Subscribe: Innovate Marketing and Advertising
http://innovatemarketing.blogspot.com/feeds/posts/default
Added By: Feedage Forager Feedage Grade B rated
Language: Italian
Tags:
alla  blogspot innovatemarketing  che  comunicazione  dei  della  feedburner blogspot  feeds feedburner  gli  lenticolare  nel  più 
Rate this Feed
Rate this feedRate this feedRate this feedRate this feedRate this feed
Rate this feed 1 starRate this feed 2 starRate this feed 3 starRate this feed 4 starRate this feed 5 star

Comments (0)

Feed Details and Statistics Feed Statistics
Preview: Innovate Marketing and Advertising

Corporate Fundraising





Last Build Date: Fri, 14 Jul 2017 06:47:28 PDT

 



Come scegliere l'azienda che vogliamo contattare

Tue, 15 Nov 2016 02:56:04 PST

INDIVIDUARE L’AZIENDAIl primo passo per una raccolta fondi efficace è saper scegliere attentamente i partner più interessanti per la nostra organizzazione. Vediamo quali domande dovremmo farci prima di individuare l'azienda giusto per noi. 1.     Quali sono le necessità dell’organizzazione ?   Ogni partner può offrirci diverse, interessanti opportunità. Ad esempio: una rete capillare, un settore merceologico non presidiato, un servizio o un prodotto di valore, possibili sinergie, un contatto “qualitativo” con i dipendenti e/o clienti, ecc.. 2.     Quali settori merceologici rispondono alle nostre necessità?  Ogni partner può offrirci diverse, interessanti opportunità. Ad esempio: una rete capillare, un settore merceologico non presidiato, un servizio o un prodotto di valore, possibili sinergie, un contatto “qualitativo” con i dipendenti e/o clienti, ecc.. 3.     Quali aziende ci interessano in quei settori merceologici?  Affiniamo la nostra ricerca, selezionando le aziende in base a criteri dimensionali e qualitativi come la reputazione dell’azienda, i valori condivisi, le caratteristiche della rete o del prodotto, il livello del contatto. 4.     Cosa potrebbe interessare all’azienda scelta?  Con una ricerca in rete possiamo individuare le esigenze specifiche dell’azienda, ovvero le motivazioni che potrebbero spingerla a diventare nostro partner di raccolta fondi. 5.     E’ ora di contattare l’azienda.    Ogni settimana possiamo dedicare alcune giornate ai contatti con nuove aziende. Mettiamo a frutto questo tempo e soprattutto ricordiamoci che spesso avremo solo un’occasione. http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



La differenza tra donatore privato e donatore corporate

Fri, 11 Nov 2016 06:15:49 PST

Gli interlocutori con cui ci dobbiamo relazionarci, nel caso delle aziende, sono diversi rispetto ai donatori privati che donano su sollecitazioni  emotive e razionali e riferite esclusivamente al punto di vista personale. I manager lo fanno con il budget dell’azienda e, in tal senso, devono essere anche convinti che scegliendo noi, faranno la cosa giusta per la loro azienda e per gli obiettivi aziendali che nel proprio ruolo devono garantire. Per questo il Fundraiser dovrebbe :• capire le necessità dell’azienda e i bisogni dell’interlocutore, e creare una proposta di valore condiviso;• sviluppare un’attenzione particolare al marketing e alla comunicazione;• non dare mai per scontati i bisogni dell’altro, ma ascoltare e riconoscere le sue esigenze e risolvere le sue preoccupazioni con una proposta. Ricordiamoci sempre che:• il nostro interlocutore non ha per forza bisogno di questo incontro: per guadagnare tempo e attenzione devi essere piacevole e interessante;• non basta conoscere alla perfezione quello che fa la nostra organizzione: il nostro interlocutore sceglierà se sostenerci anche sulla base dei nostri valori, della nostra notorietà, della nostra community;• il nostro linguaggio spesso è diverso da quello del business. Meglio parlare chiaro e non usare termini tecnici, per evitare incomprensioni (es. CRM per loro significa Customer Relationship Management, per noi Cause Related Marketing);• per poter strutturare uno storytelling efficace devi capire subito chi hai di fronte.GLI INTERLOCUTORI CHE AVRAI DAVANTIValuta sempre cosa vuole ottenere l’azienda dalla partnership con la tua organizzazione : • migliorare la reputazione• fidelizzare i clienti• rafforzare il senso di appartenenza all’impresa• migliorare l’ambiente di lavoro e rafforzare la motivazione dei dipendenti• aumentare le vendite• aumentare la Brand Awareness• usufruire della deducibilità fiscale• entrare in contatto con altre aziende (networking) Non dimenticare cosa interessa alla tua organizzazione: • donazioni liberali• donazioni in natura• aumentare la base donatori• facilitazioni relazionali• formazione e sensibilizzazione per dipendenti e volontari• acquisizione di know-how• attività di co-marketing per aumentare le occasioni di contatto con nuovi pubblicihttp://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Il corporate fundraiser - Le fasi della relazione con un azienda

Thu, 03 Nov 2016 06:44:14 PDT

 
Quando devi cominciare a pensare e realizzare una partnership con una azienda, finalizzata al sostegno di una causa benefica, devi pensare che possa durare a lungo, devi impostare la base per un rapporto longevo e sostenibile per entrambi. Per farlo devi essere consapevole del rapporto che esiste tra l'organizzazione e l'azienda.
Ci conosce ? non ci conosce ? ci dona ? non ci dona ? E' necessario guidare l'azienda in un percorso crescente di partecipazione alla nostra missione, un percorso che prevede diverse fasi della relazione.
La prima fase è quella dell'interesse: è la fase iniziale in cui dobbiamo iniziare a conoscere l'azienda e l'azienda deve imparare a conoscere l'organizzazione. Dobbiamo parlare di noi, della nostra missione, dell'importanza di quello che facciamo e dell'impatto che abbiamo sulla società, dobbiamo capire quanto la nostra missione si sposa con gli obiettivi, i valori e le strategie dell'azienda. In questa fase quindi informiamo, sensibilizziamo e ascoltiamo.
La seconda fase è quella del coinvolgimento: in questa fase l'azienda e l'organizzazione si conoscono già, dobbiamo capire come possiamo collaborare, possiamo proporre all'azienda attività coinvolgenti che gli permettano di conoscere meglio la nostra missione.
La terza fase è quella dell'impegno: in questa fase l'azienda ci conosce bene, ha collaborato con noi e ha testato la nostra affidabilità e serietà, dobbiamo ottenere una maggiore partecipazione da parte dell'azienda. Dobbiamo far crescere il sostegno economico dell'azienda attraverso il coinvolgimento dei dipendenti, della rete, dei prodotti o dei servizi.
A mio parere questo potrebbe essere un percorso virtuoso da utilizzare nei rapporti con le aziende per una organizzazione no-profit, è ovvio che la relazione con un azienda potrebbe anche iniziare direttamente dalla fase del coinvolgimento o dalla fase dell'impegno, è fondamentale però riprendere la relazione dall'inizio affinché il rapporto posso proseguire su una base solida.




