Subscribe: LA PASSIONE PER IL DELITTO
http://lapassioneperildelitto.blogspot.com/feeds/posts/default
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  anche  che  dei  delitto  della  delle  festival  gli  marco  nel  ore  passione  più  punti  settembre  sono   
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: LA PASSIONE PER IL DELITTO

LA PASSIONE PER IL DELITTO



Lariofiere, Erba (Como) 11 e 12 ottobre 2014



Updated: 2018-03-07T01:08:56.616+01:00

 



Big Dark Slam

2014-10-01T14:57:27.945+02:00

[...]



Cena Crime Story Slam

2011-10-16T22:27:50.493+02:00


Mercoledì 19 ottobre
ore 20.30
CENA CRIME STORY SLAM
Ristorante Zafferano
Red's Hotel, Barzanò, via Don Rinaldo Beretta

Lo chef Alain Corbetta, interprete il racconto vincitore, "Richieste di amicizia", trasformandolo nel menù
 di una cena dedicata al vincitore e aperta al pubblico.
Ad ogni partecipante un libro in regalo

TRAPPOLA IN RETE
Insalatina d’orzo in gabbia con mazzancolle e finferli

INCONTRO FATALE
Risotto alle zucchine e tartufo bianco 
con timballo di riso nero al pomodoro fresco e basilico

SOTTOBOSCO INSIDIOSO
Filetto di manzo su carpaccio di porcini e castagne

ROSSO SANGUE
Tortino al cioccolato con porcino caramellato 
e salsa ai frutti di bosco

Caffè
Selezione di vini della nostra cantina
Euro 45,00
E’ necessaria la prenotazione.
info@redshotel.com - 039.9272120



Finalisti Crime Story Slam

2011-10-03T08:43:37.849+02:00

I GIURATIElisabetta Bucciarelli, scrittriceGianfranco Colombo, giornalistaLaura Crippa, Libreria Area LibriAntonella De Chiara, La passione per il delittoAdolfo Legnante, La passione per il delittoCarmela Tandurella, Libreria Area LibriFranca Villa, Libreria Area Librihanno espresso i seguenti voti finali:39 punti1.     NICOLETTA SIPOS – Gioco duro2.     MICHELE AMEDEO - Hai chiuso il gas?3.     ELENA GREBAZ – Richiesta di amicizia4.     DARIO FAZZINI – Notte in Aspromonte5.     MARCO PELLEGRINI – Semaforo rosso37 punti6.     MANUELA FERRARIO – Noia e batticuore7.     MARCO PROSERPIO – Van Gogh8.     SILVIA BOSI – L’ultimo ballo9.     MONICA BARTOLINI – Le abissali frustrazioni di un serial killer35 punti10.  SIMONE SAVOGIN – Pasticciaccio11.  ALESSANDRO BASTASI – Insonnia12.  MAURIZIO COLOMBO – Il maresciallo e il contadino33 punti13.  ROBERTO PIROVANO – L’inquadratura27 punti14.  MARIA GIOVANNA MARTINA – Cannibali (37 punti allo spareggio)15. FATIMA CARDOSO – Un pericoloso passatempo (31 punti allo spareggio)16.  MARINELLA BELTRAMINI ROSIN – La giustizia di Black (29 punti allo spareggio)17.  PATRIZIA ARGENTINO – Mors tua vita mea (27 punti allo spareggio)18.  GIUSEPPE VOTTARI – Diavolo d’un Lele (25 punti allo spareggio)19.  GIANCARLO MONTALBINI – Cuori solitari (23 punti allo spareggio)20.  ELENA GLORINI – MMS (19 punti allo spareggio)25 punti21.  MAURO NICHILO – Disperazione22.  FRANCESCA TOMBARI – Tre minuti23.  NICOLETTA LONGONI – La badante24.  CINZIA BORDON – L’infallibile killer25.  LUIGI VIOLA – Carlos e basta26.  MARIO CATENO – L’agguato23 punti27.  FRANCESCA PANZACCHI – L’ombra28.  SABRINA RIVA – 15 anni dopo29.  FRANCESCA NEGRI – Ossessione30.  GIORGIO SIMONI – Io… destino31.  GIANLUIGI FIMAGALLI – Ds bianca del ‘6832.  VIRGILIO BARTOLUCCI – Un stupida21 punti33.  SIMONE MOSCARDI – La procedura34.  FRANCESCA MIETTA – Un amore andato in fumo35.  DONATO PANICO – Lost in Bangkok19 punti36.  ENRICO RIGAMONTI – La farsa37.  IVAN BAVUSO – In morte dell’amico autore17 punti38.  DAVIDE NORDI – La cura39.  ERIKA SANTUS – Lezione n° 5 acquafitness15 punti40.  ALESSANDRA BIFFI – Un istante41.  MATTEO FILIPPO PONTI – L’attentato42.  MARCO MANCINELLI – Il momento di pagare13 punti43.  MARINELLA BARLOCCHETTI – Il consulente12 punti44.   BRUNA SCORTA – Vacanze in noir11 punti45.  VIRGINIA MAGNI - Giallo[...]



Istantanee da un delitto 2011

2011-08-08T18:09:35.183+02:00

ISTANTANEE DA UN DELITTO
Scatti fotografici tra giallo e noir

La decima edizione del festival di narrativa poliziesca La passione per il delitto, organizza il concorso ISTANTANEE DA UN DELITTO, SCATTI FOTOGRAFICI TRA GIALLO E NOIR. Si tratta di un concorso di fotografie aperto al pubblico, che nel concetto, nell’ispirazione letteraria o nella cromaticità, devono essere riconducibili al tema della manifestazione. Una proposta che si rivolge al pubblico di appassionati, coinvolgendo anche e soprattutto i non professionisti. L’immagine deve contenere un richiamo cromatico, il racconto di una storia, l’interpretazione del legame con il poliziesco, la cronaca, la narrativa.

REGOLAMENTO

Ogni partecipante può inviare una sola immagine, che può essere accompagnata da qualche riga esplicativa del concetto che la ispira. La dimensione finale non dovrà superare il peso di 1 MB, con qualsiasi risoluzione, purché leggibile. La partecipazione è aperta a tutti: lettori, scrittori, giornalisti, studenti, appassionati, di qualsiasi età, adulti e bambini. Non sono previste suddivisioni dei partecipanti in categorie particolari.

MODALITA’ DI INVIO DELLE FOTOGRAFIE

Gli elaborati devono essere inviati entro il 10 settembre 2011 all’indirizzo e-mail redazione@lapassioneperildelitto.it, con oggetto ISTANTANEE DA UN DELITTO corredati delle generalità del partecipante: nome, cognome, località di residenza, maggiore o minore età e indirizzo e-mail.

GIUDIZIO E PUNTEGGIO

Una giuria composta da fotografi professionisti, scrittori e rappresentanti del festival, i cui nomi saranno resi noti a inizio settembre, voterà entro il 24 settembre 2011 i lavori pervenuti, selezionando i 3 finalisti. Le immagini saranno inviate ai giurati in forma anonima: la sommatoria dei punteggi assegnati da ogni giurato, determinerà la classifica finale. I nominativi dei finalisti saranno divulgati a partire dal 28 settembre 2011 attraverso il blog del festival e la newsletter.

PREMIAZIONE

Il primo classificato, premiato domenica 25 settembre durante il festival, vincerà un workshop di fotografia tenuto dalla fotografa Sara Munari, a Lecco, in data da concordare. Ai primi tre classificati, saranno inoltre assegnati premi in libri, oltre all’attestato di partecipazione. Tutte le immagini partecipanti, saranno pubblicate sul sito internet della manifestazione.



