbName < table.dump
Per altre informazioni vedere qui.



Bug utilizzo CPU Windows Live Messenger 8.1

Sat, 31 Mar 2007 14:30:00 +0000

Ho avuto un problema di utlizzo CPU dopo aver installato l'ultima versione di Windows Live Messenger (ora è la 8.1): dopo pochi secondi di utilizzo infatti la percentuale di utilizzo CPU ha iniziato ad oscillare a valori molto alti toccando molto spesso anche il 100% e rendendo quasi inutilizzabile il sistema. Ho scoperto da questo post che il problema è stato riscontrato anche da molti altri utenti e può essere dovuto al fatto che vengono continuamente caricati da Internet dei banner in Flash. Si può evitare che ciò avvenga andando a modificare il file hosts contenuto in C:\Windows\System32\Drivers\Etc (presente nei sistemi Windows) andando ad inserire come prima riga la stringa 127.0.0.1 rad.msn.com
rad.msn.com è l'indirizzo da cui Messenger recupera i banner, ma modificando quella riga di "hosts" si "mente" a Messenger poichè gli si dice di associare a rad.msn.com l'IP 127.0.0.1 che corrisponde a localhost (la macchina stessa su cui si sta lavorando) e su cui ovviamente non sono scaricabili i banner. Windows Live Messenger quindi non è in grado di recuperare quei banner e verrà mostrato semplicemente il logo (fisso) di Windows Live Messenger.



Problemi di connessione Windows Live Messenger 8.1

Sat, 31 Mar 2007 13:56:00 +0000

Sono stati riscontrati problemi di connessione con la versione di Windows Live Messenger 8.1 (l'ultima uscita finora).
Consiglio l'installazione di una piccola patch trovata sul blog di Valentino Marangi: MSN Reapair, consigliata anche da www.downloadblog.it e scaricabile dalla pagina http://www.valentinomarangi.com/?p=121#



Scrivere su partizioni NTFS da Ubuntu

Sat, 24 Mar 2007 11:16:00 +0000

Per poter scrivere su un disco Windows da Ubuntu bisogna fare come dice questo sito. In questo modo Ubuntu vedrà il disco di Windows come delle normali cartelle su cui sarà possibile effettuare tutte le normali operazioni di lettura e scrittura.



Creare e eliminare utente MySQL

Fri, 23 Mar 2007 09:49:00 +0000

Prima leggere qui, anche per quanto riguarda password e privilegi.
Per creare un nuovo utente:
create user nomeUtente identified by 'stringaPassword';
Per eliminare un utente di MySQL si deve fare così:
drop user nomeUtente;



Connettersi ad un DB MySQL esterno

Thu, 15 Mar 2007 09:38:00 +0000

Per connettersi dal proprio pc ad un server MySQL esterno si deve prima di tutto entrare con username e password assegnateci, ad esempio:
mysql -u p2p -p
Poi fare così:
mysql \r nomeDB indirizzoDB
Dove indirizzoDB è una cosa del tipo 192.168.1.8. Ora si è connessi e si può iniziare a fare query sul database nomeDB.



Privilegi a utente MySQL

Wed, 14 Mar 2007 20:23:00 +0000

Per creare un nuovo user si usa il seguente comando:
GRANT ALL PRIVILEGES ON *.* TO 'p2p'@'%'
Così facendo autorizzi p2p a fare quello che vuole da dove vuole su quello che vuole. Se invece vuoi creare un nuovo user che starà solo sul proprio pc allora devi sostituire al % la parola localhost. Per maggiori informazioni vedere qui.



Dump di un database MySQL

Wed, 14 Mar 2007 19:53:00 +0000

Come recita il sito di MySQL per creare una copia del database si deve scrivere in un terminale questa cosa qui (avendo cura di essere nella cartella bin di MySQL server, oppure di avere settato come variabile di sistema MySQL):
mysqldump --opt --user=username --password=password nomeDB > nomeDB.dump
Il file .dump verrà creato nella stessa cartella (bin) se non si specifica un percorso diverso. Per caricare il file creato su un altro computer può servire una cosa del genere:

mysql -u root -p
mysql>CREATE DATABASE nomeDB;
mysql> quit
mysql -u root -p nomeDB < nomeDB.dump

Se non si usano password si omette il -p. Nel caso si usino più utenti si devono creare, ma questo argomento verrà trattato in un post apposta.