Sci solidale con Telethon a La Thuile

Thu, 03 Nov 2016 06:43:23 PDT

Sciare non è mai stato così bello. Cosa c’è di meglio che divertirsi e fare del bene? Durante tutta la stagione invernale 2016/2017 coloro che a La Thuile, in valle d’Aosta, acquisteranno uno skipass, potranno decidere di donare almeno 1,00 euro a Telethon.  Un piccolo e prezioso gesto per contribuire ad aiutare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. E non dimenticate di mettere in agenda "Sci solidale con Telethon” a La Thuile il weekend del17 e 18 dicembre. L’imperdibile opportunità di sciare con una tariffa promozionale e sostenere la Fondazione. Per informazioni Adagiata in un’ampia valle incorniciata dal Monte Bianco e dal Ghiacciaio del Ruitor, La Thuile affascina gli appassionati della vacanza attiva e chi desidera rigenerarsi in un ambiente dove la natura è selvaggia e accogliente al tempo stesso. Ideale meta per lo sci, il suo famoso comprensorio internazionale ha ospitato nel 2016 tre gare di velocità della Coppa del Mondo di Sci Femminile e nel 2017 sarà teatro della Coppa del Mondo di Telemark. 150 km di piste di differenti difficoltà e impianti super veloci permettono a tutti di sciare no-stop.  Strutture ricettive accoglienti ed enogastronomia di qualità soddisfano ogni esigenza. http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



I migliori ristoranti italiani sostengono Telethon grazie all'iniziativa di Groupon

Thu, 03 Nov 2016 02:35:52 PDT

 Cibo e solidarietà. Ecco gli ingredienti di Stelle & Forchette, il nuovo progetto di Groupon che unisce l’eccellenza dei migliori ristoranti italiani con le stelle della FondazioneTelethon, in prima linea da più di 20 anni nella ricerca per la cura delle malattie genetiche.Fra pochi giorni anche tu potrai sostenere concretamente la ricerca biomedica acquistando il menu di un prestigioso ristorante italiano che, insieme a te, crede nella comunità di cervelli e di cuori che lavora ogni giorno per sconfiggere le malattie genetiche.Per ogni coupon acquistato, Groupon donerà 5 euro a Telethon.Lo Chef Simone Rugiati e la food blogger Chiara Maci sostengono l’iniziativa accanto a Groupon e Telethon come testimonial della campagna Stelle & Forchette. Il video “Per la prima volta” racconta la storia di Sebastian, un bambino statunitense curato all’istituto Telethon di Milano grazie alla terapia genica: la ricerca Telethon lo ha salvato da una malattia che aveva azzerato le sue difese immunitarie costringendolo a vivere isolato persino dalla sua famiglia.  allowFullScreen='true' webkitallowfullscreen='true' mozallowfullscreen='true' width='320' height='266' src='https://www.youtube.com/embed/DbkrFh3F4hE?feature=player_embedded' FRAMEBORDER='0' />  La Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale. Telethon, grazie a un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti. Ad oggi, Telethon ha investito in ricerca oltre 394 milioni di euro, finanziando 2477 progetti di ricerca che hanno prodotto oltre 9380 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e che hanno permesso di portare avanti lo sviluppo di 27 diverse strategie terapeutiche per 25 malattie genetiche rare.http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Vetrina Lenticolare per Byblos, una delle innovazioni della Fashion Week milanese

Mon, 03 Oct 2011 02:04:57 PDT

La moda mira a sorprendere sempre, ancora di più durante la fashion week.


Ed ecco che anche fuori dalla passerella non mancano le innovazioni, come la vetrina lenticolare scelta da Byblos per il suo negozio in Via della Spiga, cuore modaiolo della città di Milano. Un pannello lenticolare fa da scenografia ai due manichini che indossano la nuova collezione del noto marchio di abbigliamento.

“Volpe e cigno, due esseri estremamente diversi morfologicamente, ma che pur nella loro eterogeneità, contengono le caratteristiche della donna contemporanea.” Questo il tema cardine della nuova collezione autunno-inverno, proprio grazie alla scelta di un effetto Flip lenticolare i due animali si muovono movimentando la scena all’interno della vetrina.

La stampa lenticolare è opera di TreD, che con il suo sistema proprietario, H3D® System è attualmente l’unica in Europa specializzata esclusivamente in stampa lenticolare.