La mia ricetta in giallo 2011

2011-07-30T16:01:17.349+02:00

LA MIA RICETTA IN GIALLOLa decima edizione del festival di narrativa poliziesca La passione per il delitto, organizza il concorso LA MIA RICETTA IN GIALLO. Si tratta di una gara di ricette aperta al pubblico, che nel concetto, nell’ispirazione letteraria o nella cromaticità, devono essere riconducibili al tema della manifestazione. Una proposta che si rivolge al pubblico di appassionati, coinvolgendo anche e soprattutto i non professionisti. Il piatto deve contenere un richiamo cromatico, il racconto di una storia, l’interpretazione del legame tra poliziesco e gastronomia, o la rivisitazione delle ricette contenute nei libri gialli della narrativa italiana e straniera. Nel 2007 venti chef del territorio erano stati fotografati con le loro creazioni, ispirate al tema del festival, protagonisti di una mostra allestita durante la manifestazione. Ora la proposta si estende al pubblico di appassionati e non professionisti.REGOLAMENTOLe ricette possono essere riconducibili a qualunque stile e cultura culinaria. Ogni partecipante può inviare una sola ricetta, rigorosamente originale. Le ricette – antipasto, primo o secondo piatto, dolce - devono avere indicazione dettagliata degli ingredienti, essere esaustive e comprensibili nei passaggi di esecuzione. Possono inoltre essere precedute da una breve introduzione esplicativa del concetto che le ispira. E’ inoltre necessario indicare l’abbinamento enologico. Infine ogni ricetta dovrà essere corredata dalla fotografia, che mostra il piatto finito, l’impiattamento e lo stile di presentazione in tavola. La partecipazione è aperta a tutti: lettori, scrittori, giornalisti, studenti, appassionati, di qualsiasi età, adulti e bambini. Non sono previste suddivisioni dei partecipanti in categorie particolari.MODALITA’ DI INVIO DELLE RICETTEElaborati e foto devono essere inviati entro il 30 agosto 2011 all’indirizzo e-mail redazione@lapassioneperildelitto.it, con oggetto “La mia ricetta in giallo”, corredati delle generalità del partecipante: nome, cognome, località di residenza, maggiore o minore età e indirizzo e-mail.GIUDIZIO E PUNTEGGIOUna giuria composta chef, sommelier, scrittori e rappresentanti del festival, i cui nomi saranno resi noti a inizio settembre, voterà entro il 24 settembre 2011 le ricette pervenute, selezionando i 3 finalisti. Le ricette saranno inviate ai giurati in forma anonima: la sommatoria dei punteggi assegnati da ogni giurato, determinerà la classifica finale. I nominativi dei finalisti saranno divulgati a partire dal 28 settembre 2011 attraverso il blog del festival e la newsletter. PREMIAZIONEIl primo classificato, premiato domenica 2 ottobre durante il festival, vincerà una cena per due, giovedì 13 ottobre 2011, al ristorante Materia Prima di Cassago Brianza. Proposta centrale del menu, sarà la ricetta vincitrice, attorno alla quale lo chef Fabrizio Colzani elaborerà una carta speciale, proposta durante la serata dedicata al vincitore, ma aperta anche al pubblico. Ai primi tre classificati, saranno inoltre assegnati premi con prodotti enogastronomici del territorio, oltre all’attestato di partecipazione. Tutte le ricette partecipanti, saranno pubblicate sul sito internet della manifestazione, corredate delle foto originali.[...]



Crime Story Slam 2011

2011-08-03T22:02:27.034+02:00

LA PASSIONE PER IL DELITTOCRIME STORY SLAM 2011In occasione della decima edizione, che si svolgerà dal 25 settembre al 9 ottobre 2011, il festival di narrativa poliziesca La passione per il delitto, in collaborazione con la libreria Area Libri di Seregno, organizza il CRIME STORY SLAM. Si tratta di una gara di brevi racconti, in cui gli autori finalisti, selezionati da una giuria tra coloro che parteciperanno, leggono sul palco i propri scritti e competono in diretta, fino alla proclamazione del vincitore assoluto determinato dalla giuria in sala.REGOLAMENTO.I racconti possono essere ispirati a qualsiasi soggetto purché legato al tema della manifestazione, e in qualsiasi stile narrativo.Ogni autore deve presentare un solo testo, rigorosamente originale, che deve avere una durata non superiore ai 3 (tre) minuti di lettura.Il tempo sarà calcolato e cronometrato da un arbitro di gara dal momento in cui inizierà la vera e propria lettura davanti al pubblico. Allo scadere dei tre minuti, la lettura sarà bloccata, e il concorrente squalificato. Ogni autore può arricchire il proprio reading con accompagnamenti musicali (purché svincolati da obblighi Siae) o soluzioni scenografiche. La partecipazione è aperta a tutti: lettori, scrittori, giornalisti, appassionati, di qualsiasi età. Non sono previste suddivisioni dei partecipanti in categorie particolari.MODALITA’ DI INVIO DEI RACCONTI.Gli scritti devono essere inviati entro il 30 agosto 2011 all’indirizzo e-mail redazione@lapassioneperildelitto.it, con oggetto “Crime Story Slam 2011”, corredati delle generalità del partecipante: nome, cognome, località di residenza, maggiore o minore età e indirizzo e-mail.GIUDIZIO E PUNTEGGIO.Una giuria composta da sette membri – rappresentanti della libreria Area Libri e del festival, oltre a scrittori, giornalisti o critici letterari, rappresentanti delle forze dell’ordine – riceverà gli elaborati in forma anonima, e voterà entro il 24 settembre 2011 i racconti prevenuti, selezionando i 15 che accederanno alla finale, prevista domenica 9 ottobre 2011, durante l’ultima giornata del festival La passione per il delitto. La classifica dei finalisti sarà pubblicata a partire dal 28 settembre 2010 sul blog del festival, e inviata attraverso la newsletter. A inizio settembre, con le stesse modalità, saranno inoltre comunicati i nomi dei membri della giuria.SVOLGIMENTO DELLA GARADomenica 9 ottobre i 15 finalisti leggeranno al pubblico i loro racconti, suddivisi in 3 gruppi da 5 concorrenti. A rotazione dieci persone selezionate a sorteggio nel pubblico e tra i giurati presenti indicati dal festival, voteranno i lavori dei concorrenti su schede anonime, fino a selezionare tre finalisti: rispettivamente il primo, secondo e terzo classificato in base ai punteggi ricevuti. In caso di pari merito, sarà effettuata una votazione di spareggio. Al vincitore e ai finalisti sarà consegnato il giorno stesso un attestato, e assegnati premi in libri e omaggi messi a disposizione dagli sponsor della manifestazione.Inoltre il primo classificato, vincerà una cena per due al ristorante Zafferano di Barzanò, mercoledì 19 ottobre: lo chef Alain Corbetta, interpreterà il racconto vincitore, trasformandolo in un piatto che sarà la proposta centrale di menu ispirato al tema e alle suggestioni dei racconti crime, di una cena dedicata al vincitore e aperta al pubblico. Tutti i racconti finalisti, in ordine di classifica, saranno pubblicati sul sito del festival.[...]