La tecnologia TreD tra arte design e comunicazione

Mon, 18 Apr 2011 04:18:20 PDT

E’ grazie alla tecnologia della stampa lenticolare che oggi possiamo ottenere straordinari risultati sia nei grandi progetti artistici che nei piccoli oggetti quotidiani.La stampa lenticolare è stata sviluppata grazie al sistema H3D®System della prestigiosa azienda italiana TreD www.lenticolare.it con sede a Milano e Roma, mentre il team di ricerca si trova nella Silicon Valley italiana: Catania.L’innovativo sistema permette di ottenere effetti in movimento e 3Dimensionali mai visti prima.H3D®System permette di por t are in stampa l’effetto della 3Dimensionalità, oltre ad ottenere straordinari effetti di animazione, in pochi millimetri di spessore e senza l’ausilio di occhiali specifici. Una ulteriore innovazione di H3D®System consente l’utilizzo di materiali sperimentali ecocompatibili ed ecosostenibili. I nuovi materiali sono riciclabili al 100% con un fattore di biodegradabilità doppio rispetto ai materiali precedentemente utilizzati.La tecnica di stampa lenticolare H3D®System è applicata con successo anche in vasti ambiti commerciali, in cui gli effetti lenticolari di dinamismo e 3Dimensionalità permettono di cogliere l’attimo di attenzione che l’osservatore dedica ad una comunicazione pubblicitaria.Campagna pubblicitaria Nespresso con tecnica di stampa lenticolare H3D®System su arredo urbano effetto Flip 3 immagini.Dal promozionale in cui l’H3D®System lenticolare permette di trasformare un gadget in un oggetto da collezionare, a soluzioni di marketing innovativo in genere le applicazioni di questa tecnica di stampa sono praticamente infinite.La comunicazione Out of Home H3D®System e gli allestimenti di stand, esibizioni ed eventi arricchiscono le possibili applicazioni permettendo di utilizzare gli straordinari effetti lenticolari anche in questi ambiti in cui comunicare efficacemente è fondamentale.Karim Rashid è una figura leader tra i designer mondiali e le sue creazioni spaziano dall’interior al fashion, al packaging design, moda e arte. L’obiettivo che Rashid si pone è quello di sensibilizzare il pubblico al design come forma d’arte rendendolo partecipe quindi accessibile a tutti.Anche Karim Rashid adotta il sistema H3D®System per la realizzazione delle sue opere.Troviamo un esempio di applicazione in arredamento indoor nell’opera lenticolare di formato 4,76mt x 2mt realizzata dall’artista, grazie alla tecnologia H3D®System, esposta al Mod Centre di Mosca.L’opera rappresenta le forme caratteristiche dell’artista in 3Dimensioni mentre cambiano colore e si muovono ed è inoltre caratterizzata dal non avere angoli retti essendo i pannelli tagliati a laser seguendo i tratti dell’immagine.Anche l’interno della stazione Metropolitana di Napoli, fermata “Università” è impreziosito da 3 pareti lenticolari progettate da Karim Rashid: Ikons, Mutalblob Pink e Mutalblob Lime.Ikons è un’opera di 24 mt di base x 2,4 mt di altezza, l’effetto 3D moving rappresenta i simboli caratteristici del famoso architetto che cambiano colore.Mutalblob pink e lime sono due opere di 32 mt di base x 1,8 mt di altezza ognuna, i soggetti in 3D ruotano variando di colore al movimento dell’osservatore sulla banchina o sul treno della metropolitana.Le opere rappresentano la più grande installazione lenticolare del mondo e sono state realizzate mediante un ambiente di modellazione 3D virtuale.http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



I VINI DELL'AZIENDA NO,VO'LI' A CASA AZZURRI

Sun, 13 Jun 2010 10:50:48 PDT

I nuovi prodotti dell'azienda vinicola NO,VO'LI' saranno presenti nel ritiro degli azzurri in Sud Africa in occasione dei Mondiali di Calcio 2010, oltre ai consolidati vini Tavernaia ,Cavernano, La Scudiscia ora anche i nuovissimi prodotti BIOLOGICI come il Chianti e il Rosso della Bruciata. Di seguito le schede tecniche dei prodotti: CHIANTI BIO Uvaggio Sangiovese in purezza. Vigneto È situato ad un’altezza di circa 400 m. con esposizione a Est e Sud-Est. La tessitura è tendenzialmente argillo-sabbiosa con limitata presenza di scheletro. L’impianto è stato realizzato su un terreno non coltivato da oltre 20 anni circondato da vegetazione naturale, senza effettuare movimenti di terreno, seguendo le pendenze naturali. La densità di impianto è di 6.660 piante/ ha con viti allevate a cordone speronato. Tecnica colturale Secondo i metodi dell’agricoltura biologica (certificazione ICEA); si ricorrre all’inerbimento per favorire l’assorbimento di elementi nutritivi e controllare i fenomeni erosivi. Il controllo delle principali avversità è favorito dalla particolare localizzazione del vigneto. È praticato il diradamento per contenere la produzione a pianta. Vinificazione Le uve vengono raccolte a mano, alla piena maturità fenolica, per garantire una ultima selezione e avviare alla vinificazione solo i grappoli in perfetto stato sanitario e di maturazione. A seconda degli anni, in base alle caratteristiche dell’uva, se necessario si ricorre al salasso per ottenere vini più strutturati. La fermentazione alcolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata con macerazioni che si protraggono per 20/22 giorni. Affinamento In bottiglia per sei mesi. Abbinamenti gastronomici Arrosti, carni bianche e primi con sughi strutturati. ROSSO DELLA BRUCIATA Uvaggio Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot. Vigneto È situato ad un’altezza di circa 450 m. con esposizione a Est e Sud-Est. La tessitura è tendenzialmente argillosa con limitata presenza di scheletro. L’impianto è stato realizzato su un terreno non coltivato da oltre 20 anni circondato da vegetazione naturale, senza effettuare movimenti di terreno, seguendo le pendenze naturali. La densità di impianto è di 5.128 piante/ ha con viti allevate a cordone speronato. Tecnica colturale Secondo i metodi dell’agricoltura biologica (certificazione ICEA); si ricorrre all’inerbimento per favorire l’assorbimento di elementi nutritivi e controllare i fenomeni erosivi. Il controllo delle principali avversità è favorito dalla particolare localizzazione del vigneto. È praticato il diradamento per contenere la produzione a pianta. Vinificazione Le uve sono raccolte quando hanno raggiunto la piena maturità fenolica effettuando un’attenta selezione nel corso della vendemmia manuale. A seconda degli anni, in base alla composizione dell’uva, se necessario si ricorre al salasso per ottenere vini più strutturati. La fermentazione alcoolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata con macerazioni che si protraggono per 20/22 giorni. Affinamento Il vino trascorre circa 8/12 mesi in barriques di rovere francese da 225 litri, di primo e secondo passaggio. Abbinamenti gastronomici Si abbina bene a carni rosse, arrosti di cacciagione e animali da cortile in genere. Sul sito internet www.no-vo-li.it potrete trovare l'elenco di tutti i prodotti dell'azienda e le relative schede tecniche. http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Almo Nature presenta il restyling del sito web, on line da oggi il nuovo layout firmato Oliviero Toscani