Crime Story Slam 2010, primo classificato

2011-07-30T18:20:39.450+02:00

Primo classificatoALESSANDRO MANZETTIIL POSTO NEROIl Posto Nero è piccolo e stretto. I miei occhi possono osservare solo pochi centimetri. Distinguere lentamente gli atomi del buio accatastati come tanti libri immobili. Le braccia e le gambe sono inutili, i muscoli chiusi dentro iniziano a non ricordare più la loro natura. Motori spenti. La mente è ora la più grande nemica. La mente che può viaggiare ovunque e passare attraverso il legno, la terra umida, lo spazio. Salire su un albero e guardare la mia buca, il prato intorno. Gli innaturali segni dello scavo, le foglie che iniziano a coprire tutto. Le colonne delle formiche che si scambiano la nuova consapevolezza attraverso milioni di segnali chimici. L’ossigeno qui dentro si esaurisce lentamente. La mente è proprio una nemica eccezionale, gonfia i polmoni con i ricordi. La grata degli alveoli si trasforma in un grande proiettore. Nel sangue arrivano solo facce confuse, frammenti di esistenza. La mente ti fa morire molto più lentamente. Provo a spingere il coperchio della mia bara. Provo con le mani e le ginocchia. E’ davvero impossibile uscire. Anche se non esistessero metri di terra sopra di me e interi quartieri di vermi appena costruiti. Il mio cielo ora è di legno e l’universo ha le stelle di argilla, ciottoli e sedimenti di quarzo. Caratteristiche di questa zona, di questo terreno. Del prato rettangolare dove sono sepolto. La mia gabbia toracica pulsa. Il cuore incastrato tra le costole inizia ad agitarsi, a darsi delle risposte. A capire quello che mi è accaduto. Sono qui perché ho sbagliato, lo so. Me lo merito. Inizio a pentirmi. Dovevo capirlo prima di finire in questa ruvida cassa di legno. Con i denti dei chiodi che mi strappano i tessuti ad ogni movimento. Nessun cuscino di seta, nessun vestito elegante. Solo la mia pelle che respira sempre più anidride carbonica e rimorsi. Sono sudato fradicio. Non ho mai sentito il mio odore con questa precisione. Non mi sono mai conosciuto fino in fondo. Il momento si avvicina, sto morendo soffocato. Sono pentito del tutto ora. Ma è troppo tardi ormai. Non mi rimangono che gli ultimi orribili secondi. Sarà come una scossa elettrica, mi fratturerò gli arti per cercare l’impossibile liberazione. Poi anche la mente si spegnerà, dopo aver prodotto le ultime oniriche immagini. Un abisso, un gruppo di corvi in cerchio. La caduta infinita nella bocca di un mare di fango. Per un solo istante tornano i sapori e le voci delle persone amate. E’ finita, meglio uscire da qui prima che sia troppo tardi. Riapro la cassa di legno, ormai non ne potevo più. Un sole verticale mi colpisce. Non riesco ancora a vedere bene, i colori si spostano lentamente dalla retina al cervello. Sono felice, soddisfatto. Ho capito cosa si prova. Cosa ha provato lei quando l’ho sepolta viva, specialmente dopo. Si sarà pentita anche lei dentro la cassa di legno. Avrà visto l’orribile abisso. Non mi aveva lasciato nulla, a parte i graffi sul viso e sulle braccia. Non voleva accettare il suo destino, la sua nuova casa. Non mi aveva lasciato altro che miseria e tristezza. Avevo fatto tutto per lei, la amavo così tanto. Non doveva tradirmi. Era bella e luminosa come una costellazione. Probabilmente quella del Serpente, l’unica divisa in due tra testa e coda. Anche il suo cuore aveva una testa e una coda. Mentre fissavo i chiodi sul coperchio cercai di farle capire quanto l’amassi. Non mi ascoltò. Rispondeva con calci e pugni. Grida isteriche. Come al solito. Voleva liberarsi ancora. Liberarsi di me. Avevo dovuto colpirla, ma dentro si sarebbe svegliata. Torno in casa, ho bisogno di una doccia. Più tardi ricoprirò la mia buca e sistemerò il giardino. Innaffierò i miei bellissimi fiori, che non hanno gambe per fuggire via.«Non ne posso più, ho bisogno di vivere la mia vita».[...]



Crime Story Slam 2010, secondo classificato

2011-07-30T18:21:49.702+02:00

Secondo classificatoEMANUELE PICCININI e DAVIDE BORGNAPUNTO DI SVOLTAPunto alza la cornettaDue punti: Virgola è mortoPunto: Strano, ci siamo detti due parole poco faDue punti: Sono a casa sua, vieni subitoPunto ha un vestito nero, nero come la casa Le fiamme si sono estinte, solo il caffè tra le mani di Due punti è ancora fumantePunto è a suo agio in quelle stanze, le conosce benePunto: Eccomi commissarioDue punti spiana la fronte spaziosa: Salve detective Brutta storia, Virgola non l’avresti riconosciuto Punto Era completamente carbonizzatoPunto: Meno di tre ore fa eravamo al nightDue punti: Allora comincia da lìPunto varca l’ingresso del night, le ragazze lavorano qui Eccole Virgolette, le gemelle, siedono in camerino con le gambe accavallatePunto: Virgola è morto, se sapete di qualcuno che ce l’aveva con luiVirgolette: Forse Punto di domanda?Punto sgrana gli occhi: Quel Punto di domanda?Virgolette: A pensarci bene non si vede da ieriPunto: Sospetto Dove può essere Punto di domanda?Virgolette: Prova al moloPunto s’incammina, svolta, imbocca una via poi ne sceglie un’altra, fa per prendere il pontile ma si arresta Laggiù, è lui Punto di domanda?Sì, quella risata è inconfondibilePunto affretta il passo, mille domande gli affollano la mente: Perché sei sparito Punto di domanda? Perché ti allontani da solo Punto di domanda? Perché fai finta di non vedermi Punto di domanda? L’hai bruciato tu Virgola Punto di domanda?Punto è arrivato a fondo pagina Dannazione, dov’è Punto di domanda? Senza accorgersi l’ha perso Non gli resta che tornare indietroPunto si volta ma qualcosa gli sbatte controPunto: Allora non eri mortoPunto guarda VirgolaVirgola guarda PuntoPunto: Virgola Virgola: Punto Punto e Virgola Virgola sorride: Le cose non vanno mai come uno vorrebbePunto: Bello scherzo, ma non mi hai ancora spiegato perché Virgola: Il gioco Punto, il gioco Mi avrebbero strozzato, sfigurato, sciolto nell’acidoPunto: Ma allora chi era nella casa Virgola certo Virgola tuo fratello Virgola ApostrofoVirgola: Io e lui non ci siamo mai capiti Punto, forse per via della malattia Viveva sempre sospeso, lassù, a mezz'aria, con la testa tra le nuvole Ho pensato non sarebbe mancato a nessunoPunto: Incredibile Virgola neppure ora ti senti in colpaVirgola tace Si allenta la cravatta, ha l’aria stancaPunto: Bisogna tornare indietroVirgola: Immagino di siPunto e Virgola si allontanano, girano l’angoloLa notte sta morendo, restano solo vuoto e lucePunto[...]