Mon, 07 Jun 2010 00:43:15 PDT

Da oggi on line il nuovo sito, un restyling completo coordinato con la nuova immagine di Almo Nature.Almo Nature diventa aLmore anche sul web e porta la campagna 2010 di Oliviero Toscani sul digitale, perché il messaggio sia amplificato in tutta la sua potenzialità.Il sito mantiene la sua struttura, ricca di informazioni sui prodotti e sull’alimentazione degli animali da compagnia, sempre fruibile anche da iPad. La pagina faq è in costante aggiornamento con le risposte più utili per gli utenti, fornite dai nostri esperti sempre a disposizione.Tutte le informazioni sono personalizzate per 9 Stati e disponibili in 5 lingue.Inoltre, si sta espandendo una sezione esclusivamente dedicata ai veterinari, il Vet Forum. L’intento è di invitare all’interazione tra medici specialisti e luminari del settore per condividere esperienze, casi clinici e opinioni.Gli animali sono molto più pazienti con noi di quanto noi siamo con loro e, se vedessimo il mondo attraverso i loro occhi, forse vedremmo un mondo migliore. Creando un’immagine per questo nuovo progetto ho cercato di pensare soprattutto agli animali e alla filosofia di Almo Nature che cerca di essere come i cani e i gatti che nutre. Oliviero ToscaniAllontanandosi dagli stereotipi della banalità, Almo Nature diventa aLmore. La sua comunicazione vive nel binomio di arte e solidarietà,nel 2010 il maestro Oliviero Toscani e i gatti e cani poveri. Pier Giovanni CapellinoAlmo Nature . Fondata nel 2000 grazie all’esperienza e all’intuito di Pier Giovanni Capellino, almo nature è stata la prima azienda al mondo a introdurre nel mercato l’alimento naturale per cani e gatti.Oggi, Almo Nature significa Qualità, grazie all'utilizzo di ingredienti di prima scelta, il controllo meticoloso svolto ad ogni stadio del processo produttivo, l'attenzione dedicata a soddisfare i bisogni dell'animale ad un livello sempre più elevato; Trasparenza, Almo Nature ha introdotto la Piramide della Qualità, lo strumento che consente, sulla base della qualità degli ingredienti impiegati, di classificare i prodotti Almo Nature, per permettere al consumatore di giudicare e scegliere consapevolmente gli alimenti per il suo gatto e il suo cane; ma soprattutto significa Solidarietà,scegliere Almo Nature per il proprio animale non significa solo avere la garanzia di nutrirlo con un alimento di qualità, ma spingersi oltre.Almo Nature è la marca amica di tutti gli animali: accanto alla sua attività principale, acquisiscono sempre più importanza i progetti di Marketing Solidale volti a offrire un aiuto concreto agli animali meno fortunati. Un impegno vero dal loro punto di vista.www.almonature.euhttp://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



TreD annuncia la nascita del Lenticolare ad alta definizione HD

Mon, 18 Apr 2011 04:19:11 PDT

Tre D azienda specializzata nella produzione di stampati lenticolari ha il piacere di comunicare la nascita del lenticolare ad alta definizione HD. Grazie alla qualità HD Tre D è in grado di riprodurre in un moving lenticolare filmati fino a 90 frame ed effetti di tridimensionalità con profondità e nitidezza mai visti prima. Lo straordinario miglioramento degli effetti lenticolari è ottenuto grazie alla capacità di stampare ad una risoluzione 4 volte superiore allo standard, all’utilizzo di materiali lenticolari “ultra clear”, ed all’impiego del retino stocastico che conferisce alle immagini una qualità fotografica. Utilizzando inoltre un processo di stampa Offset UV i colori stampati risultano incredibilmente vividi e brillanti. La tecnologia di stampa lenticolare, già di grande impatto comunicativo per gli straordinari effetti speciali che permette di realizzare, accresce con l’HD ulteriormente il suo appeal. Gli effetti HD si prestano ad un vasto numero di applicazioni, dalle cartoline al merchandising, passando per biglietti da visita, locandine e materiale per il punto vendita. Il lenticolare HD viene prodotto da Tre D in Italia in tempi brevi ed a costi compatibili con qualsiasi budget pubblicitario. Per avere maggiori informazioni sul lenticolare HD visitate il sito www.lenticolare.ithttp://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]


Media Files:
http://www.youtube.com/v/OMsEkSQ_5gc&hl=it&fs=1




The True Heads alla conquista del Web con Dartway

Mon, 07 Jul 2008 05:53:35 PDT

The True Heads, la virtual band lanciata da Ceres, ha oggi un doppio spazio online: un sito Web e MySpace. La nuova versione di www.ceres.com, realizzata da Dartway Interactive Agency, è infatti incentrata proprio sulla indie rock-band. Accanto alle sezioni ‘istituzionali’, comunque sempre distanti da qualsiasi concetto di istituzionalità, Company (con le schede prodotto e tutte le campagne TV), Ceres Nights (con le feste e i live shows a tema), e Promotion (con le promozioni in corso lato consumer e trade), The True Heads hanno una vetrina privilegiata nella quale si raccontano in prima persona e possono raccogliere tutti i loro materiali. Si tratta di un sito di branding dall’innovativo impatto visivo: l’aspetto più innovativo riguarda il tentativo di trasferire l’analogico sul canale digitale. “Il trattamento” spiega Danilo Rolle, Direttore Creativo di Dartway “si può considerare in un certo senso ‘manuale’, attraverso la riproduzione dello scratch, tipico mezzo di espressione dei più giovani, e l’inserimento della componente fotografica”. Proprio quest’ultimo aspetto è stato curato con particolare attenzione: su ogni singola pagina è stata effettuata un’accurata ricerca relativa al taglio dello scatto fotografico di background. E infatti, sono stati creati dei materiali ad hoc e non semplicemente recuperati da frame dello spot TV. Il sito rappresenta una evoluzione nell’ambito della comunicazione Ceres: nel suo cross-over di stili, il realismo acquista un maggiore peso rispetto alla pura animazione 3D che contraddistingue sia la versione precedente del sito sia il nuovo spot TV. Già, lo spot TV. Perché il sito fa parte di un progetto multimediale partito lo scorso Aprile, ma allo stesso tempo si mostra in parte indipendente, poiché sfrutta appieno tutte le opportunità e le potenzialità offerte dal canale Web. “Per esempio, punta molto sulla socialità”, sottolinea Nicola Pardini, Account Executive di Dartway. “Una delle sezioni più frequentate e ‘movimentate’ è MyCeres: da quando l’abbiamo inaugurata abbiamo raccolto quasi 14.000 iscritti, che interagiscono, giocano e scaricano tanti gadget digitali che strizzano l’occhio ai nuovi standard tecnologici: PC, Mobile, iPod, MSN…”. Sempre in prospettiva di social networking è nata la pagina su MySpace (www.myspace.com/thetrueheads), pensata come lo spazio del gruppo e non direttamente di Ceres, attraverso la quale The True Heads possono fare conoscere le loro storie e la loro musica. “Qui Ceres compare in qualità di sponsor, quasi in un processo inverso rispetto a quello del sito, dove è la band ad essere testimonial della brand”, sottolinea Gianluca Motta, copywriter del progetto. Un altro aspetto significativo è la presenza sia dello spot TV sia della versione full del video (scaricabile esclusivamente dal sito Web) sugli strumenti di videosharing: tutti i video caricati sul principale di essi, YouTube, hanno ottenuto complessivamente quasi 18.000 views (e il video versione full è disponibile da 1 mese soltanto), segno e testimonianza della effettiva vivacità del sito e della interazione tra Ceres e gli utenti. Dartway Interactive (www.dartway.com) è un’agenzia partner del gruppo di comunicazione integrata Moltiplica (www.gruppomoltiplica.it) specializzata in soluzioni interattive per il business attraverso il canale web e i media digitali. http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Sito Internet gratis con forme di ricavo rivoluzionarie

Wed, 28 May 2008 05:57:43 PDT

Voglio presentare questa iniziativa, a mio parere veramente innovativa, rivolta a tutte le società dilettantistiche sportive che si trovano in Italia e che è partita a giugno del 2007. GIOCA srl è una società che si pone come punto d’incontro fra lo sport dilettantistico e le aziende che hanno come target una clientela sportiva e dinamica. GIOCA ha sviluppato due iniziative differenti che permettono ai suoi partner di avere visibilità con un grande impatto emotivo: Il Portale dello Sportivo ed il Circuito GIOCA. www.ilportaledellosportivo.it nasce con l’obbiettivo di divenire un punto d’incontro per tutti gli sportivi dilettantistici creando una community che dia informazioni tecniche e pratiche a tutti gli appassionati. Queste notizie vengono fornite grazie alla consulenza di affermati professionisti dello sport e attraverso il contributo diretto di chi si iscrive al Portale dello Sportivo. Oltre a questo sul Portale dello sportivo si possono trovare rubriche, forum e interviste che permettono di attirare in modo continuo gli appassionati Parallelamente a questo progetto, GIOCA srl ha da poco avviato un’iniziativa rivoluzionaria che consiste nel regalare un sito Internet a tutte le società sportive dilettantistiche italiane, garantendo non solo la totale gratuità dell’offerta ma addirittura un ricavo sicuro. I tecnici di GIOCA hanno infatti sviluppato un sofisticato software che permette alle società sportive di creare siti Internet dinamicamente, in automatico e in brevissimo tempo. La realizzazione dei siti è resa possibile dal contributo di diversi partner di rilievo nazionale che affiancano il loro marchio al Circuito GIOCA e, di conseguenza, a tutti i siti delle società sportive legate a GIOCA. GIOCA si propone dunque come concessionaria di pubblicità per lo sport dilettantistico nazionale, aprendo agli inserzionisti nazionali un mondo spesso inaccessibile per l’eccessiva frammentazione dell’offerta. Attualmente sono 150 le società sportive iscritte al Circuito GIOCA. Nei prossimi mesi prevediamo un forte incremento grazie ad una mirata campagna stampa sui media nazionali (Il sole 24 ore, La Gazzetta dello Sport ecc.) e locali. Ogni società sportiva del Circuito GIOCA coinvolge un centinaio di tesserati con le rispettive famiglie, a cui vanno aggiunti dirigenti accompagnatori, allenatori e tutte quelle persone che, con incarichi diversi, gravitano attorno alla società sportiva.Da evidenziare il fatto che tutti questi utenti navigano i siti web in maniera approfondita per diversi minuti al giorno perché direttamente interessati e coinvolti nella gestione societaria. Se poi a queste persone aggiungiamo la cerchia dei tifosi, degli amici e dei conoscenti che anche solo per curiosità accedono ai siti internet, diventa evidente come il target raggiunto attraverso i siti GIOCA sia eterogeneo. Dai dati in nostro possesso abbiamo verificato che i navigatori dei siti GIOCA coprono diverse fasce d’età, dai 13 ai 55 anni. Tuttavia, l’utente tipo è il giovane di età compresa tra i 15 e i 35 anni, identificato come il maggiore utilizzatore - “in modo attivo” - dei servizi offerti da GIOCA via web. Ciò significa avere a disposizione un bacino d’utenza di dimensioni pressoché illimitate, con particolare rilevanza della fascia d’età più appetibile per l’advertising. Oltre ad un sito accattivante, innovativo e completamente gratuito, GIOCA offre ogni anno alle società sportive un’alta percentuale dei ricavi provenienti dagli inserzionisti nazionali.I siti GIOCA sono ricchi di immagini e informazioni, completi e interattivi, con dati anagrafici e foto a colori di tutti i tesserati (dirigenti e giocatori, anche i più giovani), con sezioni riservate alla società ([...]



Nuovo Spot CERES BEER di PBCOM

Fri, 16 May 2008 05:36:52 PDT

La nuova comunicazione Ceres firmata PBCOM si pone come obiettivo quello di utilizzare la musica come veicolo di contagio per trasformare la comunicazione in fenomeno virale: non si tratta di un semplice spot, ma di una vera e propria operazione multimediale in cui si intende “fingere” il lancio di una nuova band, gli irriverenti The True Heads.Un mix di realismo e grottesco, che conferma lo stile distintivo diventato patrimonio della brand: l’ambiente trash-suburbano, la notte, il divertimento. Il commercial è stato prodotto come fosse una vera e propria clip musicale, con tanto di date dei concerti in super. Perché il prossimo appuntamento con The True Heads sarà il 26 maggio sul sito http://www.ceres.com/ dove verrà presentato il video ufficiale, cui seguiranno una serie di iniziative legate al mondo di Internet, tra cui contenuti speciali e uno spazio su MySpace, grazie ai quali, forse, scopriremo qualcosa di più sulla misteriosa identità della band… Ogni personaggio ha infatti un nome, un carattere e delle idee ben precise, e presto si scoprirà! Sono inoltre previsti oltre 30.000 passaggi in 260 schermi cinematografici distribuiti sul territorio nazionale.Lo spot, in versione 15’’ e 30’’, è stato girato a Vilnius da Magnet Films. La casa di post-produzione è Rushes (http://www.rushes.co.uk/), leader nell’animazione, computer graphics, motion control e picture manipulation. Si tratta di un progetto ardito e notevole anche dal punto di vista tecnico e stilistico: una contaminazione tra umano, realtà e 3D. Sotto la supervisione di Mark Williams, ciascun animatore ha modellato una testa “virtuale” sopra il corpo “reale” dei 4 musicisti: ogni personaggio ha un proprio carattere ben delineato e il loro compito è stato quello di ricreare ogni “mood” nella sua distintività. Una delle difficoltà maggiori nel trasferire disegni 2D nel mondo 3D è stata la bocca: per mantenere il controllo dei movimenti e i volumi delle labbra è stata utilizzata una particolare e nuova tecnica di rigging. PRESS RELEASE CREDITSTitle: BandProduct: Ceres BeerAgency: PBCOMCreative Director: Duri BardolaStrategic Planner: Bruno BuzzoMedia Buyer: Marina CasalegnoCopy Writer: Raffaella BancheroAccount: Emanuela RaggioAgency Producer: Diana BuzzoIllustrator: Enrico MacchiavelloProduction Company: Magnet FilmsDirector: Ignas JonynasManager: Indre MilaseviciuteExecutive Producer: Linas MartinkenasProducer: Laura TamosiunaitePost Facility: RushesRushes Producer: Emma WattersonTelecine: Simone GrattarolaVFX: Adam Watson (pack shot, Flame)Shake: Alex Llewellyn3D Supervisor: Mark WilliamsAnimation and Tracking: Craig Travis, Charles Beglan, George BarbourLighting and Texture: Alex Jenyon, Angel Noble, Lee Tibbetts, Jamshed SooriRotoscoping: Joe Dymond, Anthony Laranjo, Noel Harmes, Dan Alterman http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]