Crime Story Slam 2010: terzo classificato

2011-07-30T18:21:19.603+02:00

Terzo classificatoANGELA PATERNO'GIUSTIZIA IMMEDIATAQuando arrivarono i Carabinieri a Torino in Via Grazia Deledda, 42 alle 13.34, primo piano, scoprirono una scena raccapricciante da far venire il voltastomaco anche ai più esperti.Sangue schizzato dappertutto e due cadaveri maschili sdraiati su un fianco a terra uno di fronte all’altro di cui non si riconosceva neanche il viso preso in pieno dai proiettili. Sangue sulle pareti, sugli scaffali, sugli schermi piatti al plasma appesi alle pareti dell’agenzia. L’arredamento dell’ufficio di Assicurazioni doveva essere stato rifatto da poco pensò l’appuntato Romano, peccato... arredato con gusto!Una donna minuta e trascurata urlava spaventata nelle scale che era stata lei a chiamare il 112 perché i rapinatori improvvisamente avevano iniziato a spararsi addosso reciprocamente.Però, pensò Romano osservando la donna , se tutti gli sforzi fatti per essere così trasandata li avesse fatti per migliorare il suo aspetto quella ragazza non sarebbe stata neanche tanto male.Iniziò insieme al collega la procedura tradizionale da intraprendere dopo il delitto: ripristina l’ordine, allontana i curiosi accalcati ad osservare l’accaduto ed affascinati dall’orrore, ottimo diversivo nel loro vivere banale quotidiano, proteggi i testimoni, chiama la scientifica.Romano iniziò con qualche domanda alla donna che dopo aver sbraitato e pianto per il terrore cercava solo l’attimo per fuggire dalla scena del crimine. Ancora negli occhi terrorizzati della ragazza sopravviveva una paura pura e non riusciva ad intuire a cosa attribuire quell’ansia accesa e lo sguardo perso nel vuoto. Forse nell’ufficio si nascondeva qualcun altro? No, impossibile, il collega aveva già perlustrato tutti gli altri 4 uffici del piano…. Forse era così vulnerabile da cercare di rimuovere immediatamente l’accaduto?Chiese alla signorina come si chiamava, domanda di rito, sempre per seguire l’accademia, ed anche per aggiungere e rassicurare su come si sarebbero svolte le indagini e di come avrebbero chiesto in seguito la sua collaborazioneMariangela, Mariangela Depace si chiamava e voleva subito tornare a casa.Romano si rivolse a Mariangela con tono rassicurante “Adesso dovrebbe seguirmi in Caserma, perché raccogliamo la descrizione del fatto e la dinamica della sparatoria e poi può tornare a casa.” La ragazza annuiva a qualsiasi richiesta solo con un breve cenno.Arrivati in caserma Romano e la donna si avvicinarono all’ufficio del maresciallo immediatamente l’ordine da dentro la stanza “Prego avanti… Vieni Romano” disse e si accomodarono davanti al MarescialloMariangela non finiva più di piangere anche se pensava che in fondo una stretta di mano al testimone non si dovrebbe negare, invece il Maresciallo Bellini non si muoveva dalla sua poltrona, continuava a leggere sul pc e non rispose, neanche di fronte alle richieste pietose e continue di Mariangela di ritornare alla sua abitazione.“Allora signorina ……Depace” , disse il Maresciallo, “lei vive sola?”“Si Maresciallo”, rispose Mariangela, "e sono sola anche in ufficio, il titolare passa solo alla sera per l’incasso".“E come mai all’ora di pranzo si trovava in ufficio?”“Mangio uno yogurt ed una mela sia per risparmiare che per la dieta”“Ah ho capito …E fa bene così si tiene in forma!” che considerazione originale, avanguardia pura ma che devi fare, anche questo diventa un lavoro di routine , domande e risposte scontate pensò Bellini“Senta signorina, ma questi banditi come sono entrati?”“Non ho sentito suonare, l’uomo era già dietro la bussola e mi ha chiesto un preventivo per una RCA di una Fiat Uno, quindi ho aperto e mi sono accorta della presenza anche dell’altro uomo. Si sono accomodati l’ uno di fronte alla mia scrivania e l’altro alla scrivan[...]



Sabato 9 e domenica 10

2010-10-08T19:25:36.915+02:00

SABATO 9 OTTOBREORE 17.30 UNA STORIA TUTTA IN GIALLOMisteri per Piccoli Lettori Laboratorio di disegno a cura di Alice Guazzo (dagli 8 anni) ORE 18.00Aperitivo con l’AutoreLUCA GLEBB MIROGLIOManhattan a tavola: delicatessen, bistrot, trattorie, take away e nevrosi. Le ricette dai film di Woody Allen (Il Leone Verde)PIERPAOLO PRACCAL’amore, la morte e il basilico. La cucina marsigliese di Jean Claude Izzo (Il Leone Verde)con Marco Casa, giornalistaDOMENICA 10 OTTOBREAlle ore 11 atterraggio nel parco di Villa Greppi dell'elicottero del Roan,che rimarrà fino al tardo pomeriggio a disposizione del pubblico,assieme ai militari del Nucleo che ne illustreranno caratteristiche e impieghi.Per l’intera giornata:GUARDIA DI FINANZA COMPAGNIA DI LECCO eROAN REPARTO AERONAVALE COMO, SEZIONE AEREA DI VENEGONO SUPERIORE ORE 11.00Colazione con lo scrittore MICHAEL GREGORIO Luminosa tenebra (Einaudi)LUCA MASALILa vergine delle ossa. Cesare Lombroso indaga (Castelvecchi)con Enrico Marro, giornalista Succhi di frutta e crostate dell'agriturismo I Giardinèè di Missaglia.ORE 12.30 - 14.00Stage di Cucina con gli chef di SLOW COOKING (Frequenza libera, iscrizione obbligatoria)Durante l'intervallo di mezzogiorno, e per tutto il pomeriggio, è presente un servizio barORE 14.00Crime Story Slam. Storie noir in cinque minuti. Selezione dei tre racconti vincitori con votazione del pubblico e premiazione.Arbitro di gara Eugenio Canton Gara in diretta di lettura dei 15 racconti finalisti, con votazione del pubblico e proclamazione finale dei vincitori, in un testa a testa serratissimoORE 15.30FELICE CIMATTISenza colpa (Marcos y Marcos)GIANCARLO NARCISOSolo fango (Edizioni Ambiente)VALERIO VARESIIl commissario Soneri e la mano di Dio (Frassinelli)con Patrick Fogli, scrittore a intermittenza Performance interazioni testuali di ALESSANDRA MR D’AGOSTINO con interventi di lettura di STEFANO DE VECCHI ORE 16.30SALVO BARONELe regole del formicaio (Todaro)CLAUDIO PAGLIERILa cacciatrice di teste (Piemme)con Katia Trinca Colonel, giornalistaORE 17.30Aperitivo con l’Autore PIERO COLAPRICOMala storie. Il giallo e il nero nella vita metropolitana (Il Saggiatore)Sei fuori posto (Einaudi)Cattivi soggetti (Rizzoli)con Paola Pioppi, giornalistaMISTERI PER PICCOLI LETTORIORE 15.00 Crack the Code a cura di CLAIRE MARKBY (dai 6 anni) ORE 16.30 Gnam! merenda bio ORE 17.00 Faccia a Faccia con lo ScrittorePAOLO COLOMBO e ANNA SIMIONI (dai 9 anni)ORE 17.30 Arriva l’Uomo NeroLaboratorio di illustrazioni con FILIPPO BRUNELLO (dai 6 anni) Nel corso del pomeriggio letture di fiabe, costruzione di piccoli libri, giochi con carta e improvvisazioni (età prescolare)a cura di Silvia Bonanomi, Simona Mingoia e Selena Crippa[...]