Media Files:
http://www.blogger.com/video-play.mp4?contentId=d4862ba499942bc&type=video%2Fmp4




Il Lenticolare una tecnica sempre più diffusa

Wed, 14 May 2008 17:14:56 PDT

Il lenticolare è la tecnologia che permette di aggiungere effetti di dinamicità e 3Dimensionalità a qualsiasi stampa.Ai massimi livelli gli artisti di tutto il mondo utilizzano oggi la tecnica lenticolare per aumentare le possibilità di espressione, troviamo tra questi Ara Stark , figlia del noto designer Philippe e già protagonista dell’allestimento dell’hotel parigino Le Maurice, a inaugurare il 21 Maggio a Parigi una mostra di quadri lenticolari Beltrand Berrocal in Spagna tramite l’utilizzo del lenticolare riesce ad esprimere l’azione insita nelle opere del grande Miguel Berrocal.Il museo Baccarat ha utilizzato pannelli lenticolari per giocare sui riflessi che caratterizzano i loro cristalli, e Peter Marino architetto Newyorkese ha scelto il lenticolare per l’allestimento di un lenticular wall nella ristrutturazione dei negozi di Ermenegildo Zegna di Milano e New York.
(image) (image) (image) (image)

Parallelamente la pubblicità Esterna di qualità trova oggi grazie alla tecnica lenticolare l’innovazione pratica ed efficace che ha sempre cercato e che gli consente di attrarre l’osservatore creando un canale preferenziale nella comunicazione.Per questi motivi hanno scelto il lenticolare in tutto il mondo importanti brand quali NIVEA, Lancia, Ferrero, Gillette, Braun, Manijia Duomax, Gazzetta dello Sport e Birra Moretti.Dall’arte alle comunicazioni OOH (Out of Home) in Italia e nel resto del mondo la tecnica lenticolare si sta affermando e diffondendo come la rivoluzione pratica ed efficace in grado di dare Dinamismo e 3Dimensionalità alle immagini.
Per maggiori informazioni. www.lenticolare.it



Marketing Non Convenzionale Vs Tradizionale: (4) Guerrilla Marketing

Sun, 04 May 2008 06:17:27 PDT

Ancora una puntata della serie di spot per il lancio di Crazy-Marketing.it. A cosa serve il Guerrilla Marketing? Si può utilizzare in ogni contesto? Basta un’azione di Guerrilla per raggiungere il target?



(object) (embed)

Credits:
Agency: Socialware
Players: Filippo Giardina e Mauro Fratini (NonRassegnataStampa.it)
Director: Luca Mobilio
Guest Star: Katia


Media Files:
http://www.youtube.com/v/p_KBBV6YuyQ




La soluzione è Digital Signage, sul sito di MediaMobile

Fri, 02 May 2008 10:41:08 PDT

Ecco la soluzione al teaser :

(image) Il link: http://www.mediamobilespa.com



ELUMIN 8 , un mezzo di comunicazione innovativo.

Fri, 02 May 2008 08:15:18 PDT

Pubblico di seguito l'intervista ad Andrea Sau,di cui avevo già pubblicato un Post. Andrea è agente della Società Elumin8 in italia e collaboratrice di IGPDecaux nell'Innovate.Per iniziare ti chiedo di spiegarci chi è Elumin8 ? Elumin8 è l’azienda leader mondiale nell’applicazione dell’elettroluminescenza in impianti outdoors. La sede dell’azienda si trova a Poole in Inghilterra ed è presente in tutto il mondo tramite una rete di agenti. In Italia è presente dal 2006. In quali modi può essere utilizzata questa tecnologia ? La tecnologia si applica in tutti gli impianti outdoor di piccolo e medio formato (dal 70x100cm al 600x300cm passando per 120x180cm). Con alcuni accorgimenti si riesce ad adattarla anche a formati più grandi in quanto i pannelli sono modulabili. Che risultato può dare ad una campagna pubblicitaria in se utilizziamo questo nuovo mezzo ? Il mezzo è di forte impatto perché, grazie alla luce, si riesce ad animare un pannello pubblicitario in se statico. L’inchiostro elettroluminescente si “stampa” su alcune parti della creatività e, per mezzo di un driver/convertitore, si creano delle sequenze d’illuminazione che muovono l’immagine andando a evidenziare alcuni elementi come il brand piuttosto che il prodotto o il claim dell’azienda. Tutto in una sequenza di luci che attira l’occhio dei passanti facendo notare il messaggio molto di più rispetto ad un semplice impianto retroilluminato che, anche se dotato di luce, rimane comunque statico. Che sviluppi può avere nel futuro ? Il futuro sta nel grande formato. La tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e gli inchiostri di Elumin8 arrivano ad una luminosità di 200 candele al m2. Adesso bisogna riuscire a sviluppare dei Driver/Convertitori che riescano a gestire i m2 di superficie illuminata sufficienti ad illuminare un impianto da 50m2 e oltre. Sono già stati realizzati animazioni per impianti da 10x5m a Londra e uno 7x5 a Joanesburg Quest’ultimo in particolare è stato un successone, tanto che è ha vinto un premio in Africa del Sud come pubblicità più creativa dell’anno 2007(cliente Johnny WalKer). Cosa pensi dei nuovi mezzi di comunicazione innovativi come le Proiezioni interattive, Scents, Touch Screen e Bluetooth ? Sono dei mezzi eccezionali per caratterizzare una campagna pubblicitaria. Le persone che si trovano ad interagire con una di queste tecnologie rimangono impressionate dall’innovazione che fino a poco tempo fa vedevano solo in televisione o nel grande schermo. Oggi si riescono a realizzare effetti e contenuti di alto livello e il rapporto qualità/prezzo diventa sempre più accessibile. L’utente viene coinvolto ed emozionato da queste tecniche a beneficio del Brand che in qualche modo entra nelle simpatie dello stesso… i risultati sono impressionanti!!! L’unico limite è il contenuto. Non tutte le tecnologie sono adatte a tutte le campagne e per questo bisogna avere una conoscenza delle tecniche in modo da utilizzare quella più adatta alla campagna stessa. E’ quindi necessario che l’agenzia o il brand stesso siano consigliati da esperti che possano indirizzare il cliente sul mezzo più idoneo al messaggio da veicolare. Mi permetto di citare anche i pannelli 3D, i monitor 3D e l’ologramma, nuovissimi mezzi che a breve spero siano utilizzati nelle campagne di comunicazione outdoor che si avvalgono di sistemi innovativi. Per qualsiasi altra informazione potete contattarlo qui:Andrea Sau Hadrin Tech Srl M. +39.328.61.22.076 hadrintech@gmail.com http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