Martedì, mercoledì e giovedì

2010-10-04T18:11:12.137+02:00

MARTEDÌ 5 OTTOBREORE 21.00ALAN D. ALTIERI, GIANFRANCO ORSI, GIUSEPPE PEDERIALI, ALESSANDRO PERISSINOTTOcon Dario Campione, giornalista Seven, 21 storie di peccato e paura, a cura di GIANFRANCO ORSI (Piemme)Seven sono i sette peccati capitali. Le 21 storie sono altrettanti modi di interpretarli, di osservarli e di leggerli. Tre autori per ogni peccato, selezionati da Gian Franco Orsi. Una sfida per gli autori ad affrontare uno dei sette vizi capitali: i lettori vengono coinvolti dalle storie di delitti, rapine, follia, ma anche dalla curiosità di scoprire il “lato oscuro” di ogni autore. GIUSEPPE PEDERIALI, Camilla e il rubacuori (Garzanti)Camilla Cagliostri ha due problemi. A Modena è arrivato il nuovo questore, la bolognese Caterina Bergonzini, che vuole rimetterla in riga: perch&eacuto; Camilla è una poliziotta molto brava (fin troppo) ma conduce le indagini alla sua maniera, con molta spregiudicatezza, per non parlare della sua vita privata. Secondo problema, c’è una nuova difficile inchiesta: due belle ragazze ferocemente mutilate e uccise. MERCOLEDÌ 6 OTTOBREORE 21.00PIERO CALÒ, ANTONIO PAOLACCI, PIERLUIGI PORAZZI con Massimo Rainer, scrittore PIERO CALÒ, L’occhio di porco (Instar Libri)Paisiello è una piccola cittadina del Sud circondata dal mare, dalla boscaglia, dalla linea ferroviaria e dominata dalla Tessera, un enorme magazzino dove si provvede alla distribuzione di tutti i generi di consumo. A Paisiello si respira una mortifera aria di provincia: si parla, si sparla e ci si annoia. Le morti improvvise di Tania, la bellezza locale, e di Franco Bolla portano però alla luce un progetto di cui nessuno si era mai accorto.ANTONIO PAOLACCI, Salto d’ottava (Perdisa)Un uomo e un ragazzo. Ventiquattro ore per entrambi. Un cadavere di adolescente in una fabbrica abbandonata. L’uomo è un produttore cinematografico preda di una strana forma di smarrimento. è un uomo che ha atteso, che attenderà fino all’ultimo istante. Il ragazzo è un sedicenne affascinato dalla cultura dello skateboard. Quando s’imbatterà nel cadavere di un suo coetaneo, sarà l’inizio delle domande. Omicidio? Incidente? E scoprirlo, importa davvero? Sullo sfondo, una sessualità vissuta di nascosto: incontri anonimi, trasgressioni e prostituzione s’incrociano a un’eloquente poetica delle persone qualunque.PIERLUIGI PORAZZI, L’ombra del falco (Marsilio)Alla semplice vista dell’ombra del falco, i piccoli animali che ne sono prede si immobilizzano o scappano terrorizzati. Anche se sono appena nati, già sanno che è un predatore, è un’informazione scritta nel loro dna. L’ombra di un predatore umano sconvolge una tranquilla cittadina del Nordest. In una discarica viene ritrovato il cadavere di una ragazza. Pochi giorni dopo, alla questura arriva una busta, che contiene una lettera e un dvd, con cui l’assassino sfida la poliziaGIOVEDÌ 7 OTTOBREORE 21.00ANDREA FAZIOLI, GIUSEPPE GUIN, GIANNI SIMONIcon Marco Proserpio, giornalista ANDREA FAZIOLI, La sparizione (Guanda)Natalia, diciassette anni, e sua madre si sono rifugiate tra le montagne del Canton Ticino per superare il dolore della morte improvvisa del padre della ragazza, un medico di Lugano. Ma un delitto turba la loro pace già difficile e Natalia, di colpo, smette di parlare. I suoi ricordi sono confusi, forse ha visto qualcosa ma non riesce a esprimersi: lo shock le ha chiuso la bocca. Suo padre ha lasciato in giro delle carte che nascondono un mistero inquietante, e nel paese cresce la tensione. Natalia ha paura e non sa più di chi fidarsi; ma poi accade uno strano incontro. Il caso vuole che a Corvasco abiti anche Elia Contini. Il fatto che Contini abbia smesso di fare il poliziotto e si arrabatti in un giornale di provincia non toglie nulla alla sua curiosità e alla sua vocazi[...]



Sabato e domenica

2010-10-02T09:12:23.826+02:00

SABATO 2 OTTOBREMisteri per Piccoli Lettori ORE 17.30 UNA STORIA TUTTA IN GIALLOLaboratorio di disegno a cura di Alice Guazzo (dagli 8 anni)ORE 18.00 Aperitivo con l’AutoreVEIT HEINICHEN La calma del più forte (Edizioni e/o)Vincitore Premio Azzeccagarbugli 2010 Opera straniera.Una mattina di dicembre, durante una gita in bicicletta sul Carso, l’ispettrice di polizia Pina Cardareto viene aggredita da un cane da combattimento, che scompare improvvisamente nel nulla. Qualche giorno dopo, il commissario Proteo Laurenti, di ritorno a Trieste da una conferenza, si ritrova involontariamente sulla scena di un delitto: Marzio Manfredi, un imbalsamatore di animali triestino che vive accampato come un barbone in un rifugio di fortuna sul Carso, viene ritrovato morto, strangolato da un cappio di metallo.DOMINGO VILLAR, unica data italiana - La spiaggia degli affogati (Kowalski)Galizia, ottobre. Una volta che i turisti hanno lasciato le spiagge, sulla costa del Nord della Spagna non restano che il clima uggioso e la vita dura dei pescatori che si svegliano all’alba per andare in mare e poi, nel pomeriggio, ammazzano il tempo e la nebbia bevendo vino nella taverne. Quando però l’ultimo acquazzone lascia sulla spiaggia il cadavere del marinaio Justo Castelo, la malinconica e taciturna comunità di Panxòn deve rinunciare ai suoi silenzi: quello che a prima vista sembrava un suicidio, si rivela infatti un delitto ben mascherato.con Luca Crovi DOMENICA 3 OTTOBREORE 11.00 Colazione con lo scrittoreFINALISTI PREMIO AZZECCAGARBUGLI AL ROMANZO POLIZIESCOcon Gianfranco Colombo, giornalista La classifica:Marco Vichi, vincitore 2010 (639 voti)Alfredo Colitto (553 voti)Grazia Verasani (premio non assegnato per assenza dell’autore)Elisabetta Bucciarelli e Massimo Carlotto (pari merito 359 voti)ORE 12.30 / 14.00Stage di FoodStyling con ROBERTA DEIANA, scrittrice e food stylist (iscrizione obbligatoria: posti esauriti per le degustazioni, è possibile seguire liberamente le lezioni)ORE 14.30 - 15.30Ricostruzione della scena di un delitto con CARABINIERI COMPAGNIA DI MERATE, Reparto Operativo RadiomobileNello spazio antistante le scuderie, sarà ricostruita la scena di un delitto: un omicidio e le diversa tracce lasciate da chi è passato sulla scena del crimine, individuate e repertate dai carabinieri che mostreranno procedure e tecniche di individuazione degli elementi utili a un’indagine. Per tutta al giornata rimarrà allestito uno stand dimostrativo con apparecchiature scientifiche. ORE 15.30CHRISTIAN MØRK, Darling Jim (Marsilio) Tre sorelle, tre racconti, e un segreto, nero come la notte: una storia di amore e seduzione.Niall, un giovane postino dei sobborghi di Dublino, trova per caso il diario di una donna assassinata, che rivela i segreti della più tragica storia d’amore di cui lui abbia mai sentito raccontare.KEVIN POWER, Giornataccia a Blackrock (Marco Tropea)A Blackrock, quartiere della Dublino ricca, in una notte d’agosto all’uscita di una discoteca, un giovane uomo è preso a calci brutalmente fino alla morte, al termine di una serata come le altre. E’ uno studente universitario, il cui omicidio ad opera di tre suoi compagni, è lo spunto per raccontare un Paese e la sua classe dirigente: la nuova borghesia irlandese, figlia del boom economico, legata ai valori tradizionali dell’isola, alle partite di rugby, alle scuole private cattoliche e, ugualmente, assorbita dai nuovi status symbol provenienti dagli Stati Uniti. con Nello Scavo, giornalista ORE 16.30ELISABETTA BUCCIARELLI Ti voglio credere (Kowalski Colorado Noir)L’ispettore Maria Dolores Vergani è agli arresti domiciliari a Milano, indagata per omicidio volontario dopo aver accoltellato una donna nei boschi della Valle d’Aosta. Rinchiusa in casa, assedi[...]



Immagini di Passione

2010-10-02T01:04:19.997+02:00






Giovedì 30 settembre

2010-09-29T08:51:10.203+02:00

GIOVEDÌ 30 SETTEMBRE
ORE 21.00
CRISTINA CATTANEO E LABANOF
(Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense)
con Paola Pioppi, giornalista


CRISTINA CATTANEO, Certezze provvisorie (Mondadori)
Negli ultimi anni è andata crescendo l’attenzione nei confronti delle cosiddette scienze investigative, discipline dipinte come praticamente infallibili. Se lo fossero davvero, non dovrebbero esserci casi irrisolti. In realtà, non è così. Cristina Cattaneo, una delle più note antropologhe forensi del nostro paese, ci spiega invece come i più moderni metodi investigativi non sempre siano in grado di rivelarci la verità su un reperto o un ritrovamento. La realtà quotidiana è molto più complessa di come sembra, e richiede, oltre a strumenti di analisi innovativi e a una grande dose di intuito, una profonda consapevolezza dei limiti e delle imprecisioni della scienza.



Crime Story Slam: i finalisti

2010-09-28T17:58:15.757+02:00

CRIME STORY SLAM:I 15 FINALISTILa giuria composta da Elisabetta Bucciarelli (scrittrice), Laura Crippa (libraia), Patrick Fogli (scrittore), Silvia Peruch (rappresentante La passione per il delitto), Cecilia Scerbanenco (traduttrice ed editor), Carmela Tandurella (libraia) e Franca Villa (libraia) ha votato i 15 racconti finalisti.Ogni giurato ha ricevuto i 40 racconti in gara in forma anonima, connotati solo da un numero progressivo e dal titolo, ed ha attribuito 1, 3, 5, 7 e 9 voti. La classifica è il risultato della somma dei voti attribuiti ad ogni racconto.Per i quattro racconti che hanno ottenuto a pari merito 29 punti, si è reso necessario un'ulteriore votazione, con gli stessi criteri di punteggio, il cui risultato è segnalato tra parentesi.I finalisti si affronteranno a Villa Greppi domenica 10 ottobre alle 14.30, divisi in tre batterie da 5 elementi, e leggeranno i loro scritti davanti al pubblico, che voterà in diretta scegliendo il vincitore assoluto. Arbitro di gara Eugenio Canton.I 15 FINALISTI:1. Elena Grebaz, Odio il lunedì, punti 512. Stefano Sgambati, Novembre '75, punti 473. Ariberto Terragni, La stanza chiusa, punti 454. Emma Lo Duca, L'ammazzaru, punti 455. Emanuele Piccinini e Davide Borgna, Punto di svolta, punti 396. Toni Marsiglia, Luoghi comuni della memoria, punti 397. Marco Proserpio, Laura, punti 398. Marisa Ferri, Gardenia, punti 379. Paolo Pasi, Hanno ammazzato la Befana, punti 3510. Giancarlo Montalbini, Delitto espresso, punti 3511. Nicoletta Longoni, Notte di San Lorenzo, punti 3312. Michele Amedeo, Il burrone, punti 3313. Nicoletta Sipos, Signor giudice, la prego, punti 3314. Alessandro Manzetti, Il posto nero, punti 29 (35 allo spareggio)15. Angela Paternò, Giustizia immediata, punti 29 (34 allo spareggio)LA CLASSIFICA DEGLI ALTRI RACCONTI IN GARA:16. Cinque minuti, punti 29 (33 allo spareggio)17. Ologrammi, punti 29 (21 allo spareggio)18. C'è un tempo, punti 2719. ‘a spiaggia, punti 2720. Colleghi, punti 2721. Il male, punti 2622. Il mondo è pieno di pazzi, punti 2523. Drugs, lost between monkey and kangaroo, punti 2524. Delitto all'happy hour, punti 2525. La piramide di Roma, punti 2326. La spaventosa nottata, punti 2327. Duetto bebop per spilla, punti 2328. Ex, punti 2329. Federica, punti 2130. La tesi di laurea, punti 2131. Giorno di paga, punti 2132. La vendetta dei robot, punti 1933. Non mi sono sbagliato!, punti 1734. Sposerò Simon Le Bon, punti 1735. Double face!, punti 1736. Il giovane perseguitato, 1737. La croce nel cielo, punti 1538. La terrificante creatura di metallo, punti 1339. Un chitarrista…, punti 1140. Accidenti, punti 9[...]



Mercoledì 29 settembre

2010-09-28T08:36:50.300+02:00

MERCOLEDÌ 29 SETTEMBRE
ORE 21.00
GIANLUCA MERCADANTE, ANDREA VILLANI, MARINA VISENTIN
con Chiara Beretta Mazzotta, editor
In apertura di serata: degustazione di cioccolato C-AMARO NOIR

GIANLUCA MERCADANTE, Cherosene (Las Vegas edizioni)
Basta davvero poco per dar sfogo al lato oscuro che giace in ognuno di noi. Una lieve scossa, per trasformare quanto di più ordinario in un’azione improvvisa e malvagia. Una scossa che colpisce e accomuna tutti: un mansueto poliziotto come un pensionato stanco, una giovane hacker come un appassionato d’arte o un rappresentante di cosmesi. E nessuno ne è indenne: perch&eacuto; il male non è fuori, ma dentro di noi.

ANDREA VILLANI, La strategia del destino (Mursia)
Gianluca e Samantha si lanciano ognuno in una notte di eccessi alla vigilia delle nozze. Guglielmo e Benito rievocano storie partigiane e antichi misteri, mentre Lazzaro, studente e pittore notturno, decide di acquistare hashish. Quattro storie della piccola provincia italiana che s’intrecciano nella stessa notte, segnate da un destino diverso. Le loro vite cambiano completamente, ma soltanto all’alba ne prenderanno coscienza. Il giorno dopo il loro borgo non sarà più lo stesso.

MARINA VISENTIN, Biancaneve (Todaro)
Una donna come tante, convinta di non avere molto da pretendere dalla vita. Una giovane donna abituata a starsene in un angolo, a guardare gli altri col naso schiacciato contro il vetro opaco dell’invidia. Un giorno il caso le offre un’insperata occasione di riscatto: la possibilità di diventare finalmente protagonista del proprio destino, in un estremo tentativo di conquistare finalmente un brandello di felicità, ma il prezzo da pagare sarà altissimo.

Ogni noir ha i suoi segreti. Tranne uno. C-Amaro. Il noir senza segreti. Il cioccolato con un‘altissima percentuale di cacao proveniente dalle coltivazioni dell‘Africa, creato da Marco Colzani in esclusiva per la nona edizione del festival La Passione per il Delitto. Il maestro cioccolatiere ha preso ispirazione dai temi legati al giallo per creare Noir: solo un‘altissima percentuale di cacao proveniente dall‘Africa, zucchero e lavorazione artigianale.




Martedì 28 settembre

2010-09-27T15:51:04.900+02:00

MARTEDÌ 28 SETTEMBRE
ORE 21.00
LORIANO MACCHIAVELLI
con Mario Consani, giornalista

Strage (Einaudi)
Quasi nessuno ha potuto leggere finora questo romanzo, perché non appena uscito, nel 1990, fu subito ritirato dal suo editore, dopo la denuncia di uno degli imputati della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna, e mai più pubblicato. Oggi, nel trentennale di quel lutto immenso torna finalmente in libreria. Con intatto il suo potenziale narrativo: personaggi avvincenti, intreccio serrato, ipotesi stupefacenti al confine della fantascienza, dolorosa e inconciliabile verità umana.





Città della Passione

2010-09-25T08:03:56.258+02:00

LE CITTA’ DELLA PASSIONEViaggio in Italia e nel mondo attraverso i libri presentati al festival 2010 MilanoElisabetta Bucciarelli, Ti voglio credere (Kowalski)Hans Tuzzi, L’ora incerta fra il cane e il lupo (Bollati Boringheri)Piero Colaprico, Scala C in Sei fuori posto (Einaudi)Marina Visentin, Biancaneve (Todaro)Salvo Barone, Le regole del formicaio (Todaro)ComoGiuseppe Guin, Io ti aspetto qui (Book)BresciaGianni Simoni, Commissario domani ucciderò Labruna (Tea)TorinoRosa Mogliasso, L’assassino qualcosa lascia (Salani)Luca Masali, La vergine elle ossa (Castelvecchi)Riva del GardaGiancarlo Narciso, Solo fango (Edizione Ambiente)PadovaMassimo Carlotto, L’amore del bandito (e/o)TriesteVeit Heinichen, La calma del più forte (e/o)BolognaCarlo Flamigni, Circostanze causali (Sellerio)Loriano Macchiavelli, Strage (Einaudi)Antonio Paolacci, Salto d’ottava (Perdisa)ParmaValerio Varesi, Il commissario Soneri e la mano di Dio (Frassinelli)Andrea Villani, La strategia del destino (Mursia)ModenaGiuseppe Pederiali, Camilla e il rubacuori (Garzanti)FirenzeMarco Malvaldi, Il re dei giochi (Sellerio)Marco Vichi, Morte a Firenze (Guanda)Palermo e SiciliaGian Mauro Costa, Il libro di legno (Sellerio)Piero Calò, L’occhio di porco (Instar Libri)Svizzera, Canton TicinoAndrea Fazioli, La sparizione (Guanda)Turchia, IstanbulEsmahan Aykol, Hotel Bosforo (Sellerio)Spagna, MadridDomingo Villar, La spiaggia degli affogati (Kowalski)Spagna, BarcellonaTeresa Solana, Scorciatoia per il paradiso (Sellerio)Francia, ParigiPierdomenico Baccalario e Alessandro Gatti, I gialli di vicolo Voltaire (Piemme)Paolo Colombo e Anna Simioni, Il fantasma di Robespierre (Piemme)Francia, MarsigliaPierpaolo Pracca, L’amore la morte il basilico (Il Leone Verde)Irlanda, DublinoKevin Power, Giornataccia a Blackrock (Marco Tropea)Christian Mork, Darling Jim (Marsilio)Polonia, Mar BalticoMichael Gregorio, Luminosa tenebra (Einaudi)Usa, ManhattanLuca Glebb Miroglio, Manhattan a tavola (Il Leone Verde)Cuba, L’AvanaLeonardo Padura Fuentes, L’uomo che amava i cani (Marco Tropea)[...]