E' partito il TDH Contest: musica, creatività e solidarietà per i bambini del mondo

Tue, 29 Apr 2008 07:42:11 PDT

Cari amici, il nostro Paolo Ferrara torna alla carica con un'iniziativa di Terre des hommes: Parte da oggi il primo TDH Video Music Contest.I Protagonisti: - l'ormai mitico Superhero di TDH in versione rock;- la mitica les paul della Gibson come premio;- le band italiane, emergenti, affermate, alternative... e anche composte di un solo artista ;-) con la loro musica, la loro creatività e i loro video (rigorosamente equipaggiate di SuperHero);- un blog: www.tdhcontest.org- e ovviamente i bambini, al centro dell'impegno di Terre des hommes dal 1960.Come si fa a partecipare:1) Realizza un video su una tua canzone o brano musicale originale 2) Nel video deve essere presente il SuperHeroTdh, scaricabile alla pagina download SuperHero download SuperHero 3) Inserisci nel video, in forma scritta o orale, la frase "La musica dà voce ai bambini, amplifica la loro voce con la tua musica!" 4) Fai l'upload del video che hai realizzato sul tuo spazio YouTube entro il 30 maggio 2008, inserendo le tag: Video music contest, Terre des hommes Italia, Gibson, Epiphone. 5) Segnala il link dell'upload all'indirizzo g.didonato@tdhitaly.org specificando anche nome, cognome, indirizzo e telefono.Selezioni, votazione e premio:I video segnalati verranno embeddati nel blog www.tdhcontest.org dove i visitatori potranno votare il loro video preferito fino alla mezzanotte del 30 giugno. Il video che avrà raccolto più voti sarà proclamato vincitore e riceverà in premio una chitarra Epiphone Les Paul Studio, offerta dalla Gibson Foundation. Anche i visitatori potranno fare la loro parte per sostenere i progetti di TDH Italia facendo una donazione on line nell'apposita sezione del sito.State sintonizzati su www.tdhcontest.org e grazie per l'aiuto che riuscirete a dare a Terre des hommes Ecco anche il video:http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]


Media Files:
http://www.youtube.com/v/93QSJxjDeBM&hl=en




Pensarci non basta...la soluzione c'è.....

Thu, 24 Apr 2008 16:23:36 PDT


martedì la soluzione....


(image)




Juventus e SportFive: dalla strategia in campo alla strategia di marketing

Tue, 22 Apr 2008 07:28:09 PDT

75 mln di euro l’accordo tra la società sportiva e la filiale italiana del Gruppo Lagardère con l’obiettivo di rivoluzionare e valorizzare il ruolo degli stadi e dei partner nel mercato calcistico italiano. Diritti di naming, commercializzazione al 50% degli Sky Box e la gestione di una tribuna premium, oltre alla creazione di una forza vendita comune, sono i termini dell’accordo. Nella suggestiva cornice della Terrazza Martini, a Milano, è stato presentato oggi 21 aprile, l’accordo strategico che legherà Juventus Football Club e SportFive Italia - filiale italiana del network SportFive (Gruppo Lagardère) - per 15 anni. L’alleanza commerciale, dà a SportFive l’esclusiva sulla gestione dei naming right del nuovo stadio bianconero. Inoltre, le due società collaboreranno su numerosi altri aspetti legati alla valorizznazione dello stadio e del marchio Juventus. La cifra che SportFive verserà nelle casse di Juventus è di 75 milioni di euro, che verranno corrisposti in diverse tranche. “Siamo dei veri e propri pionieri - ha detto Jean Claude Blanc, ad di Juventus Football Club - e per noi la costruzione e l’utilizzo del nuovo stadio della Juventus rappresenta un’importantissima opportunità e asset competitivo. L’obiettivo della società era quello di riuscire a fare in modo che il progetto dello stadio potesse vivere da solo. Ecco perché abbiamo pensato di affidarci a una società di grande esperienza nel campo del marketing sportivo e della gestione degli stadi, per riuscire nella nostra impresa: creare uno stadio nostro, che si autofinanzi e che, possibilmente, generi profitto per noi e per i nostri partner”. La visione strategica della Juventus è unica per quanto riguarda il mercato italiano. Tuttavia, l’essere pionieri nel mercato comporta non solo potenziali vantaggi, ma anche numerosi rischi: “È proprio per questo che ci siamo affidati a una società di comprovata esperienza come SportFive - ha detto Marco Fassone, direttore commerciale Juventus Football Club -. In gioco c’è il nome della Juventus e noi vogliamo preservarlo, anzi, accrescerne ancor di più il prestigio”. L’accordo tra le due società sarà effettivo a partire dalla stagione 2011-2012, momento in cui lo stadio sarà pronto per essere aperto al pubblico e sarà valido fino al 2023. Tuttavia, già ora, in fase di costruzione, SportFive potrà vendere i naming rights dello stadio ad aziende interessate alla presenza del loro marchio nel cantiere. “Siamo di fronte a una svolta epocale, un momento in cui stiamo cambiando il modo di vivere il calcio - ha aggiunto Blanc -, sulle orme della Germania e degli altri paesi europei”. Nell’ottica del progetto, lo stadio sarà aperto 7 giorni su 7 e ospiterà un’area commerciale di 35-40mila mq che sarà affidata a una società esterna, un museo della Juventus, uno store monomarca dedicato alla squadra di calcio e molto altro ancora, con l’obiettivo di creare uno spazio dove le persone possano permanere a lungo e non solo per la durata dell'incontro sportivo. In base all’accordo, SportFive potrà gestire in autonomia i naming right del nuovo stadio. Il diritto di intitolazione dello stadio rappresenta un modello innovativo di sponsorizzazione attraverso il quale lo stadio di un club assume il nome del marchio sponsor. In Usa il giro d’affari imputato ai naming rights si aggira intorno ai 190 milioni di dollari e a oggi, sono più di 120 i progetti di ‘naming right’ calcistici attivi in Europa. SportFive ha già operato in questo campo s[...]