Artisti per la Passione

2010-09-23T23:02:11.265+02:00

50 OPERE IN MOSTRA A VILLA GREPPI

E’ la collettiva più importante mai realizzata durante il festival La passione per il delitto: cinquanta artisti, scultori, fotografi, illustratori, si sono misurati con il tema del giallo, del noir, del poliziesco e con gli elementi che da sempre governano le trame dei libri presentati a Villa Greppi. Alcuni di loro arrivano dall’estero – Polonia, Giappone, Taiwan, Gran Bretagna - molti altri si legano al territorio, selezionati in collaborazione con lo Spazio Libri Laboratorio La Cornice di Cantù (Co).

Solo alcune citazioni tra le tante opere in mostra. Garth Kennedy, “Abstract Mechanical Sculptor”, realizza macchine dai movimenti meccanici sorprendenti. Battista Luraschi è artista dalle precisioni geometriche e dai colori primari, mentre Luca Moscatelli incanta con i tratti solenni e ricercati. Gaetano Orazio porta un’emotività forte, tratti sofferti e colori che si compenetrano. Divertenti i giochi di parole di Fulvia Monguzzi, Lucia Pescador rimanda all’hard boiled, Yari Miele si confronta con il contrasto luce-ombra. Inquietanti i ritratti di Marco Brenna, imponente il trittico di grandi dimensioni di Umberto Torricelli, sarcastica la sposa di Marco Besana. Una rivisitazione della figura di Mata Hari è al centro del lavoro di Icio Borghi, Anna Mauceri evoca le forme. L’illustrazione domina i tratti di Ale+Ale, Massimo Caccia, Filippo Brunello, Alice Guazzo, Alessandra Di Leo, Laura Balla, Paola Sala, Stefano Misesti, Beni Chu, Asami Takahashi. Per la prima volta in Italia espone Tsutom Isaji, artista giapponese dalla forte carica figurativa mista a ironia dei soggetti. Keppel si muove tra colore e immagine plastica, mentre Tiziano Motta lavora materie prime naturali come il legno. Le immagini fotografiche portano la firma di Anna Mosca, Fabrizio Galli, Gianluca Bucci, Judit Pòcs, Marina Magri, Marco Besana, Sara Munari.

Al Red’s Hotel di Barzanò saranno inoltre esposte fino al 10 ottobre fotografie di Anna Mosca, Fabrizio Galli e Marina Magri, mentre la personale di Judit Pòcs prosegue alla Cascina Costa di Perego, presso l’agriturismo La Costa.

A Villa Greppi dal 26 settembre al 10 ottobre, tra granaio e parco, saranno esposte le opere di Ale+Ale, Alessandra Di Leo, Alice Guazzo, Anna Mauceri, Anna Mosca, Asami Takahashi, Battista Luraschi, Beni Chu, Chiara Giussani, Claudia Camisasca, Cristina Valla, Davide Locatelli, Diego Cinquegrana, Dorella Fallanca, Elisabetta Barbaglia, Fabrizio Galli, Filippo Brunello, Fulvia Monguzzi, Gaetano Orazio, Garth Kennedy, Gianluca Bucci, Giuseppe Cordiano, Icio Borghi, Judit Pòcs, Keppel, Laura Balla, Luca Moscatelli, Lucia Pescador, Marcello Tedesco, Marco Besana, Marco Brenna, Marina Magri, Mario Mondo, Massimo Ballabio, Massimo Caccia, Paola Sala, Paolo Gagliardi, Paolo Parente, Paolo Sala, Peppo Peduzzi, Pino Lia, Samantha Sirtori, Sara Munari, Sergio Schiavone, Silvano Bricola, Stefano Misesti, Tiziano Motta, Tsutom Isaji, Umberto Torricelli, Valerio Gaeti, Vanni Begio, Yari Miele.



Jerry Kramsky

2010-09-22T15:28:24.389+02:00

JERRY KRAMSKYMisteri per piccoli lettoriDomenica 26 settembre, ore 17.00Pseudonimo di Fabrizio Ostani, è nato nel 1953, vive e lavora ad Appiano Gentile (Como). Disegnatore e sceneggiatore, collabora con Lorenzo Mattotti sin dai tempi dei banchi di scuola. I loro libri di fumetti – pubblicati in inglese, francese, tedesco, spagnolo e giapponese – sono conosciuti in tutto il mondo. Insieme hanno realizzato disegni, piccole storie e libri illustrati rivolti direttamente ai bambini, tra i quali: Il sole lunatico (Gallucci, 2007), Jekyll & Hyde (Einaudi, 2002), Murmure, (Seuil, 2001) Il santo coccodrillo (Corraini, 1999). Con le immagini di Gabriella Giandelli nel 1997 ha pubblicato Fernando e l’uomo senza testa e Fernando e il vampiro trasparente (La Margherita).La stanza delle ombre malvagie (Gallucci). La storia di Nicchio e di una stanza misteriosa. Di un bambino piuttosto timido che arriva con i suoi genitori in una nuova città e della casa in cui vanno ad abitare. Un appartamento con una camera lasciata arredata dal precedente inquilino: un veterinario sperimentale. Poi la storia di una frottola colossale, inventata da Nicchio per farsi rispettare dai nuovi amici piuttosto spacconi: quella della stanza delle ombre malvagie. E per finire la storia di uno scherzo di cattivo gusto che, combinato con qualcosa di incredibile, precipiterà davvero Nicchio nell'inquietante Mondo delle Ombre. Dal quale, grazie all'aiuto di una viaggiatrice d'altri tempi, ritornerà però rafforzato. (Dai 12 anni)TRE DOMANDE A JERRY KRAMSKYChi è Jerry Kramsky? Si è materializzato di notte su una spiaggia greca sul finire degli anni 70. Evocato dagli assurdi racconti di fantascienza di Robert Sheckley e dalla musica psichedelica di Jerry Garcia. Da quel momento, ha iniziato a scrivere un sacco di storie, principalmente per fumetti, e, a un certo punto, a pubblicarle per il mondo, con i disegni del fido Mattotti. Essendo un essere prevalentemente immateriale, ha bisogno di una identità segreta corporea che prema i tasti del computer per lui.Perché hai scelto di raccontare storie per ragazzi? Per imitazione. A causa del mio vecchio maestro elementare che mi costrinse a leggere “Il Barone Rampante”, del grande Italo Calvino, e diede il via alla mia carriera di lettore. A forza di leggere in me si è sedimentata anche la voglia di scrivere. Con le storie, cosiddette, per ragazzi trovo si possa spiare la vita dall’angolazione della prima impressione, che può essere a volte curiosa, forse con meno compromessi. Le storie per ragazzi possono essere lette da adulti ben preparati, che non vogliano troppo fingere d’essere diventati irrimediabilmente grandi. Del resto, favole e frottole, ci accompagnano sempre.In “La stanza delle ombre malvagie” hai realizzato anche le illustrazioni: i mostri sono un soggetto che ti piace particolarmente o è stato un caso? Trovo le mostruosità più facili da disegnare. La mia scuola di disegno (ehm ehm) si basa molto sugli errori, mi faccio guidare da loro e ogni sbaglio può arricchire il mostro… però, alla fine, i miei esseri mostruosi li trovo simpatici e credo di paura ne facciano davvero poca. Mi piacerebbe, una volta, disegnare e scrivere una storia veramente terribile. Quello che più ispira i miei personaggi sono le persone troppo seriose, le regole fasulle, le fronde mosse dal vento, le nuvole, suoni e rumori, ma anche dei pulviscoli abusivi che s’infilano, a volte, nella mia mente.[...]



Villa Greppi

2010-09-22T08:16:53.975+02:00




Domenica 26 settembre 2010

2010-09-21T22:17:16.840+02:00

Ore 15.00Saluto di Inaugurazione della Nona EdizioneORE 15.30GIAN MAURO COSTA, CARLO FLAMIGNI, MARCO MALVALDIcon Nicoletta Sipos, giornalista Tre parlate che sono come un viaggio attraverso l’Italia, tre ambientazioni, tre scenari contrastanti, in un incontro in cui il giallo è “glocal”. Nessuno strumento scientifico né squadre da pronto intervento per risolvere i casi investigativi di questi romanzi, ma solo grande curiosità, passione e cervelli a confronto. I protagonisti in apertura della nona edizione del festival La passione per il delitto, sono tre autori della scuderia Sellerio: il palermitano Gian Mauro Costa con Il libro di legno, il bolognese Carlo Flamigni con Circostanze casuali, e il fiorentino Marco Malvaldi con Il re dei giochi. Moderati dalla scrittrice Nicoletta Sipos, si racconteranno nel loro modo di vedere e filtrare il territorio, nei loro legami con una narrazione che si lega saldamente ai suoni e alle visioni in cui è nata. Gian Mauro Costa si racconta attraverso la vicenda di Enzo Baiamonte, cinquantenne radiotecnico che per arrotondare aiuta un avvocato a trovare oggetti e persone, e che si trova alle prese con uno strano incarico: il recupero di cinque libri che un defunto professore bibliofilo ha dato in prestito. Carlo Flamigni torna con la sua saga familiare dei Casadei, investigatori sui generis: questa volta il notaio Annibale Ricci Ribaldi, uomo vizioso e ricco di famiglia, viene trovato morto nel suo studio. Poco dopo la stessa sorte attende per l’ostetrica che ha fatto nascere i suoi figli. Marco Malvaldi è considerato ormai un classico con il suo circolino di investigatori pensionati del Bar Lume: Ampelio il nonno, Aldo l’intellettuale, il Rimediotti pensionato di destra, e il Del Tacca del Comune. Riuniti attorno al nuovo biliardo, esaminano gli ultimi fatti di Pineta, tra cui il terribile incidente della statale: un ragazzino è morto, e sua madre è in coma profondo. Come c’era da aspettarsi, i quattro sono convinti che non sia stato un incidente.ORE 16.30ESMAHAN AYKOL, ROSA MOGLIASSOcon Raffaella Calandra, giornalista L'ottimo debutto nel giallo di due autrici: la turca Esmahan Aykol, che racconta le suggestioni del Bosforo con il piglio occidentalizzato di chi da anni si divide tra Istanbul e la Germania. La torinese Rosa Mogliasso, finalista al Premio Bancarella 2010 con un libro che sorprende per la vivacità narrativa, riccamente popolato di una umanità varia e divertente. Un aspetto che accomuna i romanzi delle due autrici, capaci di raccontare mondi umanamente ricchi, con personaggi agli antipodi che si incrociano, dove tutti influiscono sui destini di chi gli vive attorno. In Hotel Bosforo (Sellerio), Esmahan Aykol si propone con un giallo ricco d’ironia, che ha per protagonista una donna tedesca-turca, che si trova spettatrice e partecipe dell’inchiesta su un omicidio ambiguo; ma protagonista vera è la città europea del momento: Istanbul. Rosa Mogliasso, al suo esordio con L’assassino qualcosa lascia (Salani) apre sulla figura di Alma Peressi, ricchissima e disperata, che nella sua abitazione aspetta che la polizia venga ad arrestarla. Su di lei pesa la responsabilità di un delitto atroce, più un’altra serie di colpe minori: un marito avvocato che ama rimorchiare giovani nei parchi pubblici, una figlia eternamente sballata, un’infelicità inestingu[...]



Edizione 2010

2010-09-17T08:03:23.496+02:00


LA PASSIONE PER IL DELITTO 2010
Libri e autori tra giallo e noir
Programma e protagonisti su

Oltre 70 ospiti italiani e internazionali.
Artisti per la Passione: 50 opere in mostra a Villa Greppi.
Laboratori per bambini con presentazioni di libri, stage di illustrazione,
spettacoli teatrali, letture di fiabe, lezioni di inglese, merende.
Colazioni e aperitivi con gli autori.
Esibizioni di Carabinieri e Guardia di finanza.
Stage di cucina e percorsi di degustazione.
Corso di scrittura creativa.
Reading e performance di scrittori, poeti, artisti.
Crime Story Slam

Villa Greppi, Monticello Brianza (Lc)
26 settembre - 10 ottobre 2010



la Passione in giardino e cena

2010-09-05T14:53:10.653+02:00

Giovedì 16 settembreLA PASSIONE IN GIARDINOvi raccontiamo in anteprima il festival 2010ore 19.00 Red’s Hotel Barzanòpresentazione della nona edizione,con preview della mostra di Villa Greppi "Artisti per la Passione", sezione fotografica.Espongono Fabrizio Galli, Marina Magri, Anna Mosca.a seguireore 20.30 ZAFFERANO BISTROTRed's Hotel, Barzanò (Lc) Via Don Rinaldo Beretta 24 - tel. 039.9272120Un menu giocato sui temi del giallo e dello zafferano, con un libro in omaggio per ogni partecipante.MENUMosaico di pesci marinati con miele allo zenzero e zafferanoZuppetta di fagioli di Pigna e zafferano con spiedo di mazzancolleGemelli al nero con cozze, vongole, pachino, zafferano e sfoglie di pancetta croccanteMillefoglie di branzino e porciniPurea di legumi e patateMousse allo zafferanoVINIToto Monferrato bianco Cascina Radice ‘08 Toto Monferrato rosso Cascina Radice ‘07Acque mineraliCaffèCosto 40 euro inclusi acqua, vino e un libro giallo. Prenotazione obbligatoria[...]



Volontari per la Passione

2010-08-30T21:42:39.289+02:00


Seguire ogni fase della manifestazione, essere presenti al punto informativo per illustrare il programma, rispondere alle domande del pubblico, raccogliere le iscrizioni agli eventi. Svolgere attività nei laboratori per bambini, accompagnare gli autori in hotel e intrattenerli, scattare foto del festival o realizzare veloci riprese video. Dare una mano per gli allestimenti e per qualsiasi incombenza possa servire a dare forma e successo alla nona edizione del festival di Villa Greppi: come ogni anno, la "Passione" cerca volontari.

L’appello ad entrare a far parte dello staff e contribuire all’organizzazione durante le due settimane della manifestazione, è rivolto a chiunque voglia di vivere la manifestazione dall'interno, avvicinare gli scrittori e conoscerli, ma anche entrare nelle dinamiche e nei meccanismi dell’organizzazione di un festival letterario. Basta mettere a disposizione un po’ del proprio tempo in giorni a scelta: il sabato pomeriggio, la domenica o durante le serate infrasettimanali. Giovani ma non solo: la manifestazione attende chiunque abbia voglia di regalarle un po’ del proprio tempo, calibrato sulle disponibilità e attitudini di ognuno.

Chi fosse interessato a far parte dello staff 2010, può contattare l’organizzazione all’indirizzo: redazione@lapassioneperildelitto.it, indicando le proprie generalità e un recapito telefonico.