Pensarci non basta...la soluzione c'è.....

Tue, 22 Apr 2008 05:32:44 PDT

Oggi il primo dei 3 teaser di Alex Badalic, entro la settimana scopriremo cosa nasconde....
(image) PENSARCI NON BASTA.....LA SOLUZIONE C'E'......



Marketing Convenzionale Vs Marketing non Convenzionale: il buzz marketing

Tue, 22 Apr 2008 05:26:41 PDT

Ecco il terzo video per il lancio del CMN:


(object) (embed)

Credits:
Agency: Socialware
Players: Filippo Giardina e Mauro Fratini (NonRassegnataStampa.it)
Director: Luca Mobilio


Media Files:
http://www.youtube.com/v/vydFdXVOIb8




Il Lenticolare, l’innovazione attesa nel mondo della comunicazione visiva

Fri, 18 Apr 2008 03:39:06 PDT

Ancora una volta quando una comunicazione diventa un evento si parla di lenticolare, abbiamo per questo incontrato Riccardo Accetta General Manager di Tre D s.r.l. Sempre più spesso le aziende preferiscono utilizzare mezzi di comunicazione innovativi e “d’assalto”, come si pone il lenticolare in questo senso ? Il lenticolare è lo strumento ideale per aggiungere effetti speciali ad una comunicazione realizzata con mezzi tradizionali mantenendo praticità di applicazione ed un costo accessibile. Per questo il lenticolare è stato scelto anche per la nuova campagna pubblicitaria di Gazzetta dello Sport che ha utilizzato il moving lenticolare per portare nelle pensiline Innovate IGPDecaux a Milano e Clear Channel a Roma l’effetto neve di coriandoli rosa protagonista sia dello spot televisivo che del reale lancio di coriandoli effettuato nelle stesse città. Ha parlato di effetto neve, con il lenticolare quindi si possono simulare agenti atmosferici ? Certamente, il lenticolare permette di realizzare effetti di movimento che possono essere utilizzati per dare l’illusione della neve, pioggia, nebbia, fumo ed altri fenomeni atmosferici. La tecnica lenticolare è inoltre capace di realizzare al meglio campagne che ruotano intorno al concetto di Prima/Dopo, Giorno/Notte, Acceso/Spento grazie all’applicazione dell’effetto flip. Effetti atmosferici e 3Dimensionalità, ha fatto molta strada questa tecnica dalle figurine che tutti ricordano, come è avvenuto tale cambiamento ? Quella lenticolare non è una idea nuova di per sé, gli sviluppi dei processi di stampa e dei materiali hanno permesso di rivoluzionarla aumentando le possibili applicazioni e arricchendole di effetti prima impensabili. Le potenzialità del lenticolare sono enormi e per lo più non ancora esplorate, i creativi cominciano oggi a pensare le comunicazioni in lenticolare e gli spazi che si apriranno permetteranno di trasformare in evento ogni comunicazione stampata di qualsiasi formato.Ulteriori informazioni sul sito della Tre D www.lenticolare.ithttp://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Il teaser si svela: This Is More Than an idea

Mon, 14 Apr 2008 11:57:21 PDT

Fuori Salone 2008: Il nuovo Pershing 64’ ormeggiato nel cuore di Milano. In anteprima mondiale Pershing, noto cantiere del gruppo Ferretti, leader nella produzione di motoryacht di lusso, mette in mostra la sua ultima creazione in un’inedita vetrina: I Navigli di Milano. Dal 16 al 21 aprile torna a Milano il grande appuntamento con il design e la creatività del Salone del Mobile. RATIONALE CONCETTO DI COMUNICAZIONE: THIS IS MORE THAN In tutto quello che ci circonda c’è molto più di quello che l’occhio vede. C’è un’intuizione toccata dal genio che riesce ad andare oltre l’ordinario e spingere l’uomo un passo avanti. C’è un pensiero che dà origine ad un oggetto che oggi è di uso comune, ma che di comune non aveva nulla il giorno in cui qualcuno, per la prima volta, ne ha schizzato la forma su un foglio di carta. C’è un’idea. La campagna di comunicazione “This Is More Than” parte da questo presupposto: Pershing, il brand che fa delle idee innovative il suo cuore pulsante annuncia la sua presenza al fuori Salone del Mobile, nella settimana in cui Milano è la capitale del design, sottolineando l’importanza che le idee innovative hanno per il mondo. Un tram un lampione, una scala mobile sono molto più di quello che i sensi percepiscono. Allo stesso modo, il nuovo Pershing 64’- capace di navigare le acque di una città che non possiede il mare – è molto più di un numero. E’ un’idea. Perché ogni cosa comincia da un’idea. ATTIVITA’ DI COMUNICAZIONE PREVISTE: L’evento: Pershing al Fuori Salone con il P64’ e una serie di eventi dedicati ai diversi target. This is more than an event: il fuori salone è stato scelto come momento per dare il via all’evento itinerante in cui Pershing presenterà sui principali mercati internazionali la sua nuova idea: Il Pershing 64’. (This is more than a number)3 JUMBO TRAM che per un mese da 1 aprile gireranno percorrendo le diverse linee su rotaia ancora esistenti in città e veicolando la campagna di comunicazione Pershing, di cui rappresenta la prima fase pre-salone del mobile.Il sito http://www.thisismorethan.com (This is more than a game)Attività di comunicazione non convenzionali (Viral, comunicazione di prossimità) verranno affiancate a quelle convenzionali per supportare questo importantissimo momento di comunicazione. Sul sito sarà anche possibile assistere in live broadcasting ai momenti più significativi dell’evento Pershing, vivendo in diretta un’atmosfera straordinaria.Attività di PR e Ufficio Stampa. Account: Flickr: http://www.flickr.com/photos/thisismorethan/ Organizzando il materiale secondo Gruppi e creando pool aperte; UpComing: http://upcoming.yahoo.com/event/473113 FaceBook: http://www.facebook.com/event.php?eid=11997957875 Twitter: http://twitter.com/Thisismorethan Del.icio.us: http://del.icio.us/thisismorethan/ un’ alternative alla classica rassegna stampa on line YouTube: http://www.youtube.com/user/thisismorethan dove verranno caricati i video realizzati durante l’evento. http://feeds.feedburner.com/blogspot/innovatemarketing[...]



Secondo appuntamento: This Is More Than a Game

Mon, 14 Apr 2008 04:41:17 PDT

(image)
EVERYTHING STARTS WITH AN IDEA.

Next chapter: Tuesday April 15.